Welcome back lost love: fenomenologia dei ritorni

su Relazioni

Premessa

Il presente articolo vuole costituire un’appendice d’approfondimento ai 10 modi per sopravvivere ad una delusione d’amore con focus specifico verso il problema tanto lamentato dei “ritorni” del perduto amore.

Sulla questione legata alla cautela che occorre prestare riguardo i “ripensamenti” dell’ex-partner in tempi di abbandono ne abbiamo già parlato, specialmente nell’articolo sui giochi, senza tuttavia approfondire adeguatamente.

Oggi, in seguito alla lettura delle molteplici storie dei miei lettori sull’oramai popolare decalogo (più di 11.000 commenti ad oggi), mi preme chiarire le dinamiche che sottendono ai “ritorni”. In tal modo spero di poter dare un quadro razionale al fenomeno affinchè ogni “vittima” della “confusione” del perduto amore riesca ad affrontare eventuali suoi ripensamenti senza cadere nella spirale di un gioco distruttivo.

Chiariamo anzitutto un aspetto fondamentale, quanto mi appresto ad esporre è applicabile al caso tipico ove il “perduto amore” ha preso la decisione di abbandonare la sua “vittima” sfruttando il potente incentivo costituito dal cambiamento. Del resto è quello che bisognerebbe imparare a fare anche quando si viene lasciati… se solo il coltello non fosse girato dalla parte sbagliata.

Il fascino del passato

Chi ha ben metabolizzato i contenuti del decalogo sa bene che tra le prime difficoltà nell’affrontare una delusione d’amore v’è l’incapacità di accettare il “fatto“, e cioè l’essere stati scaricati. L’abbandonato non troverà pace fin quando continuerà a pensare al passato, alla sensazione calda ed avvolgente di avere una persona complice nell’intimità, una persona speciale a cui pensare e dalla quale essere pensato. Ebbene anche il “perduto amore” potrebbe sperimentare questo tipo di “mancanza”, seppur in maniera “ritardata” rispetto alla nostra, ed incorrere anch’egli nella potente trappola dei ricordi che, fate attenzione, non sono le dolci ricordanze della fase finale, ma quegli stratagemmi biologici senza i quali non ci sarebbero più coppie stabili al mondo.

N.B. Sia ben chiaro che il passato ha la possibilità di penetrare la dura corazza di una scelta (e parlo della decisione del “perduto amore” di lasciarci) solo se vale davvero la pena ricordarlo. Se siamo stati abbandonati perchè terribili, beh mettetevi nei panni dell’altro e chiedetevi solo una cosa… vi piacerebbe tornare indietro? D’altra parte ciò non costituisce una regola per via degli aspetti masochistici di taluni quindi accettiamone la possibilità solo se in presenza di persone sane ed equilibrate.

La fine dell’effetto novità

Nei post passati abbiamo chiarito in maniera abbastanza esauriente che spesso il “perduto amore” ama comportarsi come le scimmie, e cioè non molla un ramo fin quando non ne ha un altro sotto mano. Il metodo condiviso col simpatico primate è utile per quella categoria di persone che non riescono a stare da sole e che per lasciare il proprio partner hanno bisogno della sicurezza di un valido sostituto (o almeno di qualcuno che apparentemente possa fare le nostre veci).

Più frequentemente di quanto non si immagini accade che allo stato iniziale del rapporto con il “nostro surrogato” (concedetemi un pò di sano sarcasmo) il “perduto amore” coltivi l’illusione di averci serenamente “sostituito” con qualcosa di migliore e più appagante. E’ il famigerato potere della “novità“, quell’euforica ed appagante sensazione di aver fatto piazza pulita del vecchio per respirare un’aria più fresca. In fondo è qualcosa di simile a quello che gli abbandonati sperimentano nelle situazioni di transfert descritte nell’omonimo post, solo che in questo caso è il “perduto amore” a cadere nella trappola dei coglio-cloni (cit. Austin Powers: Goldmember 2002 NLC).

Se provassimo a schematizzare la catena di eventi che preparano un ritorno, ne verrebbe fuori qualcosa del genere:

  • Il perduto amore realizza di non essere felice con noi ->
  • Ogni uomo cerca la felicità quindi il perduto amore inizia a guardarsi intorno ->
  • Incontra una persona che ascolta la sua frustrazione ->
  • Si sente capito: il suo narcisistico desiderio di attenzioni viene appagato ->
  • Ci lascia … per noi inizia il calvario  ->
  • Forti delle regole del decalogo, attuiamo la tecnica del no-contact (Se siamo bravi riusciamo anche a non restare sconvolti dalla scoperta del coglio-clone) ->
  • Entro 4/8 settimane (a seconda delle capacità individuali del coglio-clone) il perduto amore comincia a sperimentare i primi ripensamenti: è quella che definirei la fine dell’effetto “novità” ->
  • Il perduto amore inizia a fare sentire la sua presenza con sms cordiali agli amici, mail affettuose ai familiari, post su facebook con linkate le nostre canzoni etc ->
  • Noi perseveriamo nella tecnica del no-contact (niente contatti senza una precisa dichiarazione d’intenti) ->
  • Il perduto amore entra in confusione, comincia a dubitare delle sue scelte, mette in stand-by il coglio-clone o lo inganna spudoratamente, alla fine cerca un contatto diretto: manifesta con noi il desiderio di ridiscutere la questione  ->
  • Noi interrompiamo la tecnica del no-contact, gli concediamo una chance (sempre che nel frattempo non sia arrivato anche per noi un coglio-clone di ripiego) ->

Interrompo adesso la sequenza per aprire una piccola parentesi. Ritengo che molti di voi abbiano avuto modo di constatare una strana sensazione nell’incontrare il perduto amore dopo un lungo periodo di pausa: la sua voce sembra essere diversa, anche il volto pare cambiato. Definiamo l’anomalia: effetto ritorno. Qui presente e passato si fondono insieme, dopo il torpore scatenato dall’effetto ritorno, i primi timidi “ti amo” vagano liberi ed incontrastati, gli occhi sembrano non volersi più liberare della vista dell’altro ed infine la passione vi porta sotto le coperte lasciandovi sperimentare sensazioni che sembravano dimenticate; attenzione, sia voi che il perduto amore potreste arrivare anche a piangere per l’emozione.

La sensazione più immediata è quella del tempo che pare fermarsi lasciando la mente ed i sensi liberi di esprimersi senza costrizioni o paranoie… signori, sembra tutto perfetto, sembra non essersi mai lasciati.
Perdonate adesso il cinismo: è tutto finto! In un paio di giorni il passato si stacca dal presente, e questo avviene da entrambe le parti. Ognuno torna alla sua vita di prima con la differenza che noi passeggiamo sulle nuvole, il perduto amore invece è “un cazzo confuso”.

A questo punto sono due i possibili scenari: tornare insieme o considerare l’episodio un banale colpo di coda.

Partiamo dallo scenario per noi più indesiderabile:

Il colpo di coda

Sono decisamente più frequenti i casi in cui il perduto amore si penta presto della sua decisione di tornare con noi, elenchiamo alcune motivazioni:

  1. Le ragioni che hanno portato la nostra storia alla sua conclusione non sono facilmente superabili
  2. Nel confronto con la realtà non siamo stati tutto questo granchè e di conseguenza il coglio-clone viene rivalutato
  3. Il ritorno del perduto amore era determinato da una crisi del coglio-clone, poi pentito della sua scelta
  4. Il perduto amore è pazzo

Sarcasmo a parte, il punto 1 credo sia la motivazione che più frequentemente condiziona il nostro amato nella sua disdicevole scelta.
Teniamo sempre a mente una cosa se vogliamo proteggerci da questi meccanismi: tutte le scelte che portano ad una separazione sono dettate da personali e soggettive considerazioni che, anche se incomprensibili o futili per la nostra mente, il perduto amore ha maturato da tempo. In seconda analisi è bene tener presente che il perduto amore si è creato un mondo diverso dal nostro dopo la sua decisione: mentre noi abbiamo continuato ad amarlo e a desiderare un suo ritorno, egli ha vissuto con gioia la sua nuova vita, conosciuto altre persone, preso una nuova casa, frequentato altri ambienti… insomma, si è costruito una realtà nella quale noi non ci siamo più. E’ comprensibile che tale realtà possa stargli stretta dopo l’euforia della novità, perchè magari non era così perfetta come la immaginava, tuttavia si è sempre trattato di un processo che lo ha allontanato dal nostro mondo. Adesso, dopo aver sbirciato dentro la sua vecchia vita, è ben comprensibile che dopo il test di un paio di giorni gli appaia come essa in realtà rimane: vecchia, stantia, morta e sepolta. Purtroppo per noi anche il perduto amore può mettere in atto processi di idealizzazione quando si stacca di botto da una vita per tuffarsi subito in un’altra realtà, a differenza nostra però il perduto amore ci sta un attimo (tra la prima e la seconda settimana) a chiarirsi l’errore, in primo luogo perchè ha preso la decisione ed ha già le sue motivazioni, poi perchè ha la sua vita alternativa con il coglio-clone che col tempo diventa sempre meno clone, ed infine perchè sa che noi siamo sempre là e quindi, in caso di altri ripensamenti, può trovarci dove ci ha lasciato.

Mi spiace dirvelo così ma il giochino può ripetersi anche più di una volta, giusto il tempo che serve al perduto amore di stancarsi ancora della novità, o di perdere tutto quanto perchè magari il coglio-clone torna con la ex, o semplicemente perchè è pazzo… sta solo a noi decidere se e quando fermarlo.
Vi chiederete? Ma non è il caso di fermarlo da principio?

La risposta è NI! Nel senso: se ce la fate bene, se no va bene lo stesso. A parte l’effimero piacere fisico e mentale che se ne ricava, non c’è niente di peggio che affrontare la quotidianità di una delusione d’amore con il rimpianto di non averle tentate tutte. L’unica cosa che mi sento di consigliare è questa: mantenere sempre la consapevolezza di quello che accade!!!!

Quindi!!! Prendiamoci solo quello che ci serve: godiamo del fatto di essere ancora in grado di suscitare passione in chi ci ha abbandonato, cerchiamo d’esser lieti d’essere la prima causa dell’incasinamento della storia tra il perduto amore e il suo coglio-clone ed infine, se siamo in grado di accettarne le conseguenze, lasciamoci avvolgere anche noi dalla dolcezza del passato ma, ATTENZIONE, cerchiamo di viverla come tale, senza aspettative… solo un tuffo nel passato, nient’altro. Questo non significa risparmiarsi sofferenza, ma potete star certi che se manterrete la consapevolezza di quello che accade non saranno come i primi dolori, tutto passerà molto più in fretta di quanto non immaginiamo e paradossalmente il fatto ci aiuterà a staccarci ancora dalla terribile ossessione che ci accompagna da mesi.

…cosa evitare nel modo più assoluto!

Teniamo sempre a mente una cosa: la dichiarazione d’intenti spetta sempre e solo al perduto amore. Non azzardiamoci mai a dire o pensare: allora possiamo tornare insieme? Impariamo a proteggerci dalle delusioni, teniamo a freno il cuore e lasciamoci guidare dalla testa. Quindi… se il perduto amore ha bisogno del suo tempo per decidere, ancora NO CONTACT, come se non fosse successo niente. Se poi dopo un mese il perduto amore resta ancora in silenzio è accettabile una telefonata di chiarimenti dalla quale avere solo risposte assolute: SI o NO!!!

Non ci credete? Provate ad andare avanti nella conversazione, vedrete che alle prime vostre obiezioni il perduto amore ricomincerà la tiritera su tutte le ragioni per le quali vi ha lasciato: non mi amavi abbastanza, non mi sentivo speciale, non ti piacevano i miei amici… insomma, ognuno ha le sue (o forse sono più simili di quanto non pensiamo… guardate qui?).

Le contraddizioni del colpo di coda

Alla base di ogni colpo di coda ci sono sempre delle contraddizioni che, se siamo in grado di smascherare, ci faranno capire immediatamente le regole del gioco ed aiutarci a darcela a gambe con la minore sofferenza possibile nel caso in cui il perduto amore non stia giocando onestamente.

La velocità di reazione: se siete in piena negoziazione, la velocità di reazione del perduto amore alla richiesta di un confronto è importante. A volte siamo talmente felici di poter ricominciare a parlare col nostro amato da accettare qualsiasi condizione egli ci imponga: questo non è il giusto atteggiamento. Se le intenzioni del perduto amore sono serie, egli avrà lo stesso nostro entusiasmo nel voler ricominciare. In parole povere se noi ci rendiamo disponibili a discutere oggi ed il perduto amore ci sposta l’incontro di una settimana adducendo improbabili scuse… beh, probabilmente deve liberarsi del coglio-clone o trovare un modo indolore per giustificare un incontro con noi.

Il paladino: Insultategli il coglio-clone: ditegli che è brutto, che è grasso, che è uno sfigato… egli lo difenderà come un figlio, vi traccerà i suoi lati migliori… ricordate, se difendi una persona con cui sei stato, allora significa che non l’hai davvero lasciato, al massimo l’hai messo in stand-by…

Le bugie: Il perduto amore mentirà su qualsiasi cosa riguardi il coglio-clone, specie se torna da voi dopo aver litigato con lui o se gli avete chiaramente manifestato il vostro disappunto per la sua nuova conquista. Toglierà da FB ogni post che possa riguardarlo, cercherà di farvi credere che ha chiuso definitivamente. Giocate d’astuzia: smascherate anche solo una delle sue bugie, non è difficile… quando si sparano tante cazzate è facile dimenticarne qualcuna. Il resto crollerà come un domino. La cosa più triste e contraddittoria di un ritorno è che il perduto amore crede di poter giocare contemporaneamente con due mazzi di carte, il primo è il coglio-clone, il secondo siamo noi… mentire ad entrambi è l’unico modo per tenersi le due strade aperte, se va male con uno c’è sempre l’altro e viceversa. Adesso parliamoci chiaro, chi gioca così può avere intenzioni serie?

Il senso di colpa: è un sentimento direttamente collegato alla precedente contraddizione. E’ chiaro che il perduto amore non è un mostro, è solo un pò confuso e si arrabatta come meglio può per liberarsi di quello spiacevole stato d’animo. Probabilmente avvertirà il medesimo sentimento sia in presenza nostra che del coglio-clone, per averne certezza sarà sufficiente fare molta attenzione al linguaggio non verbale. Potrebbe essere sufficiente un abbassamento dello sguardo dopo un bacio appassionato, un leggero velo di tristezza negli occhi mentre fate l’amore… ad ogni modo l’interpretazione ricade nella sfera personale di ciascuno, è un giudizio soggettivo determinato dalla vostra esperienza con l’ex-partner.

Il rifiuto delle condizioni: uno dei metodi per smascherare il perduto amore riguardo la bontà del suo riavvicinamento è porre delle condizioni estreme all’ipotesi di una nuova unione. Ditegli che deve rinunciare a tutte le conquiste ottenute “dopo di voi”, che lascerà la sua nuova casa e tornerà a vivere nella vostra, meglio ancora se fuori dalla città in cui lavora, obbligatelo ad interrompere qualsiasi contatto col coglio-clone, e se lavorano insieme fategli lasciare il lavoro. L’unica vera prova d’amore e d’intenti che sia in grado di fargli meritare ancora la nostra fiducia è l’abnegazione delle giustificazioni stantie che vi ha rovesciato addosso quando vi ha abbandonato e con esse tutto quello che è venuto dopo.

Il ritorno!! (ma per quanto???)

Vediamo adesso lo scenario più desiderabile e cioè il caso in cui il perduto amore si faccia trovare con le valigie in mano davanti la nostra porta.

Mi spiace essere così crudo e diretto, magari mi sbaglio, ma le testimonianze dei lettori sul decalogo, le mie esperienze dirette ed indirette, tutto mi porta a dare poco credito a dei veri ritorni quando in mezzo c’è stato un altro.

Facile che il perduto amore torni per un motivo molto banale: ad esempio (o forse l’unico caso) la storia col coglio-clone non è andata bene. Tolto il clone è rimasto solo il ………, o magari era meno ……. di quanto si credeva e se l’è data a gambe per il chiaro squilibrio mentale del nostro perduto amore. Insomma, con questo non voglio dire di stare lì col coltello puntato, vivete il suo ritorno in pace e cercando di ricostruire il rapporto nel miglior modo possibile senza tuttavia trascurare che:

  1. Vi ha già lasciato, potrà rifarlo
  2. Vi ha tradito, potrà rifarlo
  3. E’ tornato… ma solo perchè non gli è andata bene

Il problema principale per noi sarà recuperare la fiducia. Vi accorgerete che non è facile: il primo mese andrà una meraviglia, il secondo un pò meno.

C’è un motivo per il quale gli umani danno una definizione alle parole.

L’amore è un sentimento che, a differenza dell’innamoramento, presuppone l’esistenza di un parametro fondamentale che è la fiducia. La fiducia è anche dare per scontate alcune realtà del rapporto, è poter stare tranquilli sul fatto che davanti alle difficoltà non verremo abbandonati, che in un momento di debolezza potremo sempre avere una spalla sulla quale appoggiarci, è innanzitutto avere la certezza che qualsiasi problema lo si affronterà insieme, senza lasciarsi.

A questo punto chiudo la sezione lasciandovi una domanda alla quale dovete rispondere sinceramente: sarà come prima?

Solo il tempo potrà dare la giusta risposta, e ne servirà tanto, a patto che nel frattempo non vi rendiate conto che la persona che avete accanto non è più quella che ricordate.

Un consiglio per il perduto amore

Illudersi di poter costruire la propria felicità sull’infelicità di due persone è ingiusto ed è sbagliato. Fa male a te e fa male a chi ti ama. Insomma… non serve a nessuno. Prenditene uno e scompari dalla vita dell’altro, o non ti prendere nessuno e fai come ti pare… ma tutti e due katz no!

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

488 Commenti

  1. Ciao Art, la mia ex per l’ennesima volta torna da me, come ogni anno per sei anni… torna dopo 6 mesi, pentita, stavolta metto dei paletti per proteggermi, lei vedendo questa mia difesa non fa neanche in tempo a farsi perdonare e a raccontarmi tutto che rovescia il suo atteggiamento, mi tratta di nuovo come un nemico, avendo pretese e proiettandomi di nuovo colpe che non ho. Prendo una posizione e la allontano, deve dimostrare di volermi invece di chiacchierare. Io parto per 20 giorni e lei non perde tempo e inizia subito una nuova relazione. L’ho cancellata da fb ma noto che pubblica foto dove esplode dalla gioia con la nuova fiamma… Ma forse la vedo io come un intenzione di farmi vedere com’è felice….nei giorni precedenti mi guardava come l’uomo della sua vita…
    Ora dopo due mesi noto che si è lasciata con il mio sostituto…e so per certo che mi cerca di frequente su fb.
    Devo credere che è questione di tempo per il suo ritorno?
    Purtroppo non avendo mai fatto chiarezza tra di noi sui sentimenti mi sembra che ci sia sempre un conto in sospeso.

    Grazie!

    • Ciao Lino, decidi tu se aspettare che la tua ex incontri l’uomo della sua vita per non farsi sentire più, o se decidere di allontanarla definitivamente e di non accettare più alcuna scusa per i suoi ganci. So che fa sempre piacere una ex che ritorna pentita, è gratificante per l’orgoglio, però questo tipo di atteggiamento può condizionarti psicologicamente nel lasciarti andare a nuove esperienze e questo non è per nulla vantaggioso… riguardo l’atteggiamento vittima carnefice salvatore, quello è il classico gioco psicologico tra le coppie (qualcuno lo chiama il triangolo drammatico)… prima ne esci, prima inizierai a vivere in maniera più serena :)
      un abbraccio e buona vita

  2. La nostra storia inizia 5 anni ,fa dopo che per due mesi ci siamo visti quasi sempre da soli e finalmente riuscii a baciarla…ci mettiamo insieme il 12/12/12 e da allora la mia vita è stata fantastica.
    Dopo meno di 3 mesi vado per la prima volta a casa sua e ci ritorno qualche volta (abitiamo nella stessa città).
    Dopo circa un annetto iniziò a stare tutti i giorni a casa sua e quindi diciamo che stavamo sempre insieme.
    Dopo 2 anni ,grazie anche al suo supporto, riesco ad entrare all’università e quindi sto dal lunedì al giovedì-venerdì fuori città e quindi ci vediamo da quando torno a quando non riparto.
    Nell’ultimo anno e mezzo io finisco i corsi e devo salire solo per fare tirocinio e quindi sto molto più spesso a casa contando il fatto che quest’estate non sono mai salito in modo tale da studiare a casa mia e spesso andavamo in biblioteca a studiare insieme (premettendo che comunque ci vedevamo tutti i giorni).
    Litigavamo spesso per scemenze ma niente di grave.
    Fino all’anno scorso ero molto ma molto geloso (veramente esagerato) e infatti a marzo (2017)lei mi lascia dicendo che senza la fiducia un rapporto non può andare avanti,e che forse non mi ama piu.
    I primi due giorni la riempio di messaggi ma poi non mi faccio sentire per 4 giorni.
    Circa dopo 6 giorni dall’inizio di tutto le mando un messaggio dicendole di volerle parlare , ci incontriamo, e la convinco a riprovare dandole quello che mi aveva chiesto,la fiducia.
    Lei mi dice che non sa quanto potrà andare avanti ma riproviamo,mettendo paletti del tipo di non stare sempre insieme, vederci di meno.
    Piano piano la storia sembra tornare alla normalità ,cercavamo di stare più staccati e cose così.
    Quando andavo a casa sua me ne andavo prima di cena (prima cenavo sempre da lei) appunto per non tornare nella routine ma notavo che alcune volte lei mi chiedeva di restare a cena, e al mio no ci rimaneva male chiedendomi di tornare dopo cenato,e da questo deducevo che lei voleva stare sempre con me anche se voleva far sembrare il contrario.
    Ogni volta che stavo da lei ci mettevamo nel letto insieme, scherzavamo,giocavamo,o guardavamo un film finché lei non si addormentava ogni sera sul mio petto.
    Un giorno,non mi ricordo il motivo, lei mi lascia sempre per qualcosa legato alla gelosia,vado a casa sua,lei nervosissima,non cambia idea, mi alzo e me ne vado…
    Lei molte volte si arrabbiava del fatto che se io stavo a casa sua e la chiamava un’amica per un caffè alla fine andavo anche io.

    Il giorno dopo mi manda un messaggio per vederci e mi chiede scusa.
    Torniamo insieme,e passiamo una bella estate,lei va in vacanza con la cugina e le amiche (non possiamo andare in vacanza insieme perché la mamma non voleva), torna, ridiamo,andiamo al mare, scherziamo, insomma come sempre fino a fine novembre.
    Stavamo nel letto,la mattina dopo dovevo partire per l’università, lei si addormenta e io apro il suo Instagram e non so perché vado nei messaggi, sia chiaro non mi sono messo a legge quindi fondamentalmente non so se c’erano messaggi compromettenti ma non mi interessa perché sapevo che non ci fosse nulla (anche perché ogni volta le chiedessi di leggere i messaggi lei mi dava il telefono senza esitazioni).
    Il giorno dopo glielo dico per messaggi mentre sono all’università (mi aveva chiesto sempre la verità nella relazione) e così mi scuso per averlo fatto.
    Lei si arrabbia molto,la chiamo al telefono la sera e lei dice che ne vuole parlare a voce quando scendo.
    Risponde pochissimo ai messaggi quei giorni.
    Scendo il martedì,vado a casa sua, parliamo e lei dice che forse non mi ama più e che non ce la fa più a portare avanti questa situazione.
    Mi chiede il telefono e si mette a vedere tutti i messaggi in qualsiasi mezzo di messaggistica, ancora non ho capito perché lo ha fatto.
    Poi parlando e calmandola dicendole che la mia intenzione non era quella di spiarla la convinco a provare per un’altra settimana se questo è veramente ciò che prova.
    Accetta e la sera nel letto, quasi piangendo mi dice che qualsiasi sia la decisione le promettevo di non starci male,e io le dico che ci avrei provato.
    Passiamo questa settimana normalmente, anche se io molte volte preso dalla sconforto mi faccio vedere triste e le dico di allungare questo periodo.
    Lei a volte è contentissima a volte molto triste e chiusa.
    Dopo questa settimana lei mi lascia definitivamente, io cerco di convincerla in tutti i modi ma lei nulla.
    Premesso che io , soprattutto dopo la vacanza che ha fatto, e non so il perché, ma ho acquisito molta ma molta fiducia in lei, solo che non fidandomi mai di nessuno trovo difficoltà a dimostrarlo anche se metterei entrambe le mani sul fuoco parlando della fiducia in lei.
    Comunque questo succede attorno al 25 novembre, io cerco in tutti i modi di riconquistarla, piango, la chiamo, le mando messaggi, insomma di tutto ma lei nulla.
    Accetta di parlare di persona solo una volta ma nulla, quasi io fossi un estraneo.
    Non la riconosco più, in 5anni ho conosciuto una ragazza completamente diversa mentre ora sembra immersa in una cattiverai che non avevo mai visto.

    L’ultimo messaggio che le ho mandato è stato il 26 dicembre…le mandai una lettera in cui dicevo che accettavo la sua decisione…l’ha ricevuta il 5 gennaio….

    Non so più che fare

  3. Salve Art,non riesco a caricare il mio racconto e vorrei tanto che qualcuno lo leggesse, buona giornata a tutti

  4. Ciao! Sono un uomo di 52 anni con quasi tre anni di relazione con una giovane ragazza. Ci conoscevamo da tempo, lavoriamo insieme, e alla vigilia del mio 50esimo compleanno mi arriva un suo messaggio dove chiede sfacciatamente di voler fare l’amore con me. Accetto con qualche paura perché innamorarsi di lei è molto facile; bella, solare e competente nel lavoro . I problemi cominciano a farsi sentire da quasi subito per via di sua figlia. Il padre della bambina non vuole che ci frequentiamo in presenza della bimba. Mi arrabbio moltissimo fino a darle un ultimatum. La cosa fa effetto e l’amore decolla. Un anno fantastico fino ad una pausa per l’arrivo via chat di un invito da parte di un suo ex. Lei va in crisi e dopo qualche giorno mi racconta dell’accaduto e nonostante il tumulto emozionale decide di stare con me. Da quel giorno comincio ad avere attacchi d’ansia e perdo fiducia in lei. Mi dichiara amore incondizionato e della differenza di età non le importa nulla. Dopo qualche mese, dimentica il telefono a casa mia, leggo in una chat di un messaggio al suo ex mandato da lei però dal suo ex non trova risposta. Le faccio notare la cosa arrabbiatissimo e mi risponde che è stato un momento di insicurezza nel nostro rapporto e la cosa si risolve a letto…nell’autunno 2016 mi lascia per motivi che a dire la verità non ricordo più ma nel giro di tre giorni la ritrovo sotto casa in preda al panico e disperata e dice che non può stare senza di me. Accetto le sue motivazioni e riprendiamo di nuovo il nostro rapporto. Mi intasa la chat di centinaia “ti amo” e sciolinate varie. Autunno 2017;a metà novembre mi lascia e nonostante la mazzata mi aspettavo questa sua decisione; a letto non c’era più quella complicità, la differenza di età poi…sentendo che stava allontanandosi la cosa migliore era proprio di lasciarsi. Per i primi giorni la prendo bene e non la cerco ma dopo qualche giorno non vedendo la macchina parcheggiata sotto casa, viviamo a 20 mt di distanza, mi chiede dove sono e se c’è un altra. La rassicuro e per alcuni giorni ci riprendiamo anche se lei continua a dire che la nostra storia à finita. Faccio il sordo e mi avvicino di nuovo a lei ma quando comincio ad insistere nel vederla mi chiude la porta in faccia. Dopo una litigata pesante mi dice che c’è un altro e questo me lo scrive in chat senza darmi la possibilità di guardarmi in faccia. La cerco in preda all’ansia e all’arrabbiatura ma non si fa trovare. La ritrovo al lavoro e finalmente posso chiedere. Vien fuori che non ha nessuno e sperava di fare un piacere a me cosi mi allontanavo definitivamente…Chiudo i contatti telefonici e non mi faccio più sentire. Nel frattempo la vedo portare a passeggio il cane, quando la incontro sul lavoro fa battute a sfondo sessuale per provocarmi, chiede se mi fermo a fumare una sigaretta con lei e per fine anno nonostante ci fossimo fatti gli auguri a notte fona mi manda una foto di un suo quadro. Il mattino chiedo spiegazioni ,era una settimana che non la contattavo e la cosa mi ha disturbato assai, mi risponde che era solo un augurio di buon anno. Chiudo di nuovo le comunicazioni e dopo una settimana, parcheggiando sotto casa ,vedo il finestrino di una volvo con una scritta fatta con il rossetto; Buon giorno amore firmato Francesca…Le chiedo spiegazioni via chat, provo a chiamarla ma non risponde. La mia testa va in tilt e comincio a mandarle messaggi pesanti; la minaccio di creargli problemi sul lavoro e che le conviene chiedere di essere trasferita di sede. Mi chiama lei dopo due ore dicendomi che era impegnata e il telefono era in silenzio. Le chiedo se è il caso di farmi soffrire in questo modo, ma viene fuori che con la scritta non centrava nulla.Le chiedo scusa ma chiude i contatti bloccandomi. Con l’aiuto di una amica in comune mi chiama lei stupito dal fatto che io stessi male e concludiamo la telefonata con lei che non ne vuole più sapere di me. Ho ripreso il no contact e sono disperato. So benissimo che la mia storia non avrà più nessun seguito ma ho bisogno di parlarne e scrivere. Il vostro sito mi sta aiutando e confortando e per questo ringrazio tutti voi.

  5. Ciao Art, io e la mia ragazza stavamo insieme da 4 anni, in cui abbiamo affrontato di tutto. Vivendo soli nella stessa città e per motivi di studio è come se avessimo convissuto, un rapporto fortissimo in cui si condivideva la totalità di tutto, anche le ansie più strane. 1 anno fa iniziano i problemi, iniziamo entrambi a lavorare, lei in un ambiente molto più giovanile rispetto al mio, e inizia il distacco con la situazione completamente ribaltata, io che ero sempre stata la parte forte del rapporto inizio a soccombere alle sue decisioni. Lei inizia a farsi un nuovo cerchio di amicizie in cui non mi coinvolge, inizia a essere sempre più distante, fino a lasciarmi, non vedendola abbastanza sicura riesco a riportarla sulla retta via, considerando il tutto come “depressione lavorativa”, in estate le cose sembrano tornate come una volta, complicità, baci, ecc… ma appena rientrati mi scarica con un “non ti amo più” “voglio sbattere prima la testa”. Come devo comportarmi ?

    • La tua storia assomiglia alla mia, durata, parti che si invertono, rottura…
      Continua a scriverti o ha chiuso i contatti?
      Apparte il no contact, è importante che tu colga vari segnali ora, per capire cosa ha in testa.
      L amore non sparisce così…

      • Ha chiuso i contatti,da quello che noto si sta iniziando a divertire con le sue colleghe. Senza dar un valore preciso a ciò che abbiamo vissuto, è come se ci stessi male solo io.

        • Capito, beh in un certo senso è proprio così, loro si sentono forti avendo lasciato loro, e noi andandogli dietro glielo confermiamo, se invece gli facciam sentire la nostra mancanza magari si rendon conto di sbagliare, perchè, apparte dinamiche e fatti che non conosco di voi, quando una entra in una realtà di vita diversa, data da compagnie e ambienti nuovi, e bacillano su quello che vogliono dalla vita, sono persone confuse, avolte con tante buone ragioni, ma pur sempre confuse, e quando prendi decisioni in questo stato, sbagli…

          E valle a convincere poi…
          Ottieni l effetto contrario il più delle volte…

          Per lei ora è come una nuova partita, e ogni cosa nuova per loro è bella, col tempo se hanno davvero amato e hanno testa, capiscono l errore, si spera non troppo tardi…
          Per mè è stato lo stesso, lei èra felicissima e entusiasta di aver troncato, mentre io morivo di dolore…
          Ma loro si mostreranno fredde, perchè donne e orgogliose…

          Ci vuole pazienza e forza per far passare tempo e tenerle d occhio, in modo da capire pian piano cosa provano…e vedere se poi ritornano indietro… o se ritentare di nuovo…

          Hai modo di sapere da qualcuno come stà e cosa dice?

          • Lei ora sta bene, si ritiene tranquilla.Purtroppo il vissuto non può dimenticarlo secondo me… poiché lei era praticamente dipendente da me, per qualsiasi cosa quindi credo che il primo riscontro con la realtà lo avrà nel momento in cui avrà un qualsiasi problema.Credo che comunque le sue colleghe la invoglino a trovare un sostituto, e che lei ci pensi seriamente conoscendola. Non riesco a capire questa estate come abbia fatto a fingere dicendo parole veramente importanti. Il vero problema che lei non riesce a superare che dice di “non voler dar conto a nessuno di ciò che faccio”, situazione per me insostenibile in quanto in una relazione sana un minimo di rendiconto lo devi al partner.
            Son veramente disperato. Non credo ci sia più modo di approcciare con lei in quanto rafforzerei solo le sue convinzioni.

          • Classico, a mè poche settimane prima professava lo stesso belle parole e altre azioni…
            I giorni prima di troncare prendeva consigli e istruzioni da una sua amica, che neanche mi conosce…
            Per dirti…
            Certo che un minimo di rendiconto lo devi, è naturale, ma quando ci mollano attingono a scuse per sentirsi meno in colpa, e già il fatto di sentirsi in colpa mostra la loro confusione, che purtroppo in quelle circostanze volge a nostro sfavore.
            Ora lei vorrà cambiare, anche nel fatto di essere più autonoma, di non dover dipendere da qualcuno, o almeno ci proverà, questo alimenterà ulteriormente il loro ego…
            Se hai visto che il tuo approccio la secca e la infastidisce, lasciala sbollire e attendi, non puoi far altro ora.
            Anche se innamorato perso la devi escludere dalle tue attenzioni, non devi degnarla di niente, deve sentire in qualche modo la tua mancanza
            non disperarti, la vita è una merda, e noi èravamo illusi del contrario…
            Io sono nella tua stessa barca, e ti dico, o abbiam trovato una donna che è in difficoltà e confusa, o una opportunista che quando stava con noi ha finto per comodo e non ha un minimo di coerenza…
            Speriam sia la prima, ma, purtroppo, solo il tempo può dirlo…
            Non parliam delle amiche, che invece di provare a spingere una a tentare di aggiustare o migliorare, la aiutano a distruggere, quindi preparati perchè devi tener conto che saranno un ostacolo in più.
            Datti delle scadenze, magari un mese di no contact e vedi che succede…
            Sai se lei potrebbe aver qualcuno in mente? È importante per tè saperlo, cambia tanto le cose.

          • Si,tempo fa si era invaghita di un collega. Ma pare non ci sia niente , anche perché lui è stato trasferito.ma a me sembra proprio che lei voglia tagliare col passato.

          • Okay, perchè con un altro è molto più semplice voltare pagina e rimpiazzare tutto, e li è davvero difficile.
            Certo hanno troncato per quello, per tagliare col passato, vogliono aria nuova, come se per cambiare devi per forza abbandonare chi ti ama…
            Ma non si accorgono che il mondo non cambia, ci vuole tempo, dopo quanto siete tornati insieme l altra volta?

          • Un mese, ma già dopo una settimana, veniva ogni sera perché non poteva farne a meno. Ora è molto più decisa a scardinare tutti i punti fermi. C’è da dire che questa volta no contact, mentre l’altra volta la contattavo di tanto in tanto per farle capire che c’ero. Ma questa volta non credo si possa. E tutto nelle sue mani io devo solo andare avanti e mi sento di una tristezza unica. Prima ero pieno di amici e di donne, ora pochi amici e zero donne. È passata una sola settimana ma sto da cani

          • Oggi mi ha contattato, chiedendomi come stavo, ho interrotto il no contact per un breve lasso di tempo, quando si stava intavolando una conversazione ho deciso di non risponderle più. Ho fatto bene ?

          • Beh dipende, ha accennato a voi due? Avete parlato di una probabile ripresa?
            Se no hai fatto bene a non continuare…
            Tranquillo è stata lei a rompere il no contact, ma in questi casi, si accetta di parlare solo se si ridiscute il rapporto, per trovare una soluzione insieme e avere un altra possibilità…
            Altrimenti si rischia di scivolare nella friend zone, loro vogliono restare in amicizia per non avere sensi di colpa…
            Quindi attenzione, si dovrebbe parlaram solo nella direzione di una riconciliazione…
            Quindi dipende da cosa èra il tema della conversazione…

          • No voleva intavolare una conversazione scherzosa, dopo è passata a riportarmi alcune mie cose. Tempo 5 minuti. Poi via. So solo che rivederla mi ha fatto male

          • Capito, beh in questo caso dovevi essere distaccato e freddo, lei èra felice e disinvolta o dispiaciuta?

            Sò quanto male ti ha fatto, a mè vederla la settimana dopo che mi ha lasciato mi ha ucciso dentro…

          • dispiaciuta e imbarazzata. Ma è voluta venire lei, poteva benissimo mandar qualcun’ altro come successo qualche giorno prima per le sue di cose.

          • Meglio, ricorda, il tuo scopo, in base al no contact, è ribaltare le posizioni, deve sentire la tua mancanza, ma è ancora presto, il fatto che éra dispiaciuta denota proprio la sua confusione a riguardo, ma evidentemente ci sono più cose che la spingono in questa via , di quelle che la farebbero tornare…
            Quelle cose che devono placarsi, e se lei èra sincera quando si professava a tè, le supererà.
            Sii freddo e forte, devi mancargli, in tutto e per tutto…, altrimenti hai meno chance, se lei ha amato davvero, avrete un altra occasione, che ti auguro tanto!

          • Pordo ti ringrazio tantissimo per le tue risposte.Stasera è passata di nuovo per fumarci una sigaretta,nel frattempo ha abbozzato domande sulla mia vita e mi ha raccontato della sua vita lavorativa. Non so più che pensare

          • Tranquillo non ringraziarmi figurati, è un piacere cercare di essere utile.
            Beh dipende da cosa vi dite tra voi… se viene da tè si deve parlare della vostra storia, non del più e del meno…
            cerca di stare attento, così il no contact non lavora, certo tu non vedevi l ora di vederla magari, ma devi capire il perchè lei fà così, e solo tu te ne puoi accorgere bene.
            Rifletti bene

            Poi certo sicuramente gli mancano certi tuoi aspetti, ma lei deve capire che per servirsene deve prendere tutto il pacchetto.
            Se no rischi di diventare un suo amico, o anche che lei ti frequenti così per farti staccare pian piano da lei, perchè si sente in colpa del dolore che ti ha causato… avete parlato solo di quelle cose?

            Se lei vuole parlare con tè, deve essere per parlare di voi due, del vostro rapporto…
            Altrimenti passi come l ex delle confessioni, vedi tu, devi capire se lo fà per nostalgia e bisogno, o per misericordia per placare i suoi sensi di colpa e alimentare il suo ego.
            Ricorda se con tè non parla di voi due che senso ha, non penso tu voglia diventare il suo amico ex…
            Chiedo scusa se magari risulto negativo e schietto, ma meglio mettere in guardia…

            Che impressioni ti ha dato?

            Saluti

          • Pordo ti ringrazio tantissimo perché penso che tu stia capendo a fondo la situazione. Io credo che lei non possa fare a meno di venire a parlare d’altronde è sempre stato così. Però penso che così facendo lei avrà un distacco graduale fino a trovare un coglio clone senza mai rendersi conto di cosa sta dostruggendo. Questa cosa mi fa star male onestamente perché io non la cerco per star meglio sarebbe troppo facile così. Lei vive in due mood : 1. Con le sue amiche e tutto va bene, si mette nel letto a fine serata e non pensa a nulla . Anzi pensa di aver fatto la scelta giusta. 2. Momenti di solitudine in cui gli viene spontaneo cercarmi e venire da me.

            Ora io non so come comportarmi onestamente, da un lato non vorrei vederla, dall’altro si, vorrei baciarla e vorrei sputarle in faccia tutto il mio dolore.
            Non so più come comportarmi onestamente.

          • Appunto, più gli manchi e meglio è, il mio consiglio è, se lei ti cerca, tu rispondi dicendo, cosa vuole dopo che ti ha mollato, se mi vuoi devi avermi per intero, quindi, quando lei ha bisogno di tè, devi fargli capire che anche tu hai bisogno di lei ma non come amico, ma come compagni di vita, e che ogni problema si può e si deve risolvere insieme… insieme senza arrendersi e mollare.
            Ma deve capirlo bene, altrimenti, no contact, gli dici che tu sei il suo uomo, non il suo cagnolino…
            Quindi se si interrompe è per parlare sul serio, non di altro…
            Le donne son strane forte….
            Scusa di nuovo la schiettezza.

          • Pordo io penso che quando dei legami forti si rompono è inutile continuare a sperare di poter riappiccicare i cocci di un vaso rotto. Forse mi devo fare una ragione che lei è andata via e non tornerà più se non come amica.
            Devo ricostruire la mia vita che è andata a pezzi.
            Comunque ti terrò aggiornato ma è inutile farsi false illusioni.

          • Pasquale, le storie dei cocci rotti sono balle, se si vuole ricominciare, lo si fà, basta volerlo…
            Io, personalmente, come amica non la vorrei, nel mio caso perchè restare amico di una opportunista, falsa e bugiarda, per farle capire che quando vuole può avermi schioccando le dita…?
            Ma proprio no, ti dico solo che è ancora presto, non darti subito per vinto, fai quello che credi sia meglio per tè, l importante è che tu stia bene…
            Io è da quattro mesi che non la cerco, e lei non mi ha mai chiamato ne mandato mex, sino alla settimana scorsa ogni settimana passava sotto casa ad orari in cui sapeva che poteva beccarmi uscendo o entrando…
            Però non mi ha mai cercato per telefono, ci capisci qualcosa?

            Sono ragazze confuse, e ne stiam facendo noi le spese…

          • Pordo da ciò che scrivi ti stimo tantissimo, e solo che sono confuse sì ma perché dobbiamo farne le spese noi ? perché ?
            Purtroppo io vivo a momenti. A scatti.
            sappi solo una cosa che la tua ex è stata una …….. a lasciarsi sfuggire una persona come te.

          • Sei tanto gentile Pasquale grazie, ma io ho tanti difetti.
            Noi perchè siamo sinceri, coerenti nelle cose serie, se diciamo di amarle veramente è perchè è così, e mai le avremmo abbandonate…
            Noi perchè realmente innamorati, ancora, loro chissà se lo son mai state veramemte…
            E cosa cè nella loro testa…
            Sei una brava persona da come scrivi, continua ad esserlo.
            Io da allora ho fatto tante cose belle, ma non mi sono mai considerato felice o vivo del tutto…
            Mai…
            Io prima di abbandonare avrei tentato l impossibile, credo anche tu, loro no, ma gli piace comunque pensare di essere più mature e saggie…

            Ricorda sempre…
            I perdenti trovano scuse
            I vincenti trovano soluzioni

          • Pordo,purtroppo io penso che l’ho intrapresa col piede sbagliato. Io cerco il suo ritorno e non riesco a credere che non tornerà mai forse me ne devo fare una ragione.inoltre credo che lei mi abbia amato con tutta se stessa i primi anni ma l’ultimo anno forse si era affievolito il sentimento.
            Ti racconto le ultime due cose :
            – giovedì le ho scritto di non venire più a cercarmi dato che la situazione mi confonde.e ho ripreso il no contact
            Oggi son crollato vedendo che andava fuori per lavoro e le ho inviato un sms augurandole un buon soggiorno. So di aver sbagliato però mi sento molto solo, con pochi amici.
            Lei invece si diverte, e questo mi fa star male. Vedo tutto nero come se non troverò più un altra persona che mi potrà piacere

          • Si hai sbagliato tanto, ma non preoccuparti, datti una regolata e segui un piano, o l uno o l altro.
            Le cose son due, ho ti ha amato veramente e ora è confusa, o non amava davvero, lei si diverte sì, perchè è felice come lo è una persona che non sà quello che vuole.
            Son tutte felici dopo che mollano..
            Ora, o la vedi come un mostro, o come una ragazza confusa che ti ha fritto il cuore..
            Ti ripeto, è presto, datti una scadenza, tipo due mesi di no contact e poi vedi cosa fare, se ci tieni a lei, seppur lasciato, l unica cosa che devi tener d occhio, è se lei ha un altro, ti puoi preoccupare solo di quello ora, il resto metti tutto in stand by… tienila d occhio e basta.
            Sò come stai, perchè lo stò provando da circa mezzo anno.
            Ti piacerà quello che vorrai tù, non preoccuparti, ora ti piace lei, e le opzioni son queste.
            Quando cambierai idea lo deciderai tu…

            Mi dispiace, cerca di ampliare le tue uscite e le tue amicizie, esci a divertirti quanto più puoi, pure se sei inca…….to.
            Hai comunque degli amici, e non è poco, e sappi che non sei mai solo.
            Anche se ci sentiam così…
            Forza pasquale

          • Pordo, in realtà ho paura che abbia un altro. E probabilmente qualcosa sarà successa tipo in una delle sue serate. Però hai ragione tu su tutto. Tempo al tempo e si vedrà. La mia unica paura è che se lei ha un altro magari torna, perché che il suo amore fosse puro ho pochi dubbi, ma per come son fatto caratterialmente sarebbe un vaso rotto e distrutto.
            Comunque ti ringrazio ancora tanto, forse perché viviamo la stessa situazione ma mi capisci alla grande.

          • Be tieni quella paura a freno finchè non ne sarai certo, anche io la rivorrei solo se non è stata con altri, non sò bene perchè ma é così, pure se la amo tanto, ma comunque ora non puoi saperlo quindi stai buono.
            Ma di niente figurati :)
            Quando hai bisogno sono quì.

          • Pordo, non esiterò a scriverti gli aggiornamenti. Non saprei come inviarti il mio indirizzo mail altrimenti te l’avrei già inviato. Grazie ancora

          • Vi scrivo perché l’altra sera è venuta mentre era in difficoltà e dopo essere stata in viaggio per lavoro e siam finiti a letto, il giorno dopo mi scrive che è confusa che non può venire da me solo quando ne ha bisogno, che ha sbagliato, ci sono fasi della sua vita che le piacciono perché fa cose che non avrebbe mai fatto, e fasi in cui sta male ecco perché non ha nessuna intenzione di uscire con un altro uomo. Ora mi chiedo sta giocando con i miei sentimenti ? Come fa a dire sei un pilastro della mia vita, e subito dopo essere confusa. Come fa a provocarmi e a venire a letto con me e ad andarsene poi.

          • Ma come sarebbe, come vi siete lasciati dopo essere stati insieme?
            Cosa vi avevate detto? Pasquale, da un lato è bello che sia venuta da tè e siete stati insieme, da un lato no visto che manco così ha preso una posizione con tè.
            Ora, da fuori viene da dirti, prima di stare assieme, dovevate aver messo in chiaro la situazione, e risolto insomma, altrimenti, no martini no party…
            Lei è tanto legata e attratta da tè, non sottovalutare questo aspetto, sii più deciso, fallo anche per tè stesso oltre che per lei.
            Devi farle capire che l ami, ma che sai anche comandare e fare a meno di lei, lei con tè lo ha fatto, ha deciso cosa come e quando voleva…
            Lei sà, lei può, usarti, ormai, a suo piacimento e bisogno, ma i tuoi bisogni?
            Non penso ti vada bene questo andazzo, devi prendere in mano la situazione, altrimenti così ti squarci il cuore ogni volta…
            Certo che gioca con i tuoi sentimenti così, magari è davvero confusa e lo fà involontariamente e devi essere tù a farla tornare sui binari, o ha capito come funzioni e ti usa…
            Tutto questo puoi distinguerlo solo tù, anche se da fuori può sembrare diverso…
            Tu la conosci e sai come è e come pensa…
            Sei innamorato forte okay, ma ce la puoi fare…
            Come siete rimasti l ultima volta che vi siete scritti?

            Forza Pasquale

          • Ciao Pordo, hai perfettamente ragione. Siamo rimasti che lei è confusa, ma non è confusa. Che lei non pensa a nessun’altra nonostante le dicano di fare chiodo scaccia chiodo, ma comunque ogni sera va a ballare. Che non è giusto che io sia sempre lì ad ascoltarla , ma comunque lei viene sempre invece quando io ho un problema ( e ti assicuro che ne ho tanti problemi in questo periodo) non la contatto o comunque sarebbe come farle perdere tempo. Ci sono state poi due frasi in contrasto tra loro ” sei il pilastro della mia vita” e ” siamo cresciuti in maniera differente, siamo due binari paralleli” , un ” così ci facciamo male come al solito”. scusa per la ricostruzione in maniera confusa ma è proprio così che mi sento io.
            Forse sarebbe il caso di iniziare a farle sentire la mancanza sul serio di non aprirle più e dirle che lei ha una sola opportunità ” chiedere scusa” altrimenti non le aprirò mai più.

          • Bravo, devi essere deciso con lei, è probabile che risucceda questo suo comportamento visto i precedenti, quindi approfittane per ( farla sentire tua, che ha proprio bisogno di tè, che a tè non te la fà in barba, e che tu la vuoi, se lei vuole tè ) insomma hai capito come ti deve percepire,
            Sul fatto delle scuse ti direi di non fissartici troppo, se le cose dovrebbero andar nel migliore dei modi, sarà lei a fartele di sua volontà, così dovrebbe essere…
            Quindi punta più sul riparare la situazione, poi il resto dopo sarà un contorno..
            E ricorda sempre, come già stai vedendo, che è sì confusa, ma anche maledettamente furba, come la mia e tutte le altre del resto..

            Complimenti per le amiche consigliere… non ho parole…
            Classico, è sempre più facile distruggere che costruire…

          • Ultimi aggiornamenti,ci siam visti l’altra sera incrociati e non mi ha salutato. Eravamo entrambi soli, al che il giorno dopo le ho mandato un messaggio chiedendole perché non mi avesse salutato risposta “ero stanca e non mi andava di parlare”. Io così sto troppo male,ero pieno di vita e mi son ridotto ad essere apatico che ho voglia solo di star solo. Ieri ho rischiato di perdere il posto di lavoro.gli amici mi criticano. Non so più come fare.

          • Male, malissimo, non dovevi cercarla minimamente, ti senti la vittima, e lo sei, ma non ti devi comportare come tale, anzi devi tirare fuori coraggio e decisione, incaxxati, ti ho già detto che è presto e poi lei è già ritornata una volta da tè, quindi fai in modo che possa succedere di nuovo…
            Arrabbiati e reagisciii, dai forza, non mostrarti bisognoso verso lei ora.
            Sii duro.
            Dovevi exere tu che non salutavi lei, e non viceversa…
            Fatti forza pasquà, guarda che tifo per tè.

            Perchè ti criticano?
            perche hai rischiato a lavoro?

          • Pordo, i miei amici storici che erano nel mezzo della cosa, criticano il fatto che io la continui ad accettare, e che io stia così. Spesso li ho sentiti parlottare tra loro. Purtroppo è un momento di solitudine in cui si sono accavallati un po’ di eventi. Penso che lei si senta con qualcuno e mi stia evitando per questo, le altre volte ho sempre azzeccato quando lei sarebbe passata era come un sensore che avevo. Ora il sensore che ho e che non torna. A lavoro va tutto male, ieri ho preso un rimprovero ufficiale per le mie assenze in queste settimane, dato che mi alzavo e non avevo la forza per andarci… purtroppo io son sempre stato un tipo molto solare pieno di energie, con le donne ho sempre saputo farci. Ora è una spirale negativa. Mi sento solo, non capito e maltrattato. Spero che tu mi possa capire

          • Okay, i tuoi amici fan così per farti reagire, vogliono il tuo bene e ti stimolan così, anche se sei combattuto dentro, sforzati di divertirti e distrarti con loro.
            Dentro di noi siam sempre soli, e su un abbandono cè poco da fare. Stiamo male, male e poi male.
            Ma tira fuori anche rabbia oltre al dolore, usala per alzarti e andare a lavoro, anche se triste, arrabbiato o come vuoi, ma non parcheggiarti del tutto.
            Ti capisco alla grande, è da 5 mesi che stò di me..da, faccio tutto e di tutto, ma dentro stò sempre male, per non parlare di eventi che si accumulano e rendono tutto più difficile, mi sento calpestato, solo, incompreso, ed è così, anche per tè si, ma almeno tu cerca di capirti e, aiutarti, tutto il resto che ci dicono e ramanzine varie non ci aiuta, e non cambiano le cose, quindi ti dico, sii un pò più positivo, il sensore che dici tu a mè ormai mi si è rotto, quando siamo così diciamo che non siamo il massimo dell obbiettività, quindi rilassati, la tua almeno ti ha cercato e siete stati assieme, sii più positivo e sappi aspettare, dai che ce la fai pasquà!
            la mia mi spiava sotto casa per più di un mese sino poche settimane fà, ma non ha telefonato e manco io, e ora sono pure indeciso sul da fare con lei…

          • Pordo, la mia situazione è tragicomica. Non so se è stat mancanza momentanea e quindi ha giocato con i sentimenti o sia veramente indecisa. Non credo tornerà più.ne son sicuro. Io nella tua situazione dato che son passati 5 mesi un tentativo di contattarla e parlarle lo farei ( ammesso che tu voglia) ma da come ne hai parlato nella tua ultima risposta pare proprio di sì. Prova a chiamarla, e a chiederle “ come sta”e chiedile di vedervi. Fammi sapere che ne pensi

          • Beh comunque non devi darci tanto peso ora a quella sensazione, fai passare del tempo, fai da osservatore, poi quando sarà il momento se non fà lei qualche passo, potrai essere tu a fare una mossa.
            E osservando un pó in questo tempo da osservatore capirai anche se èra davvero indecisa o altro.

            Si ci stò pensando tanto, anche se temo una bastonata nei denti, e al solo ricordarmi come si è comportata quando io la cercavo e lei mi ignorava mi sento male, poi io la ho ignorata del tutto togliendole anche il saluto, poi ha iniziato a cercare la mia attenzione e a passare sotto casa.
            Per iniziare a vedere questo però son dovuti passare i primi due mesi, quindi ti ridico, abbi un minimo di pazienza e forza pasquà.

            Comunque dicevo, ho paura, e temo un altro rifiuto, anche se l ho beccata sotto casa a spiare varie volte.
            Ma hai ragione, tempo ne è passato, e dovrò fare qualche passo.
            Grazie per il consiglio, ti aggiornerò se capita qualcosa, tu nel frattempo non mollare eh.

          • Quindi consigli di persistere nel no contact totale ? E indifferenza ? In questi giorni son talmente stanco di tutto che ci riuscirei forse. Ma tornerei a star male e attanagliarmi di dubbi

          • Si per ora si, fai calmare così le acque…
            Guarda i dubbi non te li leva nessuno, dipende tutto molto da cosa vuoi fare, tentare di dimenticarla, o continuare a volerla…
            Solo tu puoi scegliere che strada prendere…
            E in entrambe ci vuole pazienza…

          • Aggiornamento: sabato ci siam visti, dato che volevo parlarle e siam finiti a letto. sembrava tutto normale anche le ore successive. ieri arriva il casino, la chiamo per una sigaretta,lei viene da me. senza preavviso e mi trova uno spinello. da li la situazione è tracollata con lei che diceva che era colpa sua, io che negavo ma non convinto. Siam stati un po abbracciati , poi lei è andata via dicendomi “sono stanca di questo tira e molla, tu mi confondi..ogni volta che sto con te son confusa e sto male “

          • Ciao pasquà, di nuovo? :) comunque fammi capire, state insieme da non fidanzati, comunque sia è segno che è coinvolta e che prova dei sentimenti per tè, il che è buono, poi lei si sente in colpa per quello chè ha trovato e ti dice come si sente e và via…
            Allora, a questo punto sembra che lei abbia il cuore da una parte e la testa dall altra, ha usato e usa la testa per soffocare quello che prova per tè, per questo si sente confusa quando state assieme…
            Ora dimmi, quando è così di solito temono qualcosa, avevate per caso problemi tra voi quando stavate assieme? Problemi che pesavano sopratutto a lei? Che la facevan sentire tipo limitata, e questi (problemi) èran o sono delle cose risolvibili?

            Saluti

          • No pordo pare non mi voglia più vedere perchè la confondo. e lei quando non ci sono sta bene.I problemi credo siano i suoi di lavoro dato che vuole vivere la quotidianità, andare a ballare la sera con i suoi amici del cavolo. E ora ho il forte dubbio che abbia un altro.
            io veramente credo di non meritarmi tutto ciò. Ho dato l’anima per lei e dopo un mese esatto sono uno straccio.
            oggi sarebbe stato anche il nostro anniversario…
            Passerà…. lo spero ma son veramente demoralizzato.

          • Pazienta pasquale pazienta, ma come potrebbe avere un altro e venire a letto con tè? Non penso lo avrebbe fatto, certo tu sai la situazione meglio di mè, da fuori si direbbe che lei ha un pò la sindrome da peter pan, ma il fatto che la confondi è positivo, significa che gli fai effetto, devi insistere nel modo giusto, cioè dando tempo a lei e a tè, non pressarla e poi quando ricapita, perchè mi pare che il lupo perde il pelo ma non il vizio, cerca di essere sicuro di tè, di darle supporto dove ne ha bisogno, e di fregartene se vuole andare in giro con la sua compagnia, falle sentire che con tè può divertirsi lo stesso con gli amici e che è pure meglio che da single, visto come state rimbalzando ti consiglio questo…
            E non mollare mai se davvero ci tieni..
            Devi essere contento di causarle tanta confusione, perchè dimostra ancora di più che lei è insicura e non sà quello che vuole…
            Sù col morale, che rispetto a un mesè fà almeno qualche minimo progresso l hai fatto..
            Saluti

          • Pordo, a questo punto credo sia meglio mollare del tutto, se son rose fioriranno… va a ballare ogni sera e io ogni mattina sto sempre peggio, sto meglio solo quando qualcuno mi da coraggio.non credo di meritarmi questo.forse non avrà un’altra persona nell’immediato, ma a breve…dopo un mese non puoi essere ancora confusa. Comunque domenica avevo comprato tempo fa dei biglietti per un evento a cui dovevamo andarci assieme, ora cosa faccio ?

          • Come dopo un mese, cè gente che è confusa dopo 6 mesi e anche oltre, non badare troppo al tempo ora, non hai seguito il no contact ma nonostante questo siete finiti insieme già 2 volte.. gli piaci… lo capisci? Ce qualcosa che la blocca.. se la vuoi davvero, e da come scrivi ci tieni e come.. a questo punto insisti, pian piano ma insisti, la devi ricorteggiare, hai i biglietti? Bene, ci vai con lei e la inviti pure a cena, temi dica di no?
            Che hai da perdere?
            Fallo come meglio credi ma cerca di andarci con lei a quell evento e falla divertire, in ogni modo…
            Armati di pazienza e tenta di riconquistarla, senza sembrare bisognoso..
            Lascia stare i pensieri che magari ci sarà un altro e che è passato tot di tempo…
            Se non provava niente non sarebbe stata con tè a letto, ne la prima ne la seconda volta, quindi forza, fai la tua vita, e nel mentre devi cercare di riconquistarla, son cose che richiedono tempi soggettivi, quindi con pazienza e senza guardare il calendario…
            Dai pasquà, okay?

          • Pordo domani glie lo propongo, ti farò sapere. Ma credo dirà di no.
            È proprio il fatto che qualcosa la blocca che mi fa paura. E io la conosco….
            Comunque la domanda principale è :se lo merita ?

          • Dai in bocca al lupo !
            Se rifiuta fà lo stesso ci riprovi più avanti!
            Certo che ti fà paura, è normale, vuol dire che fai sul serio..

            La risposta la sai solo ed esclusivamente tu, quanto vale per tè? A cosa sei disposto? Quanto ci credi?
            Solo tu lo sai pasquà, e penso tu lo sappia già dentro di tè.
            Ricorda tentaci sempre.

          • Pordo ieri dopo tanti suoi tentennamenti è un litigio, siamo andati ci siam divertiti molto e alla fine è rimasta a dormire a casa mia. Anche se dice di essere confusa… vedremo nei prossimi giorni. Non so quante speranze ci siano di mettere tutto apposto

          • Evvai Pasquà, è comunque un passo avanti, piccolo o grande che sia..
            Ci hai dovuto sudare ma alla fine sei riuscito in questo intento, e per farlo hai dovuto tirar fuori forza, ecco sempre questo devi fare, sempre..
            Lascia stare le speranze, tu cerca di impegnarti al maximo per riuscire e falle sentire che con tè stà bene, e contenporaneamente coltivati una tua vita alternativa…
            Dicono un sacco di cose, e magari ha davvero bisogno di tempo, tu continua così e stai il più meglio che puoi..
            Dai che faccio il tifo per tè!

          • Pordo, si, ma già che ora non mi calcola più sto male malissimo, mi sembra di essere tornato al punto di partenza. non mi rimane che cercare di essere forte e far finta di nulla senza contattarla.Cercherò di essere forte come sempre. passerà ancora una volta. E ancora una volta ci rimetto io.

          • Infatti, e devi pensare ad abituartici, sei tu quello che insegue, e la scelta tocca a lei, perciò in questo caso è logico che ci rimetti tu, guarda che è lo stesso anche per mè, è una partita difficile che per tè vale la pena giocare? Beh le regole purtroppo son così per tutti, non sentirti solo e in sconforto, sei in mezzo ad una tempesta e non sai come ne uscirai, quindi tenta di armarti ed uscirne al meglio, possibilmente in due..
            Ma di questi bocconi amari possono anche arrivarne altri, quindi allenati a non soffrirli, sei forte, ha cominciato la partita che può durare un tempo x, quindi gioca le tue carte al meglio e il più spensierato possibile…
            Te lo dice uno che soffre peggio di un cane, fidati…

          • Ciao pordo, purtroppo ieri sera è finita in malo modo. È finito tutto. Dopo che non ci siam sentiti da quella domenica. Ieri le ho mandato un messaggio per chiarire la situazione, e parlarle un po’. Mi ha detto che viene a letto con me per affetto, che lei sta bene quando non ci sono. Al che le ho detto quello che pensavo su tutta la nostra storia e lei mi diceva “ giornata pesante oggi lasciami stare”, al che se n’e Andata.
            Dopo 20 min esco sul balcone per fumarmi una sigaretta e la vedo giù che parlava a telefono. Le ho mandato un messaggio per dirle che anziché confidarsi subito con qualcuno poteva parlare con me. Mi ha risposto che piangeva e che io pretendo e un “mi hai rotto i coglioni” .
            Da questo momento ho deciso che è finita, mi son fatto trattare male, mi son umiliato per lei , ho provato in tutti i modi a parlarle con il cuore in mano , ora basta. Penso lei abbia già un altro per avere quella freddezza o comunque si sia invaghita di un altro, ne son praticamente sicuro. Le auguro una vita felice ma ora via da me , chi mi rifiuta non può restare al mio fianco. Starò male, ma mi rialzerò come ho sempre fatto , più forte di prima.

          • Mi rincresce molto… comunque se avesse un altro non avrebbe fatto l amore con tè lo stesso, se davvero hai perso la pazienza okay, io avrei insistito ancora, ma sei tu che ci sei dentro e sai quello che fai…
            Ti auguro solo bene e di stare meglio, mentre non mi pronuncio sulle donne che ci fanno tutto questo…
            Fammi sapere come và…
            Saluti

          • Ultimi aggiornamenti,ci siam visti l’altra sera incrociati e non mi ha salutato. Eravamo entrambi soli, al che il giorno dopo le ho mandato un messaggio chiedendole perché non mi avesse salutato risposta “ero stanca e non mi andava di parlare”. Io così sto troppo male,ero pieno di vita e mi son ridotto ad essere apatico che ho voglia solo di star solo. Ieri ho rischiato di perdere il posto di lavoro.gli amici mi criticano. Non so più come fare.

  6. Salve, la ex passa frequentemente sotto casa mia di nascosto, sia di sera che di notte, dipende dai giorni…

    (Mi aveva lasciato lei)

    Perché una donna farebbe così?

  7. Salve Art

    Da quando ho scritto l ultima volta sono riuscito più o meno a tenere no contact, più o meno perchè facciam parte dello stesso hobby in città, dove ci son pure dei disguidi tra l altro… vabè comunque da un pò di tempo mi sono accorto che passa di proposito sotto casa mia di notte, controlla se ci sono o se vede la mia auto, scruta come di nascosto, passa solo per quello perche abito da tutt altra parte in città e si deve fare una strada apparte appositamente, lo fà a giorni diversi e a orari diversi…

    Cosa mi dice?

    Saluti

    • Ciao Pordo, scusami il ritardo nella risposta (troppi impegni lavorativi sigh :((
      Comunque vedo che ti sei lanciato in un thread interessante con pasquale … spero che adesso vada meglio

      • Ciao Art, si figuri, meglio no, anzi, stò tanto male, a san valentino èra pure il nostro anniversario, e quindi sono andato da lei e le ho portato un regalo per l occasione e le ho chiesto una possibilità, ma niente, si è sentita pressata e mi ha rinfacciato tante cose, e dice che non sente il sentimento di prima, io le dico come può dopo che mi giurava e predicava tanto amore e le insisto per una chance perchè io son diverso da come mi crede lei ormai, ma poi è entrata a casa sua seccata, e dopo mi accorgo che mi ha bloccato su watsapp, strano visto che èro in no contact dai primi di dicembre e quindi non la ho cercata niente ne altrove ne lì…
        Comunque da quella sera sempre niente, ogni tanto mette stati tipo, innamorati prima di tè e della vita e robe simili…
        E avolte noto che se capita in auto in giro mi controlla dove sono e con chi salgo…

        Non stò facendo niente anche perchè non sò che fare, spero possa dirmi qualcosa lei

        Tanti saluti

  8. E se lui va via e scopri che c’era un’altra… poi comincia a chiederti subito la separazione…,poi rallenta e dice che vuole analizzarli tramite psicoterapeuta per risolvere i suoi conflitti, non sa se tornerà e ha bisogno dei suoi spazi, non può chiederti di aspettarlo perché potrebbe non tornare. Ogni tanto dice di sentire la tua mancanza: viaggi, sesso, cucina, e figlie…
    Gli ho chiaramente detto che X me l’amicizia tra uomo e donna non esiste. Lui vive la sua vita frequentando una che mai avrei potuto vedergli affianco: no class…
    Di me dice che sono distinta, molto bella, che conquistarmi è una vittoria… però resta a casa sua .
    E allora? Dopo 13 anni e 2 figlie?

    • ciao veronica… scusa il notevole ritardo nella risposta
      Mi spiace per quello che succede, di questi tempi è frequente che alcuni di noi vengano assaliti dai demoni del cambiamento, scatenati probabilmente dalla noia e dalla mancanza di quelle soddisfazioni personali che contribuiscono a tenerci in equilibrio.
      E’ vero, l’amicizia tra uomo e donna non esiste, ci sono sempre delle ambiguità e comunque quella vera è molto rara, di sicuro non può esserci amicizia tra chi ha vissuto un sentimento d’amore. Io non farei molto affidamento sulle sue parole, probabilmente gli servono solo per mitigare il senso di colpa… riprendi semplicemente in mano la tua vita e vai avanti, 13 anni sono tanti ma immagina se avesse preso questa decisione dopo 30 :)
      Spero d’esserti stato utile… un caro saluto e buona vita

  9. Ciao Art, riprovo ad inserire la mia storia che risulta sparita dai commenti.
    Innanzitutto grazie per tutto ciò che condividi su questa tua pagina, rileggendo ogni giorno cerco di superare questa bruttissima fase e mi sento meno sola nel tentativo di capirne le dinamiche e prevederne le evoluzioni.
    Ti racconto la mia storia.
    Conosco l’amore perduto a 16 anni e rimaniamo insieme per oltre 7 anni, gli ultimi quattro a distanza per via del suo lavoro (militare). La relazione è sempre andata perfettamente, tante promesse ed entusiasmi ed anche la distanza è stata gestita nel migliore dei modi e, anzi, rendeva magnifico ogni nostro incontro, riscoprendoci innamorati ogni volta di più. Il rapporto è sempre stato idilliaco, fedeltà, comunicazione, sincerità, passione, complicità. Tutto.
    Arriviamo ad oggi. Dopo un weekend meraviglioso a fine luglio lui aspetta neanche una settimana per dirmi (tramite sms perchè al telefono la mia voce lo bloccava e non poteva aspettare 15 giorni per rivedermi, essendo giunto al limite) che da parte sua il sentimento si è esaurito, che non pensava potesse succedere ma che la storia è finita e che sono ben 4 mesi che matura la decisione, che rivedermi non ha fatto la differenza. Mi cade il mondo addosso, completamente.
    Nei mesi precedenti io ero ancora la donna della sua vita, si parlava di riavvicinarsi presto, si prospettava un futuro insieme più vicino che mai, questo soprattutto da parte sua che davanti ai miei razionali “chissà” rispondeva “sicuro amore, non chissà”. Un messaggio al telefono può essere finto, certo, ma anche di persona mi guardava con i soliti occhi davanti ad un vestito più carino, l’intimità era perfetta come al solito, mi desiderava, ridevamo insieme delle solite cose, prima di vederci contava i minuti che mancavano all’incontro, si è regalato il mio profumo maschile preferito in virtù dell’incontro e tanti altri gesti che non sto qui a raccontare.
    L’unico punto di rottura che riesco ad identificare e che lui ha confermato si pone nei 6 mesi precedenti all’incontro. Da sempre riuscivamo ad evadere un paio di giorni dalle nostre vite per ritrovarci in vacanza in ogni parte d’Italia. Tranne negli ultimi 6 mesi, in cui entrambi lavoravamo, potevamo vederci solo quando era lui a tornare a casa.
    Scendendo per massimo 2 giorni ogni mese, mi sembrava preso da tutto meno che da me che, senza pretese, davanti alle richieste della famiglia e di mille persone che volevano vederlo, cenare con lui, fare aperitivo, facevo un passo indietro consapevole che sarei potuta essere l’ennesima fonte di esaurimento e che per noi sarebbero arrivati giorni migliori. Insomma, lui scendeva per staccare dallo stress lavorativo ed è arrivato a dirmi che a volte preferiva chiudersi in camera e stare da solo. Gliene parlai chiedendo se ci fosse un problema tra noi o semplicemente per il suo carattere stesse cercando di accontentare tutti e la risposta è sempre stata che tra noi non c’era nessun problema ma semplicemente doveva dividersi tra tutte le richieste. Io ero comunque ogni giorno con lui, in famiglia, con gli amici, ma mi sentivo solo un “appendice”. Dal mio punto di vista questa però non era la realtà dei fatti ma solo un contesto “difficile” in cui riuscire a fare la coppia.
    Dopo ogni partenza mi ringraziava dicendo che gli davo la carica per affrontare i giorni seguenti e poi, tutto nella norma e tutto confermato quando finalmente ci siamo visti come “coppia”, lontani da casa, per il nostro ultimo weekend.
    Ora ti chiedo, secondo te la sua scelta può essere influenzata dalla situazione lavorativa (ha cambiato tre zone in 6 mesi) e dal fatto che venendo a casa non potesse essere tranquillo in generale e ha scelto di “lasciare” l’unica persona che non dava problemi?
    Dice di essersi comportato come sempre e aver detto le solite parole perchè sperava di tenermi felice e che fosse solo un periodo da superare, ma che si è reso conto di non riuscire a risollevare la situazione. Io avrei preferito conoscere i suoi pensieri, i suoi dubbi, arrivare alla fine con la consapevolezza di qualcosa che non andasse e non così, lanciata nel baratro più totale quando tutto sembrava andasse divinamente.
    Purtroppo spero in un suo ritorno, spero che non abbia fatto bene i conti con la mia mancanza e che si renda conto di aver bisogno di me, come io di lui. Nel frattempo il no-contact viene da sè, perchè inutile aggrapparsi ad una persona che ritiene di non essere innamorata. Mi ha cercata lui l’ultima volta, dieci giorni fa, poi più nulla. Probabilmente ci vedremo fra 2/3 giorni quando lui sarà qui, ma io conosco ogni risposta alle mie domande e non so più a cosa appellarmi se non al fatto che un amore così grande dubito possa finire in questo modo, senza lottare insieme per recuperarlo e per capirne i punti deboli.
    P.S. non credo che per il momento ci siano coglio-cloni, oltre ad avermelo fortemente negato si connette pochissimo anche su whatsapp (non che ci passi le ore, ma insomma..), da un lato forse sarebbe meglio se ci fosse, potrei provare più rabbia.
    Grazie Art spero che stavolta non sparisca il commento e spero di ricevere delle risposte che mi diano speranza o rassegnazione.

    • Ciao Loredana… anzitutto grazie per i complimenti :)
      Per quello che posso capire da quanto mi scrivi, è probabile che in questi ultimi mesi, lo stress a causa dei continui spostamenti abbia potuto destabilizzarlo. In ogni caso tieni sempre a mente che tu non c’entri nulla e che ognuno di noi dev’essere in grado di tenersi ben strette le persone più importanti, specie nei momenti di difficoltà… se non lo si fa sono due le principali motivazioni, o si è immaturi o non si è realmente innamorati.
      Adesso la cosa che tu puoi fare è quella di non assecondare le sue richieste di contatto qualora non ci sia una reale intenzione di tornare insieme… deve capire che tu non sei lì ad aspettarlo per tutto il tempo necessario, 7 anni devono pur significare qualcosa e se lui ha intenzione di cancellare tutto con un colpo di spugna e cioè dicendoti semplicemente che il sentimento si è esaurito, beh… non la deve passare liscia, queste affermazioni si pagano perchè come ti ha detto queste parole adesso dovrà convincerti del contrario.
      Resisti e vedrai che molto probabilmente tornerà da te in ginocchio. M raccomando, polso duro e strategia!!!
      Se poi dovesse davvero restare a distanza, o insistere sulla questione del sentimento finito… non escludere del tutto il fatto che possa aver incontrato un’altra e ne sia rimasto infatuato, a volte succede, specie quando ci si conosce così giovani… tuttavia questo non esclude il fatto che dopo aver sperimentato la novità, decida di ritornare dal suo vero amore :=) … ad ogni modo, qualunque cosa stia pensando adesso il tuo perduto amore, cerca di non curartene, credimi… sono solo ansie inutili, piuttosto gioca di tattica e cerca di vivere serenamente questi momenti.
      Unc aro saluto e buona vita

      • Grazie della risposta, anche se una parte di me vorrebbe, non posso sottrarmi all’incontro previsto tra qualche giorno, perché alla fine ho bisogno di guardarlo e di capire se è davvero cambiato qualcosa, di andare oltre alle parole che mi dice. Però, se all’inizio speravo fosse un incontro in cui potevo chiedere dei ripensamenti, adesso no. Voglio solamente non avere rimpianti, ho sempre fatto il massimo e grazie a Dio non ho colpe da assumermi. Spero che torni in sé perché la situazione è davvero surreale, ovviamente come hai detto tu, dovesse tornare dovrebbe dimostrare reale pentimento e “combattere” per riavermi, quasi ricominciare. Sono sempre stata diffidente per natura, sempre a pensare ai mille motivi che ci potevano separare (mai pensando all’esaurimento dell’amore ma sempre a questioni logistiche o lavorative), solo l’ultimo anno ci stavo veramente credendo perché le prove più importanti siamo riusciti ad affrontarle e ormai andavamo nella stessa direzione, con lo stesso passo, dicevamo noi..e poi? Senza parole. Ti ringrazio ancora e spero che tu abbia ragione e di poterti aggiornare, un giorno. Saluti.

  10. Ciao Art, le analisi che fornisci su questa tua pagina mi aiutano, rileggendole ogni giorno, a trovare una spiegazione “scientifica” a quelli che sono i meccaniscmi umani e a superare il dolore, giorno dopo giorno. Ho ancora molto da lavorare e spero mi aiuterai a fare chiarezza. Vorrei raccontarti la mia storia.
    Ho conosciuto l’amore perduto a 16 anni, siamo coetanei e la nostra storia è durata fino a pochi giorni fa, superando di poco i sette anni. Finite le superiori lui intraprende la carriera militare e riusciamo comunque a mantenere un ottimo equilibrio, un’ottima comunicazione ed è tutto meraviglioso. Rivedendoci ogni volta, per sette anni, è stato un ringraziarsi continuamente per i bei momenti e la speranza che presto sarebbero aumentati (per lavoro ho l’opportunità di spostarmi a brevissimo al nord) ci rendeva pienamente felici del fatto che fossimo quasi riusciti a realizzare ciò che desideravamo fin da “bambini”. Il nostro amore era di quelli che secondo me si incontrano una sola volta nella vita e che non possono andare da nessuna parte, non nel modo in cui è successo a noi. Lealtà, sincerità, nessun limite e nessuna litigata importante, riuscivamo a vederci circa ogni due mesi, approfittandone per viaggiare quasi in tutta Italia, ritrovandoci ogni volta più maturi e sempre più innamorati, un’amore che ormai era diventato adulto. Finita l’università, inizio a lavorare ed anche lui è preso da missioni in territorio nazionale che ci portano, per circa 6 mesi, a non vederci come coppia, nei nostri soliti weekend fuori porta, ma a viverci solamente quando lui scendeva a casa per due giorni. In questo frangente io, ultimamente, sentivo di essere una sua “appendice” in quanto pur passando le giornate a casa sua, con la sua famiglia, ritenevo che non cercasse dei momenti in cui tornavo ad essere la sua ragazza e in cui potevamo essere noi; gliene parlavo, mi rassicurava e io ci credevo pensando “sarà per la prossima volta, a breve ci sarà molto più tempo per noi”. Dopotutto mi andava bene, non sono il tipo di persona che impone la scelta tra me e famiglia, non ho mai imposto nulla ed essendo perfettamente integrata nella sua famiglia ero felice anche io di trascorrerci del tempo, insieme a lui che vedevo come il poveretto che scendeva per rilassarsi e veniva conteso da mille persone, io capivo che non poteva dire di no a loro e preferivo non avere pretese, certa che non fosse un problema della relazione.
    Per tre mesi continua a scendere, sempre e solo per due giorni, mi ringrazia di regalargli dei momenti speciali che gli danno la carica per affrontare i periodi lavorativi, mi dichiara il suo amore e le sue prospettive per il futuro e ai miei “chissà, magari un giorno” risponde con assoluta certezza che quel giorno è sicuro, non chissà, non forse.
    Finalmente a luglio, dopo aver lasciato il lavoro e dopo dichiarazioni da parte di entrambi sulla mancanza e sulla necessità di stare insieme, organizziamo il nostro fine settimana fuori porta. Contiamo i minuti che mancano all’incontro, come bambini, mi fa dei regali, massaggi, l’intimità va alla grande come sempre, ridiamo e siamo finalmente di nuovo noi. L’entusiasmo è ancora lì, è tangibile. Ci salutiamo felici del fatto che, per fortuna, ci saremmo rivisti dopo venti giorni giù a casa e, subito dopo, per un altra “gita” solo noi due.
    Il primo agosto scrive ancora di amarmi e poi, 3 giorni dopo, mi manda un sms in cui dice che sta andando avanti da mesi nel cercare di capire, di riflettere, di essere normale perchè sperava fosse un periodo, lo stress a lavoro, ma che non ce la fa più, che non pensava di venire meno a tutte le promesse fatte nè che avrebbe mai potuto dirlo ma non mi ama più e non può continuare a prendermi in giro perchè anche rivedendomi la situazione non variava. La prima cosa che ho fatto è chiedere se stesse scherzando perchè tutto ciò che diceva non solo non centrava nulla con le parole d’amore scritte per telefono in tutti i mesi precedenti ma non riuscivo a giustificarne neanche i comportamenti. Insomma, sarà anche facile mentire tramite un telefono, ma uno sguardo innamorato, certi gesti, l’entusiasmo, fino a che punto possono essere finti? Fino a che punto ho potuto non accorgermene? Come ha potuto lui tenere tutto dentro senza farmi notare minimanente cosa stesse passando? Potevamo arrivare insieme alla scelta di chiudere, sono una persona razionale e sopratutto non avrei accettato un amore a metà se mi fossi davvero resa conto che qualcosa mancava, così come me ne sono resa conto quando lui veniva a casa, confermandomi solo ora che non erano solo paranoie ma che lui spesso voleva scappare (non solo da me, ma da tutti gli impegni) e rimanere da solo, forse anche perchè per lavoro ha imparato a gestire la sua vita in autonomia(detto da lui).
    Purtroppo io so quanto sono stata importante per lui, quanto amore aveva e, se è grande quanto il mio, non va via un amore così. Come puoi non dare una chance a quella che fino a pochi mesi prima dichiaravi essere la donna della tua vita? Come puoi non guardarla negli occhi per dirle che è tutto finito e mandare un banalissimo sms? Mi ha chiamata per farlo e non ne ha avuto il coraggio, non ne avrebbe avuto neanche avendomi davanti ma, se sei così convinto della decisione, non ti frena nè la voce nè il mio sguardo, e allora cosa c’è? Perchè scappare così velocemente? Perchè non affrontare i problemi insieme come abbiamo sempre fatto? La risposta più banale e umana sarebbe quella di credere che ci sia un’altra che ha messo fretta a questa dichiarazione ma una parte di me non crede sia possibile, probabilmente sarebbe anche più semplice capirne l’atteggiamento, se fosse così.
    Tra pochi giorni ci vedremo(su sua richiesta) e io non so più di cosa parlare, come comportarmi, conosco già ogni sua risposta alle mie domande, lo vedo solo perchè conosco le sue parole ma non ancora il suo sguardo. Nel frattempo no-contact completo da parte mia,non per orgoglio o dignità, lotterei con le unghie e con i denti se ci fosse un modo ma sono fermamente convinta che abbia bisogno di fare chiarezza da solo, adesso (per assurdo vorrei essergli vicina per capire, come fosse lui la vittima). Anche lui non scherza, niente sms da dieci giorni dopo avermi chiesto come va, si connette pochissimo su whatsapp (avvalorando la tesi dell’assenza del coglio-clone). Io spero che lo stress del lavoro lo abbia portato a fare valutazioni sbagliate e l’unica cosa che riesco a pensare è che sia diventato pazzo perchè non si può decidere così di buttare via una cosa così bella. Scusa se sono stata prolissa, ci sarebbe talmente tanto da scrivere e ti giuro di essermi anche trattenuta, spero che avrai una risposta anche per me, sia tu che altri. Grazie comunque perchè con quello che scrivi dai comunque tanti spunti positivi per riprendersi da una botta così forte, nel frattempo si guarda sempre avanti e poi chissà.. Buona serata.

  11. Ciao Art, provo a riassumerti la mia storia…dopo 11 anni di relazione, due di convivenza e un matrimonio alle porte (il 2 settembre) mi ha lasciata. Negli ultimi mesi lo vedevo strano e distante, litigavamo tutti i giorni perchè in casa non c’era mai, tornava sempre tardi e non mi aiutava in nulla. In uno dei vari litigi gli avevo proposto di rimandare il matrimonio, ma lui imperterrito mi dice che è solo un periodo pieno (e gli credo dal momento che tra lavoro e impegni sempre legati al lavoro era presissimo). Poi una sera litighiamo per una sciocchezza e io crollo, per cercare di scuotere questo suo stato di freddezza gli dico che è finita…lui impassibile non prova a dissuadermi, anzi, alal fine ammette che ci sono dei problemi tra noi (non mi ha detto quali ovviamente) e che nell’ultimo periodo si è avvicinato ad un’altra persona senza aver fatto nulla però (come posso credergli?) Dice che il solo fatto di essere incurriosito e avere la voglia di stare con questa persona in vece che con me a due mesi dal matrimonio lo ha fatto riflettere, che non se la sente di prendersi un impegno come il matrimonio in questo momento, che non pensa di potermi dare quello che merito e che i sentimenti sono cambiati e non sono più forti come prima. Io lo butto fuori di casa perchè inammissibile che in mesi non mi abbia mai detto nulla nonostante le mie richieste di spiegazioni. Lui torna dai suoi con cui non parla, anzi, quando gli chiedono qualcosa minaccia di andare ad abitare da solo o cercare qualuno con cui vivere. Va a fare l’addio al celibato a Milano Marittima. Dice ai nostri amici che “non vuole farmarsi per paura di capire se ha preso la decisione giusta o meno”. Io non so più che pensare. Dal 28 giugno, sono in no-contact se non per rispondergli con un pollice in su circa quando poteva passare per prendere la sua roba. Mi chiedo come fai a buttare via 11 anni? COme fai a non darmi nemmeno una seconda possibilità? Sopratutto se questo “fattore esterno” alla fine non è la causa vera (stando a sua mamma non si vede con nessuno…ma chi lo sa). Ti chiedo se tu, da ragazzo puoi aiutarmi a capire come sia possibile una cosa del genere, come sia possibile questa “confusione” quando per me credo si tratti solo della crisi dei trent’anni, in quanto i comportamenti ci sono tutti. Help Me!!!!!

    • Ciao Marcella
      Scusami il ritardo nella risposta, adesso magari sarete di nuovo insieme e pronti per il grande passo, o forse lui è ancora nella fase “panico”. Ad ogni modo, non è sicuramente edificante per lui l’averti detto di essersi “avvicinato” ad un’altra persona (in che senso poi… sessuale, in amicizia) ad uno “sputo” dal matrimonio… a questo punto dovresti essere tu a riconsiderare il matrimonio con lui. Riguardo la confusione, beh… ci sta tutta… una persona matura però cerca di affrontare questi dubbi col partner o al massimo chiede del tempo per riflettere (senza avvicinarsi a nessun altro). Può darsi sia solo panico ciò non toglie che la superficialità con cui sta affrontando il problema sia quantomeno fastidiosa…
      Tienici aggiornati… un abbraccio e se tutto si è sistemato… buon grande passo :)

      • Ciao Art, grazie della risposta! No purtroppo dopo ormai due mesi la situazione non è cambiata, anzi, credo che peggio di come l’ha gestita non si potesse fare, a cominciare dal festeggiare l’addio al celibato a Milano Marittima, al non farsi sentire ed esser sparito (lasciando incombenze varie in giro), dicendo a tutti che è sicuro della sua scelta, ma che non vuole pensarci perchè quando succede va in crisi. Per finire? Sabato scorso ha saputo che sarei andata in un locale e indovina? ha fatto il giro di telefonate per sapere se c’ero davvero o meno perchè non è pronto a rivedermi e teme il magone improvviso. Ed è così sicuro della sua decisione? Wow… Non ha fatto le scuse a me, ai miei genitori e da quel che so, non parla nemmeno coi suoi, è fuori tutto il giorno e tutte le sere.

          • Si si abbiamo già annullato il tutto infatti! Anzi, gli ho detto che si arrangiasse lui a disdire e pagare eventuali penali! MA questo fin dal giorno che è scoppiato questo casino gli ho detto di cancellare il tutto!

          • Mi dispiace molto, immagino non sia un momento facile e capisco che possa sembrare paradossale l’insensatezza delle sue azioni dovute sicuramente a “panico” e comunque dettate da una scarsa maturità.
            So che non ci sono parole che possano darti conforto ma non tutto il male viene per nuocere, immagino se avesse avuto una reazione del genere al manifestarsi dei primi veri problemi di un rapporto come crescere un figlio, affrontare un problema economico e chissà cos’altro. Insomma, meglio adesso che quando le conseguenze di un agire così immaturo avrebbe causato ben altri danni.
            Un caro saluto e buona vita

  12. Ciao, la mia situazione è leggermente diversa, ma rientra sempre nel discorso “tornare con l’ex”. Sono stata 10 anni con il mio ex (di cui 5 anni di convienza) poi il rapporto si è un spento, probabilmente ci eravamo messi insieme troppo giovani. Ci siamo lasciati in amicizia e siamo rimasti legati come fratelli fino ad oggi. Io nel mentre ho avuto un’altra relazione di 4 anni finita per la scoperta di un tradimento, e lui mi è sempre stato vicino aiutandomi a superarla; non ci siamo mai persi, una pizza ogni tanto, messaggi quasi quotidiani. Ancora oggi continua ad essere sempre presente, mi supporta, mi consiglia, mi porta fuori per svagarmi un pò. Credo che frequentandolo, un passo alla volta mi si sta riaccendendo il sentimento e inizio a pensare che potremmo avere un futuro insieme. Ora siamo più maturi, andiamo d’accordo e ci capiamo con uno sguardo. Abbiamo parlato della cosa e anche lui ha detto che sarebbe bellissimo se dovesse capitare, ma che per ora ha un pò di problemi lavorativi e familiari su cui deve concentrarsi, ma da Settembre si vedrà, non esclude nulla. (lui a parte qualche storia di poco tempo è sempre rimasto single)
    Non so bene come interpretare la cosa, se è un modo gentile di negare o meno (lui sostiene che non mi mentirebbe mai e che se non ci fosse la possibilità lo direbbe chiaramente). Inoltre non vorrei dar retta al cuore e commettere un errore.
    Mi piacerebbe sentire il suo parere sulla situazione e quanche consiglio sarebbe bene accetto.
    Grazie!

    • Ciao Nicole… scusa il ritardo nella risposta.
      E’ bello che nonostante il tempo e le storie in mezzo, tu provi ancora dei sentimenti per questa persona. Da quello che scrivi, sembra che anche lui viva le stesse emozioni pur mancandogli quella spinta emotiva (ed animale) generata dalla fase dell’innamoramento (farfalle allo stomaco, insonnia, pensieri ossessivi positivi etc etc).
      Se lui ti interessa davvero, gioca un po’ di strategia, magari concedigli un bacio e poi sparisci per un po’…in questo momento lui ha bisogno di quel desiderio che si manifesta verso chi si vuole conquistare…
      Un abbraccio e buona vita

    • Ricordiamoci le persone non cambiano: quando vi ritrovate a credere che chiudere sia stato un errore madornale e che dovreste riprovarci, ricordate che le persone difficilmente cambiano. E non tenete in alcun conto eventuali promesse da marinaio di grandi stravolgimenti: si dice e poi non si fa. Non ci credete? Provate a pensare a voi stesse e alla persona che conoscete meglio. Certo, nel tempo qualche minima variazione caratteriale interviene, ma e’ difficile che si tratta di una vera e propria rivoluzione. Semmai per, consolarvi, cercate di ricordarvi la vostra ultimo uomo e storia incompiuta ed andate, quello si, a riprendervela/o!!!!!

  13. Ciao a tutti, Il vostro sito é molto buono, complimenti! Mi sono studiata a memoria il vostro decalogo e mi piace questo post della “Fenomenologia dei ritorni”, forse perché mi da una sottile speranza… Vi racconto la mia storia: Ho avuto una relazione per 12 anni e mezzo con un ragazzo spagnolo, dopo i primi 4 anni relativamente buoni seppur con qualche alto e basso – 1 anno in Italia, 5 mesi in Spagna e il resto a distanza- mi trasferisco da lui e iniziamo a convivere. Io purtroppo sviluppo una dipendenza affettiva verso di lui e davanti ai suoi tentativi di lasciarmi perché non era convinto di me e della nostra storia (seppur ci fosse moltissimo affetto e complicitá) io chiedevo continuamente nuove opportunitá, rendendolo forte e scatenandogli attacchi di ira dato che si sentiva braccato da me (anche se in realtá neppur lui aveva il coraggio di lasciarmi andare). Fino a che 2 mesi fa, dopo 2 anni di mia ansia, crisi e molti bassi, mi viene a dire che ha conosciuto da qualche settimana una cogli-clona via whatsapp che non ha mai visto ma che vuole conoscere e mi dice “davanti a questa cosa non possiamo non lasciarci”. Io per la prima volta ho la maturitá di accettare la cosa, fare le valige, trasferirmi temporalmente da un’amica e dopo un mese di indecisioni trasferirmi di nuovo in Italia. Nel frattempo vengo a sapere che ha iniziato a frequentare la cogli-clona poco dopo avermi lasciato. Da allora (27 giorni) sono in un No Contact ferreo, nel quale lui mi ha scritto una mail di ringraziamento (non risposta) e whatsapp (non risposti), smobilitando anche la madre per avere notizie di me (risposta da telegramma). So che di fatto mi ha tradito e ha aspettato a lasciarmi solamente quando si é trovato un’altra rompendo la fiducia grande che avevamo tra di noi, ma la speranza che si penta e torna indietro, anche con la perdita di controllo e la forza che gli dimostro con il No Contact, é alta. Io nel frattempo lavoro su di me e sulla mia indipendenza per staccarmi da lui e creare una vita mia non legata a lui. Secondo me su basi totalmente diverse e con il distacco necessario potremmo iniziare di nuovo a stare bene. Cosa ne pensate?

    • Ciao Valeria… perdona il ritardo nella risposta.
      Difficile dire cosa potrebbe succedere non conoscendo lui, te e specialmente la “coglio-clona”… la distanza “geografica” è sicuramente un fattore che aiuta nella separazione: una cosa è sapere l’amore della tua vita a due isolati, una cosa è avercelo a miglia e miglia di distanza; da quello che scrivi poi il vostro rapporto si era trasformato in un problema, principalmente per lui che era costretto a subire il tuo “pressing”, questo potrebbe essere un ulteriore incentivo a “lasciarti andare”.
      Il no-contact è d’obbligo in questo momento, tuttavia cerca di valutare bene e con obiettività quello che sta accadendo, se ci tieni davvero a lui devi fargli capire che sei cambiata (sei cambiata?) e devi dimostrarglielo concretamente… come tu stessa scrivi, gli hai chiesto più volte nuove opportunità quindi devi essere particolarmente convincente adesso. Assillare una persona non porta mai a niente, bisogna cercare di vivere le relazioni accettando i limiti dell’altro senza stare lì a dirgli cosa non va bene in lui e come dovrebbe cambiare.
      Agisci a piccoli passi, senza essere assillante, scrivigli una mail nella quale magari gli spieghi cosa stai vivendo e come sei disposta a cambiare le cose… dagli il tempo di riflettere e se non risponde in un tempo ragionevole, scrivigli che comunque è stato bello quello che c’è stato e auguragli buona fortuna… a volte la consapevolezza che l’altro si è rassegnato e che è disposto ad andare avanti ci riabilita più in fretta… se non dovesse accadere nulla fai tesoro di questa esperienza per quelle che verranno, i nostri errori e la sofferenza che ne segue ci aiutano a renderci migliori.
      Un caro saluto e buona vita

  14. Ciao a tutti,
    Il vostro sito é molto buono, complimenti! Mi sono studiata a memoria il vostro decalogo e mi piace questo post della “Fenomenologia dei ritorni”, forse perché mi da una sottile speranza…
    Vi racconto la mia storia: Ho avuto una relazione per 12 anni e mezzo con un ragazzo spagnolo, dopo i primi 4 anni relativamente buoni (con qualche alto e basso) mi trasferisco da lui e iniziamo a convivere. Io purtroppo sviluppo una dipendenza affettiva verso di lui e davanti ai suoi primi tentativi di lasciarmi perché non era convinto di me e della nostra storia (seppur lui cercasse di far andare avanti bene la storia e ci fosse moltissimo affetto e complicitá) io mi impongo chiedendo continuamente nuove opportunitá, fino a che 2 mesi fa, dopo 2 anni di crisi e molti bassi, mi viene a dire che ha conosciuto un’altra via whatsapp che non ha mai visto e che la vuole conoscere e mi dice “davanti a questa cosa non possiamo nonlasciarci

  15. Ciao, io ho lasciato dopo un anno di relazione perché non mi sentivo amata , poco presente ero diventata molto gelosa e con il mio atteggiamento l’ho un po stufato… ho lasciato io ma è come se l’avesse fatto lui… sono io che sto male e cerco un avvicinamento. .. ho iniziato questa relazione convinta che non sarebbe durata ( lo conosco da anni mi sento inferiore e insicura)so che mi ha amata davvero ma negli ultimi due mesi da una mia scenata di gelosia il distacco. . Non ho prove che abbia un altra mi ha sempre giurato di no e di amare solo me…. vengo al sodo.. lo amo ma mi accorgo di un amore malato. .. provo con il no contact e ho bisogno di ritrovare me stessa e essere felice indipendentemente da un altra persona. .. solo dopo questo se ci sarà ritorno sarà perché lo vuole davvero e io devo ritrovare la fiducia in lui… qualche consiglio x stare meno male x lui è trovare me stessa?

    • Ciao Baby, mi sembri piuttosto consapevole del fatto che anzitutto hai bisogno di lavorare su te stessa, si capisce dal fatto che senti il bisogno di essere felice indipendentemente da un’altra persona… ebbene, quando troverai quello stato potrai stare con chiunque e non sentirti insicura, al contrario saprai dare in maniera sana e di conseguenza riceverai senza interrogarti se sia troppo poco, se l’altro non sia abbastanza innamorato etc etc… un consiglio per stare meno male?! Beh, credo che tu possa trovare dei percorsi sicuramente emozionanti ed entusiasmanti che coinvolgano solo te stessa, per me ad esempio è stato il cammino di santiago, poi non esiste cambiamento che non passi attraverso la sofferenza, bisogna solo tenere fermo il proprio obiettivo e non scoraggiarsi mai perchè se c’è una cosa di cui puoi essere sicura è che la tua felicità dipende solo da te stessa e da nessun altro… un abbraccio e buona vita

  16. Ciao Art, quanto tempo che non scrivo!..sono la Lucia che ti scriveva 4 mesi fa!! allora voglio dire a tutti che si può uscire e rinascere dopo una storia intensa e lunga ,senza per forza trovarsi dei “surrogati” per stare bene! Come dice Art si guarisce…con calma e senza fretta!! Oggi Art che la mia storia è finita a novembre 2016…sono riuscita ad effettuare il no contact, continuo ed imperterrito… mi ha ricontattato l’ultima volta a marzo!…ed io con grande forza non ho risposto…ha cercato con messaggi di provocarmi per far scaturire una reazione (almeno credo…) ma io sono andata avanti per la mia strada, non ho mai saputo che volesse…non lo voglio sapere. Mi sento più forte, libera..anche se nella mia vita non è successo niente di nuovo..vado avanti mi dedico al mio lavoro,ai miei interessi e me ne fotto…non nego che ogni tanto ci penso…ma con molto più distacco e razionalità….naturalmente evito scientificamente posti e luoghi dove sono sicura di incontrarlo…magari con la sua nuova fiamma….ma per il resto vado avanti…serena e contenta! Ti scrivo perchè negli ultimi sette mesi i “cari” amici comuni sono scomparsi e guarda caso nell’ultima settimana sono stata “stalkerata”(passami il termine!:)) da 3 dei suoi amici….naturalemnte non ho né visualizzato né risposto…Mi chiedo, anzi chiedo a te…Cosa è cambiato in queste 7 mesi?..secondo te c’è il suo zampino dietro a queste improvvise apparizioni?…me ne frego e non rispondo tranquillo…ma vorrei una tua opinione!
    grazie mille
    Lucia

    • CIao Lucia… se avessi una risposta sicura non esiterei a dartela, posso solo dirti può essere… ma può anche essere che sia solo una tua impressione alimentata dal fatto che a volte dimentichiamo che il perduto amore può anche essere temporaneamente distratto da un altro amore in arrivo o da chissà cos’altro.. .il fatto che interrompiamo il contatto ci rende di fatto impossibile sapere cosa stia succedendo quindi amen… a mio parere la cosa più saggia che puoi fare è non fare nulla :)

  17. Ora mi sto mordendo le mani per la mia reazione quando lui ha esternato il timore di avere un figlio con me ,forse un po’ eccessiva…e non ho avuto modo di fare granché per recuperare perché lui ha alzato un muro…per favore ditemi se ho sbagliato io..

  18. Salve ,vorrei raccontarvi la mia storia: lui 53 anni, separato dalla moglie (che ha lasciato lui) da 4 anni,due figli di 18 e 20 anni…dopo un po’ dalla sua separazione si mette con una donna separata con figlia con cui sta due anni..si lasciano circa 10 mesi fa per motivi a me non chiari…a dicembre scorso mi contatta su fb,social su cui già da tempo mi commentava e cercava di attirare la mia attenzione..insomma da li’ inizia un corteggiamento serrato fino a quando ci mettiamo insieme…io single di 44 anni,mai sposata e senza figli…sembra un sentimento vero,bello, profondo…lui addirittura dice di volere darmi un figlio perché sa che è quello che desidero…la storia va avanti per 4 mesi…ci sono dei litigi legati soprattutto al fatto che a lui non piacciono i miei amici e a motivi di gelosia sua E a mie richieste di passare più tempo insieme,di fare qualche we fuori che per lui sono difficili per via dei figli..
     ..fino a quando mi dice di non essere più sicuro di volere un figlio con me (tramite sms) …teme che ci costringiamo a vivere un rapporto di “dovere ” e non più di scelta…io reagisco male dicendogli che non posso stare con un uomo che ha paura di fare progetti con me e che mi vede come una minaccia per cui gli dico che per me è finita,sempre tutto tramite sms..lui dice parliamone, io rifiuto….dopo qualche gg gli scrivo che se vuole parlare mi rendo disponibile ad incontrarlo ma lui si rifiuta dicendo che non vuole più sapere niente…e comincia a parlare male di me  con i miei amici, è rabbioso,risponde con freddezza ai miei messaggi, mi dice di riprendere in mano la mia vita e che lui ha preso delle decisioni riguardo alla sua vita (non sapevo ancora quali)…dopo qualche gg su fb pubblica un post sul suo profilo nel quale dichiara di aver deciso di riaprire le porte a chi gli aveva insegnato uno stile di vita rispettoso…e torna con la sua ex compagna (Non la moglie)..io resto incredula e inizia per me un periodo di profonda sofferenza…non riesco a credere a tanta crudeltà…mi dice con rabbia di non scrivergli mai più..a quel punto smetto ogni contatto…sono passati due mesi e ancora non ho capito se sono la coglio-clona di turno o solo una “cogliona” …per favore qualcuno mi dica cosa me pensa..

  19. Salve a tutti, sono una ragazza di 22 anni che ha bisogno di aiuto! Sono passati ben 2 mesi da quando il mio ex mi lasciato! Stavamo insieme da ben 4 anni e mezzo, fra poco avremmo fatto 5 anni, e credevo che eravamo felici. Il fatto è che abbiamo avuto problemi sempre a livello sessuale, lui si sentiva solo a tratti attratto da me. Mi spiego meglio. Per mesi andava tutto bene, e poi un mese crollava e non si sentiva più bene con se stesso fisicamente. Era come ossessionato dal mio corpo! Dovevo essere perfetta, sempre e comunque, e spesso mi criticava. Ovviamente, non accettavo bene questa situazione, ma certe volte, se sei innamorato, hai gli occhi bendati. Mi ha lasciato proprio per questo motivo, dicendomi che forse la fiamma si era spenta, che si sentiva oppresso da un rapporto che durava da tanto tempo, e soprattutto che il rapporto era assolutamente perfetto, però non sentiva più la passione. In effetti, il rapporto era veramente perfetto, fuori dal letto. Ma il fatto è che non posso darmi la colpa, perché in realtà erano solo sue ossessioni che per ben quattro anni ho cercato di risolvere inutilmente. Era immaturo a letto, sarà perché ero l’unica con cui l’aveva fatto, ma sentiva come se dovesse provare altro. Io ho scoperto che era proprio con i suoi amici quando mi ha lasciato, e infatti poco dopo quando è stato da solo, ha avuto dei ripensamenti. Ripensamenti che sono stati solo per messaggio, perché i suoi amici l’hanno subito portato a ballare, a bere e soprattutto in men che non si dica è stata organizzata una bella vacanza in Grecia con il solo scopo di “farsi le ragazze”. Lui è sempre stato un ragazzo molto dolce, in questi giorni mi ha contattata per aiutarmi a farmi forza e dirmi che devo andare avanti. Tranne per l’ultima volta, quando mi ha detto che ora esce sempre, e che è molto più libero mentalmente, perché non più ossessionato da me e dal mio corpo e soprattutto ora sta molto meglio. Ovviamente questa ultima cosa mi ha fatto male, soprattutto perché noi ci dicevamo tutto, ed eravamo sempre insieme. Eravamo migliori amici, ed il distacco è stato qualcosa di veramente doloroso, per me di più perché avevo fatto lo sbaglio di concentrarmi molto su di lui e sui suoi amici, e ora mi ritrovo un po’ sola. Ho deciso di non contattarlo mai più, ma mi sembra che la situazione peggiori, visto che l’ultima volta, dopo che io non l’ho contattato, mi ha contattato solo per dirmi che stava meglio con un messaggio alquanto cattivo ed egoista. Ora lui credo sia nella fase della “follia”: esce, beve, come se io non glielo avessi mai permesso, anche se lui mi diceva “Ma che devo fare da fidanzato alle serate”. Mi vedeva come un peso certe volte, e altre come la cosa a cui teneva di più al mondo. Poi però analizzando meglio, si è reso conto che non valeva la pena non vivere la vita da mschio per me. Lui stesso, dopo un mese che mi ha incontrato mi ha detto: “Ho ragionato con la minchia, solo per questo ti ho lasciato. Se avessimo avuto una buona intesa sessuale, non ti avrei mai lasciato, perché era tutto perfetto”. E ora dopo un mese è più felice senza di me, ma soprattutto mi ha detto che “passi indietro per sensi di colpa non ne fa”. Cosa pensi a riguardo? Io penso che era un momento di vita che io devo lasciargli vivere, perché rimarrà sempre con il rancore dentro, e meglio che ci sbatte la testa ora piuttosto che quando si è grandi, e si rischia di tradirsi. Come devo comportarmi? Devo sparire? E’ probabile che lui ritorni? Anche fra anni.

  20. Salve, sono stato lasciato da un mese e mezzo, èravam insieme da 3 anni, io 30 lei 25, alti e bassi ma ci si voleva bene, il suo passato all inizio mi ha ferito e quindi ha influenzato il nostro rapporto e lei si sentiva in colpa, ma mi voleva sempre tanto e mi cercava sempre lei, comunque poco tempo fà dopo un litigio stupido dove mi sono offeso, mi lascia dicendo che deve stare sola e non devo aspettarla, mi sono scusato dei miei sbagli e mi son impegnato a redimermi anche in altri aspetti che magari non le piacevano da tempo, mi ha risposto che èra tardi e che il sentimento di prima èra scemato anche se mi vuole bene, e mi ha rinfacciato ciò che le ha dato fastidio, io visto che non avevamo mai avuto una lite e credevo in noi gli ho chiesto di darmi una possibilità per provare di nuovo senza i presupposti (davvero futili) che ci hanno portato a questo e perchè lei diceva sempre di affrontare i problemi insieme, ma mi dice di no perchè non gli piace tornare indietro, e che ha paura di fidarsi e soffrire di nuovo, mi confida poi che ci pensava un pò da questo inverno di troncare mi vedeva insicuro ma rimaneva perchè vedeva comunque qualcosa in mè e mi voleva con lei per sempre, e questo mi confonde ulteriormente, comunque dopo qualche settimana ci provo a parlare altre 2 volte con il medesimo risultato, poi non mi risp più al cell, quando la avvicino per parlare di noi si stizziva. Ora cerco di fare no contact anche se ogni weekend la vedo nello stesso gruppo di hobby, dove prima ballavam axieme e poco dopo la rottura si è fatta spostare di coppia, ma poi però se io non la saluto e la ignoro lei ci stà male, booh, chi ne capisce, mah non sò che fare e che pensare, mi dipiace se è stata male ed è arrivata a questo, almeno per quello che sò e posso pensare ora, ma credo si debba lottare sempre insieme, ora cè solo il dispiacere di non avere ricevuto una sola possibilità, una sola, visto che le difficoltà èran proprio facili da eliminare, e di amarla ancora troppo. Mi scuso per la lungaggine, non sò come comportarmi e stò ancora molto male, ringrazio se avrete tempo e voglia di intervenire e aiutare un pò, un saluto a tutti.

    • Ciao Porvo… le relazioni ai nostri giorni sono difficili per l’incapacità di alcune persone di andare oltre il semplice “sentimento” che come tutte le emozioni umane può oscillare senza apparenti ragioni. Il fatto che lei non ami essere ignorata nonostante ti abbia lasciato è segno che in qualche modo il legame c’è ancora… alcuni dicono che questo atteggiamento è dovuto alla possessività che sopravvive persino alla fine dell’amore.. .per quanto mi riguarda è il segno del fatto che un amore di 3 anni non si esaurisce in poco tempo, anche se con la testa può sembrare possibile.
      Il consiglio che posso darti è di insistere sul no-contact ed evitare di darle ogni motivo di pensare che tu pensi ancora a lei, a volte le persone devono pensare che noi le abbiamo del tutto dimenticato per ricordarsi di amarci :))

      Insisti e approfitta di questi momenti per goderti la libertà :) … sospendi per un po’ il giudizio e vedrai che presto o tardi qualcosa accadrà

      • Grazie per la risposta, apprezzo tanto, un altra curiosità, io non la stò neanche salutando ne guardando in faccia ora, quanto può durare più o meno un periodo di non contatto? Può avolte essere controproducente ? Mandarle dei fiori a casa sarebbe un errore o è troppo presto in questa situazione? Mi scuso per le varie domande, ma in questo momento sono sempre più pessimista, e forse è la cosa giusta, ma vada come vada dei consigli e pareri da un esterno mi aiutano comunque tanto.
        Ti ringrazio di nuovo e saluti

  21. Vorrei raccontarvi la mia esperienza perché vorrei capirci qualcosa: lui 53 anni,separato da 4 anni dalla moglie (ha due figli di 18 e 20 anni)..dopo aver lasciato la moglie che non sopportava più (stando a quanto raccontava), ha una storia di 2 anni con una donna (affetta da una malattia cronica e costretta a fare dialisi), si lasciano circa 10 mesi fa per motivi che non ho mai approfondito più di tanto, in quanto sicura che fosse finita definitivamente (o almeno così mi aveva fatto credere lui) ..dopo 3-4 mesi dalla fine di questa storia lui fa di tutto per conoscermi e per mettersi seriamente con me (da premettere che lui mi aveva già vista in giro anni prima e aveva sempre desiderato conoscermi)..io all’inizio molto prudente, ci vado con i piedi di piombo anche perché io sono single (ho 44 anni, non sono mai stata sposata e non ho figli), per cui temevo di entrare in una situazione un po’ complicata,tra ex moglie, figli ed ex compagna..lui innamoratissimo mi corteggia, mi riempie di attenzioni, mi spinge a lasciarmi andare fino a dichiarare di essere pronto a tutto per me, anche ad avere un figlio.Passiamo 4 mesi bellissimi, sembra un amore folle, anche se ci sono incomprensione e qualche litigio soprattutto per la sua gelosia..fino a quando di punto in bianco lui dichiara di avere dei dubbi riguardo alla sua decisioni di avere una famiglia e un futuro con me..io allora delusa gli dico che è meglio lasciarsi,credendo di suscitare una reazione in lui, ma lui da quel momento sparisce, non vuole più parlarmi, comincia ad andare in giro a parlare male di me con gli amici dicendo che sono una donna che non sa stare con un uomo serio, che sono una z…… nell’anima..parla male di una mia amica col suo fidanzato (amico suo) mettendolo in guardia da donne come “noi” e gli consiglia di lasciarla prima che lo faccia lei..infine dopo solo pochi gg dalla nostra rottura pubblica un post su fb nel quale dichiara di “voler riaprire le porte a chi gli aveva fatto condurre uno stile di vita rispettoso” e ritorna con la sua ex compagna ( non la ex moglie)..e’ passato un mese e mezzo da quando ci siamo lasciati, sono stata malissimo e ci sto ancors male per come mi ha trattata dopo, gli ho mandato solo qualche sms chiedendo di spiegarmi ma lui mi ha “urlato ” di non scrivergli mai più…se ne va in giro felice e contento con la sua compagna e io sto ancora a chiedermi perché tutto questo..art cosa ne pensi? aggiungo che questa sua compagna è anche lei separata e ha una figlia.
    Ps.sono io la sua coglio-clona?

  22. Vorrei raccontarvi la mia esperienza perché vorrei capirci qualcosa: lui 53 anni,separato da 4 anni dalla moglie (ha due figli di 18 e 20 anni)..dopo aver lasciato la moglie che non sopportava più (stando a quanto raccontava), ha una storia di 2 anni con una donna (affetta da una malattia cronica e costretta a fare dialisi), si lasciano circa 10 mesi fa per motivi che non ho mai approfondito più di tanto, in quanto sicura che fosse finita definitivamente (o almeno così mi aveva fatto credere lui) ..dopo 3-4 mesi dalla fine di questa storia lui fa di tutto per conoscermi e per mettersi seriamente con me (da premettere che lui mi aveva già vista in giro anni prima e aveva sempre desiderato conoscermi)..io all’inizio molto prudente, ci vado con i piedi di piombo anche perché io sono single (ho 44 anni, non sono mai stata sposata e non ho figli), per cui temevo di entrare in una situazione un po’ complicata,tra ex moglie, figli ed ex compagna..lui innamoratissimo mi corteggia, mi riempie di attenzioni, mi spinge a lasciarmi andare fino a dichiarare di essere pronto a tutto per me, anche ad avere un figlio.Passiamo 4 mesi bellissimi, sembra un amore folle, anche se ci sono incomprensione e qualche litigio soprattutto per la sua gelosia..fino a quando di punto in bianco lui dichiara di avere dei dubbi riguardo alla sua decisioni di avere una famiglia e un futuro con me..io allora delusa gli dico che è meglio lasciarsi,credendo di suscitare una reazione in lui, ma lui da quel momento sparisce, non vuole più parlarmi, comincia ad andare in giro a parlare male di me con gli amici dicendo che sono una donna che non sa stare con un uomo serio, che sono una z…… nell’anima..parla male di una mia amica col suo fidanzato (amico suo) mettendolo in guardia da donne come “noi” e gli consiglia di lasciarla prima che lo faccia lei..infine dopo solo pochi gg dalla nostra rottura pubblica un post su fb nel quale dichiara di “voler riaprire le porte a chi gli aveva fatto condurre uno stile di vita rispettoso” e ritorna con la sua ex compagna ( non la ex moglie)..e’ passato un mese e mezzo da quando ci siamo lasciati, sono stata malissimo e ci sto ancors male per come mi ha trattata dopo, gli ho mandato solo qualche sms chiedendo di spiegarmi ma lui mi ha “urlato ” di non scrivergli mai più…se ne va in giro felice e contento con la sua compagna e io sto ancora a chiedermi perché tutto questo..art cosa ne pensi? aggiungo che questa sua compagna è anche lei separata e ha una figlia.
    Ps.sono io la sua coglio-clona?

  23. Vorrei raccontarvi la mia esperienza perché vorrei capirci qualcosa: lui 53 anni,separato da 4 anni dalla moglie (ha due figli di 18 e 20 anni)..dopo aver lasciato la moglie che non sopportava più (stando a quanto raccontava), ha una storia di 2 anni con una donna (affetta da una malattia cronica e costretta a fare dialisi), si lasciano circa 10 mesi fa per motivi che non ho mai approfondito più di tanto, in quanto sicura che fosse finita definitivamente (o almeno così mi aveva fatto credere lui) ..dopo 3-4 mesi dalla fine di questa storia lui fa di tutto per conoscermi e per mettersi seriamente con me (da premettere che lui mi aveva già vista in giro anni prima e aveva sempre desiderato conoscermi)..io all’inizio molto prudente, ci vado con i piedi di piombo anche perché io sono single (ho 44 anni, non sono mai stata sposata e non ho figli), per cui temevo di entrare in una situazione un po’ complicata,tra ex moglie, figli ed ex compagna..lui innamoratissimo mi corteggia, mi riempie di attenzioni, mi spinge a lasciarmi andare fino a dichiarare di essere pronto a tutto per me, anche ad avere un figlio.Passiamo 4 mesi bellissimi, sembra un amore folle, anche se ci sono incomprensione e qualche litigio soprattutto per la sua gelosia..fino a quando di punto in bianco lui dichiara di avere dei dubbi riguardo alla sua decisioni di avere una famiglia e un futuro con me..io allora delusa gli dico che è meglio lasciarsi,credendo di suscitare una reazione in lui, ma lui da quel momento sparisce, non vuole più parlarmi, comincia ad andare in giro a parlare male di me con gli amici dicendo che sono una donna che non sa stare con un uomo serio, che sono una z…… nell’anima..parla male di una mia amica col suo fidanzato (amico suo) mettendolo in guardia da donne come “noi” e gli consiglia di lasciarla prima che lo faccia lei..infine dopo solo pochi gg dalla nostra rottura pubblica un post su fb nel quale dichiara di “voler riaprire le porte a chi gli aveva fatto condurre uno stile di vita rispettoso” e ritorna con la sua ex compagna ( non la ex moglie)..e’ passato un mese e mezzo da quando ci siamo lasciati, sono stata malissimo e ci sto ancors male per come mi ha trattata dopo, gli ho mandato solo qualche sms chiedendo di spiegarmi ma lui mi ha “urlato ” di non scrivergli mai più…se ne va in giro felice e contento con la sua compagna e io sto ancora a chiedermi perché tutto questo..art cosa ne pensi? aggiungo che questa sua compagna è anche lei separata e ha una figlia.
    Ps.sono io la sua coglio-clona?

  24. Salve,sono stato lasciato dalla mia compagna dopo 10 anni è andata via portando con se suo figlio adesso 12 enne con il quale avevo un bellissimo rapporto.Mi ha lasciato solo con i nostri 2 cani ed un gatto ritornando dai suoi genitori aziani e malati dicendomi di non amarmi più e che non ero l uomo con cui avrebbe voluto passare il resto della sua vita ( io 47 anni lei 45) bell ultimo anno e mezzo l’ha cambiato attegiamento ed ha iniziato a guardarmi come un estraneo fino al momento della rottura.Lei più volte interrogata mi dice di non avere nessuno è di stare male per questa decisione,mi accusa di essere egoista perché voglio che ripensi alla decisione presa e torno indietro.Tutta la mia vita l ho basata sul nostro rapporto e la sera quando torno a casa dal lavoro sto con i miei animali,molto male.Nonostante questo sto in tutti i modi applicando il contatto zero,scrivo questo post per cercare di sfogarmi un Po grazie se qualcuno vorrà rispondermi e darmi un aiuto o solo un sorriso

    • Ciao Mau
      Mi spiace per quello che stai vivendo, non sono momenti semplici.
      Immagino che il figlio sia di un altro uomo quindi lei si sente autorizzata a tagliare i ponti, d’altra parte, per come la vedo io, quando finisce una relazione è difficile mantenere il contatto con il figlio di lei senza che la cosa possa risultare ambigua (nel senso che si può pensare che tu usi il figlio per mantenere un legame).
      Credo che il no contact sia la mossa migliore che puoi adottare in questo periodo, magari un mese o due lascia che lei rifletta.
      Ti auguri che le cose si risolvino nel migliore dei modi, per il momento sospendi qualsiasi giudizio :)
      Un abbraccio e buona vita

      • Grazie della risposta il fatto sta’ che le cose sono tristi e complicate sono qui da solo con questo 2 cani di cui uno problematico e mi sento un forte disagio,anche gli amici non servono granché a migliorare le cose

      • Grazie per la risposta ,avrei tante cose da dire i da dirle ma sapendo tutto inutile soffro in silenzio e lascio stare,lei è una bella donna e di sicuro avrà già trovato chi le dà sicurezza,io a 48 anni ho paura di non poter trovare un altra persona,a 40 ero ancora bello ma adesso mi vedo vecchio ed in sovrappeso,anche se sto dimagrendo a vista d occhio,le ho dato davvero tutto e guarda come mi ritrovo non riesco neppure a lavorare in questo momento,dovevo lasciarla 5 anni fa quando lei ha abortito senza il mio consenso perché diceva che il figlio avuto dal precedente compagno,bambino cui ho dato tutto l amore del mondo,diventasse di serie b, a ripensarci bene è follia pura,sono veramente sfogato nei rapporti ,rimango in questa bellissima casa vuota con i 3 cani ed un gatto,la vita senza una compagna valida non ha nessun sapore,scusate llo sfogo

  25. Ciao, ho bisogno di un consiglio… sono sposata e ho un figlio ma purtroppo il mio matrimonio non funziona più. Nel maggio 2016 conosco un uomo e cominciamo a chiacchierare e a confidarci. Continuiamo a vederci senza che succeda nulla tra noi…fino a quando i primi di dicembre succede l’inevitabile! Nasce una passione immensa stiamo bene insieme fino a quando lui mi chiede di separarmi…io gli spiego che lo farò ma che comunque ci vorrà del tempo…notavo giorno dopo giorno che diventava sempre più insofferente per questa situazione..era geloso, possessivo e mi ha fatto terra bruciata intorno..non potevo più vedere i miei amici …se non rispondevo ai suoi messaggi entro breve si arrabbiava…mi diceva che era geloso anche dell’aria che respiravo e che era follemente innamorato di me.
    Purtroppo vuoi per il suo carattere molto orgoglioso, vuoi per il mio carattere forte, arrivavamo 10 giorni a litigare e uno a stare bene. per un paio di volte mi ha lasciato per motivi stupidi, mi bloccava tutti i contatti ma poi tornavamo insieme ma ero io che lo cercavo. Quando mi lasciava lo faceva con messaggi e mi umiliava..del tipo…non hai le palle….se ti comporti così sei nessuno ecc ecc.
    nonostante tutto io lo amavo e passavo sopra a queste cose. Due settimane fa per una stupidaggine mi lascia per la terza volta…scrivendomi sempre brutte cose.
    Io ho provato a parlargli ma lui mi ha trattato in modo gelido quasi non lo riconoscevo…
    Mi ha detto che non ha provato mai nulla per me è che non abbiamo mai condiviso niente e che non mi darà mai più nulla e che tra noi è finita. Era molto arrabbiato e so che quello che mi ha detto lo ha detto per ferirmi perché io durante il nostro rapporto notavo che mi amava. Gli ho chiesto perché mi lasciava e lui mi ha risposto che si è rotto di tutta questa situazione che ho nel mio matrimonio.
    Ogni tanto lo vedevo che passava a controllare sotto casa mia ma lui non si fa più sentire da due settimane….io non l’ho più cercato e non mi sono più fatta vedere….ma potrò sperare in un suo ripensamento?
    Ti prego Art aiutami!
    Complimenti i tuoi consigli valgono oro

    • Ciao Elena… la tua situazione non è semplice.
      Lui dovrebbe capire che c’è un figlio in mezzo e non è sicuramente facile porre fino ad un matrimonio in due parole… il fatto che non lo capisca denota sicuramente egoismo e superficialità.
      Adesso è fuggito in preda alla rabbia ed al risentimento, mi chiedi se potrebbe tornare: credo di si! Cmq tornerà di nuovo a pretendere che tu faccia questo passo importante in fretta e furia… sei in grado di farlo? Potrebbero esserci conseguenze importanti per tuo figlio? La scelta è solo tua, personalmente non credo sia giusto che lui ti costringa a prendere decisioni così importanti in tempi così brevi ma non conosco il vostro vissuto, non so cosa significherebbe davvero per te interrompere OGGI il tuo matrimonio e non conosco il motivo per il quale lui non riesce ad aspettarti (in fondo non parliamo di anni ma di qualche mese)… scegli bene, tenendo sempre a mente che in mezzo agli adulti c’è un ragazzino che deve essere tutelato al di sopra di tutto.

      • Grazie mille per i tuoi preziosi consigli….hai una sensibilità che pochi possiedono!!
        Lui non si è più fatto sentire ma in compenso passa a controllarmi davanti al mio negozio….lui per il suo egoismo e orgoglio non tornerà ma non lo cercherò mai….prima di tutto e tutti viene il vero grande amore della mia vita….mio figlio. Spero solo che smetta anche di passare qui davanti perché sembra che voglia farmi capire che non mi permetterà di dimenticarlo e di andare avanti con la mia vita…. Ha scelto di fuggire invece di farmi sentire il suo sostegno….questo non è amore è puro egoismo…
        Il mio dolore passerà ma lui rimarrà sempre una persona vuota e sola…. e forse quando capirà e se capirà di aver perso un amore e mi cercherà si renderà conto che le persone costrette a metabolizzare un dolore non saranno mai più le stesse…saranno più forti e in grado di non voler più guardare al passato…
        Ti ringrazio di cuore!!

        • Cara Elena, sono sicuro che sapevi già che strada percorrere visto che nonostante le sue “minacce” sei stata coerente con la scelta di non essere troppo precipitosa, forse avevi solo bisogno di una conferma che questa scelta fosse giusta :))
          Un caro saluto e buona vita…

          • Ciao, vuoi sapere l’ultima? Ieri sera mi ha sbloccata su fb e WhatsApp e ora sono ancora più confusa! Perché lo ha fatto? Cosa devo pensare?
            Lo fa per farmi stare ancora più male?
            Sono in crisi ma comunque io non mollo e non gli scrivo.
            Dimmi… secondo te perché lo fa?
            Grazie

          • Ciao Elena… quello che mi scrivi non mi stupisce per nulla. Sbloccarti sui social è il suo modo per agganciarti nuovamente, per ricordarti che c’è qualcuno a cui devi pensare… il fatto che se ne sia andato suona adesso quasi come una messa alla prova: vediamo se riesco a fargli cambiare idea andandomene. Adesso sta bussando alla tua porta quasi a volerti ricordare che se n’è andato e che tu dovresti prendere una decisione.
            La scelta è tua Elena… puoi aspettare che lui intervenga con maggiore risolutezza (anzichè limitarsi ad atteggiamenti adolescenziali) oppure puoi anticipare i tempi e toglierti il dente… la cosa importante però è che lui capisca che tu hai delle esigenze personali importanti che deve accettare.
            Un caro saluto e a presto

  26. Ho trovato per caso questo articolo e mi ha fatto sorridere in un momento di tristezza. Io sono quella che nell’ articolo definisci il coglio-clone. Mi ha cercata, corteggiata, mi ha chiesto di uscire. Abbiamo passato tre serate bellissime (cosi’ bene con un uomo non ero mai stata) e poi è sparito.Motivazione che assolutamente non voleva darmi? :ho rivisto la mia ex. Ma doveva uscire con me per capire che voleva stare con lei?Come riesci a passare serate cosi’ ,metterci parole gesti e poi tornare dalla tua ex. Sono proprio una coglio-clone . Grazie per l’articolo mi ha fatto sorridere….soprattutto dove dici….”il perduto amore è un pazzo”

    • Ciao
      Mi spiace per quello che ti è successo, a volte le persone che subiscono una delusione d’amore non si rendono conto che nel disperato tentativo di uscirne, possono fare del male anche agli altri.
      Un abbraccio e buona vita :)

  27. Ciao! il tuo articolo mi ha affascinato e spiegato molte cose. Dopo 6 anni di relazione, alti e bassi, cresciuti insieme ed amato tanto, ci siamo lasciati di comune accordo. Ma dopo 1 settimana mentre io morivo dentro perchè ho capito che l’amavo/amo, lui ha davvero detto stop perchè ora non può darmi ciò che io voglio perchè si sente un immaturo accanto a me. Sono venuta a sapere che si sentiva con un’altra ragazza (l’opposto di me caratterialmente, ma più simile a lui) dell’università ed il mio mondo è crollato. Come hai descritto tu nell’articolo si è comportato come le scimmie. Un ragazzo insicuro che si sta domandando del suo passato (visto che entrambi veniamo da situazioni difficili) e sta buttando tutto quello che era sano e giusto nella sua vita ed ha cominciato e sta frequentando cose e persone che fino ad ora ha sempre criticato ed allontanato. Lui mi ha raccontato tutto su questa nuova storia (anche se volevo morire mentre raccontava). Ora lui si sente libero, di nuovo in gioco e vuole realizzare progetti che con me non HA mai voluto realizzare (sinceramente non so se ci riuscirà ad effettuarli questi progetti). Forse si, mi viene da pensare effetto novità. Mi domando come dopo sei anni mi abbia dimenticato e sostituito, mentre io soffro come un cane. Appare felice, come se non fossi mai esistita ed a quanto pare la sua vita va alla grande. Nei primi confronti faccia a faccia ha fatto cose e detto cose che una persona non innamorata non fa. Poi è diventato uno stronzo tanto da guardarlo in faccia e vedere il vuoto nei suoi occhi ed il menefreghismo che ha tirato fuori. Ha detto frasi credo solo per allontanarmi. La cosa che mi ha scioccato è il sapere che porta al collo una collana con la nostra fedina e non se la toglie mai (detto da sua sorella), lui mi ha solo detto che la porta con se per non ripetere con la sua nuova fiamma gli stessi errori fatti con me! che str******.
    In conclusione non so più a cosa aggrapparmi, che pensare cos’è vero e cosa no e sono a terra, distrutta. Spero ogni giorno che torni e che tutto si possa risolvere. Mi auguro davvero che quello che hai scritto sia vero anche nella mia situazione. Le cose coincidono e più illuminante di così non potevi essere. In 10 giorni mi ha sostituita e buttata nel water come carta igienica, dopo sei anni di storia d’amore e so che lui mi ha amato più di me ed ora è preoccupato per lei che non si sa se lo vuole o no! Mi ha dichiarato che non riesce a stare solo e che lei non ama quanto amo io! (e per questo mi hai scaricato? quindi chi ama se la prende nel sedere?)
    Ogni volta che mi ha visto mi ha detto che ero bellissima, baciato di sua spontanea volontà, ma ha detto che ora le nostre strade si devono dividere.
    Si sa che uomini e donne dopo una rottura reagiscono diversamente, ma tutto questo è eccessivo e fa male da morire. Mi fa rabbia che lui si diverta e si goda una relazione, mi abbia eliminato così di punto in bianco, mentre io spreco tempo e lacrime per un insicuro e debole.
    Troppo cose dovrei scrivere, ma

  28. Ciao, dopo 10 anni di matrimonio e due figli piccoli scopro una sua relazione(solo telefonica dice lei) con un altro uomo. Mi dice che non è una cosa importante e che il problema vero è la nostra relazione che è in crisi. Mi chiede di ricominciare in qualche modo ed io solo per amore per i figli cedo.
    Sono passati 8 mesi tra alti e bassi ma io sto sempre male la vorrei lasciare ma non ho la forza di affrontare tutto. Lei non dice niente pur vedendo chiaramente che soffro la situazione. Ho un’autostima sotto i tacchi delle scarpe. Ho pensato anche a gesti estremi ma francamente non ho le palle neanche per farmi fuori…….mi vergogno di me stesso per lo stato in cui sono arrivato..

    • Caro jean
      Anzitutto, per quanto riguarda i sentimenti, non c’è nulla di cui vergognarsi; se c’è una cosa che ci rende fragili e vulnerabili sono i sentimenti quindi… lascia perdere la vergogna.
      Non è bello che la tua compagna, dopo 10 anni di matrimonio, ti costringa ad assecondare una relazione (anche se solo telefonica)… evidentemente gli hai dato modo di credere che può farlo perché tu non andrai mai via per via dei tuoi figli: ed anche questa non è una mossa che la fa brillare per onestà intellettuale ed etica.
      Difficile darti un consiglio che non richieda una soluzione radicale; per come la vedo io dovresti separarti da lei e vedere come reagisce, se dovesse a seguito del tuo allontamento rendersi conto che il suo comportamento è inammissibile. D’altra parte dovresti cercare di rendere tutto il meno traumatico possibile per i bambini e mi rendo conto che la cosa non è per niente facile. Insomma Jean, o la lasci ed inizi a pensare alla tua vita curandoti dei tuoi figli come fanno tante coppie separate (ed è probabilmente la soluzione migliore: tu potrai anche incontrare un’altra donna, essere felice… e che lei continui la sua relazione telefonica fin quanto gli pare); oppure accetti la status quo: soluzione che mi pare non ti piaccia molto.
      La cosa importante è evitare di accumulare e poi scoppiare… prendi serenamente la decisione che ritieni più vantaggiosa per te e i tuoi figli e ricorda che se stai bene tu, stanno bene anche loro a prescindere dal fatto che tu continui a stare con la loro mamma o meno.
      Un abbraccio e buona scelta :)=

  29. Articolo molto interessante, la mia storia non è molto dissimile dalle altre: ragazza che va in tilt (non per l’esistenza del coglioclone ma per motivi legati ad un carattere un po’ insicuro con qualche picco di immaturità) dopo un periodo di no contact, torna chiedendomi una possibilità ed io non me la sono sentita di negargliela. Ora stiamo recuperando però non è semplice perché bisogna riacquistare la fiducia, ogni tanto qualche chiarimento in cui cerco di metterla alla prova per sondare la genuinitá del suo ritorno ossia se è tornata perché ci tiene davvero è quindi è disposta a lottare insieme per riaddrizzare il tiro… Ma qual’è la strategia più idonea da adottare per metterla alla prova come si deve e per capire se ci tiene veramente come dice o meno??

    • CIao Andrea… non credo ci sia una strategia ben precisa in questi casi. Dipende piuttosto da quanto volubile è la persona che ti sta intorno e sopratutto quanto riesce ad essere sincera con te… l’insicurezza e l’immaturità sono elementi che sicuramente giocano a tuo svantaggio ma il problema qui non è tanto quello ma il fatto che puoi trovarti davanti una pazza lunatica che segue il corso dei suoi desideri.
      Immagino che solo stando insieme a lei puoi capirne di più quindi insisti, pazienta se lei ti piace davvero, cerca di essere un pò distaccato ma non troppo se vuoi accenderle di più il desiderio, chiedile il giusto ma senza esagerare.. .il tempo saprà darti le risposte.
      Un abbraccio e buona vita

  30. Anche se il post è vecchio devo dire che mi stà aiutando tantissimo a superare la fine della mia storia. Grazie davvero Art sei stato un supporto validissimo nell’affrontare questa dolorosa esperienza.
    Il brutto della mia storia è che la mia ex per scaricarmi (suppongo l’abbia fatto apposta) mi ha fatto trovare delle sue foto sulla macchinetta fotografica mentre era in “dolce” compagnia a far roba!
    Per poco non mi piglia un infarto! sono scappato da casa sua lasciandole un biglietto nemmeno tanto offensivo (perchè c’è da dire che nonostante tutto dopo 5 anni di condivisioni l’amo ancora e tanto pure).
    quando ci siamo sentiti al cell ho fatto uin altro grande errore: chiedere se potevamo ricostruire la storia insieme ma lei mi ha detto che le serviva una pausa di riflessione ma nessun accenno al fatto che non mi avrebbe + tradito. Da quel punto ho iniziato la tua tattica del “no contact” e ormai sono 5 gg che non ci sentiamo.
    Però giuro che stò davvero male come mai in vita mia.
    un abbraccio e grazie ancora per i preziosi consigli. spero che funzionino

    • Ciao Marco… lieto di essere stato utile :)
      Sai che quella che ha fatto la tua compagna non è affatto bello, avrebbe dovuto avere almeno il rispetto dei 5 anni passati con te. Naturalmente non conosco te nè le motivazioni che possano averla spinta a fare una cosa del genere (sempre che ce ne siano), ma fossi in te… più che no contact cercherei di togliermela dalla testa e guardarmi intorno che il mondo è pieno di persone meno crudeli e disposte ad amarci davvero :)) un forte abbraccio e coraggio

      • Ciao, mi rivedo molto nella tua storia ed è veramente complicato.
        Se non ci fosse una famiglia con dei bambini di mezzo l’avrei lasciata senza dirgli nulla
        ma purtroppo(per me) ho deciso di darle un’altra occasione.

        • beh per fortuna mia io non sono sposato e ne’ tantomeno ho dei figli a cui pensare.. ma certo che è tosta :(

    • ciao alfonsina… c’era un altro commento qui, stavo per risponderti ma non l’ho trovato più… immagino tu l’abbia cancellato… cmq, sono qui :) scusami il ritardo, 2000 impegni sigh

      • Si l’ho cancellato, rileggermi mi faceva male…ad oggi invece è l’esatto contrario. 9 anni, poi il tradimento e i suoi dubbi sull’amore per me. Sparisce, io non lo cerco,probabilmente sta con lei. Sono 3 settimane ora, io alterno momenti di panico e momenti in cui rifletto e mi dico che lui non è la persona per me. E’ depresso,insicuro,instabile e io voglio un uomo. Il mio cuore però vuole ancora lui. Ti leggo e ti adoro

        • Ciao Alfonsina… grazie per aver riscritto e grazie per i complimenti :))
          Sai, fossi in te non mi preoccuperei molto con chi sta o se si è fatto una vita, 9 anni non si cancellano in un colpo di spugna e se anche dovesse esserci qualcun altro, beh… vedilo come uno sfogo o anche l’illusione di poter ricominciare quando non è e non sarà mai così. Tanti amanti tornano a casa dopo aver creduto di aver trovato la loro donna ideale… in realtà, quando finisce una storia bisognerebbe sforzarsi di stare soli, un anno forse più, solo in quel momento incontrare una persona può essere un’esperienza autentica e non semplicemente il bisogno di riottenere quell’abitudine ad essere “fidanzati”… a suo tempo, questa considerazione mi ha fatto stare bene in relazione all’idea che la mia ex stesse già con un altro.. .spero possa sortire lo stesso effetto anche in te.
          3 settimane sono troppo poche per aspettarsi di stare bene… col tempo e l’accettazione di quello che avviene stai tranquillo che il panico sparirà e magari sarai pure contento di aver avuto da lui l’opportunità di ricominciare daccapo (non sottovalutarlo… è fantastico potersi rimettere in gioco, specie quando arriva la persona che ti prende al cuore).. l’hai detto, vuoi un uomo, e lui non ha quelle qualità che possono renderti serena e felice…
          Cerca di divertirti in questo periodo… le risate e gli amici sono la migliore medicina… un abbraccio e in gamba

          • Ogni giorno mi riempio le giornate di cose da fare…sto conoscendo gente tutti mi conoscono ad oggi come la sua fidanzata ,non sono Alfonsina ma la sua ragazza e questo mi procura una rabbia infinita; non mi abbatto,non ho la forza di farlo ma riparto da ora a costruirmi una mia identità. So di essere migliore di lui, so di essere la forte,testarda, ostinata e ho voglio di mangiarmi la vita. Continuano a dirmi di lui che è abbattuto e depresso,che non parla con nessuno e anzi si infastidisce se domandano. Da cosa credi che dipenda? Fra l’altro io non voglio saperlo, perchè continuano a dirmelo? Non so come gestire questa cosa credimi…

          • Alfonsina… in questo momento cerca di non pensare a come sta lui, piuttosto concentrati su te stessa. Vedi, è facile cadere nella trappola del “è depresso quindi sta pensando che forse ha sbagliato a lasciarmi”… ebbene, potrebbe anche essere, ma può anche essere che sia depresso per altri motivi, magari perchè non gli vanno bene le cose con un’altra, o forse perchè sta vivendo semplicemente un momento difficile…
            Riguardo il fatto che tutti ti conoscano come la sua ragazza capisco che la cosa può darti fastidio, quindi… cambia ambiente, frequenta altra gente ma… cosa più importante… non pensare a come sta lui!
            Spero d’esserti stato utile
            un caro saluto

          • Ciao Art,è passato poco più di un mese e c’è stato uno strano ritorno da parte sua. Dopo avermi contattato diverse volte,ho deciso di accettare il suo invito per un caffè. Questo Weekend ci siamo visti per 3 volte,tra caffè e aperitivi ma tra di noi a parte carezze e abbracci non c’è stato nulla,intendo nessun bacio. Lui è tornato dicendo che non sa se la fiamma dell’amore è ancora accesa,ma vuole riprovarci in virtù dei 9 anni che siamo stati insieme e perchè mi vede diversa. Ha chiuso la storia con la ragazza con la quale mi ha tradita,xkè si è reso conto che non provava nulla ma era solo sesso. L’ha chiusa il martedì e il venerdì mi ha ricercata nuovamente,questa cosa mi dà da pensare. Da parte mia mi sento molto fredda nei suoi confronti, ovattata e chiusa. Non riesco a capire se c’è ancora amore e se riesco a dimenticare quello che mi ha fatto. Abbiamo deciso di impostare la cosa come se fosse l’inizio di una conoscenza,ma non so se la cosa può essere fattibile. Dimmi cosa pensi ti prego.

          • Ciao Alfonsina… ti dico solo che è molto comodo da parte sua ritrovare quello che ha lasciato dopo che gli è andata male con la novità. Personalmente credo che in una relazione ci si debba mettere impegno e questo, prima di tutto, dovrebbe significare evitare di lasciare il proprio compagno perché qualcun’altro “ti attizza”… insomma, se c’è una cosa che ci distingue dagli animali è proprio la testa che dovrebbe in qualche modo governare gli istinti più bassi.
            Non conoscendo lui, nè il vostro rapporto nel dettaglio, non posso dirti adesso vai serena e fidati, nè di mandarlo a quel paese, credo che a valutare la possibilità di dargli un’altra chance possa essere solo tu. D’altra parte lui si sta giocando bene le sue carte, probabilmente sta usando con te anche la sua depressione per giustificarsi… adesso si è pure passato il piacere di vedere come andava con un’altra.. insomma, per come la vedo io si sta comportando da stronzo egoista… mi sbilancio un po’ e ti dico… ma non credi di meritare di meglio :==)) un abbraccio e buona vita

          • Avevo chiuso subito dopo averti scritto….oggi lui si è rifatto sentire perchè mercoledì mi devo operare. Mi ha fatto gli auguri e mi ha chiesto se poteva scrivermi per sapere come va l’operzaione. Non sono riuscita a dirgli di no! Ci siamo poi incrociati da una coppia di amici oggi pomeriggio,lui mi è corso dietro, mi guardava e sorrideva; mi ha visto abbronzata e ha voluto sapere con chi fossi andata al mare. Ad un certo punto gli ho detto che avevo un appuntamento,quando stavo per andar via, mi ha abbracciata. Il cuore oggi mi batteva. Sono in tilt perchè non so lui cosa vuole da me e io cosa provo.

          • ciao Alfonsina
            E’ facile cedere alla lusinga del ritorno… i sentimenti si riaccendono ed il cuore ti grida di lasciarti andare. Non ti dico di frenarlo, sarebbe sbagliato, però cerca di farlo con la giusta dose di realismo e non dimenticare cosa è successo… fagliela sudare un po’ questa riconciliazione :)

          • Ciao Art,
            ti scrivo sempre per qualsiasi aggiornamento. Ho capito che il fatto che lui mi avesse cercato è solo per affetto;non è pentito di ciò che ha fatto anche perchè si sente ancora con lei. Questa volta ho chiuso, gli ho detto di non cercarmi mai più per il mio benessere psicofisico. Dopodichè ho bloccato il suo contatto per evitare che tra qualche settimana in preda ai mille dubbi che ha ricompaia nella mia vita. Preferisco pensare a me e anche se oggi il dolore è ancora forte so che questa è la scelta giusta. Non voglio strascichi, capisco che anche per lui è difficile lasciarmi andare per cui tenta di tenermi sempre lì e compare e scompare a suo piacimento. Devo pensare a me,per cui ho chiuso qualsiasi forma di contatto.

          • Ciao Alfonsina… non c’è altro da aggiungere, hai detto tutto quello che serve. Il punto non è tanto che lui possa essere confuso o amarti ancora, può anche succedere che tra 1 mese ti chiede di tornare insieme perchè la sua nuova fiamma lo ha mollato… insomma, credo che il punto principale sia e debba restare il fatto che tu meriti una persona diversa :) un caro saluto e buona vita

  31. Ciao Art, grazie per questo blog che ho trovato ottimo.
    Cercherò di farla breve: io 31 lei 27, mi lascia dopo quasi 6 anni per “confusione” “non so più cosa provo” “devo stare sola”. Ci siamo sempre voluti bene, detto tutto, mai tradimenti o porcate varie. 100% trasparenza.
    Io annientato, mi aggrappo al tuo blog e vado avanti come un treno (no contact, cambio casa, nuovi progetti etc.).

    Dopo 2 mesi mi mancava solo una cosa per superarla: che non frequentasse più i miei ambienti (unico contatto che indirettamente avevo ancora con lei). Per dirle questo (con le buone) la contatto. Ci vediamo. Non mi aspettavo quello che avevo davanti. Lei mi sembra rimasta a 2 mesi fa e tutte le fantasie che mi ero fatto su ciò che stava facendo o che potesse essere diventata erano infondate.

    Ci siamo rivisti poche altre volte. Si comporta come una che si è auto-imposta di non cedere a tornare con me. La realtà è che ci siamo trovati benissimo in questi momenti. Lei che non smette di piangere quando parliamo di noi, lei che dice di essere convinta della sua scelta, lei che venerdì mi chiama alle 5 del mattino per raccontarmi la sua serata, lei che (malgrado l’abbia eliminata da FB) mi controlla il profilo, lei che bastano un paio di bicchieri che mi abbraccia e bacia.

    La cosa buona è che ha capito di avere delle questioni da risolvere con se stesse ed è motivata a farlo (=psicologo). L’altra è che io ho capito che non può stare ne con me ne con nessuno in questo stato. L’altra che io le ho perfino detto questo! L’altra è che se tornasse io non saprei proprio cosa fare (la amo, ma amo anche la mia serenità… che potrebbe compromettersi ulteriormente se mi scaricasse di nuovo poco dopo).

    Ora siamo in questo stato di sospensione in cui ci si sente ma “non si deve”, non vuole illudermi ma è palesemente legata ancora a me. Magari non mi ama, certo, ma allora perché tutto questo?

    Lei è una ragazza piuttosto insicura ma indipendente e che da un anno si è ritrovata con un buon lavoro, dopo la laurea, e fuori casa. Sarà un caso che proprio in questo periodo è entrata in crisi con me?

    La domanda è: come devo comportarmi? Io sono ancora ovviamente molto legato a lei. L’idea di vederla mi galvanizza come uno stupido ma allo stesso tempo il cervello mi porta a stare attento.

    La vorrei ancora ma… va beh, ci siamo capiti.

    Consigli bene anzi benissimo accetti, perché l’idea di tornane nell’orrore dei primi mesi mi spaventa e allo stesso tempo questi ultimi incontri mi hanno mostrato quello che ti ho detto. E lei è bellissima.

    Grazie!
    Mike

  32. ciao, mi chiamo Ilaria. dopo 1 anno di relazione intensa, di ti amo e di progetti, lui una settimana fa mi molla. Prima mi dice che c’è un’altra, che però ha a malapena sentito. poi mi ha tirato fuori tutto: ha avuto paura, deve cambiare lavoro e questo ci avrebbe portati ad andare a Londra, io ero pronta ad andare con lui, ma lui ha avuto paura, e non voleva mi staccassi dalla mia famiglia a cui tengo moltissimo, la tizia era “una scusa”, non è nemmeno mai iniziata. Ad ogni modo, mi lascia dall’oggi al domani, ma tempo 10 giorni e me lo trovo sotto casa, a chiedermi una seconda possibilità, perchè si è reso conto di amarmi e che senza di me non può stare. Lo amo tantissimo, e voglio dargli una chance. Ovviamente nulla sarà come prima. Ho solo paura a fidarmi di nuovo. Le mie amiche pensano che non avrei dovuto: lo ha fatto una volta, ha buttato tutto all’aria dall’oggi al domani, potrebbe rifarlo. è vero, potrebbe: e se invece fosse sincero? Non so cosa fare. Forse per paura di stare male di nuovo.

    • Ciao Ilaria… scusa il ritardo nella risposta.
      A volte cambiamenti importanti come trasferirsi in un paese estero possono stravolgere talune “abitudini” come ad esempio l’amore per una persona. Non sono fatti negativi, è normale farsi prendere dai dubbi e dalla confusione quando ci troviamo in un posto diverso e soprattutto quando sappiamo che potremo condizionare (inutilmente) la vita di un’altra persona. Poi, riflettendo e prendendo le distanze, si capisce se quella persona conta al punto di fregarsene dei dubbi , oppure se se ne può fare a meno.. la cosa importante Ilaria è che per lui questo non sia una scusa per i “tira e molla”… alcuni si sentono soli e ricorrono all’altro, poi quando ne hanno abbastanza tornano soli, poi di nuovo ricorrono all’altro.. insomma, ti usano per i loro bisogni egoisti… di solito il tempo chiarisce questo e molti degli aspetti successivi. Cerca di essere paziente, non saltare a conclusioni affrettate e tieni a mente che sei solo tu che puoi sapere se puoi fidarti o meno, non c’è nessun amico o parente che possa dirvi cosa significa la vostra storia perchè non l’ha vissuta.
      Un forte abbraccio e in gamba

  33. Ciao Art, sono Chiara.. ti racconto in breve la mia storia.. dopo 11 anni insieme, di cui 6 di matrimonio, con tanto di trasferimento da Napoli a Milano, la nascita di un figlio assolutamente voluto e desiderato, dopo 15 giorni dal parto, mio marito mi chiede di ritornare a Napoli, dicendomi di non essere felice, e che aveva bisogno di capire se gli mancavo o no.
    Ti premetto che verso il 7′-8′ mese di gravidanza già notavo un cambiamento in lui.. io avevo bisogno di attenzioni come non mai, lui si sentiva oppresso da me. Nel mentre, un suo collega con la moglie vennero a casa nostra e mi comfessarono d’aver notato troppa confidenza tra il mio ex marito ed una sua collega..da lì, considerato il momento delicato che affrontavo da sola,lontana dalla mia famiglia, dai miei affetti, il mio ex marito che non mi prestava considerazione come una qualunque donna incinta merita (a mio avviso), per di più, dopo una confessione così forte, ho cominciato ad essere sospettosa sempre più.. lui, in tutta risposta, incalza va la dose, e, con la scusa che non c’era niente di male, preferiva trascorrere più tempo fuori casa che con me..tra cene varie di lavoro , aperitivi, turni di lavoro straordinari, insomma, ogni pretesto era buono per allontanarmi.
    A distanza di un paio di mesi dal mio ritorno a Napoli, e a seguito della sua decisione di separarci temporaneamente, cominciano una controserie di litigate assurde, per lo più telefoniche e tramite sms..
    Sfido chiunque a non perdere totalmente le staffe, dopo un tale colpo basso..
    Morale, mi manda la lettera di convocazione del suo legale per la separazione consensuale, sostenendo di non amarmi più.
    Passano altrettanti due mesi, firmiamo gli intenti della separazione, subito dopo, il suo atteggiamento continua di nuovo a cambiare.. ad oggi, mi ha chiesto di ritornare a Milano e ricominciare.
    Oggi nostro figlio ha 7 mesi, non so proprio cosa fare, qualsiasi decisione possa prendere ho la sensazione di sbagliare. Mi sento, in qualità di giovane mamma, di dover tutelare e garantire un equilibrio stabile e duraturo a Mattia, nostro figlio.. purtroppo, di controparte, amo o credo di amare ancora il mio ex marito, ma ho altrettanta paura che, un bel giorno, come non ci ha pensato due volte a mollarmi per un’altra, possa rifarlo. Ti giuro, non so cosa fare. Spero di ricevere qualche tuo suggerimento. Grazie!

    • Ciao Chiara… è difficile darti un consiglio perchè non conosco lui e le motivazioni che lo hanno portato a sbandare… immagino ti abbia detto che era spaventato per il fatto che stava diventando padre (ed è comprensibile) ma se devo dirtela tutta, non mi piacciono le persone che scappano lasciandosi alle spalle la loro donna incinta: per quanto tu possa credere di non farcela o di non essere innamorato, hai una responsabilità in più che non puoi ignorare. Comprendo quindi in pieno le tue perplessità ma non me la sento di dirti di assecondarle del tutto e sono sicuro che non voglia farlo neanche tu… insomma, se te la senti dagli una possibilità con tanto di patto che se fa lo stronzo un’altra volta è davvero finita… se può esserti utile, pensa che lo stai facendo anzitutto per tuo figlio a cui comunque mancherebbe un padre. Sai, credo che alcune esperienze possano far cambiare le persone e la paternità è una di queste… cmq, dalla lucidità dei tuoi pensieri e dalle tue scelte sono sicuro che sceglierai per il meglio. Tanti auguri e buona vita

  34. Ciao Art, sono sempre io Lucia…sto molto meglio, anche se ieri dopo un altro mese e mezzo di no contact assoluto è rispuntato il mio ex. In questi giorni è stato il suo compleanno ed io naturalmente (seguendo il tuo consiglio ed anche il mio cervello :) ) non gli ho fatto gli auguri ed ecco che ieri,dopo un mese e mezzo, rispunta con un messaggio a cui non ho risposto e non risponderò.
    So che frequenta un’altra, e mi sta bene….ma perchè ancora cerca il contatto con me? …ho saputo anche da amici comuni che rimane convintissimo della sua scelta…a cosa serve inviarmi messaggetti per sapere come sto o per “farmi un saluto”?…purtroppo è difficile per me comprendere questi atteggiamenti. Ti parlo con esperienza, nel senso che i miei ex li ho lasciati tutti io…e non mi sono comportata mai così…mah…tu sei uomo magari ne capisci di più!
    grazie mille
    un abbraccio
    Lucia

    • CIao Lucia… le motivazioni per il quale un ex si comporta così possono essere solo 2: nostalgia e quindi voglia di riallacciare (anche se inconscia), oppure semplice e banalissimo senso di colpa visto che dopo averti lasciato ha già un’altra … qualunque sia la motivazione, sia l’uno o l’altro caso, a te credo importi poco no?!! :)) non è un atteggiamento tipico da uomo o donna (io ad esempio l’ho subito all’inverso), sono le persone… un abbraccio anche a te

  35. Ciao art anche a me è andata più o meno allo stesso modo.. mi ha lasciato la convivenza aveva diciamo portato il rapporto in routine dopo di che’ ha cominciato a frequentare un altro ragazzo ma è durata poco.. ora ne vede un altro.. nel mentre ci siamo sentiti e spesso litigato.. l Ultimo litigio è stato perché lei non accettava di vedermi solo una volta al mese solo x darmi la parte dei soldi dei mobili ecc. Dopo i litigi mi scriveva sempre lei anche solo x cose futili.. ora dopo questa ultima litigata io le ho detto che vorrei un rapporto normale ma lei ora mi dice che x il momento è meglio non sentirsi e che non sa quando sarà il caso di rivederci

    • Ciao Sheldon (anch’io sono fuori di testa per Big Bang Theory :))) …. rispetta la sua decisione, purtroppo chi decide di lasciarci e per giunta si trova un altro, ha sempre il coltello dalla parte del manico perchè noi siamo quelli abbandonati che devono subire la decisione dell’altro. Spero di non essere troppo dura ma solitamente una persona che salta da un ramo all’altro con questa facilità senza alcun riguardo per te e per gli anni che avete passato insieme, vuole dimostrare qualcosa e questo qualcosa è con buone probabilità la volontà di andare avanti senza di te… adesso, tu puoi decidere di fare il cagnolino bastonato e andargli dietro tirandoti addosso tutti gli insulti del caso, o se ci tieni a lei giocare un pò di strategia; in questo ultimo caso dovrai simulare indifferenza, farle credere che non te ne frega più niente, aspettare che chiami lei e magari dirle “ci possiamo sentire dopo, adesso sono impegnato” per poi non richiamarla e quando lei si fa sentire nuovamente dirle “scusa mi ero dimenticato di chiamarti”… fingere indifferenza è difficile ma posso assicurarti che in questi casi vale molto di più del fare il cane abbandonato… attento solo al rischio di sembrarle troppo indifferente… lei deve sapere che tu hai fatto di tutto per riconquistarla e che adesso tocca a lei, ebbene… quando lei si fa avanti, allenta un pò la strategia e giocatela come ritieni opportuno.
      Un abbraccio e buona vita

  36. Ciao Art! Son colpita dai tuoi articoli!
    Sono una ragazza di 25 anni. Dopo una relazione di 4anni e mezzo il mio ragazzo mi ha lasciata perché dice di non amarmi più.
    Faccio una premessa su di lui. In questi anni abbiamo avuto modo di conoscere noi stessi molto a fondo. Lui spesso aveva crisi in cui mi allontanava e in cui diceva che avevamo dei caratteri che non andavano d’accordo, che sentiva che doveva star per conto proprio perché capitava di litigare per stupidaggini. Lui è un tipo molto insicuro e che mette se stesso sempre molto in discussione. Secondo me però molte volte confondeva I suoi momenti di confusione nella vita con I nostri momenti comuni.
    Passiamo a me. Sento di aver nel corso della storia avuto dei problemi di fiducia in me stessa e le mie insicurezze molto spesso uscivano fuori con scenate di gelosia. Ne avevam parlato nel corso degli anni. Ma credo sia normale in una coppia consapevolizzarsi di come si è e di cercare di migliorarsi dove non ci si piace. In questo credo di essermi impegnata nel migliorarmi. Per me stessa soprattutto.

    Detto questo lui è partito per questi ultimi 2 anni per 3 mete diverse per studio e lavoro. Abbiamo avuto una discussione forte tra il primo e il secondo viaggio ma la situazione sembrava risolta. E la relazione a distanza sembrava comunque durare.
    Dall’ultima esperienza all’estero però ha cominciato a ragionare da solo e quando è tornato mi ha lasciato dicendo che tutti I problemi che abbiamo affrontato nel corso della storia non è normale che ci siano stati e che non riesce a superarli. In piu lì ha conosciuto una ragazza che ha innescato in lui ancora piu dubbi. In piu è in un periodo di cambiamenti totale a livello di scelte su cosa fare nella vita.
    Ora son passati 2 mesi in cui all’inizio abbiam parlato di persona. Poi dopo una quindicina di giorni gli ho scritto come andava e mi ha risposto tranquillamente. Avevo voglia di vederlo e dopo un iniziale sì mi ha detto che era troppo presto. Così io per riflesso stupido ho iniziato ad insistere. Così ci siam trovati e mi ha detto che a scrivergli mi faccio solo del male e che lui ha bisogno che non ci sentiamo e non ci vediamo per un periodo. Che poi se sarà ci troveremo in giro a caso e se sarà volontà di entrambi ci si potrà incontrare. Ma che non mi sta chiedendo di aspettarlo. Io però mi ci aggrappo a questa cosa e non vedo l ora di incontrarlo per caso e di riderci e parlarci insieme. Spesso mi chiedo: son ossessiva? Io sto accettando di non vederlo e non sentirlo se questo fa bene a lui, anche se non è quello che vorrei. Io mi sento innamorata di lui. Come mi dovrei comportare?
    Grazie e perdona lo sfogo!

    • Ciao Martibe
      Ti chiedi se sei ossessiva e ti rispondo che chi subisce un abbandono spesso lo è, fa parte della sintomatologia dei delusi d’amore, c’è poco da fare.
      Sicuramente la sua scelta è frutto di questi cambiamenti che sta vivendo… a volte il trovarsi in un posto diverso, frequentare altre persone e magari incontrare anche una persona del luogo ti porta ad operare cambiamenti anche sul piano sentimentale, questo è uno dei motivi per i quali le relazioni a distanza funzionano male, specie per chi resta a casa che spesso si trova a dover subire i cambiamenti e le scelte drastiche di chi invece passa il tempo a girare il mondo :) … ad ogni modo, la cosa migliore che puoi fare per te stessa (e non per lui) è di assecondare la sua scelta, di fingere indifferenza, di mostrargli che puoi benissimo fare a meno di lui… se può farti stare bene pensa che presto o tardi l’effetto “novità” svanisce e magari lui potrebbe tornare sui suoi passi, potrebbero insistere per vederti o anche per passare una notte insieme (è un classico ormai :))) . Cerca di vivere la tua vita e pensa che forse è meglio così, sei troppo giovane per limitarti in una relazione dove l’altra parte si lamenta di diversità di carattere… quando si è maturi si capisce che una coppia funziona proprio quando si è molto diversi perchè ci si arricchisce a vicenda.
      Un caro saluto e buona vita

  37. Ciao Art, spero di essere abbastanza concisa e chiara…dopo 8 anni siamo andati a convivere, lui ha trovato un’altra, ha tentato di tenere il piede in due scarpe ma l’ho scoperto trovando alcune foto su un suo hard disk. Mesi di liti furiose anche con parenti annessi, per la casa, per l’hard disk, lui mi odiava ciecamente. No contact totale per 3 mesi, poi lui disperato per la sua situazione instabile ha dichiarato intenzione di parlare. Abbiamo aperto un dialogo via mail per risolvere questioni sulla casa e i soldi. Lui viene da me di nascosto per parlare, abbiamo pranzato insieme, nelle conversazioni ricorda nostalgico le nostre abitudini, i nostri gusti e passioni che lui ha abbandonato per conquistare l’altra….mi chiede notizie della mia nuova relazione. Alla fine ho deciso di restituirgli l’hard disk con le foto incriminate. Mi chiedo se sia tutto qui, se faccia il tenerone solo per chiudere la questione casa-foto o se si stia realizzando quanto scrivi. Intanto le sue foto su whatsapp sono baci appassionati e selfie sdolcinati….non so che pensare

    • Ciao Baby, naturalmente per giudicare dovrei conoscerlo meglio, tuttavia posso dirti che il passato ha sempre un suo fascino, specie quando ci sono sentimenti in mezzo… anche se stai con una persona nuova e le cose vanno bene, incontrare ancora una donna del tuo passato che hai amato fa il suo effetto (lo stesso naturalmente vale al contrario); adesso la questione non è se lui sia sincero o meno, probabilmente è davvero nostalgico riguardo la vostra vita insieme, ma il passato è sempre passato, quando si prende la decisione di andare avanti lo si guarda sempre come tale quindi se vuoi che ti dica che con questo gesto lui sia intenzionato a riconsiderare la vostra unione… beh… io non ci metterei la mano sul fuoco se fossi in te… cmq la cosa bella è che sicuramente lasciandovi in pace serberete ognuno un ricordo bello dell’altro. Un abbraccio e buona vita

  38. Ciao Art. Ho letto il tuo articolo e ne sono rimasta affascinata da quanto sono vere le tue parole. Io sto vivendo esattamente quanto descrivi. Ho una avuto una storia molto importante durata quasi 5 anni con due di covivenza con un uomo separato con figli. Il nostro cammino non è stato facile per tutta la sua situazione ed anche perchè lui ha un carattere difficle. Si lascia andare poco alle emozioni da sempre e soprattutto dopo la batosta della saperazione è peggiorato però diciamo che dopo a distanza di due anni da questa si è dinuovo messo alla prova iniziando con me questa nuova ” avventura” e siamo riusciti nel tempo a costruire un bel rapporto. La cosa che ha generato però il capitombolo è la sua poca obiettività nelle gestione amore x i figli e amore x me.. insomma per dirla in due parole non è mai riuscito a portarmi allo stesso livello . Ha sempre faticato molto nel capire ciò che doveva a me, mi ha sempre messo un pò al secondo posto ed io di questo ne ho sofferto molto perchè nonostante la mia immensa comprensione nel rispettare tempi e attese il suo atteggiamento è sempre stato quello di preferire il bene dei figli anche quando i per loro ho fatto davvero i salti mortali , accettando tutti i compromessi che una relazione di questo tipo comporta e ti posso garantire che ho davvero messo da parte me stessa tante volte per comprenderlo e assecondarlo. Siamo arrivati con difficoltà alla convivenza perchè lui non è una persona fluida. ha semre avuto bisogno di riflettere attraverso un distacco da me queste importanti decisoni dando spesso la colpa al fatto che avevamo differenti puti di vista e caratteri diversi ma alla fine picchia e mena ci siamo arrivati. Abbiamo cosi deciso di convivere due anni fa e dopo un primo momento sereno sono arrivati i prblemi veri se cosi posso definirli perche vivere con lui e i figli non è stata una passeggiata soprattutto perche lui non è stato molto collaborativo nella gestione ” familire” dei suoi figli nel senso che dal momento che sono arrivata a casa mi ha un pò troppo mollato tutto il pacchetto gestione a me approfittandosi del fatto che io essendo donna potevo capire meglio le esigenze dei figli. Lui un tipo un tantino egoista, immerso nel lavoro troppo e nei suoi spazi personali a cui non ha mai rinuciato. io invece non ne figli ne ex marito quindi per lui sono stata più facile se cosi posso dire e quando ho inziaito ad avanzare le mie richieste lecite ecco che arriva la prima mazzata. figli no o meglio non se la sentiva ed io sempre con tanta sofferenza l’ ho sempre compreso dandoli tempo ed infatti dopo tanti e tanti mesi stando nel silenzio e non tiradi più fuori l’argomento si è sbloccato ma il dono della maternità non è arrivato e sono arrivata a 40 anni diciamo serena perchè godevo di altre cose. Poi è arrivato l’argomento divorzio e anche qui come fu allora per la convivenza ha fatto marcia indietroo dicendomi tante preoccupazioni e più lui me le esponeva e più che io gli ribadivo che non era giusto dopo 7 anni da saperato e 5 di fidanzamento con me aspettare ancora le sue insicurezze. Alla fine dopo tante e tante discussioni mi ha mollata dicendomi che siamo diversi con aspettative diverse e che visti i litigi non ci sono i presupposti. Cazzate perche se solo avesse ragionato su quanto io ho accetato di lui compresi i figli , di quanto impegno ci vuole a stare con uno cosi che mette anche dei livelli di priorità nella coppia e soprattutto col suo carattere avrebbe fatto altre scelte perchè avrebbe capito la fortuna di aver trovato una donna come me ma aimè ognuno ragiona come vuole e quindi ho divuto accetare ed incassare, tornare a casa mia e ripartire da zero a 40 anni. Adesso siamo in no- contact , non lo vedo e non lo sento da circa 1 mese e mi domando nonstante la sofferenza che sto provando se è di nuovo nella confusione perchè messo di fronte ad una scelta importante della sua vita o perchè ha capito che non vuole altro . Che una convivenza poteva bastargli ( a lui) ma a me no!!! In questo periodo anch’io sto facendo tante valutazioni e soprattutto se merito uno cosi alla fine perchè infondo è un bravo ragazzo e non è un calcolatore anzi ci soffre pure lui di questi limiti che riconosce ma non accetta il fatto di volerli cambiare. Lui dice di essere cosi da sempre , si definisce lento e riflessivo e forse la saparazione gli ha messo ancor più paure. Io sto cercando di andare avanti, esco, vado al cinema, lavoro e faccio spaort. Ho ripreso in mano la mia vita ma non ti nego che al suo ritorno ci penso e ci spero perchè so che potrebbe funzionare se solo lui decidesse di lasciarsi andare davvero alla felicità . Ma forse sono solo mie illusioni. Grazie della tua attenzione e disponibiltà
    Clementina

    • Ciao Clementina… ahimè, in quanto non padre nè marito non sono in grado di consigliarti a pieno sulla questione se lui si sia comportato male o meno, sicuramente i figli sono una componente primaria nella vita di ogni uomo e non avrei nulla da ridire sulla decisione di metterli prima di qualsiasi cosa; purtroppo quando hai scelto di iniziare una relazione con un uomo sposato e con figli avresti dovuto mettere in conto che non sarebbe stato facile e a questo punto chiediti semplicemente se sei davvero disposta a rinunciare a dei figli o alle attenzioni di cui hai bisogno perchè è difficile che persone così possano cambiare direzione… spero d’esserti stato utile, un caro saluto e buona vita

      • Grazie Art… Ci penso tutti i giorni al fatto di essere sicura di voler uno cosi. la risposta è sempre ” NI” nel senso che da una parte ho avuto la fortuna ed il piacere di condividere bei momenti , dall’altra tanti di questi sono stati sporcati da tutta la situazione che io ho compreso fin subito da quando l’ho conosciuto.Ho fatto davvero molto per stargli accanto e capire la situazione e avrei voluto che lui in qualche modo me ne avesse reso merito se cosi si può dire ma invece ha preferito ritirarsi piuttosto che andare avanti . O meglio ci ha provato fino al limite che si è imposto che era appunto la convivenza oltre al quale non sarebbe voluto andare. Avrei dovuto saperlo prima o quanto meno mi fa soffrire che lui non abbia compreso che il mio percorso è stato molto più duro del suo e che una donna accanto a lui, qualsiasi donna avrebbe sofferto e quindi talvolta si deve essere capaci di mollare un pò la presa e gratificare o accettare un compromesso come io ne ho accettati tanti e non voler sempre fare come ci pare o come ci conviene.

        • Sono qui per condividere la mia esperienza con tutti voi. Su come sono tornato mio marito, ci siamo sposati da oltre 9 anni e abbiamo due bambini. È andato bene con noi e siamo sempre felici. Fino
          a quando un giorno mio marito cominciava a comportarsi in un modo che
          non riusciva a capire, ero molto confuso dal modo in cui lui mi trattò
          con i bambini. Più
          tardi nello stesso mese non è tornato a casa e mi ha chiamato che ha
          voluto un divorzio, ho chiesto cosa ho fatto sbagliato per meritarlo da
          lui, tutto quello che stava dicendo che vuole un divorzio che mi odia e
          non vuole vederlo di nuovo La
          sua vita, sono stato pazzo e anche frustrato non so cosa fare, sono
          stato malato per più di due settimane a causa del divorzio. Lo amo tanto che lui era tutto per me senza di lui la mia vita è incompleta. Ho
          raccontato a mia sorella la mia condizione attuale e mi ha parlato del
          dottoressa chamberc, ho contattato per il ritorno di mio marito a me, mi
          ha detto che mio marito è stato preso da un’altra donna, che la moglie
          lo ha spiegato, ecco perché Mi odia e vuole che dobbiamo divorziare. Poi
          mi ha anche dato la certezza che nelle prossime 48 ore mio marito
          tornerà a me e ai bambini, dopo aver finito di lanciare l’incantesimo
          nelle prossime 48 ore, mio ​​marito mi ha chiamato una scusa per
          telefono e ha detto che ancora ama Io so tanto che non sa cosa gli è successo. Ma oggi mio marito e tutta la mia famiglia sono felici di nuovo. Grazie, Dr.Camamberc, per quello che hai fatto. Oggi non sarebbe stato niente ma per il tuo aiuto. Contattalo via e-mail camerac564@yahoo.com
          (1) vuole il tuo ex indietro.
          (2) Avete sempre degli incubi.
          (3) Da promuovere nel tuo ufficio
          (4) Volete un bambino.
          (5) Vuoi essere ricco.
          (6) vuoi mantenere tuo marito / moglie da solo per sempre.
          (7) la necessità di assistenza finanziaria.
          8) Vuoi essere in controllo di quel matrimonio
          9) Vuoi essere attratto dalle persone
          10) La mancanza di bambini
          11) ha bisogno di un marito / moglie
          13) COME ARRIVARE LA TUA LOTTERIA
          14) SPELLO PROMOZIONALE
          15) PROTEZIONE DELLA SPELLO
          16) BUSINESS SPELL564 @
          17) GOOD HOB HECHIZO
          18) cura per qualsiasi malattia.
          (19) Risoluzione del caso E.T.C
          Contattarli nel tuo email tempio chamberc564@yahoo.com e risolvi tutti i tuoi problemi.

  39. Ciao Art , hai proprio ragione!…i tuoi articoli esprimono in pieno quelle che succede in queste situazioni che primo o poi tutti affrontano almeno una volta nella vita.
    Ti scrivo in breve quello che è successo a me…per avere un tuo consiglio…. Due mesi fa è finita per la seconda volta la mia storia d’amore durata 4 anni. Storia bellissima, pepata e con 2 anni di convivenza. Non è finita per mancanza d’amore e nè perchè c’era una terza persona. E’ finita per incompatibilità caratteriali e poca compresione dell’altro ambedue le parti. Mi aveva lasciato già circa 2 anni e mezzo fa per lo stesso motivo, dopo 4 mesi di assoluto no contact da parte di ambedue le parti….si è ripresentato ed io pensando che avesse riflettuto e che si si fosse reso conto di amarmi anche con i miei difetti ho capitolato. Abbiamo passato un anno fantastico (si parlava di famiglia e figli)…dopo un’unica incomprensione….ha rimesso in discussione tutto…siamo andati avanti per 3 mesi …fino a che io ormai depressa e esaurita gli ho dato l’aut-aut, e lui ha deciso di chiudere. Ormai sono 2 mesi che non stiamo più insieme…NO contact assoluto…fino a che due giorni fa non mi scrive un banale “Come stai”….ho risposto il giorno dopo con risposta secca “tutto bene”…senza aggiungere niente e lui si è subito stranito …..e io cretina gli ho dato l’opportunità di parlare…(sempre via messaggio) mi ha detto che non è sereno… etc etc…e ha ricominciato sulle cause del perchè è finita la nostra storia (io non gli avevo chiesto niente….anche perchè penso che ne abbiamo discusso abbastanza a suo tempo)….mi ha ribadito che voleva sapere solo come stavo e che vorrebbe scrivermi ancora di tanto in tanto….Ora quello che ti chiedo, che cosa sta facendo secondo te?….l’ultima volta che ci siamo visti eravamo stati chiari sul fatto che era inutile continuarsi a sentire…che non ci avrebbe fatto bene… e che un’amicizia tra noi al momento era impossibile….Cosa sta facendo? Si sente solo in colpa?….vuole riavvicinarsi in modo soft…vuole tenermi in qualche modo legata a lui?….aiutami…io con i miei ex lasciati da me non mi sono mai comportata così….Grazie e un abbraccio,Lucia

    • Ciao Lucia… purtroppo non posso dirti con certezza cosa gli passa per la mente. La motivazione più brutale è quella legata al fatto che si senta solo, che magari non ha trovato nessun altra donna e adesso cerca di nuovo qualcuno a cui stringersi nelle notti fredde (accade sovente, specie noi maschietti ed il nostro pensiero fisso); qualunque sia la motivazione devi anzitutto chiederti se ti va bene rischiare ancora, se questa persona meriti la tua fiducia o se qualcosa dentro di te ti dice: lascia perdere. Rifletti e prendi la tua decisione. Un caro saluto e buona vita

      • Grazie Art per i preziosi consigli! So benissimo che a voi maschietti succede questo. Ma già era tornato la 1 volta perchè aveva provato “altro” e aveva capito che forse (e sottolineo forse,visto quello che è successo… :) ) stava meglio co me. Comunque il problema ahimè non sussiste da quel giorno è scomparso un’altra volta, e certo non sarò io a cercarlo. Credo proprio che volesse una pura e mera assoluzione per il suo comportamento. Grazie ancora un abbraccio, Lucia

        • Caro Art, ti scrivo ancora….perchè sto applicando la regola del no contact…e la porterò avanti fino alla morte!! :) :)…ma adesso stanno spuntando amici comuni(più suoi che miei)… che vogliono ,guarda caso, vedermi…dopo che per 4 mesi non si sono fatti sentire neanche per gli auguri di natale….questa cosa mi infastidisce… perchè credo che dietro ci sia lui. Come mi devo comportare?…io vorrei ignorare i loro messaggi…anche perchè non li trovo sinceri…anche se so di risultare cafona….
          Ti ringrazio un abbraccio

          Lucia

          • Lucia, questo è un comportamento abbastanza tipico, normalmente il miglior atteggiamento è quello di essere educati ma non rivelare mai nulla che non si voglia realmente far sapere… per te è un’occasione di farti 2 risate alle sue spalle, magari inventandoti di essere in procinto di partire per 1 anno, oppure manipolare ad arte le informazioni che vuoi dargli per spingerlo ad una reazione. Approfittane :)))

          • ahahhahah Grazie Art!!!….anche se non ho capito quale è il comportamento tipico:) se Il mio nel non rispondere o il suo informarsi tramite gli amici….Io credo che anche con questi “pseudo amici”sia giusto applicare il no contact. Ti ripeto neanche gli auguri di natale mi hanno fatto…se fossero stati realmente interessati lo avrebbero usato come pretesto per vedere come stavo. Invece nulla nè a natale nè a capodanno. E perdonami ,li trovo anche subdoli se fanno il suo gioco. In particolare la fidanzata di un suo amico, con cui andavamo sicuramente d’accordo….ma non ci siamo mai filate al di fuori della coppia….nei mesi di crisi non si è mai fatta sentire….dopo due mesi dal lascito si fa sentire chiedendomi un ‘uscita la settimana dopo…io, obtorto collo, le rispondo per non risultare antipatica e perchè non voglio dubitare della sua sincerità… accetto l’invito ….scompare per un mese intero ….nè un messaggio, nè una chiamata…nulla!! Vuoto totale!!…ora è rispuntata dal nulla chiedendomi di uscire…. non ho risposto e non risponderò…Pensi faccia bene?
            Grazie mille per i tuoi consigli
            Lucia

  40. Ciao Art, come stai?
    Mi piacerebbe avere una visione che non sia la mia (ormai tormentata e sopraffatta di pensieri emotivi molto forti) obiettiva ed esterna.
    Ci siamo lasciati dopo 4 anni (a fine settembre) il nostro rapporto è stato sempre molto forte ed intenso, spero di essere breve nella spiegazione:
    Nel 2012 mi lascio col mio ex (ci misi un pò di tempo a lasciarlo perchè gli volevo tanto bene ma non riuscivo a realizzare che negli ultimi periodi per me era come un fratello, a cui voglio tutt’ora molto bene) e dopo circa una decina di giorni inizio a vedermi con G (ci conosciamo da 15 anni…scuole-amicizie comuni-ecc…non ci siamo visti spesso negli anni ma tra e e lui non so perchè c’è sempre stata una vibrazione che scoprii poi, insomma dico inizio a vedermici come una pura situazione fisica visto che mi ero appena lasciata e avevo 26 anni e voglia di divertirmi….scoppia un’amore e una passione da parte di entrambi nel giro di pochissimo che non ci credo nemmeno io.
    Lui anche, ci amiamo un sacco ma non sappiamo gestire le emozioni, entrambi impulsivi e quasi dipendenti dall’altro…4 anni di croce e delizia, un incastro sessuale fortissimo, sperimentazione e mai noia, e tanti litigi…molti piu bassi che alti e un amore incontrollato e ingestibile…andiamo avanti nonostante fossimo spesso sul filo del rasoio finche negli ultimi periodi ogni volta che si litigava, lui per limitare i danni…se ne tornava a casa sua (abitiamo vicinissimi) e pian piano, diventava sempre piu freddo, si isola sempre di piu e io patisco e richiedendo e sperando in suo abbraccio che, dal suo punto di vista dopo ogni litigio viene sempre meno la voglia di abbracciarmi e di fare le cose assieme per non litigare ( i nostri litigi sono sempre stati per cavolate, appunto perchè come dice lui forse ci amiamo tanto ma non siamo compatibili caratterialmente…è vero, forse…dal mio punto di vista so che potevo e potevamo gestire la rabbia momentanea in maniera piu matura, adesso…ai tempi ci pensavo ma poi nei fatti….)
    Insomma, si allontana da me, punta tutto sul lavoro (entrambi freelance….e precari) io mi sento messa da parte e sola…arriva settembre e gli dico che non ce la faccio più (il mio non ce la faccio più è: mi manchi, non mi sembra quasi che stiamo assieme se non nei momenti dove facciamo l’amore…che sono gli unici ormai di tenerezza da parte sua…lui è comunque una persona che non si lascia andare troppo fisicamente in coccole) e lui mi risponde, allora è la volta buona che ci lasciamo? cosa dici? ormai qui si litiga e basta!
    Ci siamo gia “lasciati” un paio di volte…ovvero una settimana dove ci si sentiva e dopo ci si vedeva…mille speranze e promesse verso noi stessi di volerci…e poi tre quattro mesi dopo…litigio.
    Ora è da settembre che ci siamo lasciati, ci siamo scritti…non scritti…le volte che io non gli ho scritto, mi cercava lui…ci vediamo per parlarci lui mi dice: mi manchi, sono ancora coinvolto e non provo pulsazioni sessuali per altre donne. ma ho messo troppe energie in noi, tu anche e ci ha portato qui….e io e anche tu, dobbiamo focalizzarci sul lavoro perchè ormai siamo “vecchi” e dobbiamo fare qualcosa della nostra vita e se continuiamo a stare assieme ci concentriamo sulle nostre energie negative che ormai sembrano il nostro pane quotidiano.
    Ci siamo anche visti un paio di volte, perchè io nella mia testa malata e innamorata persa ho pensato che magari vedendoci piano piano, e stare bene (che è ciò che è successo le due volte che ci siamo visti) magari, possiamo ricostruire in maniera più adulta un rapporto che non è finito.
    Negli ultimi giorni, io gli ho chiesto di vederci, e lui mi dice che vorrebbe e che gli manco e che è triste ma che forse è deleterio (e ha ragione lo so) perchè non stiamo piu assieme e potrebbe incasinare le cose.
    Poi se gli scrivo troppo (e devo dire che in questi giorni non sono stata troppo lucida perchè molto giu di morale) lui dopo un pò…non mi risponde…
    Non so se torneremo assieme mai…quello che so è che io sono molto innamorata, lui credo anche, e che ci dobbiamo aiutare a lasciarci (parole sue).
    Se continuo a sperarci sono un’idiota?
    Grazie se mi risponderai

    • Ciao Aria
      E’ difficile dare giudizi su quello che stai vivendo… potrebbe essere la classica “scossa di assestamento” e cioè uno spazio che lui sta prendendosi per il bisogno di allentare la “morsa emotiva”… vedi Aria, quando ci si concentra troppo sulla coppia inevitabilmente si finisce per scoppiare, i rapporti che funzionano meglio sono quelli in cui entrambi riscoprono le proprie autonomie, si concedono delle pause dell’altro senza che qualcuno se la prenda a male… quando si vive ogni giorno sempre e solo con l’altra persona, si è inevitabilmente a contatto con tutti i difetti di quest’ultimo, le incompatibilità caratteriali ci stanno in una coppia però quando devi affrontarle costantemente rischi di stancarti e così ti allontani… quindi, il modo secondo me più efficace di agire in questo momento è quello di assecondare il suo bisogno di distanza, senza assillarlo (essere troppo incalzanti è decisamente controproducente)… inizia a staccarti come a lasciargli intendere che ti sei rassegnata e che stai dimenticando anche tu, vedrai che molti processi cambieranno, che magari sarà lui a farsi sentire… abbi pazienza e confida nel tempo, in questo momento è l’unico alleato che hai… spero d’esserti stato utile… un saluto e buona vita

      • Grazie Art per la tua risposta, eh si…son cose che so, ma sentirmele dire da qualcuno al di fuori e che quindi può darmi una conferma disinteressata ed obiettiva mi dà energia :) cercherò di seguire il tuo consiglio, d’altronde non posso obbligare ne voglio… tempo fa in un discorso che abbiamo affrontato io gli chiesi, e quindi ci dobbiamo aspettare? e lui mi fece intendere che se il tempo per noi avrà ancora spazio, ci riincontreremo. Lo spero tanto…e nel caso spero che potremo gestire le cose in modo migliore!
        Grazie ancora ti abbraccio e buona luce a te!

  41. Ciao Art,
    Volevo da te un opinione.
    3 anni fa ho subito una delusione d’amore! E finita una storia di 4 anni. Lei e scappata con un altro.
    Periodo molto difficile per me. In quell tempo ho cominciato a uscire con un altra ragazza,inizialmente amicha. Con lei ho passato molto tempo e man mano ci siamo avvicinati,finche e arrivato il primo baccio e poi mesi di passione.
    Il problema era che lei era fidanzato con un altro che l’aveva conoscitua pocci mesi prima di me.
    Ho cercato disperatamente di chiudere questo rapporto ma non c’e l’ho fatta.
    Ogni volta che andavo via lei mi suplicava di tornare.
    Dopo 2 anni insieme , lei si doveva insieme con il suo marito ormai (l’ha sposata per causa dei documenti) spostarsi a new york. In quell periodo abbiamo dichiarato amore eterno e che anche questa volta potevamo resistere. Infatti e stato cosi per un periodo di piu o meno di 1 anno.
    Poi..un mese fa o notato un specie di fredezza da parte sua…non c’era piu dialogo..non parlavamo piu su skype..usciva tutta la notti fuori con i amici ecc.
    Sono impazzito. Cercavo sempre spiegazioni e lei mi diceva che stava cercando di passare il tempo perche li mancavo…che sognava una vita con me…che sarei il pappa dei sui figli e cazzate del genere.
    Pero non ero convinto. Ho capito che le cose non c’erano piu come prima.
    Dopo le prime difficolta in america lei adesso dopo un anno aveva un ottimo lavoro…un gruppo di amici…un bella machina ecc. Quindi da quella che piangeva su skype ogni notte perche li mancavo ,adesso avevo tutto quelle cose che sognava di avere.

    Dopo un mese in questa situazione io non c’e l’ho fatta piu. Ho deciso di interrompere questo raporto che mi stava ucidendo ogni giorni e in piu. Gli ho chiesto di non scrvermi piu e infatti e successo cosi. Sono ormai 5 giorni che non ci sentiamo piu.
    Io sto soffrendo molto…e lei? Non so. Ci sono dei momenti che gli voglio scrivere pero poi capisco che e inutele. Cosa ne pensi tu? Ho preso una buona decisione?

    P.s Scusami per gli errori nella scritura. Sono albanese. Seguo la tua pagina da anni ormai e ti vorrei sinceramente ringraziare per questi consigli che mi stanno aiutando molto.
    Ti saluto. Max

    • Ciao Max… la spiegazione della sua freddezza in qualche modo te la sei già data, lei sta vivendo un periodo fortunato e per il momento gli bastano tutte le novità del posto in cui vive e sicuramente tutti i vantaggi che ne sta ricavando, è triste ma le persone a volte sanno essere terribilmente egoiste. Adesso, io non sono molto d’accordo con le relazioni a distanze, specie quando dall’altra parte la persona ha già un altro: l’amore ha bisogno di contatto fisico, di sguardi, di carezze… in questo modo è facile dimenticare. Nonostante tutto non considerare finita ogni cosa, probabilmente lei si stancherà della novità e tornerà a chiamarti perchè con il suo compagno attuale non sta bene… è una cosa che farà perchè è tipico delle persone egoiste non curarsi delle conseguenze delle loro azioni; a questo punto sta a te decidere se lei è la persona giusta o se non faresti meglio a liberartene una volta per tutte :)) un abbraccio e buona vita

      • Ti ringrazio per il consglio e per il tuo tempo. Specialmente la parte del “egoismo” mi ha chiarito le idee. Ho passato una settimana molto difficile,pero adesso mi sento molto meglio.
        E vero che in distanza e specialmente quando in mezzo ce un altro e molto facile dimenticare.

        • Ciao Max… sono contento di esserti stato utile. SI, la distanza ed un altro in mezzo ti aiuteranno ad allontanarti prima, credimi… meglio che questo tipo di sofferenze passino in fretta che si allunghino inesorabilmente… la tua mente ha già iniziato a rassegnarsi e la seguirà anche il cuore… devi solo aspettare e se vuoi, nel frattempo, tieniti impegnato, divertiti e goditi la vita… un forte abbraccio

      • Ciao Art,
        Ritorno qua dopo 4 mesi di alti e bassi nella mia relazione.
        Come hai gia detto tu lei dopo due settimane si e fatta viva dicendomi che non poteva vivere senza di me ecc. Ci siamo mesi di nuovo insieme anche se a distanza.
        La storia ha iniziato da capo di nuovo. I primi giorni erano fantastici..poi tutto e diventato come prima. Dopo due mesi di litigi ha preso l’aero ed e venuta da me. La vedevo freda. Per caso ho preso il celullare ed ho scoperto che da un mese parlavo con un altro…Mi e caduto il mondo adosso anche se lei diceva che e solo un amico che io non ero a conoscenza. Dopo una settimane molto fredda e tornata a new york.
        Diceva che mi amava e che per il momento non potevamo insieme perche lei non poteva lasciare “il marito” per causa dei documenti ma anche perche io stavo lontato.

        Tramite un avvocato a new york ho scoperto che infatti tutto questo era una buggia ed io ho soferto due anni di distanza quando invece lei poteva divorziarsi senza nessun problema. Mi sono incazzato. Dopo una telefonata fredda da parte mia dove gli chiedevo perche mi aveva mentito…dopo due giorni mi ha lasciato.

        Da questo momento e passato un mese. In questo periodo solo qualche chiamata cordiale “come stai”.
        Fortunatamente ma anche sfortunatamente io ho preso il visto e potev trasferirmi a new york dove lei vive…Ho lasciato il lavoro..i miei genitori..tutto.
        Lo chiamato e gli ho detto che venivo li ma dopo cinque minuto mi sono pentito come un cane. Mi ha detto che non dovevo andare li con li pensieri che lei tornerebbe perche la storia tra noi due ormai e gia finita e lei non sente piu niente. Infatti mi ha detto che si sentiva cosi gia da cinque mesi.Voleva restare amici perche mi voleva benne ma niente di piu. Dopo questo ho fatto un block totale su ogni social.

        Tutto qua. Adesso io prendo un altr direzione e mi trasferico a Boston dove vive mio zio. Mi sono pentito…mi sono arrabiato…mi sono incazzato…mi sono sentito preso in giro…cerco delle risposte..ma credo che questa volta e veramente finito.
        Sono tornato da te e ti confessato tutto questo perche sei l’unico che ti capisce.

        Grazie Art. Ti Saluto

  42. Ciao Art..mi sono imbattuto per caso qui proprio oggi e non ho potuto fare a meno di buttarci più di un occhio, anche perché leggere quanto hai scritto mi ha dato la possibilità di capire tante cose che apprezzo molto; naturalmente il tutto colto anche dalla disperazione che sto passando e che mi porta quindi a vagare sul web :(..
    Io ho 27 anni e la mia ex 22, e prossimi ai 5 anni, verso metà novembre dell’anno appena passato mi ha lasciato, cercherò di spiegarti il tutto cosi da darti magari una panoramica generale.
    Lei da piccola (12-13 anni), a causa dei continui problemi e litigi tra i genitori, l’assumersi troppe responsabilità ed i continui trasferimenti di città in città per motivi di lavoro del padre, è arrivata a fare un gesto molto estremo…Grazie a Dio poi tutto è andato bene ed in seguito per superare ciò che aveva passato si è sottoposta a mesi e mesi di terapia da uno psichiatra; questo naturalmente ha fatto si che lei cambiasse anche di carattere, da persona molto fredda e chiusa per i motivi citati, a molto più serena e tranquilla. A 17 anni poi ci siamo conosciuti e messi assieme (lei al suo primo vero amore serio). Il primo anno andava tutto alla grande, nonostante le classiche litigate, dovute anche a 2 persone molto orgogliose e diverse di carattere, poi per i 2 anni e mezzo seguenti abbiamo avuto un enorme periodo di buio, tra alti e molti bassi, dovuto al fatto che io stavo molto male per gravissimi problemi di salute sia miei e poi di mio padre.
    Come molte volte succede in questi casi, non per volere, ma per una semplice questione che proprio non riuscivo, non sono stato in grado di dedicarle le attenzioni di cui lei aveva bisogno, dandola molte volte per scontata o altro…Lei però mi è rimasta vicino nonostante tutto, facendo anche sacrifici e rinunce, e nonostante mi avesse “minacciato” che mi avrebbe lasciato, non aveva mai avuto il coraggio perché mi amava troppo. Per fortuna alle fine di questi 2 anni e mezzo, proprio quando le cose erano al limite, io mi sono ripreso e sono riuscito a dedicare tutto me stesso nel rapporto. Le cose andavano molto bene, lei era stra felice, litigavamo poco o nulla, eravamo veramente felici (o almeno all’apparenza); a maggio dello scorso anno, ad un anno dalla mia ripresa, iniziamo insieme un percorso lavorativo, fu molto stressante, ed io che avevo fatto di tutto per farla entrare in quel settore, forse poi fui troppo duro nei suoi confronti perché mi sembrava non si impegnasse dopo tutto quello che avevo fatto per lei e per farla entrare. Questo portò ad andare avanti tra alti e bassi sino appunto ad inizio Novembre, quando verso inizio mese, avemmo una pesante discussione per messaggio per il lavoro..lei mi disse che era stanca di discutere e che si sentiva più lontana da me..Nelle settimane dopo cercammo subito però di rimediare, tanto che lei mi scrisse in un messaggio che era contenta che tra di noi le cose si stavano aggiustando e che non voleva che le cose andassero male perché mi amava tanto. Dopo qualche giorno però arrivò la batosta, mi disse di volermi vedere, all’inizio sembrava volesse solo una pausa, molto spinta, ma sempre pausa (anche perché mi disse che mi amava e che non riusciva a vedere un futuro senza di me, ma era stanca di tutto questo che era successo); dopo circa una settimana mi manda un messaggio dicendomi che durante la settimana si era accorta che non le mancavo e che non mi amava più (e quando le chiesi perché allora mi aveva detto poche settimane prima che mi amava tanto se non era cosi, lei rispose che era solo abitudine..), che aveva bisogno di concentrarsi solo sulla sua vita e godersi le cose perché che sin ora non lo aveva fatto…La sera riuscì ad avere un incontro dove mi disse le stesse cose, in maniera molto meno diretta, ma comunque sempre le stesse..Passai settimane d’inferno..Un giorno mi cerca e mi dice se per caso potevo aiutarla con il lavoro (non so se ho fatto bene o male..); le diedi una grossa mano per una decina di giorni, alla fine arrivammo anche a baciarci (io mi pentì perché anche se al momento fu bellissimo lei i giorni dopo, colta dai sensi di colpa, mi disse che contraccambiò solo per desiderio fisico e non per amore). Le settimane dopo, nonostante da lei ricevessi messaggi freddi o comunque assai distaccati, le dissi (anche di persona) che avrei lottato per lei con tutto me stesso e che non potevo/volevo perderla (avendo io ed avendole fatto capire i miei errori e dove potevo cambiare). In questo mese e mezzo appena passato (con tanto di regalo di natale da parte mia e 2 lettere dove le dicevo svariate cose), nonostante lei abbia capito che io in certe cose ho davvero svoltato e sono veramente cambiato, ed apprezza davvero tutto questo, però continua dritta per la sua strada, dicendo sempre le stesse cose: ossia che non prova il sentimento che provo io, mi vuole molto bene certo, non dimentica tutto quello che abbiamo passato, cosa sono stato per lei e cosa sono, ma non mi ama più, vuole dedicarsi a se stessa, al suo futuro ed ai suoi progetti di vita, vuole stare sola e non essere fidanzata, godersi e prendere le cose cosi come vengono. Ha detto che ha messo da parte quella fase della sua vita ed ora è passata a questa, che questa fase la soddisfa di più per ora e sembra appartenerle di più, che è serena e felice.. (lei ora inoltre è tornata in cura da un psicoterapeuta, e di sicuro come avrai ben capito, non è una ragazza come tutte le altre a causa di quello che ha passato, e di sicuro passare quegli anni molto difficili sono stati per lei un vero macigno che hanno fatto riaffiorare vecchie ansie e problematiche)..
    Io in questo mese e mezzo ho cercato di starle vicino, farle capire le cose, farmi vedere presente e disponibile per ogni cosa, ma ovviamente la sua idea è rimasta quella; passo intere giornate a letto anche piangendo, e soprattutto durante queste feste ho l’umore sotto terra, mi sento vuoto e come se avessi perso tutto, anche perché arrivato a 27 anni stavo già iniziando a fare progetti e pensare che fosse lei la donna giusta..
    Io sinceramente non so come comportarmi, ho paura che se faccio il classico “no contact”, quel briciolo di sentimento che le rimane sparisce del tutto e per lei non sarò altro che un ricordo, ma ovviamente anche continuare come ho fatto sin ora serve a poco, se non a pressarla e stufarla ed allontanarla ancora di più..

    Chiedo scusa in anticipo se ho scritto troppo e male magari, mi piacerebbe avere un tuo consiglio sul da farsi, visto che sono in balia più totale delle onde e della disperazione, grazie davvero e buon inizio di anno.

    • Ciao Fabio, non hai scritto troppo nè tantomeno male :)) La questione che mi metti davanti è abbastanza chiara: dopo anni di “dipendenza affettiva” nei tuoi confronti, esasperata anche da quella lavorativa (e già… mettersi a lavorare con la propria donna non è proprio la migliore delle situazioni), lei ha sentito un bisogno di indipendenza che a me sembra anche piuttosto naturale visti i trascorsi di lei. Adesso, gli scenari che ti si prospettano sono sostanzialmente due, il primo è lei che dopo un certo periodo di “indipendenza” torna da te soddisfatta, il secondo invece nel quale continua per la sua strada da sola o ahimè in compagnia di qualcun altro. Anche nell’ultimo caso comunque non salterei a conclusioni immediate… vedi Fabio, a volte le persone che non hanno equilibri interiori solidi tendono a “svalvolare” e fare cazzate, sono vittime di una ricerca senza fine di qualcosa di nuovo che possa stimolarle e spesso non riescono ad accontentarsi dei rapporti stabili e sicuri, di amanti che gli hanno dato tutto. Sicuramente, in questo momento devi assecondare il suo desiderio, lasciagli 1 o 2 mesi senza dargli tue notizie, fingiti disinteressato, vedrai che se qualcosa di buono dovesse risvegliarsi in lei, questo accadrà prima che tu possa farti nuovamente sentire. So che è difficile e che ti capiterà di morderti le mani per evitare di fare il suo numero di telefono, ma credimi… essere petulanti ed ossessivi in questo momento fa più male che bene. Non dico che devi ignorarla o trattarla con sufficienza, ma semplicemente fingere una distanza che possa mettere in discussione le sue certezze.
      Spero d’esserti stato utile… tienici aggiornati

      • Ti ringrazio per la celere risposta. Era quello che infatti mi ero riproposto di fare da qualche settimana, ma come succede, non ho avuto la forza ed ho ceduto miseramente. Non me ne vergogno comunque, perché quando ami una persona è cosi, ma starle molto vicino come fatto sin ora ha portato a poco, quindi a malincuore ed a costo di starci male, per qualche mese dovrò farlo davvero…spero di poter tornare qua tra qualche mese a scrivere con qualche buona nuova.. (nel frattempo ti leggerò con moltissimo piacere, grazie per il consiglio). A presto.

  43. ciao Art, innanzitutto grazie per la forza e la concretezza dei tuoi lunghi articoli che mi stanno aiutando ad affrontare la fine del mio rapporto, ufficializzatasi un paio di giorni fa dopo che, sino ai primi di novembre e dopo due anni di intensa convivenza sembrava (ahime povero pollo..) andare per il meglio.. routine a parte..
    Ti riassumo “long story short” dicendoti che di punto in bianco la mia lei mi sbotta dicendomi dalla mattina alla sera che non era piu sicura di noi (questo ai primi di novembre..)..
    Tornato dalla mia trasferta di lavoro ne parliamo (lei di ghiaccio) e dopo una lunga discussione prendo le mie cose e me ne torno nella mia citta natale (a 300 km di distanza).
    Dopo una settimana il suo primo ripensamento: mi chiede di tornare. Riecco il pollo: torno (anche se non con tutta la roba mettendo in chiaro che avremmo affrontato dubbi ansie e paure INSIEME)…tempo 3/4 settimane, sesso quasi zero e riesplode prima di natale obbligandomi a tornare a casa con MIA madre…
    provo a lasciarle il tempo utile per ragionarci su…ma poco piu di una settimana di suoi pseudo tormenti e con la freddezza di un cyborg alla fine decide che non è giusto andare avanti,,,che siamo troppo diversi, due citta, due modi di vivere e le solite cagate.
    Io le dico che secondo me potevamo affrontare se mi amava quanto io amavo lei, ma lei nulla. Era irrecuperabile (non mi amava ABBASTANZA…) A questo era arrivata dopo essersi tenuta dentro dubbi che duravano da mesi e col cuore in mano mi disse di essere arrivata a tal punto prima di potermi tradire causa dubbi per rispetto nei miei confronti.
    Mi conferma due giorni fa nell ultimo messagggio che anche in queste fasi di distacco non è mai stata con nessuno…
    Cosi Io a malincuore comincio a farmene una ragione e cancello piano piano foto e post che LEI inoltrava sulla mia bacheca FB quando da povero illuso pensavo fossi davvero l’amore della sua vita e proprio mentre mi accingo con difficolta a rimuovere lei dagli AMICI (non facile…) e archiviare i nostri ultimi messaggi… PAF! Ecco l’impensabile!!!! Un messaggio da parte di un profilo strano (simili ad un FAKE) tipo un nome Thailandese con due foto in croce, nessun dettaglio a parte la citta in cui vive (NEW YORK) e foto qua e la di zoccole e persone da tutto il mondo come amici…
    La cosa strana è che il messaggio in questione a me rivolto coincide in maniera imbarazzante con il suo primo SBOTTO (della mia ex, avvenuto i primi di novembre) messaggio del tale datato 10 novembre….in cui in maniera oscena degna di una sana ripassata manuale da parte mia (e possibilmente con una spranga o pugno di ferro) sostiene che si era scopato poche settimane prima la mia ragazza fornendo un paio di dettagli sessuali che anche se non precisi al microscopio…ahime coincidono, come il fatto oltretutto che lui sapesse che io mi trovavo via per lavoro durante la settimana (cosa peraltro vera e che era iniziata appunto da poche settimane)………
    Ora, immaginatevi il mio stato d’animo. Fatalita l’ho letto solo a distanza di un mese e mezzo (proprio il periodo in cui cominciammo a staccarci) ed ora per quanto forse non me ne renda conto o forse non ci riesca a credere perche lei sin dall’inizio mi ha ribadito che proprio perche non voleva arrivare al punto di tradirmi causa dubbi, che voleva stare da sola etc…mi trovo di fronte a uno schifoso e vigliacco che
    1) in quanto merda umana si era preso una cotta a distanza vedendone le foto e ha pensato bene di scrivermi quella vigliacchieria giusto per invidia
    2) abbia fatto davvero cio che temo e che mi ha detto..
    e l’unico motivo per cui vedo una sua pseudo ammissione sta forse nel possibile “rigetto” da parte di lei, causa pentimento immediato, cosa che lo ha portato a sfogarsi con il povero (e forse cornuto) oramai indiretto interessato.
    PS: in passato coi suoi due ex (onestamente due persone mooooolto “diverse” da me….arrivò comunque a tradirli e anche se adesso posso sembrare l’ultimo dei CO…NI vi assicuro che ero arrivato al punto di fidarmi perche lei sembrava essere davvero cambiata….(ma si sa che il lupo perde solo il pelo…)
    l’unica cosa che ho fatto finora è stato segnalare il COGL…NE a Facebook e eventualmente mi potrei informare per quererlarlo alla polizia postale…..
    ma con ME e con LEI ora che me ne sono quadi staccato..Come comportarmi? Andare avanti e basta lasciando che il tempo faccia il resto…?
    Grazie mille!!!

    • Ciao Paul e scusami il ritardo nella risposta… se fossi in te lascerei perdere tutta la storia di facebook, ci sono troppe merde e mitomani nonchè frustrati segaioli che si divertono a fare questi scherzi, magari neanche la conosce la tua ragazza… io al momento mi farei bastare la sua decisione; a volte crediamo che il nostro amore sia così grande che anche se l’altro decide che è finita noi possiamo fargli cambiare idea… ebbene… non è così, ahimè si tratta sempre di un altro individuo che può smettere di amarci perchè si è invaghito di qualcun altro o anche solo perchè non sente più il sentimento che c’era prima… l’unica arma a nostra disposizione davanti ad una decisione ferma da parte del perduto amore è la ritirata… che non significa mollare definitivamente ma semplicemente metterci in stand-by, dare la possibilità al perduto amore di stare senza di noi e di non avere il nostro fiato sul collo, in questo modo potrebbe anche nascergli dentro il bisogno di rivederci, di riprovarci… come anche niente di tutto questo… in ogni caso il pressing non serve a niente. Vedi come va nei prossimi mesi, cerca di essere discreto e sopratutto non essere incalzante o pedante.. .lasciale intendere che ti stai facendo la tua vita e sei rassegnato ed osserva la sua vita senza farti notare.. . se non cambia nulla, comunque avrai già iniziato il processo di allontanamento e sarà più facile venirne fuori, in caso contrario potrai essere tu a negoziare le condizioni. Spero d’esserti stato utile, un caro saluto e buona vita

      • Ciao Art, grazie per aver trovato il tempo di rispondermi. Sai, in attesa di vedere un tuo cenno mi sono dovuto trattenere e non poco dal prendere l’auto e farmi 600 km A/R in giornata solo per estorcerle una confessione che forse, non sarebbe arrivata comunque..
        Vero o no quella Merda Umana.. sento che lei non è stata del tutto leale e trasparente con me…D’altronde una che coi suoi due ex è arrivata al punto di tradire prima di mollare anche se ti giura amore eterno, difficilmente CAMBIA il suo modo di affrontare i VERI problemi..
        E poi ci sarà stato un motivo dico io perché FB mi avesse accantonato quel maledetto msg fra gli archiviati senza che me ne accorgessi fino a subito dopo la rottura definitiva..Evidentemente doveva andare cosi: per mettermi spalle al muro con le mie riflessioni e col mio dolore fino al momento in cui avrò affrontato in maniera matura il dolore di questa separazione e sarò cresciuto MOLTO più di lei. Ma soprattutto finché sentirò di essere pieno di fiducia nei miei mezzi, anche da solo e senza un AMORE che in realtà non era del tutto vero..Con buona pace se due anni prima mi aveva giurato amore eterno in tutti i modi e piano piano si riscopriva piu bella, piu determinata, piu in forma, piu incline a lottare per i suoi sogni perche accanto a sé c’era qualcuno di forte ed equilibrato che le dava fiducia, amore e rispetto, che a modo suo le faceva credere di piu in se stessa e le aveva insegnato cosa voleva dire Amare e Rispettare… Ehhh NO..Troppo facile tenersi tutto dentro con la scusa del “Forse non ti amavo abbastanza”, siamo troppo diversi, con te non mi sento del tutto me stessa perché mi “correggi” (su piccole cazzate superabilissime..con un minimo di maturità) e con lo spettro dell’ex che ogni tanto chissà perché tornava fuori…Pensa la sua ingenuità: ho scoperto con uno dei miei migliori amici che lei in confidenza l’estate scorsa gli aveva detto che la notte ogni tanto non dormiva serena perche il fantasma di questo amore MALSANO per il suo ex che latitava tornava fuori….Solo quando abbiamo rotto (senza che io potessi lamentarmi mai con lui visto che lei faceva sembrare tutto rosa e fiori..) lui mi ha finalmente rivelato sta cosa poichè si sentiva imbarazzato e perché pensava tutto sommato che le cose andassero bene..
        Ora che piano piano me ne sto facendo una ragione (anche se a momenti è ancora dura e inconsciamente spero in un suo cenno) credo di cominciare a capire come in futuro non solo dovrò assecondare di più il mio sesto senso (i primi mesi comunque faticavo a fidarmi “pienamente”) ma soprattutto a non prendere per oro colato paroloni, lettere e post strappalacrime…Guarderò soprattutto ai FATTI, con la speranza di trovare una persona che abbia fatto un suo vero percorso e sia pronta a condividere obiettivi comuni ai miei, senza paura di doversi tenere le cose dentro…Ed io senza la fretta di dover ripartire..solo quando avrò riassaporato il VERO me che non ha bisogno di pendere dagli affetti di qualcuno per sentirsi bene e in pace con se stesso.
        Scusa per aver farcito nuovamente di particolari un post che aveva lo scopo prioritario di ringraziarti per la risposta che mi avevi dato..Ma mi è servito anche per tirare le somme sui fiumi di pensieri che mi hanno assillato in questi ultimi tempi..
        Non smetterò mai di ringraziarti con tutto il mio cuore per il tuo contributo e per averti trovato in un momento cosi delicato.. Buona vita anche a te

  44. Ciao Art ! Mi sono imbattuta nel tuo sito per caso, e ho già letto tantissimi articoli! Sei una persona molto interessante, e scrivi molto bene!!:)
    Ti scrivo perchè.. mah, non lo so nemmeno io perchè per la prima volta mi ritrovo a scrivere dei miei problemi su un blog, forse sono davvero a corto di punti di vista :P..Non che ci sia qualcosa di male, ma da parte mia non è la normalità farlo !
    Io ho 30 anni lui 39, abbiamo avuto sin dal primo giorno che ci siamo incontrati, un feeling pazzesco.Solo che poi dopo un pò mi sono ostinata a dire per parecchi mesi che non c’era nulla da parte mia, e invece lui era innamorato e insisteva a dire che ce n’era..
    Dopo un pò di mesi ci siamo messi insieme, e nel frattempo ho iniziato ad andare dallo psicologo perchè avevo l’autostima talmente sotto ai piedi, che nonostante avessi capito mi fossi innamorata di lui, cercavo di esser schiva e allontanarlo..sono stati due anni un pò duri, nei quali mi è sempre stato vicino nonostante i miei tentativi un pò imbranati di dimostrare coi fatti che l’amavo, e nonostante tutte le mancanze che ho avuto nei suoi confronti. Fino ad arrivare all’ultimo mese, dove non riuscivamo più a comunicare, lui era frustrato per i progetti che non volevo far decollare, e la mia immobilità, il mio trovare da discutere per stupidaggini in continuazione.Avevo preso anche a svalutarlo, io che sono stata la prima a vedere il lui milioni di cose bellissime, l’uomo dalle possibilità, io che l’ho spronato a tirarle fuori perchè le qualità esistevano ma non ci credeva lui..
    Lui ha visto in me la ragazza che gli ha colorato la vita dopo la fine di una brutta storia 5/6 anni prima, la ragazza con cui costruire e realizzare i sogni di vita :)
    bè, niente, arriviamo a questo mese di litigi intenso e mi lascia, “è durissima dover rinunciare a te, ma non credo più nel fatto tu volessi davvero stare con me, sono deluso, si è rotto qualcosa”.
    Nessuna donna in mezzo, “solo” tanta stanchezza e tristezza :(
    Io ero ai”botti finali” nella terapia, infatti aiutata anche da questo “schock”, sono rinata: ho ripreso possesso di mè stessa, abbandonando tutte le minchiate che mi avevano influenzato da piccola, scoprendo che anche io merito le cose belle, e che tanto male non sono, che ho un posto nel mondo e sono contenta di essere così.. che finalmente sono in grado di amare e lasciarmi amare :) finalmente vedo positivo, e mi sento piena di vita perchè ora che credo in me, è tutto possibile!
    Capirai quando due mesi dopo ho tentato di riprendere il mio ex! Lui che ha visto tutto quel che c’era di buono in me, ed era rimasto per quello….. mi lascia e io, per usare parole sue ” certo, io ti lascio e magicamente dopo 2 mesi è tutto a posto”…. Insomma per tagliare, se no ti tengo qui fino a domani, i primi due mesi mi scriveva spesso, poi appunto sono tornata per riprenderlo e da lì è seguito un mese e mezzo di no contact…Una mia amica gli ha fatto sapere che mi stavo davvero allontanando, e -_- magia, mi chiama il giorno stesso.Mi chiama per parlare del più e del meno, e seguono altrettante telefonate uguali..dove va tutto bene e c’è la complicità di sempre, non ci sono casini, è tutto normale!…fino a quando poi ora, dopo altri 30 giorni, non ne posso più io di stare nel dubbio.Partiamo o no?…. lui che mi dice ” mi hai chiesto di vedere come sei cambiata, parlami di te, dimostramelo ecc , poi si vedrà se ci si piace ancora se ne riparlerà “…..MA TUTTO QUESTO PER TELEFONO!!? Abitiamo a 150km di distanza, una stronzata! A casa mia dopo tutto il mio “parlare ” durato anni, e mai conclusosi in fatti, non ha senso scriversi o sentirsi per telefono,,,e vedersi….”mah, forse “…ci vogliono i fatti!! consapevole anche lui che sia difficile dimostrare di esser migliore per telefono, mi chiede ugualmente di essere me stessa e basta, di farmi conoscere.Quindi alla mia domanda ” se hai una risposta ora, è la stessa tra un mese”, mi sento rispondere che non pensa a niente altro e non può dirmi altro che ” comportati da te stessa”.
    O_O ….Ecco qua, spero tu possa stupirmi con il tuo punto di vista creativo, che mi ha affascinato nei tuoi articoli!…io…mah, sono un pò allibita.Sottolineo che ho una vita sana, ho preso a far sport costantemente, esco, mi curo ecc. quindi non sono assolutamente alle pendace di lui.. certo, per ovvie ragioni ci soffro un pò così.Grazie infinite :*

    • Ciao Laura… anzitutto grazie per le parole di apprezzamento nei miei confronti :)))
      Riguardo quello che mi scrivi, se ho ben capito lui inizialmente sta con te nonostante il modo in cui sei fatta, poi decide di lasciarti perchè scopre che non è quello che vuole proprio quanto tu stavi già iniziando a cambiare, a rinascere… ora, prendi quello che ti dico con le pinze perchè non conoscendovi personalmente non posso esprimere alcun giudizio ma a mio parere non si ama una persona per come è fatta, spesso (forse sempre) l’amore è questione di odori, sguardi, tenerezze nei confronti di particolari insignificanti… so che le persone si convincono di amare o di essere amate per i più svariati motivi e tentano anche di trovare giustificazioni quando quel sentimento finisce, ma la verità è che non ci sono mai ragioni valide per la fine di un amore, se così non fosse non ci sarebbero donne che stanno insieme ad uomini terribili e violenti o uomini che continuano ad amare donne che li tradiscono, per questo è difficile accettare d’essere stati abbandonati o che la persona che amiamo improvvisamente abbia smesso di ricambiare il nostro sentimento.
      Ad ogni modo è ancora presto per saltare a conclusioni, a volte bisogna allontanarsi un pò per scoprirsi di nuovo e magari al tuo lui serve solo un pò di tempo, forse anche un’altra esperienza per capire che ha sempre bisogno di te… fossi in te cercherei di mantenere il no contact, mostrerei la giusta dose di indifferenza, la butterei anche sul “se è così che doveva andare è inutile opporsi”… gli lascerei intendere che capisci e che anche tu vuoi voltare pagina… lascia passare queste feste (solitamente dopo i divertimenti e le serate con gli amici, la solitudine si avverte di più) e stai a guardare che succede… sospendi ogni giudizio e se ti va approfitta di questo momento per dedicarti a te stessa ed ai tuoi bisogni, se c’è un sentimento vero in lui vedrai che non tarderà a saltare fuori, se così non fosse.. beh… inutile dirti che non è stato il primo nè sarà l’ultimo che meriterà il tuo affetto :))) un abbraccio e buona vita

      • Ciao Art! Sono di nuovo qui.. grazie mille, sei stato molto delicato e chiaro:)
        Ti aggiorno…non sono stata brava nel mantenermi distante, anzi proprio per niente! Mi ha chiamato qualche volta lasciando intendere che ci saremmo visti ma non dicendo quando (” lasciamo che i giorni passino”),e insistendo sul voler parlare del più e del meno. Mi ha cercato lui sotto Natale..il problema è che nel sentirmi dire “non so neanche io perché sono ancora qua ad ascoltare, forze c è qualcosa che non ho ancora capito”, mi sono incazzata non poco..E da li ai pochi giorni seguenti ho pressato per avere risposte, su questo ” andare avanti senza senso”.
        Le sue risposte sempre uguali ” cadi sempre su questo argomento, non possiamo parlare di altro? !”, io continuo a non frenare la voglia di sapere, finché un giorno lo chiamo, non rispond, scrive che è impegnato ma poi sparisce.
        In preda al classico film da donna dal titolo ” vedi non glie ne frega niente”, gli scrivo ” ma te quando ti chiamano gli altri non li richiami più? ”
        D: nooo, perché l ho fatto?! E giù a scrivere i vari mi spiace, ho fatto tutto da sola, comprendo che ho insistito e bastava chieder diversamente, bla bla!
        Risultato: sparito. 0 risposte in 15 giorni…e dice all amica in comune che non ho ascoltato quello che voleva, per cui l unico modo per star in pace è stato sparire, che è stanco.
        Là!
        Di sicuro ora sto Buona. Però ho anche compreso che è inutile parlare del passato o cercare di ripartire da li, poiché le persone sono “momentaneamente ” diverse l una agli occhi dell altra. Ho compreso anche come si sta quando non hai risposta e ti pressano: appena mi arriva il pensiero che è sparito mi sale un nervoso che ci metto ore a ripristinare la mia tranquillità! Quindi non dover più aspettare o dare spiegazioni ti dà pace.
        Non so se non contattarlo più , ora, può ancora aver senso :’/ non si capisce mai abbastanza finché le cose non le senti ! Un caro saluto!! :)

  45. Ciao, il mio nome è Laura Woods, stavo passando un articolo e scoperto circa un uomo chiamato Dr Akpabio. Ho sofferto di problemi di rottura con diversi ragazzi. ho dovuto contattare il mago. Steve è stato sul punto di lasciarmi per un’altra donna. ma sono rimasto positivo e creduto potrei riaverlo e farlo rimanere. Lo ed ecco il dottor Akpabio mi ha aiutato. Steve e io sono di nuovo insieme. Dr Akpabio è un uomo così bello, anche lui mi ha aiutato a smettere i miei problemi di salute. Grazie a lui e grazie a Dio per il dono dato a lui. Se avete qualche problema di sorta, in contatto con lui in questa e-mail: drakpabioosulalaspells@gmail.com

    Contattatelo per il seguente e vedere il grande lavoro di Dr Akpabio:
    (1) Se si desidera che il vostro ex indietro.
    {2} Se siete alla ricerca di un posto di lavoro
    (3) Si vuole essere promosso nel vostro ufficio.
    (4) Si vuole donne / uomini che correvano dopo di te.
    (5) Se si desidera un bambino.
    (6) Si vuole essere ricco.
    (7) che si desidera ottenere incantesimi matrimonio
    (8) Togliere malattia dai vostri incantesimi corpo
    (9) incantesimo Affari
    (10) della lotteria numeri vincenti.
    (11) Bring Back Lost Love
    e molti altri.
    è possibile contattarlo tramite il suo e-mail: drakpabioosulalaspells@gmail.com o lo WhatsApp: +234 906 167 0869

  46. Ciao Art,come stai ? Speravo mi potessi dare una mano con la mia situazione sentimentale,cerco di raccontarti i fatti, la mia relazione è durata 2 anni,io ne ho 22 e lei 23,è stato tutto bellissimo i primi mesi come nei film,é stato un colpo di fulmine,andava tutto a gonfie vele poi le prime litigate ma nulla di che ci hanno aiutato a conoscerci meglio.
    Eravamo veramente innamorati ci siamo fatti promesse importanti e pensavamo nulla ci avrebbe diviso,due mesi fa in una litigata al telefono non ci siamo sentiti tutto il weekend,il lunedì seguente ricevo una sua chiamata inaspettata in cui mi chiede dove sono e mi copre di insulti,dicendo che valgo zero,che sono una merda,una nullità in questo mondo e che se esco con i miei amici (cosa che avevo iniziato a fare più spesso) non devo sentirmi importante perché non valgo nulla,e altre frasi cattive,io ho tenuto la calma e sono uscito da casa per parlarle cercando di capire insieme. Lei non voleva saperne,ha tirato fuori la mia ex ed un messaggio audio che tempo fa aveva visto e che la portata a pensare male e farsi viaggi con la mente pensando che fossi andato da lei(che vive in Francia ora) che mi sentivo con lei,io avevo sempre negato di averla sentita perché sapevo il putiferio che sarebbe uscito e conoscendo quanto sia gelosa come persona ho preferito nascondere per il bene di entrambi,infatti quel giorno del messaggio che ha visto ero così preoccupato e spaventato che potesse finire tutto quanto che mi mise a piangere chiedendole di credermi. Ritorniamo a noi lei ha insistito chiedendo spiegazioni in merito a quel messaggio gli ho spiegato che mi aveva mandato un messaggio e che non l’avevo sentita quei giorni ma l’estate ad agosto avevo risposto ad un messaggio senza nulla di che,come stai ecc..
    Lei dopo che le ho confessato di averla sentita tra l’altro in un periodo in cui non ci sentivamo mi ha staccato il telefono dicendomi vai da lei,anche se crepi non ti credo più basta così e altri insulti io li ho perso la testa ho cercato di contattarla ma senza spiegazioni,io confesso sono diventato dipendente da questa persona e il pensiero di perderla mi ha portato a volermi suicidare perché non vedevo più nulla nella mia vita,cercai di farglielo capire con dei messaggi lei allarmata mi chiamo cercando di calmarmi sembrava la situazione stabilità tornato a casa tutto come prima non riusciva ad accettare quella conversazione,io ho tentato ogni approccio ma ricevevo solo freddezza e menefreghismo. Pretendeva che facessi qualcosa ben più grande di messaggi,audio e chiamate,io avevo perso la testa non sapevo come comportarmi ogni volta che vedevo compromettersi la nostra storia pensavo al suicidio ero entrato in un tunnel senza via d’uscita, a lei ho dato tutto me stesso e ho fatto sacrifici e non potevo credere che tutto fosse perso in questo modo.
    Dopo l’ennesima telefonata eravamo distrutti io avevo perso i sensi e anche lei,sono stato male non ho cenato ne pranzato quei giorni,avevo chiamato un mio amico per aiutarmi poco prima che la situazione mi portasse a stare così male,ormai era già arrivato e non volevo che lei pensasse che fossi uscito con un amico quando in realtà ero distrutto quindi ho preferito non dirgli nulla al riguardo.Il giorno dopo la situazione era ancora peggiora non voleva ne rispondere ai messaggi ne alle chiamate,quindi deciso di andare da lei a Como (io abito a Reggio Emilia) glielo dissi,lei mi rispose che dovevo venire prima da lei e trovarmi alle 7 di mattina,mi accompagnò un mio amico arrivato ero disperato non riuscivo a calmarmi,piangevo disperatamente senza che lei muovesse un dito o cercasse di calmarmi,impassibile e fredda, inizio a farmi domande poi chiamò il mio amico che era nei paraggi facendogli domande e scoprendo inesattezze,bugie che purtroppo gli ho detto ma nulla di grave si trattava di dove avessi preso delle scarpe alcuni mesi fa,di quanto avessi pagato un telefono,di dove avessimo parcheggiato la macchina e altre cose che definirei dettagli o dove avessimo trascorso la serata,cose che ammetto potevo evitare e che ammetto come l’ho fatto di fronte a lei di aver sbagliato,da lì dopo quello che sentì per lei fu sconvolgente e iniziò a dubitare di tutto persino del mio passato creandosi scenari inesistenti e facendomi passare per una persona completamente falsa nonché un traditore,io non riuscì a sopportare la situazione volevo sparire all’istante,mi volevo buttare nel lago e affogare avevo perso il senno della ragione se non fosse stato per il mio amico non saprei che fine potessi fare.
    Lei non si mosse di un passo,fredda e immobile nonostante le lacrime infinite e il momento che passavo ero in uno stato che non si può immaginare come se tutto ciò di bello passato fu cancellato,mi sono sentito valere zero e non importante cosa che mai credevo mi potesse fare sentire perché ero per lei la persona migliore al mondo,il più importante che mai mi avrebbe lasciato,si riteneva fortunata e spesso era incredula che io una persona ai suoi occhi bellissima potessi stare con lei. Ero tornato a casa le sue ultime parole erano dammi tempo per pensarci per ora è più un no che un si,io non riuscì a dormire gli ho mandato messaggi che venivano dal mio cuore cercando di farla ragionare e riuscire a capovolgere “quel più no che si” in “un più si che no” ero veramente disperato ammetto di non averle dato tempo dovuto per riflettere ma sono momenti in cui si segue solo il cuore,non riuscivo a non piangere e scrivergli quanto è importante e fargli arrivare il mio amore,lei riuscì a rispondermi ma mi scrisse solo perché aveva altri dubbi e rinfacciarmi situazioni da lei inventate come ragazze in spiaggia,cugina che volevo sposare ecc siamo arrivati a vere e proprie fantasie io non riuscivo a crederci cercavo di dirle come stavano le cose e negare l’accaduto ma era inutile per lei io ero un traditore bugiardo,mi scrisse basta è finita,FINITA io non riuscivo a crederci la chiamai immediatamente per capire il perché e dimostrarle che quelle sue idee erano sbagliate mi feci aiutare da mia madre che cerco di spiegarle i fatti magari a lei gli avrebbe creduto,a parte i toni sbagliati di fronte a mia madre mi disegno come un bugiardo a cui nessuno dovrebbe credergli e che nemmeno mia madre mi conosce e cosa più triste è stato quando disse a mia madre che se mi fossi gettato nel lago mi sarei un po’ bagnato ridicolizzando il fatto.
    La conversazione al telefono termino da parte sua con dammi altro tempo per ora è più un no (60%) che si(40%),io distrutto spensi il telefono e andai a dormire il giorno dopo non le scrissi non feci nulla,verso le 20:30 mi arrivo un suo messaggio di addio in cui diceva che era crollato un castello di sogni che non mi vede più come il ragazzo di prima ma bugiardo e traditore e che non conservera alcun ricordo di questi anni mi augurò belle cose,un futuro migliore e buona vita solite frasi io li per li mi sono sentito svenire. Ho preso il telefono e cercai di ragionare insieme,non si può lasciare una persona via messaggio mi sono sentito poco importante come persona e la ma stessa vita era niente di che per lei nonostante l’amore i gesti,il tempo che le dedicavo i sacrifici che ho fatto per lei pur di vederla felice e non farle mancare nulla e le opportunità perse per lei e per stare con lei,cercai di farle sentire come mi sentivo,ho sempre ammesso le mie colpe chiedendo una possibilità di dimostrarle che si sbagliava che non sarebbe ricapitato,la prima e unica volta che sarebbe accaduto lei non ne voleva sapere,cercava di liquidarmi dicendo muoviti a finire,sono discorsi inutili non avrei dovuto risponderti,mia madre era lì vicino e non accetto che potessi stare così e essere trattato così,decise di intervenire per fermare tutto quanto ciò che ottenne fu un tesoro vai insieme a tuo figlio da uno psicologo,fummo scioccati che decisi di chiudere la conversazione.
    Sconvolto non riuscì a dormire,ne mangiare per giorni,decisi di non sentirla più per qualche giorno,poi decisi di farle un audio lungo in cui mi sfogavo perché non ero riuscito a parlarle al telefono dato che mi interrompeva sempre e per via del mio shock,misi tutto me in quel audio dicendo ciò che mi sentivo ero deluso arrabbiato e incredulo,ovviamente lo ascoltò ma non rispose all’audio passarono altri giorni e decisi di fare un altro audio più lungo e mettendo il mio cuore e i miei sentimenti lo ascolto ma non rispose,giorno successivo iniziai a scriverle nonostante non mi voleva rispondere,gli mandai un video con le nostre foto,piccoli gesti d’amore e provenienti dal cuore senza esito stavo sempre più male avevo perso l’appetito e peso arrivai ad dover andare al pronto soccorso e mi trovarono delle anomalie respiratorie che dovevo curare, cercai di farla ragionare dicendo in che condizioni ero e dove sono arrivato per l’amore. Lei mi rispose dicendo che non cambiava le cose era finita,non mi voleva più e non mi amava più e che i fidanzati che amano non mentono e non tradiscono mi fa fatto sentire una merda,persi autostima e fiducia. Vivevo nella tristezza e nelle lacrime non si fece viva nemmeno per sapere come stessi io dopo qualche giorno non volevo crederci non ho mollato e ho deciso di inviarle delle rose con una dedica,le rose arrivarono il giorno stesso mi scrisse verso mezzanotte,la mattina seguente gli ho risposto e gli chiesi di poter parlare al telefono lei ha accettato,passammo 3 ore al telefono lei tirò fuori altre questioni,la mamma,le bugie e nuovo scenari io ho cercato di farle vedere il mio amore in modo lucido e razionale aprendo il mio cuore e dichiarandole le mie intenzioni,dicendole che una possibilità me la merito e che è giusto concederla,lei mi disse che non mi ama che non stiamo insieme ecc non sarebbe stato facile non riuscirei a farcela ecc. Dopo la chiamata iniziammo a sentirci ogni giorno e ogni giorno cercavo di regalarle un gesto d’amore spesso più gesti,disegni,messaggi,video,messaggi alla radio,audio persino scritte con tanto di fiori fuori in paese e nostre foto lei rifiutava ogni gesto dicendo che fosse inutile e che non vedevo nulla continuava a tirare fuori dubbi e farmi sentire inutile e una brutta persona sminuendo anche il nostro passato.
    Io non riuscivo a sopportare perché non era una possibilità era un agonia,come puoi non amare così da un tratto una persona e non provare più nulla ero ritornato nel tunnel del suicidio spesso ci pensavo mi sentivo inutile perché non valgo la pena se il mio amore in due anni non è servito per perdonarmi come posso sperare in futuro che io venga trattato con amore da un altra persona e superare difficoltà insieme. Lei cerco di riflettere di fronte a questi miei pensieri mi disse che mi amava che se no non sarebbe qui a scrivermi ma non voleva farmi credere che tutto fosse risolto per ciò mi aveva detto che non mi vedeva come fidanzato e non mi amava,mi fece sentire importante per qualche ora poi tutto ritorno al suo solito io che cercavo di togliere quei dubbi lei che non mi crede io che le faccio sentire quanto sto male e come mi tratta,uno di quei giorni non mi rispose più sparisce nel momento in cui io sto più male e mi sento distrutto e abbandonato,un dolore non solo per ciò che era successo tra noi ma anche personale mi sento senza più la sicurezza di chi sono e la fiducia che avevo in me persa.
    Non mi faccio sentire più per qualche giorno poi decido di affrontarla di persona e mi sveglio la mattina presto alle 5 e vado da lei a Como la aspetto qualche ora poi si va viva,parliamo al bar tirando fuori tutto lei non ha molto da dire forse sorpresa dal mio modo di affrontare la situazione lei mi dice non ti amo più come prima e che mi vede con occhi diversi e altre frasi confuse non è decisa le consegno alcuni oggetti che mi regalo e importanti lei si commuove e cerco di tranquillizzarla lei mi dice che gli dispiace ma non riesce ad andare avanti perché non fa altro che pensare a quante cose possono essere nascoste alle bugie ecc ci salutiamo,prendo il treno ho cercato di aspettarla in vano in stazione perdendo il primo treno disponibile nella speranza che cambi idea ma nulla mi scrive chiedendomi di sapere quale treno prendo e di dirle quando arrivo a casa e poi sarebbe scomparsa arrivato a Reggio Emilia sono costretto a prendere in altra corriera e farmi un pezzo di tragitto a piedi (7km) lei sapendo di questo mi vuole chiamare per tenermi compagnia e mi dice che gli dispiace io non capisco forse si sentiva in colpa sta di fatto che dopo continuiamo a sentirci io ero confuso le ho detto poi nei giorni perché non mi lasci è inutile lei non ci riesce mi confessa la situazione va avanti così per una settimana poi decido ancora di andare da lei e tornare a casa con una risposta arrivato a Como la aspetto qualche ora parliamo nuovamente cerco di essere diretto e mostrare come stanno le cose lei ancora piena di dubbi decide di scrivere alla mia ex chiedendo spiegazioni e delucidazioni viene a scoprire che abbiamo scambiato messaggi altre volte lei non ne vuole più sapere di me all’inizio incazzata mi vuole mandare via io desisto e cerco di farla ragionare in lacrime le dico ciò che penso di noi e del mio amore lei alla fine cerca di capirmi ma non accetta tutto ciò anche lei avrebbe voluto altro da noi e non voleva che finisse così,lungo il tragitto ci sentiamo scambiando messaggi per sapere a che punto ero io ancora disperato cerco di farla ragionare ma senza speranza nuovamente mi faccio parte del tragitto per casa a piedi,arrivato a casa distrutto glielo dico come mi aveva chiesto,ho cercato di scriverle un pensiero ma non c’è la faccio chiedendole scusa lei mi scrive un ultimo messaggio di addio ma non ho più risposto ancora oggi da ormai 2 settimane..
    Puoi darmi una mano Art,mi sento in un tunnel senza uscita e non so come fare,continuo a pensare a lei non so se ci sia speranza oppure no.

    Scusami se mi sono dilungato ma ci tengo che si sappia tutto quanto per poter essere aiutato ne ho davvero bisogno,gli articoli riguardanti il decalogo,e le fasi dopo la delusione d’amore mi stanno aiutando e ma vorrei una risposta che riguardi il mio caso specifico,ti ringrazio in anticipo!

    • Ciao Samir…
      Mi spiace molto per quello che stai vivendo… purtroppo non posso dirti molto riguardo lei se non che, da quello che racconti, potrebbe essere afflitta da qualche problema psicologico come la paranoia e la paura dell’abbandono; è chiaro che una persona non “dà i numeri” di punto in bianco se la sua testa funziona a dovere, sempre che tu sia stato onesto con te stesso nel descrivere quello che è successo e che non ci sia in mezzo altro.
      Ad ogni modo, se tu ritieni che lei si sia allontanata da te senza una valida ragione, beh, inizia ad accettare la possibilità che probabilmente la cosa migliore è averla persa che ritrovarsi qualcuno che in futuro, con dei figli in mezzo, possa attuare un comportamento simile ancora una volta. Impara ad accettare il fatto che quando due persone si innamorano l’uno dell’altra, c’è sempre il rischio che uno dei due smetta di crederci, o impazzisca o chissà cos’altro.. bisogna essere pronti a rimettersi in gioco e a dimenticare, specie quando si è tentato tutto!! Sicuramente adesso non ti serve starle troppo dietro… lasciala sbollire, non darle troppe certezze, vivi la tua vita e se proprio non riesci a fare l’indifferente davanti a lei, fingi di esserlo… può anche darsi che lei capisca gli eccessi del suo comportamento e torni sui suoi passi (cosa che se fossi in te non mi augurerei visto il modo in cui ti ha trattato). Sopratutto Samir, smetti di pensare ad eccessi come il suicidio, sei ancora troppo giovane per preoccuparti di esserti rovinato la vita e posso assicurarti che da queste sofferenze ne usciamo tutti, e spesso nella storia successiva troviamo anche di meglio quindi… basta con le cazzate e guarda avanti!!! :) Spero d’esserti stato utile, un caro saluto e buona vita

      • Ti ringrazio Art di cuore della tua risposta e di avermi dedicato parte del tuo tempo,complimenti per il tuo impegno e dedizione nel lavoro.

        Volevo chiederti come è possibile riuscire a dimenticare ? Dopo esssre stato trattato così.. Come andare avanti ? Sapendo che ci hai provato in tutti i modi e non è servito, é amore anche questo ?
        Cos’è il vero amore ?
        Cosa sono stato io per lei ?

        • Samir… anzitutto scusa il ritardo nella risposta… mi era proprio sfuggito il tuo commento. Ahimè, alle domande che mi fai non sono dare risposta se non a quella in cui mi chiedi come andare avanti… vedi, in una coppia bisogna sempre fare i conti con l’altro e, purtroppo, a volte succede che l’altro non provi i nostri stessi sentimenti oppure che smetta di farlo, così, senza un motivo; a questo punto non c’è davvero nulla che si possa fare se non andare avanti… è la sola alternativa che abbiamo… fermarci non è un’opzione :) Se può farti sentire meglio pensa che comunque è stata un’esperienza che hai vissuto, che ti è servita a crescere e che probabilmente ti servirà ancora… non abbatterti e trova il giusto entusiasmo, vedrai che quando si chiude una porta, spesso si apre un portone 5 volte più grande :)
          un abbraccio e buona vita

  47. Buongiorno, vorrei dei consigli su come ritornare con la mia ex.
    Siamo stati insieme quasi 3 anni, abbiamo avuto un pò di convivenza dai miei genitori, non avendo mai problemi a riguardo.Io ho 28 anni e lei 22, io prima di conoscere lei lavoravo, quando ci siamo conosciuti non lavoravo già da qualche mese.In sostanza qualche settimana fa ha riportato tutta le sue cose a casa di sua madre, sono passati circa 20 giorni e ieri sono andato a trovarla perchè avevo un’appuntamento di lavoro, arrivato in casa mi ha accolto distaccata senza voler ne baci ne nessun’altra attenzione, il che mi faceva strano e pensar male.Abbiamo parlato del più e del meno e alla fine mi ha detto che voleva lasciarmi e che non mi amava più.Però nel farlo ci è stata male anche lei, ha pianto pure lei non solo io.
    Tra i vari motivi c’è quello di non aver trovato ancora un lavoro, cosa che ho sempre cercato.Prima di andarmene comunque ci siamo ancora fatti qualche coccola, baci, abbracci e carezze.Quello che vorrei capire è se sia davvero finita oppure che non abbia chiuso del tutto anche se me lo ha detto, ma ha anche detto che non esclude un ritorno, perchè ci siamo lasciati in modo troppo strano, in genere una volta che finisce se ne va via e basta.Lei ha detto che voleva che rimanessimo amici e di sentirci ancora su Whatsapp.
    Di fatto da quel giorno ci scriviamo su Whatsapp, e mi parla di cosa fà nella giornata come se fosse tutto normale, forse non mi vuole perdere del tutto.Tra qualche giorno ha detto che verrà a trovarmi per salutare i miei, può essere una buona occasione per tentare di tornare insieme?Io lo spero davvero tanto perchè non mi vedrei con nessun’altra se non lei, lei lo sa che l’amo ancora gliel’ho detto più volte quel giorno, in 20 giorni ci ha pensato molto ed ha preso questa decisione, può davvero finire tutto in 20 giorni che non ci siamo visti?Ho sempre fatto di tutto per lei, non le ho mai fatto mancare nulla, a volte non sono stato impeccabile ma tutto quello che ho fatto l’ho fatto perchè l’amavo, molto più che me stesso, era sempre lei al primo posto, poi venivo io.Quando la vedrò le parlerò con calma, ho già ammesso le mie colpe e lei le sue, non le rinfaccerò nulla perchè so che è sbagliato, spero che capisca quanto l’ami ancora e che per lei sarei disposto a tutto!Grazie per l’attenzione.

    • Ciao Fabio
      Difficile dire cosa vi stia accadendo… lei sta sicuramente passando un periodo di confusione: non vuole stare con te ma desidera continuare a sentirti! Tu, d’altra parte, hai le idee molto chiare e se credi che lei sia indecisa perchè al momento sei senza lavoro, beh, avrai le tue ragioni. Adesso potrei anche dirti una fesseria perchè non conosco lei e non conosco te, però a volte accade che una donna (come anche un uomo) cerchino delle particolari qualità nei loro partner, tra queste il fatto di essere “sistemati”… intendiamoci, non lo fanno tutti (a me ad esempio non è mai successo di incontrare persone così), però per esperienza ti dico che succede quindi, se così fosse, chiediti anzitutto se vale la pena di stare con una persona che riesce a starti lontano pur amandoti solo perchè non gli dai sicurezza economica.
      L’altra possibilità è che sia solo confusa, per quello la cosa migliore è attuare la tecnica del no contact, una strategia che posso assicurarti funziona con gli indecisi ed i confusi :)) basta infatti creare un pò di patema d’animo nel perduto amore facendogli credere che a noi non interessa più nulla di tornare insieme, per farlo “sbrigare” a prendere la decisione di tornare. Probabilmente quest’ultima è la carta migliore che ti puoi giocare anche se ti invito a riflettere su quello che ti ho scritto prima.
      Spero d’esserti stato utile… un abbraccio e buona vita

      • Grazie per la risposta Art,
        penso anche io che sia un pò confusa, anche se in quel momento sembrava seria e decisa, ma credo solo per non farmi capire che magari ci fosse la possibilità che non finisse così.Più che al lato economico pensava che io dovessi avere un lavoro che le desse una stabilità, non che lei non volesse lavorare, perchè lo cerca ancora ora.
        In questi pochi giorni, sono solo 4 con oggi è sempre lei a darmi il buongiorno, a chiedermi come va e a dirmi cosa fa.Non capisco perchè lo faccia, se per mancanza o altro.Iniziare ora in no contact non penso servirebbe a molto, vedrò come procederà e poi la vedrò di persona tra un paio di giorni, parleremo un pò di tutto e anche della situazione e vediamo come andrà.

  48. Ciao Art,
    Dopo aver letto e riletto il tuo articolo, mi decido a chiederti un parere… sono stata per quattro anni con una ragazza (lei aveva 17 anni e io 22, all’epoca, ora 26), amica di amica di penna che leggeva i miei racconti e si è innamorata di me. Abbiamo iniziato a chiacchierare come amiche senza alcun sospetto, fino a che non la invito a casa mia dopo mesi e finiamo a fare l’amore. Tornata a casa, la mamma la scopre e si innesca una serie di litigi furibondi che solo una mia telefonata alla mamma riesce a placare. Seguono due anni di relazione a distanza in cui io le pagavo i biglietti del treno pet venire da me… essendo lei una persona molto chiusa devo spesso pregarla per venire da me e in alcuni periodi spariva, il che era causa di sofferenze e litigate, ma c’è sempre stata molta intesa e passione… io poi ho una disabilità motoria, quindi figurati, non riuscivo a credere di piacerle tanto, nonostante abbia praticamente zero amici e sia una persona difficile. A novembre di due anni fa, mi lascia perché non ce la fa a portarla avanti, io sto malissimo, ma verso natale si fa risentire… a marzo torniamo insieme, io mi trasferisco a Milano e riusciamo a vederci una volta a settimana, essendo lei di lì, e ogni tanto quando lei va all’università. Ogni tanto si litiga, ma lo sua famiglia mi accoglie benissimo e io riesco addirittura, lo scorso anno, a portarla a casa dei miei, anche se la vacanza si rivela un disagio per vari motivi. A marzo di quest’anno decide di andare da uno psichiatra per risolvere i suoi problemi e le viene prescritto un antidepressivo per un disturbo dell’umore… la libido cala e io le dico che se lei sta bene io al sesso rinuncio. Nel frattempo conosce gente e diventa socievole e io contentissima che lei conosca gente nuova. A giugno viene addirittura a un matrimonio con me. Io vorrei fare viaggi con lei, mai fatti, ma da fine luglio lei comincia a dire che la carrozzina è un ostacolo che le impedisce di godersi i viaggi causa ostacoli, ma io sono speciale, mi ama… ad agosto va in vacanza col padre che odia e mi scrive incessantemente che le manco, che vorrebbe fare l’amore: io mi arrabbio, ormai hai 20 anni e preferisci andare con tuo padre invece che con me, però io ti manco, ma i viaggi con me sono faticosi? Detto questo, va in vacanza anche con la mamma vicino casa mia, ma vedersi è troppo complicato… insomma, passo una brutta estate. Settembre e ottobre la vedo un po’ meno, per una ragione o per un’altra… a fine settembre si litiga ancora per la questione viaggi in carrozzina, e lei mi dice vuole sentirsi libera. Continuiamo a litigare ancora per vari motivi a fine ottobre, ma lei continua a dirmi che ci siamo scelte, che allora per me il fatto che passi i weekend a casa mia non significano nulla. Insomma, un mese fa, mentre eravamo al cinema, le arriva un messaggio del collega di cui mi parla sempre che le chiede sesso e massaggi a casa sua. Lei gli risponde che le piacerebbe molto, ma è a Milano. In preda a un attacco di panico, mi infilo nel bagno del cinema e le chiedo se sia andata a letto col tizio. Lei mi dice che non voleva dirmelo, ma ci è stata un paio di volte e non le è neppure piaciuto. Secondo me vanno avanti da quest’estate. Io, disgustata, mi rendo conto che quella sera è venuta a letto con me dopo tantissimo tempo. Le dico di sparire, bocciando la sua proposta di parlare in un bar, e lei subito si fa venire a prendere. Nel tragitto verso casa per riprendere le sue cose, ni dice che non è innamorata di lui perché altrimenti non me ne avrebbe mai parlato, che lui è un amico, che lei è confusa, che non voleva dirmi niente per non spezzarmi il cuore, che preferisce 1000 volte venire a letto con me. Quando le dico che adesso che prende le medicine non ha più bisogno di me, mi dice che non è vero, che il sentimento che ha provato per me mai per nessun’altro, che i suoi sentimenti sono cambiati ma è come se fossimo sposate e io sono la sua compagna di vita. Fra le cattiverie, io le dico non ti avessi mai toccata, e solo allora lei comincia a chiedermi perdono in ginocchio, piangendo. Io non cedo. Mi chiede se più in là potrò perdonarla. La porto giù (parlando anche con la mamma che sapeva tutto e un po’ cerca pure di difenderla) e vado a dormire da un’amica. Da lì la richiamo e mi sento dire, più o meno nell’ordine, che lui era un diversivo, che dopo 4 anni ha cercato di far funzionare il nostro rapporto, che è confusa, che mi avrebbe lasciata il sabato dopo senza dirmi di lui, e che qualche ora prima a letto con me neppure voleva venire. La mando affanculo. Dieci giorni dopo le chiedo chiarimenti, mi risponde che le dispiace tanto, ma che altro ci sarebbe da chiarire? Ora non se la sente. Il 1 dicembre mi scrive sua madre dicendo che vuole restituirmi i soldi che avevo prestato loro… io non le rispondo. Mi sento ferita e umiliata al pensiero che altro che medicine! Era con me che non veniva più a letto, da molto più di quello che mi ha detto, di sicuro. Io però la amo ancora e non so se quel perdono fosse il semplice desiderio di lavarsi la coscienza o magari lo volesss davvero e che davvero ORA non se la sente. Non l’ho più cercata, lei non ha cercato me e rimpiango di averla cancellata da Facebook, da cui lei non ha tolto o filtrato nessuno dei miei parenti. La regola del no-contact mi sta distruggendo, anche se persevero, e temo di illudermi che rispunti come due anni fa. Faccio bene a non cercarla? Secondo te, cosa posso aspettarmi? Su Facebook campeggiava una sua bella foto di lei truccata, lei che di foto col trucco, mai fatte. Che faccio? Insisto a non contattarla? È lei ad essersi comportata male, il mio numero, nel caso voglia riallacciare i rapporti, ce l’ha. Ancora incredula per come può comportarsi dopo 4 anni una persona che con te parlava in coro, e che da un po’ mi diceva invece “ho la mia vita, non possiamo stare appiccicate” posso aspettarmi si faccia risentire? Non so come muovermi. È legittimo credere possa farlo nonostante i rapporti si fossero incrinati da un po’, a questo punto per il fatto che forse era da quest’estate che se ne scopava un altro? C’è qualcosa che posso fare?

    • Aggiungo che mangio poco, dormo male, non penso ad altro – dopo una vita passata a conquistarsi l’autonomia, la mia autostima è sottoterra – ho perso la persona con cui condividevo tutto e continuo a chiedermi mille perché e percome… e se avessi insistito col sesso, e se avessi detto con più chiarezza e fermezza certe cose… ero sempre pronta e felice di aiutarla in caso di bisogno e sono stata trattata di pezza nel periodo in cui mi trovo ad affrontare la tesi, oggi come due anni fa.

    • Ciao Paola
      Mi spiace per quello che stai vivendo… so bene come ci si sente e probabilmente in questo momento stai combattendo con un senso di vuoto che sembra non volerti mai abbandonare. Da parte mia posso darti solo il consiglio di non essere precipitosa… il fatto che tu l’abbia vista su Facebook apparire come solitamente non fa è segno che il tuo perduto amore stia affrontando un cambiamento, pensa agli ex che si tagliano i capelli o che cambiano colore o che addirittura emigrano in un paese straniero, insomma, sono tutti segnali di un desiderio di cambiare che potrebbe anche essere illusorio; io mi preoccuperei piuttosto se la mia ex, dopo avermi lasciato, continuasse con la sua vita di sempre, questo significherebbe che lo stare con me non gli faceva nè caldo nè freddo :)) Ad ogni modo, con questo voglio dirti che non è detta ancora l’ultima parola, le sue spinte potrebbero cessare presto se dovesse rendersi conto che al di fuori di te in fondo lei non ha niente, potrebbe anche accadere che al contrario trovi altro e quindi non torni mai più… ma credimi, dovresti avere la sfera di cristallo per prevedere ciò che può succedere, e poi è ancora davvero troppo presto per esprimere qualsiasi giudizio quindi, se posso darti un consiglio, smetti di pensare a cosa può accadere e cerca di vivere dedicandoti di più a te stessa.. se lei chiama simula indifferenza… insomma.. no contact (naturalmente dosato) e strategia!!! Riguardo il sesso… beh… io non me ne farei un cruccio, sappiamo benissimo che certi rapporti bruciano con la stessa velocità con la quale nascono ed il fatto che lei torni comunque da te dimostra che qualsiasi esperienza ha fatto o continui a fare, evidentemente non è così importante… cerca di stare serena, vivi con razionalità questo momento e non avere paura dei momenti difficili: siamo esseri umani e questo tipo di difficoltà nel lungo termine ci rendono più forti, non temere!! UN abbraccio grande e buona vita.

      • Ma il problema, Art, è proprio questo: da quel “mi dispiace tanto”, sollecitato dalla mia richiesta, io non ho voluto insistere e non le ho più rivolto la parola: l’unico contatto è stata la richiesta di rimborso denaro da parte della mamma 15gg fa. Non ho voluto rispondere perché mi sembra un tentativo di correttezza meschino e perché non parlo per intermediari. Lei non mi ha cercata dal giorno in cui ci siamo lasciate, e continua a non farlo. Faccio bene a restare in silenzio? Grazie :)

        • A rischio di essere petulante, negli ultimi periodi non solo veniva a casa mia il sabato come se mi stesse facendo un favore, ma praticamente ogni scusa era buona per litigare e non vedermi… due giorni prima del fattaccio, però, ha continuato a dire ‘questa relazione è tossica (perché ti chiedo di vederti più di una volta a settimana, manco avessi appuntamento dal dentista?!)’ e ‘ma noi ci siamo scelte’ nella stessa telefonata. Penso che questo ragazzo ci provasse da un bel po’ e alla fine lei abbia detto ‘massì!’, e che lei la consideri un’alternativa molto più facile e gestibile: non è in carrozzina, e quando un essere maschile le dà attenzioni, apriti cielo. Poi figurati, scherzano a lezione e si vedono tutti i giorni… penso fosse molto presa da un po’. Io invece, che le ho dato supporto e adorazione per anni, sono stata riempita di bugie e trattata come una pezza… non so come fare. Mi diceva ‘eh, si cambia, si cresce…’ giorni prima, e a me sembra avesse cambiato personalità. Io di attenzioni non ne ricevevo, e ultimamente non riuscivo ad essere dolce nemmeno quando lei ci provava. Dopo un mese, è evidente che non ha voglia di sapere nulla di me e io ho paura di umiliarmi scrivendole: è lei ad aver sbagliato, se l’iniziativa non parte da lei che senso ha? Oltretutto, vuol dire che con questo (che qualche settimana prima voleva pure farmi conoscere!), profondità di sentimento o meno, sta bene. A giudicare dal messaggio, per lui prende la macchina alle 8 di sera, invece per vedere me una volta ogni morto di papa si lamentava di dover prendere il treno – tutta questa iniziativa non l’ha mai avuta. Non ha invitato me a casa nuova più di una volta, lui invece sì. Le davo fastidio, ultimamente. Chi ti chiede il perdono piangendo dopo essere stato sgamato (e non voleva neppure dirmi nulla!), poi fa qualcosa per ottenerlo. C’è gente che magari torna indietro anche dopo tempo, rendendosi conto di aver fatto cazzate, o succede solo nei film :D?

  49. Buongiorno art, vorrei chiederti cosa ne pensi della mia storia, sono stato 6 anni e mezzo con una ragazza, negli ultimi due anni mi ha lasciato 4 volte, sempre con la storia che pensava di non provare più nulla per me, poi dopo un paio di mesi di no contact e sempre ritornata da me.. ogni nuovo inizio mi portava tra le nuvole, io non ho mai smesso di amarla in fondo.. ora siamo punto e a capo, un mese fa mi ha lasciato dicendo che nel nostro rapporto non c’è più il sentimento, siamo arrivati a questo punto perché ci si vedeva veramente poco ultimamente causa lavoro e universita..
    Vorrei chiederti se è già tornata 4 volte può tornare anche la quinta? Quante volte ha senso rincominciare con una persona che ci tratta così? Io non ho mai smesso di amarla e vederla come la mia donna ideale..

    • Beh… una persona può tornare quante volte vuole se sa che noi siamo sempre lì disposti ad accoglierla… quello che devi chiederti Simone è se vuoi accanto una persona così? Sai… io faccio sempre un conto quando mi tocca tirare le somme su una relazione, cerco di capire se le volte in cui la mia donna mi fa stare male sono più di quelle in cui mi fa stare bene… ecco, se l’ago della bilancia pende troppo spesso dalla parte sbagliato (che credo concorderai con me è quella dove lei ti fa stare male), alla fine dovrebbe prevalere quel sano egoismo che ci renda capaci di voltare le spalle ad una probabile rogna ed investire su qualcuno che ci meriti di più… che ne pensi?

      • Innanzi tutto vorrei ringraziarti per aver dedicato del tempo per rispondermi, leggo molto spesso le tue riflessioni e le trovo di grande aiuto.
        Comunque hai proprio ragione, sicuramente lei non merita l’amore che io provo nei suoi confronti, però quasi 7 anni sono veramente difficili da cancellare.. vorrei riuscire ad essere razionale come te, nella mia testa so bene che dovrei lasciarla stare ed andare avanti nella mia vita senza rimpianti. E davvero triste amare una persona in questa maniera malata, accettando tutti questi tira e molla con la speranza che riesca a capire la profondità dei miei sentimenti.
        E dura ma forse davvero sono arrivato al punto dove devo dire “Addio amore mio”.

        • E’ un piacere poter essere utile :))
          Riguardo il riuscire ad essere razionale, tieni sempre presente il fatto che io parlo a “cuore freddo” e quindi distante dall’ondata emozionale che vive chi deve rinunciare ad una compagna di vita… so bene che non è facile e so che la coerenza in questi affari è una qualità rarissima: avrai dei momenti facili, altri meno facili, comunque la cosa importante Simone è capire se è la persona per te, se riesci a darti la risposta (e quella la devi trovare col cervello e non col cuore) allora sai giù cosa fare… un abbraccio

          • Ciao art, mi sono preso un periodo per me, per riflettere, sono giunto alla conclusione che lei una volta era la persona giusta per me, ora purtroppo è cambiata ed è sempre un passo avanti a me. Purtroppo il dolore non accenna a diminuire, anzi ogni giorno che passa per quanto io mi sforzi sto sempre peggio. Ho pensato anche che vorrei incontrarla per dirle che non mi merito tutto cio che mi ha fatto, che io per lei non ci sono più, che mi ha perso per sempre.. Forse perché lei sa che io sono sempre disposto a perdonarla ancora, ma non è più così.. secondo te incontrarla e confrontarmi con lei puo aiutarmi a superare il lutto??

          • Ciao Simone… interrogati anzitutto se vuoi davvero confrontarti con lei per avere delle risposte e capire come migliorare la situazione, o se a muoverti non è solo il bisogno (consapevole o meno) di vederla… considera che in questo momento lei non ha bisogno di farsi instillare sensi di colpa (è il modo in cui prenderebbe il fatto che tu voglia informarla che non meriti quello che ti ha fatto), nè di sentirsi dire che ti ha perso sempre: il semplice fatto che glielo vuoi manifestare significa che in realtà non è vero… so che è difficile, ma per uscire fuori da una delusione bisogna sforzarsi di interrompere ogni rapporto, in ogni caso è lei ad aver preso la decisione quindi sarà lei a tornare se lo vorrà: questa è un’ottima scusa per te, non c’è niente al momento che tu possa fare se non accettare questa condizione.
            Forza e coraggio… comunque passerà :)

          • Come faccio però a farglielo capire? In amore deve esserci la paura di perdersi, e lei questa paura non l’ha mai avuta in quanto io sono sempre stato li per lei, forse hai ragione, voglio dirle che non ci sono anche se in realtà non è così, perché forse spero che pensando che mi abbia perso davvero capisca che abbia fatto una cavolata.. inoltre so che lei si informa sulla mia vita tramite un’amica comune (cosa che a parere mio non bisognerebbe fare per superare una relazione).

  50. Buongiorno Art, ti scrissi già lo scorso anno in questo stesso periodo. Io 41 anni, lei 34, venni lasciato dalla mia compagna dopo 2 anni di convivenza. Lei Francese, venne trasferita per lavoro a Parigi, quindi a casa sua. Dopo circa 3 mesi in cui non avevamo comunque mai perso i contatti, tornammo insieme.
    Da quel giorno ho fatto il pendolare ogni 2 settimane verso la bella capitale Francese.
    A distanza di mesi, in cui ci si stava organizzando per un futuro non semplice da gestire a causa della distanza dovuta al lavoro, sono stato lasciato di nuovo, con una telefonata, 7 giorni dopo un ti amo ci vediamo tra qualche giorno detto guardandomi negli occhi.
    Sono ormai passati 2 mesi da quel giorno per me orribile, purtroppo lo sconforto mi ha portato ad assillarla, soprattutto nelle prime settimane, so che non è una giustificazione ma quando mi prendevano le crisi ero totalmente perso e con una tristezza talmente spessa da essere tagliata con il coltello.
    Ieri dopo due mesi ci siamo rivisti per poche ore, ho provato un riavvicinamento ma da parte sua non ho visto alcuna apertura, anzi, mi ha detto che quanto accaduto un anno fa è stato un errore, mi ha chiesto di non cercarla, di non chiamarla e di trovare la forza di andare avanti perchè lei, anche se non ha nessuno ora, va avanti e non guarda indietro, che gli dispiace molto per come mi ha fatto stare ma non mi ama più e non prova più alcuna attrazione, in buona sostanza, mi vede come un amico, cosa che lei sa per me è inaccettabile.
    Il problema è che ogni parte del mio corpo spinge affinchè io le provi tutte, il mio cuore mi manda nella sua direzione e vivo di ricordi che in taluni momenti, quando mi assalgono, mi tolgono letteralmente il fiato e mi fanno venire un nodo in gola assurdo.
    Vorrei cercare di riconquistarla ma non potendola neppure vedere per sbaglio non so come fare.
    Spero ogni giorno che lei ritorni e che senta la mia mancanza, ma ho paura che questo non avvenga mai e che io resti ad aspettarla tutta la vita.
    Tutti mi dicono che devo cercare di dimenticare ma non ci riesco e onestamente in parte non voglio. Solo che questa situazione non mi sta permettendo di vivere, mi sento senza un vero scopo, sono diventato apatico e monopensiero, fatico a trovare qualcosa di interessante da fare, mi sembra davvero tutto inutile.
    Posso solo sperare che cambi idea.
    Credi che il no-contact e quindi fare quanto mi ha chiesto possa essere una soluzione?
    Grazie in anticipo per il tuo parere, sei molto gentile.

    • Ciao Crisb
      A volte certe storie faticano a restare integre… o forse sono le persone che hanno difficoltà ad impegnarsi: questa è una tendenza della nostra epoca.
      Ad ogni modo, credo che la soluzione per affrontare questo momento non sia quella di pensare ossessivamente al giorno in cui ritornerà… magari questo accadrà, potrebbe succedere tra un mese, tra un anno .. .forse tra 10 (non scherzo, conosco persone a cui è successo) o potrebbe non accadere mai… non puoi saperlo! Se c’è una cosa che puoi fare però è quella di iniziare a costruire su te stesso, e questo non significa rinunciare a lei ma semplicemente darti il permesso di stare bene anche se, in questo momento, lei nn è con te… credimi, è una cosa che ti servirà sempre, soffrirai comunque, il nodo in gola tornerà, ma senza accorgertene la tua vita prenderà una diversa direzione e vedrai che magari, tra un anno o 10, quando lei tornerà sarai tu a dirle che non sei più innamorato :))
      In soldoni Crisb, lei ha fatto la sua scelta, ti ha parlato chiaramente, rispetta quello che ha deciso e cerca di accettarlo, probabilmente dopo 3-6-9 mesi di no contact lei si farà sentire per sapere qualcosa di te, lì avrai la scusa per gestire un eventuale riavvicinamento, quando una persona si vuole staccare da un altra persona è bene che l’altro non si faccia vedere troppo dipendente… so che è difficile ma mostrarle indifferenza in questo momento è la migliore strategia che hai, fermo restando tutto quello che ti ho detto sopra…
      in bocca al lupo e buona vita

      • Ciao Art,
        grazie della risposta sei sempre molto gentile.
        Il problema è che lei lavora nella mia stessa società anche se in una nazione diversa, lei volendo può sapere in ogni momento dove sono e purtroppo anch’io e visto lo stato in cui versa il mio cervello in questo momento a volte ci casco e soffro ancora di più.
        Mi sveglio la mattina e penso a uno stratagemma per contattarla per farla tornare, per, per, per…. e vado avanti così per buona parte della giornata, fino a quando sono talmente stanco (perchè questa cosa è devastante anche fisicamente) che crollo e vado a dormire, solo che anche lì non trovo pace, la sogno ogni notte da ormai 2 mesi. Ho pensato di cambiare lavoro per poter staccare ma ho paura che sia solo dovuto allo stato d’animo in cui mi ritrovo ora e non a un reale desiderio, ho anche paura che così facendo la allontani del tutto…insomma sto vivendo per una persona che mi rifiuta, che dopo 3 anni mi ha semplicemente detto, “la vita è così, bisogna andare avanti, non vivere nel passato perchè io non lo faccio”.
        Scusa lo sfogo ma non avrei mai pensato di arrivare alla mia età e sentirmi così indifeso, perso, vuoto e impaurito.

        • Ciao Crisb…
          pensa solo che a prescindere dell’età, molti vivono le tue stesse sensazioni, ed è bellissimo che sia così perchè è proprio la nostra fragilità che ci rende quello che siamo ed al contempo la capacità di rialzarci quando tutto sembra perduto. So che è difficile crederlo ma questo momento passerà, e tu sarai più forte ed avrai imparato altre cose (lo stesso non accadrà a chi ti ha lasciato :))) accetta questo momento, vivilo con coraggio… fa finta che sia solo una malattia che ha bisogno di qualche tempo per andar via e le cui medicine sono viaggi, libri, musica, amici e divertimento :)) …. fatti forte delle esperienze di altri per convincerti che qualunque cosa succeda, ne uscirai … o con lei o senza di lei andrà sempre bene perchè siamo creature adattabili, siamo esseri in grado di proiettarci nel domani anche se ci sono giorni che proprio non ci entra in testa… spero d’esserti stato utile, naturalmente parlo per esperienza
          un abbraccio e buona vita

          • Ciao Art,
            eccomi di ritorno.
            Da quando ti ho scritto l’ulima volta di acqua sotto i ponti ne è passata molta ma oggi mi ritrovo ancora a soffrire per la medesima storia.
            Ho iniziato a non farmi più sentire e a non farmi più vedere, mi stavo riprendendo pian piano ma un bel giorno sul mio telefono trovo un suo messaggio, nulla di che ma mi ha destabilizzato.
            Gli ho risposto in modo gentile e la cosa è finita lì.
            Dopo circa una settimana mi chiama, non rispondo ma insiste e cedo, cerco di essere il più normale possibile e alla domanda classica che mi ha posto “come stai?” rispondo “bene anche se mi manchi”, so che potevo risparmiarmela l’ultima parola ma era la verità e mentre la sentivo al telefono mi rendevo conto che era proprio così anche se avevo cercato di celarlo fino a quel momento.
            I giorni successivi ci siamo sentiti o via messaggio o via telefono, quasi sempre lei a cercarmi e la situazione sembrava andare sempre un pochino meglio.
            Questa settimana sono dovuto andare in Francia per lavoro e gli ho chiesto se gli andava vederci e fare qualcosa insieme nel weekend, lei mi ha risposto venerdì non posso ma poi ci sono, mi ha detto di andare a dormire a casa (quella era casa nostra prima…) nella stanza degli ospiti senza prendere un hotel e mi ha detto che voleva andare in vacanza qualche giorno, non paga mi ha chiesto se volevo andare con lei.
            Ecco, ora io forse sono pazzo e a questo punto me lo sto chiedendo davvero ma francamente ci avevo creduto, pensavo che fosse un tentativo di riavvicinamento, invece oggi fresca come una rosa mi manda un messaggio con scritto che il weekend è molto impegnata e che se vado da lei non devo aspettarmi nulla e che è meglio che lascio la speranza a casa….gli ho risposto laconicamente “non capisco cosa ti aspettavi, è ovvio che ci spero e sai cosa provo per te anche perchè non te l’ho mai nascosto”.
            Per ora da parte sua nessuna risposta.
            Come penso tu possa immaginare ora mi sento uno straccio, sono ripiombato di colpo nel limbo di sofferenza in cui mi trovavo prima, non capisco perchè lei si comporti così, non dovrebbe essere ovvio che un invito a casa e poi in vacanza per me avrebbe significato qualcosa? secondo te perchè si comporta così? cosa si aspettava di ottenre? mi sento così vuoto e perso ora…

  51. buongiorno art, solo oggi mi ritrovo nel tuo blog , volevo sapere un tuo parere sulla mia situazione . ho 37 anni lui ne ha 44, a sua detta ho un caratteraccio e dopo 4 anni di fidanzamento e 3 di convivenza ha deciso di lasciarmi a metà luglio di quest anno. la tecnica del no contact bhe non l ho messa in pratica ed ho provato per un paio di mesi a ricontattaRlo e a fare di tutto per tornare insieme , come si direbbe battere il ferro quando e ‘ ancora caldo.” ma i risultati non sono stati quelli sperati.abbiamo lasciato casaa e sia io che lui abbiamo preso un altra casa , e’ andato in vacanza con amici , fatto nuove conoscenze etc . ha iniziato mandarmi qualche messaggio che io l ho visto come riavvicinamento..fino a quando mi sono scocciata e da sola ho messo in pratica il non contatto.mi ha cercato ., il punto è che ci siamo rivisti dopo 15 gg , abbiamo parlato , lui mi ha detto che vuole ritornare con me ma a piccoli passi molto lentamente … dice che non ci sono altre donne e io gli credo … ma comunque mi sento in una situazione di instabilità e non so come comportarmi

    • Ciao Ceska… 4+3 significa 7 anni di relazione, non sono pochi e ritengo che comunicarti che vuole tornare insieme a te ma a piccoli passi, sia una frase decisamente infelice… se fossi in te approfitterei di questo momento per capire anzitutto se è davvero la persona con cui stare, sul piano concreto cercherei invece di non dargli certezze, magari lasciagli intendere che anche tu hai qualche uomo sottomano :))) sai… davanti all’insicurezza, molti accellerano i tempi… un abbraccio e a presto

  52. … Purtroppo le donne credono che troveranno una persona/fidanzato/marito capace
    di farle innamorare cosi’ tanto da sentire dopo 4-5-6 giorni le
    farfalle nello stomaco.Non serve assolutamente che tu conteggi e
    indaghi sulla cronologia degli eventi…se una tizia il 15 di agosto
    ti molla dopo 14 anni perchè non ti ama, NON E’ NORMALE che dopo
    appena 10 gg dopo (forse) esce con un nuovo tizio conosciuto in chat.
    Non aspettarti che ti raccontl la verità, perchè la verità a volte
    cerca noi…e poi in questo caso è cosi’ palese che c’è pochissimo
    spazio per le interpretazioni.Poi puoi tranquillamente metterti l’
    anello al naso. Ecco come è andata….Lei era già mentalmente fuori
    dalla storia da almeno qualche mese… almeno.Ovviamente non te ne ha
    parlato perchè in una prima fase magari pensava fosse questione di
    giorni, poi ha optato per il silenzio …che sapeva di
    insoddisfazione e di “sto ancora con lui fino a quando non so
    dove andare…”.Silenzio e finzione, e intanto si guardava
    intorno.In quel momento anche il ragionier Fantozzi o il ragionier
    Filini con la loro goffaggine farebbero presa in una ragazza delusa
    (dalla vita, attenzione), perchè il loro primo obiettivo è evadere,
    fare qualcosa di diverso. Non importa con chi.Cosi’ puoi
    tranquillamente essere mandato in pensione da un perfetto sconosciuto
    che il giorno prima ti puliva con la lingua la suola delle scarpe e
    oggi invece si impone. Tranquillo non è una sfida è solo un
    passaggio di consegna: ora il fesso è lui. Detta la genesi della
    situazione, il resto è pura devastazione mentale, è un non
    riconoscersi più, è un sentirsi maledettamente umiliato…è un
    danno evidente alla psiche. Devi sottrarti il più possibile agli
    attacchi di lei, non sfidarla, devi solo evitarla…in modo che non
    ti porti a diventare un rottame.Ti assicuro che è dura, molto….in
    un momento della vita senti di aver tutto, ti senti un bell”uomo,
    magari un bel fisico, bella testa….tutto apposto, poi un evento del
    genere ti manda il crash il sistema….ti scopri vulnerabile, ti
    assenti dalla vita per molto tempo ma poi rientri affamato e ti
    concedi tempo per la ripresa. Una devastante ripresa….

    • Ciao Rino… non sai quanto ti capisco, posso solo dirti che siamo fatti per andare avanti quindi lentamente, a piccoli passi, ci si riprende… ogni tanto lo sguardo torna al passato e sembra fare male, ma anche quella sensazione si diluisce fino a diventare sopportabilissima… coraggio

      • Grazie Art … Premettendo che ahimè siamo colleghi … nessun consiglio per eventualmente cercare una ormai credo remota riconciliazione?

        • CIao Rino… allora, seppure la mia esperienza personale mi abbia sempre dato torto in questi affari, ho visto coppie tornare insieme anche dopo 5 anni di separazione, ho visto uomini e donne (da entrambe le parti) convinti al cento per cento di aver mollato per sempre qualcuno, tornare sui loro passi… insomma… dipende da te e da quanto ci tieni, se credi che sia davvero la persona della tua vita, lotta… senza assillarla, senza pretendere nulla… semplicemente falle capire quanto lei sia importante per te, il resto viene da sè… un abbraccio

          • lo so caro Art lo so …. ho deciso seppur a malincuore di rispettare la sua scelta … proprio ieri le ho scritto quanto segue:

            … in questi mesi ho perso quella lucidità che è
            tipica della mia persona; la condizione in cui ci siamo trovati mi ha
            spiazzato e ha peggiorato tutto il possibile. Mi dispiace per le scene
            pietose che ho manifestato, mi dispiace per le volte che sono venuto a
            mancare nel nostro rapporto.Queste poche righe vogliono soltanto dirti che hai fatto bene a lasciarmi, davvero.Ti auguro ogni bene. Probabilmente più avanti riusciremo a prendere con serenità quel caffè insieme di cui parlavamo prima (come ti ho detto Art siamo colleghi)
            Ti ho amata in ogni attimo vissuto insieme

            … insomma lascio stare …
            Grazie ancora Art il tuo sito/blog che sia insieme ai tuoi interventi li trovo propedeutici al percorso che ho intrapreso anche andando in terapia da una psicologa.

          • Grazie a te Rino per le tue parole… sono sicuro che ne uscirai alla grande, sai… quando lavori su te stesso per superare una delusione in realtà hai smesso di subirla e sei pronto per andare avanti, ci vuole solo tempo! A me piace sempre pensare che comportandosi in questo modo dall’altra parte resterà sempre un ricordo diverso che, chi lo sa, potrà essere foriero di una nuova avventura futura… ancora un abbraccio e in gamba

          • hahaha Rino, sulla parola utili mi riferivo a me stesso ma solo ora mi accorgo di non averti risposto perchè mi era proprio sfuggito il commento precedente :))
            allora, i cedimenti sono fisiologici e dimostrano semplicemente che siamo creature incoerenti perchè preda delle nostre emozioni
            una ex può tornare da te o meno, questo non è importante.. se torna allora ti comporti in un modo ma se non lo fa .. .beh… a parte che in certi casi è meglio che non lo faccia ma comunque sia siamo esseri umani, a volte ci comportiamo in maniera scontata, altre siamo imprevedibili.. il colpo di coda non è qualcosa alla quale anelare.. non serve a niente perchè i giochi sono fatti, la decisione è presa, è solo un atto egoistico da parte di una persona che per insoddisfazione personale cerca sfogo proprio nella persona che più dovrebbe lasciare in pace
            Aggiungo una cosa ma prendila con le pinze perchè non conosco lei e non conosco te quindi potrei sbagliarmi… a volte le donne (o gli uomini) agli ex dicono che gli va tutto male con quello nuovo, poi in realtà le cose non stanno così, forse lo fanno perchè si sentono in colpa e non vogliono far vedere a chi gli sbava ancora dietro che loro stanno alla grande, forse è un processo di vittimismo che con l’ex viene naturale… insomma, non lo so cos’è… fatto sta che in questo momento il nuovo arrivato rappresenta per lei il cambiamento, tu invece sei il passato, la persona che la conosce… il ritorno spesso avviene perchè il passato conserva il suo fascino ma posso assicurarti che la cosa dura poco perchè alla fine… è sempre il passato… normalmente le persone vanno avanti e quando ci chiediamo perchè tutto non può tornare come prima dobbiamo domandarci anzitutto se questo è quello che vogliamo davvero? E’ quello che vuoi davvero? Che tutto torni come prima?

          • Caro Art qui la cosa è ben più seria … Lei mi ha confessato appunto di non essere felice … subito dopo avermi detto che a 42 anni (lei io ne ho 47 sabato 10) è troppo tardi per avere dei figli …. Noi purtroppo quando stavamo insieme non ne abbiamo mai parlato seriamente dando per scontato che l’altro non ne volesse avere … Maledetto dialogo perduto per via di non so cosa … Abitudine? Appiattimento del rapporto ? mah io di certo ho le mie responsabilità per ciò che è successo lei anche … Mi chiedi se voglio che tutto torni come prima? Assolutamente no Art vorrei che il buo Dio mi potesse dare con lei una seconda occasione per ripartire da 0 … lasciandoci il recente passato alle spalle imparando insieme dai rispettivi errori ,,, con un figlio in più
            Grazie

          • Art … Io l’amo ancora …. perchè la fenomenologia dei ritorni non funziona anche per me? … l’altro non è coglio-clone di più … ha 7 anni meno di lei che ne ha 42, è disoccupato e separato con una figlia di 4 anni … Anelerei anch’io il suo colpo di coda … Lei su sua ammissione è infelice!!! … Ma io non so più cosa inventarmi … Probabilmente più nulla almeno per coerenza per ciò che le ho scritto giorni fa …. Art perdonami … ma ogni tanto ho dei cedimenti ….

  53. da quando è andato via di casa.
    Dopo un periodo di insulti vari e di suoi non tornerò a casa…ora è riapparso…non dice di voler tornare a casa, ma quando mi vede mi bacia mi abbraccia e mi rende partecipe della sua vita,
    omettendo particolari.
    Mi vuole vedere,vuole stare con me,ma di tornare a casa neanche un accenno.
    Ora il punto è questo, Non ho alcuna intenzione di giocare, di fare schemi e tabelle da seguire.
    So che questa situazione di assenza-presenza fa male solo a me.
    Come posso essere chiara?
    Senza essere pesante, o farlo sbottare (che è il motivo per il quale è andato via di casa)
    vorrei solo fargli presente che così per quanto mi riguarda non riesco a darmi una possibilitò di continuare a vivere la mia vita.

    • Ciao, ho vissuto più o meno la stessa cosa, dal tuo lato. In realtà il post di Art dice già tutto, devi trovare il coraggio di dirgli quali sono le tue condizioni, e devono essere anche dure (torni a casa, nessun contatto con eventuali partner che si sono intromessi, fare una vacanza insieme e al più presto etc etc) e lì capirai molte cose. A volte è difficile agire così, perché la paura di perdere l’altro (un’altra volta tra l’altro) non ci fa respirare, però incomincia a prepararti a farlo. E poi la cosa più importante: incomincia a ritrovare te stessa, incomincia a pensare alle cose che vorresti fare nella vita, a chi vorresti essere, con quali amici passare il tempo, ascolta nuova musica, leggi nuovi libri, ritrova un tempo che è solo tuo. Queste sono le cose che potranno farlo riinnamorare di te, anzi sono le cose che permetteranno ad un altro di innamorarsi di te e continuare ad amarti, cosa – dal mio punto di vista – molto più auspicabile.

      • Sei stato veramente gentile. Tu eri dalla mia parte? O meglio t immedesimi in me? Com e andata a finire?
        Lui ora è presente. Mi chiama e ci vediamo ogni giorno.
        Ieri sera parlava di progetti con me come se stessimo di nuovo insieme…io non riesco a gestirla e la sto vivendo anche un po clandestinamente…

        • sì, anche la mia ragazza è andata via e poi è “tornata”, più volte, in realtà volendo non finisce mai, e col dolore per quello che è successo devi imparare a convivere, devi fidarti del tuo istinto, solo tu puoi veramente sapere se è sincero. Vivi le cose che vuoi vivere, a volte bisogna andare a fondo per sentirsi in pace con se stessi, per averle tentate tutte, soprattutto in un grande amore, però concentrati su te stessa, e fai le cose che ti ho scritto sopra, lei non andrà mai via di casa, garantito.

          • per la cronaca, siamo al quinto ritorno, ormai esaurito, in realtà sia io che lei ormai non siamo più “innamorati”, non troveremmo mai la forza di rimetterci insieme e ricostruire qualcosa, solo che trovare qualcuno per cui valga la pena, che ti faccia vibrare ancora e per più di qualche giorno è molto difficile (tra l’altro abbiamo tutti e due più di trent’anni).. e ogni tanto a causa della solitudine (che è normalissimo provare, anche a questo ti devi abituare dopo tanti anni!) si ricade nei soliti schemi…però bisogna continuare a cercare, rimanere aperti, fare cose, rinnovarsi. Qualcun altro arriverà.

  54. Ciao Art, ciao a tutti
    Vi spiego in estrema sintesi la mia storia e la mia situazione attuale, nel tentativo di confrontarmi con voi e condividere la mia esperienza. Sarò ben lieto se Art o chiunque altro volesse rispondermi e darmi il suo parere. Ho 43 anni e 15 in più della mia ex. Sono il suo capo al lavoro. Dapprima un’amicizia forte, poi scoppiò da parte sua una forte passione che portò a lasciare il suo ex storico e di fidanzarsi in casa con me. La rendevo la donna più felice del mondo, malgrado per differenza di età fossimo completamente diversi in molti punti. Non ho mai frequentato le sue amiche, ed i suoi giri di movida, per tanti motivi (stanchezza fine giornata, eccessivo appiattimento in una condizione “stabile” affettiva) ma nel contempo le ho dato pure troppa libertà. Quest’estate lei mi lascia, dicendomi che siamo troppo diversi che ha appiattito la sua vita sulla mia, e che io non abbia fatto nulla per condividere le sue amicizie, il suo mondo, che è concentrato sulle amiche. Ho saputo che tra le sue amiche c’è anche l’ex storico e che lei ci ha anche parlato. Devo dire che mi ha sempre detto di averlo incontrato, e che lui si fosse sempre mostrato gentile. Non faccio 1+1, ma credo che sulla doppia spinta emotiva delle amiche (lascialo che ci fai con lui, ha 43 anni), e ritorno dell’ex lei mi abbia scaricato. Ora la vedo al lavoro, serena e sorridente e non ha perso occasione di chiamarmi e messaggiarmi per chiedermi come stessi. Io le ho semplicemente detto di essere ancora incerto sui motivi reali del suo distacco, ma che ho accettato la sua decisione, per me resta solo il discorso lavorativo, che è al momento mia priorità. Sto lavorando a mille come non ho mai fatto prima e mi mostro propositivo e leader più che mai del mio gruppo, che sapeva della mia relazione (era ufficiale), e credo intuiscano della nostra separazione. Secondo voi come dovrei comportarmi? Posso ragionevolmente aspettarmi un suo ritorno? Che ne pensate? Io di giorno vivo normalmente, come se la cosa non mi avesse fatto nulla, e sono presente il minimo dove c’è lei. Salvo coordinare lei e gli altri, non la chiamo non la sento, mi chiama lei per sapere come sto. Che mi consigliate di fare? Io intraprenderò a breve un giro di conferenze, e sto andando avanti per una promozione importante, meritata. Mi manca lei, mi manca festeggiare con lei e vivere il mondo che avevo per lei in mente, e non ho saputo dimostrarle affetto con fiori e anniversari, ma mi sono dedicato solo sulla sua crescita lavorativa. Che ne pensate? Un grazie a tutti.

    • Ciao Gaucho… anzitutto è ammirevole che tu sia riuscito a mantenere un distacco emotivo nel tuo ambiente professionale, non è da tutti… Personalmente condivido la scelta di non mostrarti a lei col cuore afflitto e di darle l’impressione che sia tutto passato, d’altra parte però ti invito a considerare il fatto che un pò, dall’altra parte, si ha bisogno di sentirsi desiderati, a volte la gente lascia perchè pensa che non siamo abbastanza per l’altro, sono persone coraggiose che preferiscono buttarsi di nuovo nella mischia che restare con una persona di cui accontentarsi… in sostanza, se tu credi che lei abbia ragione a dirti che con te si stava appiattendo, con discrezione, senza essere assillante, falle capire che non è così, rendila partecipe dei tuoi entusiasti progetti con lei, in una parola vattela a riprendere vah :))) un abbraccio e buona fortuna

  55. Ciao art!! innanzitutto complimenti per il post, sono parole che mi stanno aiutando non ostante io sia nella posizione del coglio-clone!
    vorrei raccontarti la mia storia per sapere un tuo punto di vista.
    mi arrivo un offerta di lavoro con uno stipendio alto al quale accettai immediatamente. entrai in questa fabbrica senza dare peso a niente e nessuno se non il mio lavoro. dopo un mese incrociai lo sguardo con lei…l’inizio del calvario.
    io per niente timido andai a parlargli e scopri che era fidanzata da piu di 2 anni con un ragazzo con cui non aveva piu nulla non amava neanche piu ma per via della sua maniera violenta di reagire alle liti non sapeva come lasciare questa relazione. tra me e lei fin da subito nulla di forzato anzi sembravamo due bambini.
    da li a una settimana scatto il bacio e la settimana seguente,lei lascio il suo ragazzo.
    lo lascio di giovesi, io, il sabato, andai a casa sua, senza mezze misure ci uscii 7 mesi dopo! un amore fuori dal comune.
    iniziammo a CONVIVERE sapendo di noi solo il nostro nome.
    Complicitá alle stelle, gusti uguali, insomma neanche 2 mesi dopo mi disse di amarmi e che pensava non fosse possibile vivere un’emozione cosi forte.
    vado al dunque, lui in tutto questo gli scriveva ma lei non rispondeva, ma non so il motivo ma l’ultimo mese avevo una strana senzazione.
    lei con me non cambio ma sentivo comunque la pressione del suo passato, come se non l’avesse elaborata del tutto, tranquillamente ne parlammo, e con la stessa tranquillita mi lasció, tra pianti infiniti, mi disse che sapeva gia di sbagliare ma voleva dargli una seconda possibilitá!
    tutt’ora sono passati 2 mesi!! io non lavoro piu li con lei FORTUNATAMENTE ma tramite colleghi so che dice che gli manco e chiede di me! cosa posso pensare di questo??cosa posso fare?? io sto provando con tutto me stesso a portare avanti il mio cuore e la mia testa pero cazzo é difficile!!

    • Ciao Matteo… scusami il ritardo nella risposta.
      Purtroppo succede di farsi finire nel cuore una persona che non è ancora completamente “ripulita” dalla storia precedente, lo fanno gli uomini e lo fanno anche le donne, ed è un classico partire con la quinta e ti sembra che il vostro sia un amore che doveva per forza nascere, che non si poteva impedire… poi torna il passato e addio tutto… allora, posso dirti solo una cosa, e te la dico anche perchè per esperienza personale ho assistito a cogliocloni diventati mariti e padri perchè hanno insistito… cerca di starle vicino nonostante tutto, dimentica le sofferenze che ti infligge, cerca di mostrarti disinteressato (anche se non lo sei), di non pressarla, di non farla sentire costretta a darti risposte… stalle semplicemente vicino, qualcosa potrebbe cambiare, e se non dovesse accadere non potrai dire di aver avuto un rimpianto… spero di esserti stato utile… un abbraccio

  56. ciao art,ho scoperto oggi il tuo blog e ti faccio i complimenti sia per la tua visione delle cose che per i testi delle tue canzoni(sono un cantante anch’io)
    (Premetto che ho sempre sognato di insegnare canto e da febbraio ho iniziato a credere nel mio sogno)
    Parto col racconto di quello che è successo a me.
    Sono stato lasciato dalla mia ragazza da circa 2 settimane dopo 6 anni ma la storia è complicata.
    Tutto parte dal 21 agosto(nostro anniversario),trovo 2 messaggi in inglese da parte di uno sconosciuto nel suo telefono e lei mi confessa che da 5 giorni ha perso la testa per un suo cliente dell’hotel,sudafricano di 3 anni più di me e per giunta…fidanzato anche lui!!!
    Questo tizio rimarrà in italia fino a fine settembre e poi non lo rivedrà più.
    Partendo dal presupposto che avrei dovuto lasciarla io,seduta stante,ho preferito il dialogo e chiederle come mai avesse fatto una cosa del genere.
    Lei mi dice che è confusa,che vede in lui quello che io non ho(un lavoro,un ragazzo realizzato nella vita,che gira il mondo)
    Io lo confesso,forse ho tirato troppo la corda con l’insegnamento e non mi sono accorto che lei desiderava più sicurezza economica da me…ma ho riconosciuto i miei errori e tutt’ora sto cercando lavoro a tempo pieno.
    Lei mi dice che mi vede come il padre dei suoi figli ma che non vede un futuro con me,che spera di tornare più forte da me,che spera di pentirsi.
    Fatto sta che mi ha lasciato per uno che non le darà mai un futuro,che tra una settimana andrà via e che probabilmente ora sta premendo solo per portarsela a letto.
    Volevo anche sottolineare che lei mi sa che mi ama ancora molto,sia per i segnali che mi dava prima di rompere,sia perchè il fatidico giorno che mi ha lasciato mi sono giocato le ultime carte e la ho baciata.
    Dopo il bacio lei mi ha confessato che le era venuta voglia di fare l’amore con me e che l’avevo mandata ancora più in confusione.
    il giorno dopo mi manda un messaggio whatsapp dove dice “voglio che tu mi possa mancare tantissimo e voglio tornare da te più forte di prima”
    Tra quello che fa e quello che dice ci sono delle incongruenze bestiali,tanto che ha mandato in confusione anche me.
    Spero sia solo un fuoco di paglia e che si accorga di quello che sto facendo per rimediare ai miei errori!
    Ho comunque adottato il non contatto e le amiche mi dicono che sto cominciando a mancarle spesso.
    Credo che se tornasse dovrei dare una svolta al nostro rapporto per non ricadere nella monotonia.
    Che dici art??ho ancora qualche speranza??

    • Ciao Manolo… anzitutto grazie per i complimenti.. sono graditissimi.
      Riguardo quello che scrivi non credo ci siano grandi dubbi sul fatto che lei possa tornare… piuttosto se fossi nei tuoi panni riconsidererei il vostro rapporto, anzitutto per il palese opportunismo riguardo la tua posizione economica – se ha bisogno di sicurezze, se lo cerchi lei il posto fisso e a te permetta di inseguire i tuoi desideri (del resto siamo anche in un momento di parità dei diritti) – e ancor peggio per il tradimento … al 95% delle possibilità lei tornerà da te perchè probabilmente non troverà mai una persona che anzichè mandarla a quel paese ha voluto capire il perchè di un tradimento (che molti non sono in grado di accettare, qualunque sia la ragione)… sei arrivato persino ad accollarti delle colpe che a mio parere non hai ed ad essere propositivo per il futuro.. insomma Manolo, in sostanza, credo che tu non debba preoccuparti se lei torni o meno ma iniziare seriamente a pensare se rischiare di continuare a stare con una donna che fa questi scherzi.
      Un forte abbraccio e prendi la decisione giusta (che naturalmente conosci solo tu)

      • Intanto grazie art per aver preso in considerazione il mio commento!!
        Lei il posto fisso ce l’ha,e ha messo via anche parecchi soldi :-)
        Probabilmente vede che io sono rimasto fermo ai miei vent’anni come obiettivi di coppia e questo non le va giù.
        Stasera ero a Cantare in arena di verona e mi ha scritto “ciao mabolo,come va?ti faccio un in bocca al lupo per stasera”…dopo 2 settimane senza scrivere nulla…
        Io ovviamente non le ho risposto!
        Questa situazione mi sta aiutando a trovare le cosiddette palle che non avevo prima!
        Io credo che la perdonero’,ma solamente per il fatto che tra noi c’è veramente sempre stata quell’intesa speciale che millte coppie ci hanno sempre invidiato…ovvimente la fiducia dovrà riacquistarsela!!
        Ma credo che gli errori si fanno sempre in 2 e che se vorrò fare in nodo che sia per sempre,dovremmosederci a tavolino e parlare di tutte le cose che ci danno fastidio e trovare un modo per eliminarle!
        Io continuo ad aspettarla,ma senza darle sicurezza di un mio “esserci sempre”.
        Ti aggiornero se ci saranno dei risvolti! ;-)

      • Art,forse ho fatto una cazzata…ho scritto alla ragazza di lui perche sapevo che aveva detto alla mia ex di averla messa in pausa.
        Allora le ho detto quello che stava succedendo,ma credo che la mia ex per un motivo o per un altro è venuta a sapere che c’era il mio zampino.
        Ora mi dicono sia incazzata con me..
        Credo di essermi bruciato la possibilita di un ritorno…

      • Ciao art,aggiornamenti,dopo aver fatto 25 giorni di silenzio le ho scritto.
        Le ho detto chr sto cambiando e lei mi ha detto che al momento non si sente pronta per tornare da me.
        Io le ho detto che se vorra io ci saro per un caffè,anche per dimostrarle con i fatti che sono cambiato.
        Lei mi ha. Detto che è laa prima persona a voler darmi un’altra possibilita ma ora non vuole.
        Che mi scriverà lei se vorrà e che la settimana scorsa mi ha pensato ma non abbastanza intensamente e per questo sta nel suo.
        Capisci che mi sta tenendo le porte aperte?
        Come faccio a. Continuare a vivere con il pensiero di un suo possibile ritorno?
        Ora ho deciso di mettermela via e aspettare che il coglioclone se ne vada(altri 15 giorni).
        Come puo pensare che io possa dimenticarla se mi lascia le porte aperte?

  57. Ciao caro Art. Il tuo blog è intrressantissimo. Ti leggo da diverso tempo con piacere. So che forse non mi risponderai perchè vedo che le richieste sono tantissime. Però ci provo lo stesso. Ti racconto bene la storia cercando di essere breve. Io ero la coglio-clona. La coglioclona n.2. Uomo di 40 anni. Sposato a 30,lascia la moglie dopo un anno per un’altra,che chiameremo coglioclona1, con la quale passa un altro anno della sua vita,sino a che si accorge di voler tornare dalla moglie. Mollata Coglioclona1,torna dalla moglie,con cui sta per altri pochi mesi. La lascia,definitivamente, e torna da Coglioclona1. Nel mentre frequenta una,per una storiella di sesso durata un paio di settimane. Ma giura amore a Coglioclona1. Con la quale ci resta per i successivi 2 anni sino a che,all’età di 38 anni,Coglioclona1 chiede convivenza. Lui rifiuta e conosce me. Coglioclona2,con cui inizia una storia clandestina per sei mesi. Passa un periodo borderline e lascia definitivamente Coglioclona1. Il giorno dopo averla lasciata viene a casa mia dichiarandomi amore. Iniziamo quindi la nostra storia alla lusce del sole. Ci sono talvolta scazzi e screzi per i nostri caratteri. Fondamentalmente,spesso,nonostante lui dicesse di essere innamorato di me e nonostante lui talvolta lo dimostrasse anche concretamente,io non mi “sentivo”amata. Lo vedevo cmq freddo. Era come se lui volesse convincersi di amarmi. Arriviamo all’ultima litigata. Per motivi futili,ovviamente. Lui dice di non volermi parlare (io la ritengo un’assurdità,gli dico,siamo insieme da un anno e ti rifiuti di parlarmi?), io tento di fargli cambiare idea in ogni modo. Non riesco. Lo metto di fronte a una scelta. O dentro o fuori. Lui,inaspettatamente,sceglie il fuori. Mi conferma la sua scelta una settimana dopo,dicendomi che non ha nessun’altra,piangendo,dicendo che non vuole sporcare questo rapporto di cui non è più convinto,andando con altre donne mentre sta con me (cosa che ha SEMPRE fatto in tutte le sue relazioni), che io sono importante ma lui è oltre con la testa. Ci siamo risentiti dopo,lui sempre fermo nella sua decisione. Prima mi ha detto che era felice senza di me. La settimana dopo mi ha dato la colpa della rottura dicendo che era tutta colpa mia,che sono distruttiva immatura e str…. La settimana dopo ancora, sempre su miei tentativi di ricucire,ha detto che non era possibile,che lui è triste per la situazione,soffre e ci sta male ma che stava peggio prima. Non riesco ad accettare la cosa,due settimane prima mi aveva detto di voler conoscere i miei. Io avevo conosciuto i suoi. Diceva di essere innamorato,parlava di convivenza e matrimonio.Mi chiedo come posso fare ad andare avanti. Sono confusa e da un lato vorrei tornasse. Poi mi chiedo a che pro. Ma quante possibilità ci sono che una persona che ha finto di amarti per un anno,e che forse per la prima volta nella sua vita è sola davvero, torni da te cambiata,con una proposta o un progetto? Grazie se vorrai aiutarmi con un tuo consiglio o un parere. Ti abbraccio virtualmente.

  58. Buongiorno,

    Mi chiamo Gabriele, ho 28 anni e sono gay.
    Sono stato fidanzato con un ragazzo di 33 anni per quasi un anno. Quando ci siamo conosciuti ci siamo piaciuti all’istante e nel giro 4 mesi sono andato a vivere a casa sua.
    Ho comprato insieme a lui mobili di ogni genere per rendere la casa più confortante alle nostre esigenze, persino l’albero di Natale con le varie decorazioni (lui non aveva mai festeggiato il Natale da quando era andato a vivere da solo). Sono innamoratissimo di lui, non ho mai pensato o fantasticato su altri ragazzi.
    Quando lo conobbi non era dichiarato con la famiglia e quando decise di farlo, il 27 Dicembre del 2015, tutto è cominciato a peggiorare. Suo padre accolse bene la notizia ma sua madre invece gli disse che rimase delusa che che non accettava.
    Col passare dei giorni sua madre finalmente mi conobbe ma io sentivo sempre una certa diffidenza nei miei riguardi.
    In concomitanza vedo prima in lui una certa indifferenza verso sua madre ma con i passare dei giorni succede che abbiamo problemi a letto (faceva fatica a mantenere l’erezione cosa che non succedeva all’inizio) e con il passare dei giorni una certa indifferenza verso di me. Tutto questo succedeva in meno di tre settimane.
    Alla fine salta fuori che non prova più il sentimento che provava all’inizio.
    Non immagina come mi sono sentito.. come è possibile che nel giro di tre settimane da quando si dichiarò gli sia passato tutto?? Com’è possibile che dal ti amo che mi diceva, al fatto di andare a stare con lui, i mobili comprati, le attenzioni che mi dava, sono andate via così come se fosse nulla, nel giro di così poco tempo?? Sono veramente disperato, io non credo che lui non mi ama più. La cosa bizzarra è che quando me lo disse si mise a piangere quanto me, mi stringeva la mano, mi abbracciava. E soprattutto mi disse che se quando in futuro sarebbe ‘rinsavito’ avrebbe provato a riconquistarmi.
    Sono stato 3 giorni senza sentirlo ma la mancanza di lui era tanta che sono deciso ad andare da lui. Era contento di vedermi e abbiamo parlato e abbiamo cercato di ricominciare da capo ma dopo ancora qualche giorno riprende la sua indifferenza e mi dice che non mi ama più. Nel mese successivo ho cercato in tutti i modi di riallacciare i rapporti (lui non mi cerca mai ma se io lo cerco lui mi risponde tranquillamente e sembra contento di sentirmi) ma non vuole tornare con me. Allora ho deciso di attuare il NO-CONTACT e sono due mesi che non lo sento più. Non so che fine abbia fatto (Se non tramite facebook che ho ancora tra gli amici ma che usa pochissimo).
    Ora le chiedo, come mi devo comportare? Io non riesco ad immaginare il mio futuro senza di lui, avevamo dei progetti di vita insieme. Potrebbe essere il fatto di essere andato a vivere da lui così presto?? Oppure il fatto di sua madre?
    Devo voltare pagina??? Trovare un altro ragazzo sarà molto dura ma io voglio lui non un altro ragazzo.
    Mi scuso se mi sono prolungato così tanto ma io sono veramente innamorato di lui e sono a veramente a pezzi.
    Complimenti per il blog che mi ha aiutato tanto.

  59. Sono arrivato qui un po’ per caso ma ne sono rimasto piacevolmente colpito, quindi prima di tutto complimenti!
    Su come funzionino i ritorni francamente non lo so, credo che però ogni storia abbia delle proprie variabili particolari che andrebbero analizzate singolarmente. Perciò il senso o meno di un ritorno suppongo che vada contestualizzato in una specifica dinamica, ma la mia potrebbe essere una visione distorta dalla mia personale situazione, è ovvio!

    • Beh se devo essere sincera spero proprio che non ritorni mai più.. Credo ce le persone si conoscano nei momenti di difficoltà e non solo quando si ride e si scherza e a dirla tutta credo che lui sia ancora troppo ragazzino per me, se tornasse so che ci cascherei non sono ipocrita ma so anche che non sarebbe quello giusto perché ho bisogno di altro.. Sopratutto ho bisogno di qualcuno che si prenda le proprie responsabilità e la smetta dire che è sempre tutta colpa mia e che sono io che mi sono fatta lasciare o cazzate simili.. Adesso ho ripreso in mano la mia vita e vi comunico che sto benissimo da sola!:)b

  60. Buonasera a tutti. Ringrazio Art per il prezioso contributo che ci ha fornito perché si attaglia esattamente alla situazione che sto vivendo. Vengo al dunque.
    Circa due mesi e mezzo fa sono stato lasciato dalla mia compagna dopo una storia durata circa 4 anni. Le ragioni sono le solite: mancanza di attenzioni, nervosismo, incomprensioni e via di seguito. Lei sosteneva che la nostra fosse una relazione esclusivamente fisica dettata dalla profonda attrazione, ma che nel frattempo si fosse spento il sentimento. Dopo una paio di settimane di confronto telefonico (ci siamo visti di persona solo una volta), decido di non contattarla ulteriormente.
    Circa un paio di settimane fa, esco con una nuova ragazza e lei, notando una foto su facebook, si ripresenta, parlando del più e del meno. Riallacciamo un pò i contatti telefonici e, dopo circa una decina di giorni, finisce che andiamo a letto insieme a casa sua.
    Dopo aver avuto un rapporto mi confida di averlo fatto con un altro ragazzo e di non sapere cosa prova per me. Non faccio nessuna scenata particolare e cerco di essere più freddo possibile.
    Nei giorni successivi mi dice che non possiamo avere nessun rapporto, neppure di amicizia, perché il rivederci le ha fatto male causandole molta tristezza.
    Ora sto attuando la tecnica del no contact già sperimentata in precedenza. Credete che questo periodo le servirà per chiarirsi le idee o è stata solo una toccata e fuga?

      • male. tra tenerezze, amore, sguardi, carezze.. vi giuro non sono pazza tra noi c’è troppo amore. ma lui di me non ne vuole più sapere e io non posso svilire me stessa andandogli dietro. ho detto molto di più di un semplice ti amoe mi sono sentita rispondere che era una lavata di faccia che dovevo pensarci prima e che adesso non mi vuole più e che ho aspettato troppo ( 1 mesetto io non credo sia cosi tanto ) comunque sia..non so quanto abbia parlato l orgoglio o quanto le sue parole fossero vere.. posso solo dire che ho sentito il mio gesto, la mia dichiarazione sminuita e non apprezzata e questo mi ha uccisa.. ci siamo salutati con baci teneri e carezze.. ma non posso più fare altro e non andare avanti per la mia strada.. se davvero mi ama come dice e come vedo prima o poi ( anche se ho amici e famiglia contrari ) qualcosa cambierà atrimenti, per amore non credo sia mai morto nessuno.

  61. buonasera a tutti, volevo anche io raccontare la mia storia nella speranza che possa essere d aiuto a qualcun altro..
    la storia è lunga ma per non annoiarvi cercherò di essere il piu sintetico possibile.
    All eta di 16 anni mi misi con una ragazza e con lei c’ho passato i successivi 6 anni, capite benissimo che l età era quella che era e che quindi siamo cresciuti insieme, forgiando i rispettivi caratteri con quello dell altro.. abbiamo vissuto milioni di esperienze, tragiche e eccitanti, sempre insieme, senza mai lasciarci, senza mai dubitare dell altro, con questo non voglio di certo dire che è sempre stato tutto rose e fiori, anche noi avevamo i momenti no, momenti in cui mi accorgevo di annoiarmi con lei, momenti in cui volevo vivere la mia età, fare nuove esperienze ma alla fine ho sempre preferito stare con lei.. col passare del tempo si notava che ( piu dalla mia parte che dalla sua) qualcosa si stava spegnendo, lei sembrava sempre innamorata, era sempre pronta a stare con me anche se non c’era nulla da fare, a lei importava stare insieme, io stupidamente l ho trascurata facendomi trasportare dalla monotonia della vita di coppia ormai vuota..
    l amore si faceva poco e niente e lei non prendeva mai l iniziativa, si lamentava della mia mancanza di dolcezza e di attenzioni ma io sembravo cieco e forse per via dell abitudine di averla sempre affianco a me non ho dato la giusta importanza ai suoi lamenti.
    a giugno dell anno scorso mi ha pure chiesto di andare a convivere secondo me come se stesse cercando una prova del mio amore.. Facendo l università e non avendo un lavoro le risposi con un secco no.
    durante l estate per un motivo o per un altro ci siamo visti poco, finche finalmente siamo partiti in vacanza con una comitiva di amici, bene, dal primo giorno lei non mi ha considerato minimamente, mi evitava, mi lanciava occhiatacce, cosi dopo 8 giorni di questa vita le ho chiesto che cosa avessi fatto per meritarmi questo, lei mi lasciò di tronco dicendo che non c era piu passione ne complicità e vani sono stati i miei tentativi di farla ragionare, ho provato in tutti i modi di dirle che se c’è amore c’è ancora un ottima ragione per combattere ma lei non ne ha voluto sapere, insensibile e impenetrabile.
    due settimane dopo vengo a scoprire che si sente con un ragazzo e che ci flerta pesantemente.
    ho fatto di tutto ( stupidamente me ne rendo conto solo ora) per farle cambiare idea, ho buttato la mia dignità sotto i piedi, le ho scritto una lettera in cui mi rassegnavo e le dicevo addio, lettera a cui non ho avuto la minima risposta.
    a ottobre siamo saliti a torino per la laura di un mio amico e lei di fronte ai miei occhi messaggiava con il suo ex e rideva e scherzava incurante dei miei sentimenti, vi lascio solo immaginare come mi sentivo. ho provato anche a parlare ma niente era ancora un muro..
    dopo circa tre mesi io stavo cercando di farmi una nuova vita anche se mi sembrava tutto falso, una cosa che non volevo, io volevo lei e nessun altra ma dovevo sopravvivere e ho cercato di guardarmi intorno, un mesetto fa comincio a sentirmi con una delle sue amiche e lei, di colpo si è rifatta sentire, dicendomi che era da un po che provava una certa nostalgia nei miei confronti..
    le ho chiesto di uscire e dalla sua bocca sono uscite frasi del tipo
    “con te è stato tutto meraviglioso, i litigi erano banali,la mia parola d ordine era serenità”
    ” rifarei tutto dall inizio, sei un ragazzo fantastico e non sono pronta a lasciarti andare via dalla mia vita”
    ” sei il ragazzo perfetto, il ragazzo ideale, ma forse sei troppo perfetto per me, io adesso non voglio la perfezione”
    potrei elencare altre 100 frasi del genere ma mi fermo qui.
    a quel punto le ho chiesto perchè mi stesse dicendo tutte queste cose, quali erano le sue intenzioni con me..
    mi ha risposto che lei non voleva vincoli e alla fine sono riuscito a strappargli la vera motivazione
    “VOGLIO FARE ALTRE ESPERIENZE CON ALTRE PERSONE”
    a quel punto io mi sono incazzato, mi vieni a dire tutte queste belle parole e poi preferisci andare a scopare con altri? comunque sia non sono mai veramente riuscito a portarle rancore cosi la discussione si è chiusa la..
    un giorno la cerco e finiamo a letto da quel momento non mi cerca piu, provo a chiamarla due giorni dopo e mi dice che aveva fretta e che non poteva parlare e anzi se avrei potuto farle un favore lavorativo, un po infastidito io accetto nella speranza di poterle parlare dopo, ma niente.. non mi ha piu cercato..
    provo a ricontattarla qualche giorno dopo e nel mezzo della discussione taglia il discorso dicendo
    ” devo andare in palestra, SE E QUANDO RICAPITERà NE RIPARLEREMO”
    il giorno dopo vengo a scoprire che è andata a letto con un altro. ( pochi giorni dopo averlo fatto con me)

    ora sono stato forse un po troppo dispersivo, ma credetemi vi ho evitato molti particolari, specie quelli in cui mi sono ridotto a uno straccio per cercare di dimostrarle quando la amassi, nel periodo in cui si è riavvicinata ho fatto tante cose romantiche per lei ma a quanto pare si sono concluse in un nulla di fatto
    la sua è stata solo una nostalgia istantanea.
    ho deciso di scrivervi perche credo di essermi ammalato, non riesco a pensare ad altro da 6 mesi, ho un disturbo ossessivo convulsivo.. vorrei che tornasse ma poi penso a tutto quello che mi ha fatto.. vorrei essere furioso con lei, ma la amo e non ci riesco, una parte di me la aspetta sempre, non riesco a immaginarmi una vita senza di lei..
    l amore non uccide no, ma ho pensato seriamente che sarebbe stato meglio se lo facesse..

  62. Ciao mitico. Storia molto complicata perchè sono impegnato da tanti anni con una donna ed ho una figlia. Ci conosciamo sul posto di lavoro, lo stesso. Purtroppo in ufficio mi capita di vederla. Ogni giorno. Potrei evitarla ma non a mensa.La storia inizia per puro sesso. Lei è separata da anni e vive sola. La cosa va avanti per quasi due anni con tanto bel sesso e poco altro. Non rinuncio alla mia famiglia e lei lo sa. Caratterialmente lei mi sembrava docile finchè non mi ha mollato. Ora è un muro. Ha iniziato a lamentarsi del fatto che la usassi come un gioco. Lei si era praticamente innamorata. Io no. Di me si lamentava che non le davo attenzioni oltre il sesso. Anche lei voleva sesso e basta, all’inizio. Poi è diventata una storia seria, per lei. Due anni e mezzo alla fine. Ha avuto poche storie lei, un matrimonio fallito alle spalle. A dicembre mi dice che mi molla perchè i suoi sentimenti si sono affievoliti e perchè dice che io non sono cambiato, anzi mi sono raffreddato verso lei. All’inizio ho accettato la situazione. Poi, giorno dopo giorno, mi sono pentito. Ho provato a non contattarla per un pò ma non è cambiato nulla. Mi ha scritto che la storia è finita. Mi sono rifatto sotto inutilmente; Tutto Inutile. A molti miei messaggi non risponde: dice che non vuole che mi illuda. Da novembre ad oggi un NO CONTACT di una ventina di giorni, inutilmente. Poi scopro, perchè me lo confessa la scorsa settimana, che ha un altro, un vero coglio-clone !!! Non per essere presuntuoso ma in tutto peggio di me. Ora ho messo in atto il NO CONTACT assoluto, pur passandole sotto il naso per lavoro. Ma fingo disinteresse. che fare ???? Tornerà secondo te ? Hai consigli pratici ??? Grazie di tutto

  63. Ciao Art, finalmente ho trovato il coraggio di scriverti e chiedere l’aiuto o un consiglio perche’ non c’e’ piu’ niente che mi dia un po’ di pace.
    Mio marito mi ha lasciato dopo 9 anni di vita insieme ( di qui 11 mesi di matrimonio) per una ragazzina di 18 anni ( lui ne ha 42 io 32). Sono passati ormai 6 mesi e lui continua a vivere con lei, lavorano insieme, conducono la vita come se si conoscessero da anni. Lei proviene da una famiglia problematica ed e’ scappata di casa quando aveva 15 anni. Da quando lui ha deciso di stare con lei ha completamente dimenticato me.Non vuole avere nessun contatto con me, mi insulta e mi umiglia ogni volta che lo contatto per le cose di natura legale.Sono stata pratticamente sempre io a cercare il modo di chiamarlo. Lui non vuole sapere di tornare da me. Non riesco a capire come sia possibile.
    Pratticamente lui per stare con questa ragazza ha lasciato tutto quello che aveva , e’ uscito di casa con una valigia e basta. Fino all’ultimo giorno si e’ comportato pero’ sempre da marito e compagno perfetto. Parlavamo, scerzavamo, ci prendevmo in giro in modo come sempre facevamo. E poi il giorno dopo mi ha detto che non mi ama piu’, che sta vivendo una crisi e che non vuole piu’ stare con me. Tutto questo mi ha devastato. Sono oramai 5 mesi che ho smesso di vivere. Sono andata in terapia ma nulla mi aiuta. Ho scoperto solo che secondo gli psicologi e psicoterapeuti sono la vittima di un classico psicopatico narcisista manipolatore.
    Il problema che io lo amo, mi manca ogni giorno di piu’. Lui non si e’ piu’ interessato a niente. Continua a cambiare lavoro ogni 2/3 settimane e si porta sempre la ragazzina a lavorare con lui.
    Solo una volta mi ha chiesto se poteva tornare da me …ma a modo suo e alle sue condizioni. Dopo piu’ nulla. Mi ha detto solo qualche volta che non sta bene con la ragazza perche’ lei e’ aggressiva e non si capiscono.E quando me lo diceva io lo supplicavo di tornare da me, ma poi dopo qualche giorno mi richiamava e mi diceva che le cose sono migliorate e che ora sta bene.
    Io mi sento a pezzi. Mi sento tradita, abbandonata, umigliata, sfruttata e presa in giro da una persona che amo con un amore profondo. Mi e’ stato detto che la mia e’ piu’ che altro una dipendenza ed e’ forse vero pero’ non cambia il fatto che io sto cosi male che non mi alzo nemmeno piu’ dal letto. Sento solo che mi manca e vorrei che tornasse.
    Non riesco a capire perche’ ha lasciato tutto quello che abbiamo costruito insieme in nove anni per una ragazzina che ha pure dei problemi comportamentali. Ultima volta che ci siamo sentiti lui era molto giu’ perche’ c’erano dei problemi tra di loro ma non ha detto B per chiedere di tornare da me. Una volta mi ha detto anche che lui crede di amare tutte e due ma a me sembra che lui ha cominciato proprio a odiarmi ma la cosa sicura che molto indifferente nei miei confronti.
    Leggo sempre molti articoli e forum dove le donne dicono che i loro mariti o fidanzati sono tornati da loro dopo uno, due ,tre mesi. Non capisco perche’ mio marito non vuole tornare da me.
    So di essere stata caotica e c’e’ molta confusione nel mio racconto ma la cosa fondamentale per me e’ poter capire se c’e’ la minima possibilita’ che lui torni o se si fara vivo.
    Ps. mi scuso per la scrittura ma non sono Italiana

    • Non riesco a capire s’e’ possibile che una persona puo’ smettere di amare un altra da un giorno all’altro.E se lui e’ davvero innamorato di questa ragazzina. E poi ancora una cosa che mi e’ venuta in mente.Quando gli ho chiesto mille volte di tornare da me e che le cose si potevano sistemare lui mi rispondeva sempre che non ha ancora toccato il fondo. Non ho mai capito questa cosa. Perche’ a quanto pare sta facendo tutto quello che vuole anche se delle volte dice che e’ subcube della ragazzina. Allora perche’ non torna. Tutti mi dicono solo che essendo lui uno psicopatico si sta prendendo gioco di me nel farmi soffrire sempre di piu’. Io non credo che possa essere cosi’ cattivo. Non lo e’ mai stato.

      • Ciao Daria, mi sono imbattuta in questa conversazione perchè proprio come te sono stata scaricata dopo quattro anni di relazione per una ragazzina con tanti problemi alle spalle. Sono passati tre mesi ed io ancora non mi sono rassegnata. Continuo a chiedermi cosa possa trovare lui, che con me aveva un sacco di affinità, in una ragazza che frequenta ancora il liceo e che deve ancora fare un sacco di esperienze nella vita. L’unica risposta plausibile è che la carne fresca fa sempre gola e probabilmente l’idea di poter fare il papino ed ammaestrare a propria immagine e somiglianza una donna più giovane è sicuramente appagante per un uomo che soffre di narcisismo. Come te, anche a me piacerebbe avere la soddisfazione di un ripensamento o di un ritorno, ma il mio ex non si fa più vivo, nè risponde se lo cerco, ha chiuso i ponti con me in maniera definitiva, questo è ciò che ha detto e dopo un pò di mesi io non ricordo più neppure che voce abbia. Non so se far passare del tempo sia la cosa giusta, ma di certo prendersi cura di sè stessi è forse il primo passo per poter ritrovare una pseudo serenità. Io lo amo ancora, e spero soltanto che con il tempo il mio sentimento scemi…

        • Ciao chiara mi ha fatto molto piacere il fatto che hai scritto.Sono ancora stupefatta e incredula da quello che mi e’ successo.Oltra ad essere ancora molto innamorata di lui.Ogni giorno sento la sua mancanza e penso dov’e’, come sta ecc.Nel frattempo cerco di andare avanti ma ti garantisco che e’ terribilmente difficile. E come dici tu so che dobbiamo trovare le forze per ritrovare questa nostra pseudo serenita’ ma quanto cavolo e’ difficile pero.In piu’ inizio a pensare che sarebbe stato diverso se avessimo avuto la possibilita’ di un distacco emotivo graduale.Almeno nel mio caso il fatto che lui abbia tagliato in maniera cosi’ drastica gogni contatto con me ,mi ha fatto precipitare in un profondo senso di abbandono.Penso ancora spesso di un suo eventuale ripensamento solo che missa che non avvera’ mai.Spreco quindi inutili energie nel pensare e sperare che domani sara’ quel cosi tanto desiderato giorno.Solo.che sono mesi ormai che nulla cambia da parte sua quindi devo cominciare a rassegnarmi.E’ un dolore pazzesco mi toglie il fiato solo il.pensiero che non.c’e’ piu’ nessuna speranza che lui si faccia sentire o mi.contatti.Tutti ti dicono che la.vita va avanti e devi iniziare a pensare a quel che giusto per te e fare le cose che ti diano un po’ di serenita’.Sono solo.le parole ma purtroppo non ci sono alternative.Solo che per quanto io possa cominciare a prendere in mano la mia vita, il sentimento che provo per lui non sta svanendo, ne si stia indebolendo.Francamente delle volte penso che magari davvero e’ solo questione di tempo, ma nel mio.caso e’ al contrario.Piu’ tempo passa piu’ lui mi manca piu,’ lo penso e lo.amo.sempre come prima che succedesse tutto questo incubo.Non so come andra’ a finire.La cosa certa e’ una sola che non abbiamo scelta e dobbiamo andare avanti. Ti abbracio forte e ti sono vicina.

    • Ciao Daria… non è raro che un uomo di 42 anni desideri riassaporare la giovinezza perduta sognando avventure con ragazzine problematiche, alcuni si fermano al solo desiderio, altri sono sufficientemente immaturi da lasciare moglie e figli e buttarsi a capofitto… adesso ho una domanda per te? Sei sicura di volere accanto un uomo così? Voglio dire… con questa ragazzina magari andrà male, non è escluso che lei tra qualche anno si innamori di uno della sua età e mandi tuo marito a quel paese… anzi la cosa è molto probabile! … e lui tornerà da te… lo farà, perchè avrà bisogno di riappropriarsi della sua vita sicura da 42 enne… ma a te sta bene un uomo così? Sei sicura di volere a fianco qualcuno che fugga via quando ne ha l’occasione e che torni solo quando ha problemi? Fossi in te non mi preoccuperei tanto del fatto che tornerà perchè è probabile che lo faccia, piuttosto la mia preoccupazione sarebbe capire perchè non riesco a staccarmi da una persona così. Ci sono dei modi per liberarsi dalle dipendenze affettive, uno di questi è tornare ad amarsi facendo cose per se stessi: iscriviti a yoga, fai un bel viaggio da sola, insomma… trova una strada per te stessa e credi fortemente nel fatto che la tua vita non è finita e che puoi renderla migliore … katz hai ancora 32 anni, puoi trovarne cento di uomini meglio di lui… un abbraccio e buona vita

      • Grazie per la risposta. So che devo lavorare su di me solo che essendo stata abbandonata e umiliata sento un rancore dentro di me.Oltre sentire la sua mancanza non ho nemmeno la possibilita’ di dirgli “senti vuoi tornare mi dispiace non e’ piu’ possibile”.Capisci che si solito sono gli uomoni che hanno lasciato le loro mogli ha supplicare poi di tornare da loro.Io non ho nemmeno questa rivincita se cosi la posso chiamare.Una soddisfazione morale.Nulla
        26 lut 2016 12:25 “Disqus” napisał(a):

        • La soddisfazione morale potrai anche ottenerla ma la questione è se una banale rivincita è paragonabile ad un’intera vita con la persona sbagliata :=)

          • Art la soddisfazione morale e’ l’unica cosa rimasta per me. Nessuno riesce ha capire che io ho perso pratticamente tutto sotto ogni asspetto. E la possibilita’ che lui mi chieda di tornare e da parte mia si senta il secco NO ( oppure alle mie condizioni questa volta) mi farebbe star meglio anche solo per un secondo.Continuo a pensare se e quando arrivera eventualmente questo giorno visto che sono gia’ passati 6 mesi. Ti ringrazio davvero delle risposte, non sai come mi aiuto il confronto con delle persone che non sono di parte.

  64. Ciao Art, grazie per i consigli. Utilissimi. Sono sposato da anni con un figlio di 21 anni. Al lavoro ho avuto una relazione con una collega divorziata che anche lei ha un figlio di 20 anni. Una relazione intensa fino a che ha trovato un altro compagno.Sapevami entrambi che poteva finire. Io ho passato tutte le fasi da te descritte fino a che ho letto l’articolo. Il problema maggiore è stato che continuiamo a lavorare insieme. Detto questo, a distanza di un mese, mi dice che le mancano quei momenti ma prima voleva assicurarsi se io ero pronto. Ancora ha una relazione aperta ma, come dice lei, è in fase di rottura. Le ho risposto che anche io ne ho voglia ma voglio assicurarmi che anche lei sia pronta, non voglio confondere le idee e che quando lo riterrà sarà lei a farmelo capire. Se ritiene che preferisce rimanere con l’altro, capisco. Ora, come devo comportarmi? Entrambi lo rivolgiamo, lo so. Ma non voglio calcare la mano anche se l’attesa è snervante.

    • Ciao Mirco.. se lei è confusa fai bene a non calcare la mano, so che l’attesa è snervante ma in questi casi il tempo è l’unica cosa che può risolvere in un modo o nell’altro la tua situazione. Purtroppo le relazioni sono molto difficili tra persone adulte, specie se ci sono mariti e figli in mezzo, bisogna capire se la persona che si ha davanti vuole solo fuggire dalla monotonia della vita quotidiana o se è davvero innamorata… aspetta ancora

      • Grazie comunque, i tuoi consigli e su come comportarsi, sono stati utilissimi e sta accadendo proprio come hai descritto le cose. Lavoriamo insieme e ci sentiamo anche via WhatsApp. L’attrazione per entrambi è molto forte. Comunque vadano le cose, non sono più ossessionato da lei. E questo è un gran risultato. Se dovessimo ritornare ancora insieme, l’affronterei in maniera diversa. “se ti ha lasciato una volta, può rifarlo”.

        • È tornata. Si è aperta come una cozza. Non faceva altro che pensare ai momenti passati insieme e a quanto gli mancavano. In una settimana abbiamo fatto l’amore 5 volte!

  65. Ciao Art! Come stai?
    Mi è capitato molte volte di leggere il tuo sito, trovando articoli molto interessanti per me soprattutto in questo periodo…
    Ti scrivo per parlarti della mia situazione: a febbraio dell’anno scorso ho deciso di interrompere la mia relazione di 8 anni con il mio ragazzo storico, dato che era già un po’ di tempo che mi ero accorta di guardarmi intorno, dato che lui molto poco veniva in contro ai miei interessi. E, la goccia che ha fatto traboccare il ogni volta andare al cinema o ad una mostra diventava un’opera di convincimento da fare! A far traboccare il vaso é stato
    conoscere un ragazzo che ha iniziato ad interessarmi. Mi sembrava che venisse incontro ai miei interessi, gli piaceva com’ero…in pratica a 27 anni mi sembrava di essere tornata un’adolescente. Dopo aver lasciato il mio ex, lui ha fatto di tutto per recuperare ma io ho rifiutato
    sempre tutto dato che ero stanca e incredul a del suo cambiamento. Quindi dopo
    circa 3 mesi dalla fine della storia, mentre lui continuava a mettermi pressione, ho iniziato ad uscire con quest’altra persona per circa 2-3 mesi, non sentendo più il mio ex, ormai ferito nel suo orgoglio maschile, ma poi mi sono accorta che provavo ancora amore nei suoi confronti.
    Mi é successa davvero una cosa strana: è come se quel sentimento che provavo per lui fosse ricomparso più forte da un momento all’altro, dato che il suo pensiero mi affiorava sempre.
    Quando sono tornata da lui, lui mi ha detto che stava frequentando una ragazza di 18 anni (noi siamo coetanei di 27 anni) e stava bene. Era sorpreso e confuso dal mio ritorno…un giorno mi diceva che non sapeva I suoi sentimenti nei miei confronti, il giorno dopo diceva che non mi voleva più e che non riusciva a perdonare il fatto di essere stata con un’altra persona. Poi circa 10 giorni fa mi ha palesemente detto che prova solo bene nei miei confronti, vede un futuro con questa ragazza piuttosto che con me e preferisce stare con lei. Ora io mi chiedo: menomale che lui mi diceva che l’amore si sceglie! Io la mia scelta l’ho fatta! Dopo tutto questo io non mi sono fatta sentire…ma ho come il presentimento (non so se sia giusto o meno) che quello che lui dica Non é vero ma é solo un modo per allontanarmi. Tu che ne pensi?
    Ti ringrazio tantissimo

    • Ma scusa, ma ti rendi minimamente conto di quanto male hai fatto al tuo ex, prima di COSTRINGERLO a trovare un’altra persona? Ci potevi pensare prima! Cosa vuoi pretendere adesso? La cosa che ti devi mettere bene in testa è che lui non digerirà mai, perchè prima o poi uscirà, che sei stata a letto con un altro per il quale lo hai lasciato! Ti ripeto, la responsabile di questa situazione sei SOLO tu e lui è la vittima. Lascialo in pace ora che ha trovato, per fortuna, una compagna con la quale sta bene e che ti ha fatto dimenticare.

  66. Ciao Art, ti ringrazio mi conforta leggerti, sto seguendo il decalogo, sta diventando il mio Vangelo e mi sta aiutando parecchio, sto attraversando tutti i periodi ed emozioni che hai ben descritto, ad oggi sono sulla rassegnazione, anche se sai benissimo che le immagini attraversano il cervello in maniera impietosa, sofferenza, rabbia, incredulità, speranza, rassegnazione, distacco totale. L’unica cosa che mi fa sperare è stata l’ultima affermazione al telefono, quando le ho detto che fra noi c’è sempre stata questa “attrazione misteriosa”, lei mi ha risposto con “è vero”. Quindi, sto seguendo il no contact, anche se la tentazione è forte e sto cercando di lottare.Magari col tempo, secondo me la famosa crisi della mezz’età e la sindrome di Peter Pan al femminile ha giocato un ruolo importante, se ne renderà conto. Le ho anche detto che forse non ha ancora metabolizzato che io non ci sono più, anche li la risposta “è vero”. Per quanto riguarda gli auguri per il compleanno, visto che ce li siamo fatti per Natale e Capodanno, naturalmente in modo molto diplomatico, sicuramente me li farà, di conseguenza se non me li fa meglio, continuo con il no contact, ma se me li fa, cosa le rispondo? Ti ringrazio e ti saluto

    • Ciao Zundapp… sono contento che questo scritto ti sia utile.
      Riguardo quello che scrivi io credo servano a poco le spiegazioni chi ti ha abbandonato, specie quando gli metti le parole in bocca :)) sai, ognuno ha la sua sensibilità, anche se stentiamo a crederlo, a volte chi ci lascia vive il problema di sentirsi responsabili della sofferenza di una persona ed ingenuamente crede che assecondandoci può aiutarci a superare meglio la sofferenza, la verità è che l’unico modo in cui il perduto amore può farci star bene è tornare con noi, se questo non può accadere allora meglio non sentirsi più, è l’unico modo per tornare ad essere liberi d’innamorarci ancora.
      Riguardo gli auguri… beh, so che ogni minima occasione di riprendere i contatti fa palpitare il cuore ma il mio consiglio è sempre quello… evita di dargli modo di “aiutarti” a superare la sofferenza perchè non può farlo.
      UN abbraccione e buona vita

  67. Ciao Art, ho letto con molto interesse i tuoi post, visto che è un mese che sono entrato nella cerchia dei “lasciati”; non sto a scriverti la mia storia, ma sicuramente avrai capito che ho commesso gli errori iniziali, , subito dopo avermi cacciato( ancora adesso non conosco un motivo valido, dopo ben 13 anni) ho fatto trascorrere 4 gg senza farmi sentire, dopo l’ho chiamata per vederci: le solite cose sono confusa, sono in crisi, ti sei adagiato, non c’è un’altro uomo, mah, ci sentiamo dopo altri 2 gg ancora incazzatissima, le chiedo se posso vederla il giorno dopo, le parlo ancora, cerco di fare lo zerbino il meno possibile, le consegno una lettera con i miei intenti e morale della favola adesso sono 6 gg che non mi faccio sentire, sto cercando di attuare il no contact. Ho solo bisogno di un consiglio, fra un mese compio gli anni, se dovesse inviarmi un msg per gli auguri, come devo comportarmi, le rispondo, anche con un solo “grazie” o proprio non considerarla?

    • Ciao zundapp… tredici anni sono tanti, anzi tantissimi :) … forse è confusa e ha semplicemente bisogno di tempo, forse ha bisogno di capire se tu sei l’uomo giusto e quindi vorrebbe incontrarne un altro per rendersi conto dell’importanza che hai. Le persone confuse dicono sempre le solite cose: ti sei adagiato, ormai siamo fratelli… ok, però bisogna anche considerare che dall’altra parte ci sono degli errori se uno si adagia, e poi chi ha detto che adagiarsi sia una cosa del tutto sbagliata: passiamo la vita a combattere per un tozzo di pane e dobbiamo fare lo stesso anche a casa nostra? Ad ogni modo, se riesci a lasciare passare il tempo che serve senza entrare troppo in panico, è meglio credimi… non c’è nulla che possa riportare una persona confusa allo stato “normale” se non la distanza e soprattutto la paura che l’altra persona possa anche stancarsi e mandare tutto a quel paese. Non ti formalizzare con gli auguri… se non te li fa, va bene pure, non è importante, il no contact dev’essere anzitutto un momento che ti prendi per te stesso nel quale sospendi qualsiasi giudizio, possono passare mesi come due settimane, ricorda che sei tu quello che è stato lasciato ed è lei adesso che dovrà fare il primo passo: non chiederti nulla, lascia che le cose vadano per come devono andare perchè qualunque cosa tu possa pensare o chiederti nel frattempo, non potrai impedire che questo accada… se poi il tempo dovesse diventare troppo lungo e tu sentissi di doverle dire qualcosa che potrebbe farle cambiare idea, allora fallo, ma per favore non fare l’errore di avere fretta… chi lascia ama godersi la solitudine, la percezione del tempo tra l’abbandonato ed il perduto amore è totalmente diversa… per noi delusi le ore sono anni, per il perduto amore sono secondi :)
      Ti auguro comunque di risolvere il tuo problema, come ti dicevo 13 anni sono tanti ed è passato ancora così poco tempo! :) un forte abbraccio e buona vita

  68. Stavo avendo problemi di relazione seria con mio marito e aveva portato su di lui lo spostamento a casa del suo amico. Tutto è peggiorata perché ha iniziato ad andare in bar e strip club frequentemente con i suoi amici, si ubriaca e passare fuori. Sempre mi minaccia il telefono ogni volta che lo chiamo a causa di tutti i cattivi consigli che suoi amici gli hanno dato. Io lo amo davvero e siamo stati insieme per 8 anni ma non ho potuto ottenere incinta e ha insegnato che era colpa mia. Ero così triste e frustrato e mangerei nemmeno su finche ‘ un giorno stavo navigando attraverso internet dove ho visto una signora che testimoniano di un mago Dr Ojenga che l’hanno aiutata ha portato il suo ragazzo torna a casa con l’aiuto della magia, così ho deciso di prendere una prova a contattare il mago Dr. Ojenga tramite il greatojenga@yahoo.co.uk e-mail e ho spiegato tutti i miei problemi a lui e il Dr. Ojenga mi ha detto che avrei dovuto non ti preoccupare che stava per aiutarmi a risolvere i miei problemi, sarebbe venuto mio marito torna a casa e Dr. Ojenga mi ha detto anche che egli avrebbe restaurato mio grembo per me di essere incinta. Mi ha anche detto che l’incantesimo non è nocivo a me né a mio marito. Ho deciso di aspettare… in 2 giorni che mio marito era scusarsi torna a casa, dicendo che era dispiaciuto per quello che mi aveva costi e ora siamo felici di vivere insieme. . Sono andato per la visita medica e il risultato ha mostrato che ero incinta 1 mese e ora io e la mia amante stiamo vivendo felicemente con la mia famiglia. Sono davvero felice in questo momento perché non so cosa dire di piu ‘, ma se sei là fuori leggendo questa testimonianza e vi sono avendo lo stesso problema con il vostro rapporto o incontrando difficoltà ottenere incinta per tuo marito o fidanzato o problema di qualsiasi tipo che è di là di potere medico gentilmente contattare Dr. Ojenga il suo indirizzo email: greatojenga@yahoo.co.uk

  69. Ciao Art, interessanti i tuoi post…
    Racconto brevemente quello che mi e’ capitato..
    Io e mia moglie ci siamo lasciati 15 mesi fa.
    Abbiamo un bambino di 3 anni..
    In questi 15 mesi lei ha messo un muro e ci vedevamo solo per quelle volte che io lasciavo mio figlio da lei per i miei 3 giorni di fine settimana!
    Adesso aspettiamo il divorzio e mi ha creato un po’ di sgambetti con il suo avvocato!
    Ci siamo lasciati per molte incomprensioni e per di piu’ perche’ lei crede che io stavo esagerando con l’ alcool!
    Mi e’ capitato uan settimana fa di andare alla festa dell asilo di mio figlio e ci siamo rivisti..
    Addirittura mio fgilio chiede se posso andare da loro a giocare con noi..
    Lei acconsente…
    Quando mio figlio si e’ addormentato ci siamo messi a parlare di molte lacune e situazioni non risolte…
    Io l’ abbraccio, lei si lascia abbracciare e scoppia in lacrime…mi accarezza la schiena, mi dice che non ha nessuno che sta bene cosi…che mi farebbe dormire li (erano le00:45), ma che e’ meglio che nostro figlio no ci veda insieme…
    Capisco e e non la forzo…(quanrto avrei voluto dormire li)….
    L’ abbraccio un altra volta, un abbraccio piu’ intenso…gli sussurro che mi manca,che i miei sentimenti nonostante tutto non si sono spenti….
    Gli faccio pervenirre l’ indomani un mazzo di rose a casa..
    Lei mi ringrazia con un email….
    Credo che non mi cerchera’ piu’ immagino…
    Dopo 2 giorni chiamo a mio figlio e risponde lei, dicendomi se potevo fargli un favore…
    Certo dico(avevo detto pure che fino a a quando lei sara’ sola io per loro ci saro’ sempre),
    Mi ritrovo ancora una volta a casa sua…
    Mi vede cambiato, molto curato…
    Gli rispondo che sono sempre uguale ma che il trauma subito (ho vissuto di tribolazioni), mi hanno portato a dare una modifica drastica sul mio carattere e mi sono aggrappato a Dio…
    Mi richiama per un altro favore dopo 1 giorno…
    (In passato e’ successo alcune volte che mi ha chiesto delle cose e io per non fare lo zerbino gli e l ho sempre negate)
    Adesso e’ un po diverso…non so…provo anche questo…
    Mi ritrovo ancora a casa sua…
    questa volta un po’ diversa…piu’ nervosa…
    Mi dice che io no sono mai cambiato, che una persona non cambia…
    Gli rispondo che sono sempre io, ma con una maturita’ differente…e che mi fa paura lei invece che non e’ cambiata affatto!!
    Che io mi curo per lei e mio figlio, che dovrebbe curarsi un po’ di piu’ per se stessa e per mio figlio, ecc….
    Per Natale ci ritroviamo da lei per aprire i regali di mio figlio…
    Gli scrivo solo poche righe in una lettera:L’unico regalo che posso fare a te e a mio figlio e’ amarti!
    Lei non dice niente…sorride..
    Mangio con loro…ridiamo e scherziamo molto…a parte qualche battuta che lei prende sempre del passato…
    Mi dice se’ posso fare uan cosa per lei…gli dico ancora di si…
    L’ indomani ci ritroviamo a fare colazione insieme richiesta da mio figlio.
    Ed e’ in quel momento che lei dice:
    -Non voglio che ti illudi , se sei qui e per tuo figlio e non per me!
    Io rispondo che sono qui per ‘noi”…
    Rifletto un poco e vado a giocare con mio figlio..
    Ci guardiamo un cartone e mio figlio dice alla madre di sedersi con noi vicino al papa’…
    Questa cosa mi ha un po’ turbato…
    Finito il cartone , vado….
    In macchina incomincio a stare male…a pensare che non era giusto che mi trovavo li,…che posso fare male a mio figlio…
    Che possa avere una speranza anche lui , come la sto’ vivendo io..
    Credo che mi prendero’ un po’ di pausa prima di andare da loro…
    Non so cosa sia meglio per adesso…
    Ma ricordo ancora quell’ abbraccio intenso….
    Amo cosi tanto mia moglie che non sono riuscito ad adiarla in tutti questi mesi!

    Come dovrei comportarmi??
    Mia moglie e’ confusa??
    Per il bene di mio figlio cosa dovrei fare??

    Grazie per l’ attenzione

    ROBY

    • Ciao Roby… il momento è davvero difficile per te e non sono sicuro di riuscire a darti un consiglio adatto, soprattuto perchè non ho il privilegio di avere un figlio e non conosco direttamente le dinamiche che questo fatto possa portare ad una coppia.
      Quello che posso dirti è solo di non trascurare il tuo bambino, tra i due è quello che probabilmente pagherà di più le conseguenze della vostra separazione. Un altro consiglio che posso darti è quello di mantenere sempre la calma, di essere gentile e comprensivo anche quando ti sembra di subire un’ingiustizia… una donna sola con suo figlio può anche sentire il bisogno di un supporto che domani potresti non essere tu.
      In tutto questo c’è anche la possibilità che la vostra sia una crisi passeggera e che il tempo aggiusterà le cose, di sicuro l’essere disponibile, aiutarla nelle difficoltà oltre ad essere un gesto che può aiutare la vostra relazione, è anzitutto un atto d’amore verso tuo figlio quindi se un giorno dovessi avere l’impressione che hai dato troppo a lei, ricorda sempre che tutte le cose buone che fai per lei, le vede anche tuo figlio, e questo non può che aiutarlo nella sua crescita… al contrario, le cose cattive sono quelle che ti rimangono impresse a fuoco, meno ce ne sono, meglio è.
      Chiudo augurandoti di risolvere per il meglio questa crisi… un forte abbraccio e buona vita

  70. Ciao Art,

    ho letto, ri-letto e stra-riletto ciò che scrivi e davvero
    le tue parole sono una guida che mi sta aiutando a ragionare in modo più
    razionale su ciò che mi è accaduto, anche se non è facile.

    Ti racconto cosa mi è successo: ero sposata da 5 anni, e da
    circa due anni avevo una relazione con un uomo sposato anche lui da 5 anni. Lui
    ha sempre convissuto con la stessa donna da quando aveva 17 anni, mentre io ho
    avuto diverse relazioni sentimentali durate anche per lungo tempo.

    Entrambi non avevamo
    figli ed eravamo coetanei (35 anni). Tutto è nato con uno scambio di pareri in
    chat su FB. Da cosa nasce cosa, la nostra comunicazione è diventata sempre più
    costante e così abbiamo deciso di incontrarci per un aperitivo. Lui una persona
    timida, introversa insicura di sé stessa. Io una persona esuberante, positiva,
    allegra, sicura di sé, amante dal proprio lavoro (PR) e della compagnia.

    Per il primo anno ci siamo visti regolarmente, è sfociata
    una passione che ci ha portati a scoprire che non riuscivamo a star senza uno
    dell’altro. Abbiamo fatto piccole vacanze, dormito assieme varie volte e i
    nostri incontri clandestini andavano avanti regolarmente. Abbiamo vissuto due
    anni intensi, più di quanto avessimo fatto con i rispettivi compagni. Da lì il
    sentimento è cresciuto e maturato sempre più, finché ci siamo innamorati e
    dichiarati. Da lì è iniziato il nostro percorso per poter lasciare i rispettivi
    compagni (il mio matrimonio probabilmente stava già naufragando), così io una
    sera decisi di parlare con mio marito e di prendere le distanze per un periodo
    per capire ciò che volevo.

    Ho vissuto 8 mesi da “sola”, ovvero continuavo a frequentare
    l’uomo di cui mi ero innamorata, perseguendo nella mia scelta, ma nel frattempo
    portavo avanti la mia vita, il mio lavoro che comunque mi impegnava molto
    tempo. In un certo senso lo stavo aspettando, stavo aspettando che anche lui
    decidesse e si prendesse il tempo per farlo.

    Durante questo arco di tempo abbiamo continuato a dirci che
    ci amavamo. Lui mi diceva con ferma convinzione che aveva scelto me ma, nel
    frattempo, aumentava la sua gelosia nei miei confronti e la sua insicurezza.
    Non riusciva a stare tranquillo mentre io ero al lavoro, mi diceva che viveva
    male il fatto che io incontrassi altre persone (uomini) durante eventi legati
    al mio lavoro, e che comunque non
    riusciva a gestire il fatto che avessi avuto delle relazioni passate con altri
    uomini con i quali (merito del mio modo di essere) ero ancora in buoni rapporti
    (marito compreso).

    I litigi sono aumentati proprio perché la mia espansività
    verso le persone non gli dava modo di essere sicuro, si sentiva costantemente
    minacciato dagli altri e non vedeva più i gesti che io ero in grado di fare per
    lui.

    Mi diceva che aveva paura di lasciare la moglie per i suoi
    sensi di colpa perché era una persona sensibile, ma che mi amava e avrebbe
    dovuto fare il salto. Così un giorno lo fece e per un mese e mezzo (non un
    giorno di più!) ha vissuto da un amico. Ci siamo frequentati, e abbiamo
    iniziato la nostra vita, anche se non vivevamo assieme. Lui si sentiva in colpa
    sempre verso la moglie e io cercavo in tutti i modi di rassicurarlo. Nel
    frattempo avevo fatto anche carriera quindi il mio lavoro qualche volta mi
    impegnava qualche sera la settimana, e lui iniziò a dire che non avrebbe
    sopportato il fatto che fossi tornata a casa tardi senza di lui, che si
    vergognava di pensarlo ma che quando uscivo con i tacchi o vestita bene era
    sempre preoccupato di ciò che poteva accadermi se avessi incontrato qualcuno.

    Le mie rassicurazioni erano inutili, e notavo anche una
    certa invidia nella mia professione. Si metteva spesso in competizione e
    portava dentro la nostra storia fantasmi del passato (ho frequentato uomini più
    adulti di lui).che erano diventati dei macigni per lui. Ne abbiamo parlato
    molte volte, ma io non riuscivo davvero a rassicurarlo. Un bel venerdì sera
    eravamo sul divano, e avevamo finalmente riacquistato un po’ di serenità (anche
    se per me non era sempre facile stargli vicino). Successivamente a quel
    venerdì, la domenica stessa, lui decide
    di tornare con l’ex moglie e me lo dice al telefono il lunedì mattina dopo che
    io lo sentivo piuttosto giù. Mi ha detto di averla vista e che lì ha capito che
    era la donna per lei. Che si è sentito cullato e che ha ragionato sui
    sentimenti e che forse anche ciò che provava per la moglie era amore. Senza
    saperlo il mio modo di essere lo faceva stare male, e che piccole cose che
    prima gli andavano a genio ad un certo punto non le tollerava più (es. a casa
    mia non c’erano le tende L).
    Ha iniziato a dirmi che ero troppo espansiva, che non era l’uomo che faceva per
    me perché si stava logorando dentro. Che ero troppo “bella” per stare con lui e
    si sentiva inferiore e non all’altezza. Era frustrato dal fatto che ultimamente
    litigavamo per gelosie che sfociavano in stupide prove (es. dovevo rinunciare ad
    andare a cena con le mie amiche altrimenti non ero una priorità).

    Così dopo due anni, nei quali mi sono impegnata in un
    percorso con lui, lui non ha pensato di prendersi un periodo di pausa per stare
    da solo, ma piuttosto ha preferito ritornare dalla moglie con la quale aveva
    sempre sostenuto che non c’erano più amore né attrazione fisica. Ora io sono
    devastata dentro, per i sensi di colpa e per il fatto che lui ha messo in
    dubbio il mio modo di essere. Ha scelto la sicurezza invece di lottare per noi.
    La sua paura e la rassegnazione hanno preso il sopravvento e a detta di lui,
    non mi “sapeva gestire” e ha agito d’impulso facendo ciò che si sentiva con la
    moglie. Avevamo diversi progetti una volta risolte le nostre precedenti
    questioni familiari. E in un giorno li ha infranti. Sto facendo un grosso
    lavoro per superare la cosa ma è passato troppo poco tempo, devo in qualche
    modo ritrovare me stessa prima, ma credo che questa storia mi abbia lasciato
    davvero un segno molto profondo oltre a tanti “perché”.

    Ora sono nella fase “no contact” e anche per lui vale lo
    stesso. Ho cancellato tutto, messaggi, foto, Fb, chat ecc. Ma è dura lo stesso,
    non riesco ad accettarlo perché la mia mente non sa elaborare razionalmente ciò
    che è accaduto.

  71. Ciao Art, ho letto con attenzione tutti i tuoi post sulle delusioni e devo dire che sono davvero ben scritti, molto meglio che finire su vari siti in cui fantomatici seduttori ti promettono di aiutarti coi loro ebook sull’argomento e su come riconquistare una ex.
    Ti racconto la mia storia.
    Ad agosto conosco lei su Tinder, era rimasta in città perchè lavorava ed era a casa sola, io ero in ferie ma seguendo delle sagre nel mio paese ero poco distante da lei.
    Decidiamo di vederci dopo una settimana di chat e messaggi su whatsapp…
    andiamo sui colli a fare foto, parliamo, le faccio vedere le foto che faccio e pubblico su facebook, e ci baciamo…
    Da qui tre mesi molto intensi soprattutto in intimità, chiaro incomprensioni, battutine e discussioni, ma sempre con rispetto e per cose futili…
    Fin dall’inizio eravamo stati chiari, una conoscenza serena, tranquilla e col tempo si vedeva come andava..
    per ora lei poteva darmi solo questo ed anche io non avevo intenzioni serie visto l’anno burrascoso che avevo passato sentimentalmente.
    in questi 3 mesi, non solo intimità, ma varie gite fuori porta, diverse uscite alla ricerca di nuovi locali, addirittura a fine ottobre esco con lei per raggiungerla che era con le amiche e , credimi, ero molto titubante all’idea… ma alla fine accettai.
    Mi sentii dire che era un esperimento sociale (lei tra l’altro è educatrice e conosce la psicologia) e voleva vedere come stavo in mezzo agli altri… ma me la sono cavata piuttosto bene essendo socievole se mi trovo a mio agio!
    Usciamo per l’ultima volta il 13 novembre, c’è una sagra in piazza, un pò mi lamento che stava al cellulare con la sorella (mi infastidisce essere in compagnia e che ci siano questi atteggiamenti), poi discutiamo sul tipo di frequentazione eppur pensandola circa allo stesso modo, ci esprimiamo diversamente.
    Alla fine in 3 mesi l’affetto sopraggiunge, e lungi da me l’aver capito se vera la donna della mia o quant’altro…però ci stavo bene, semplicemente…
    Anche lei mi ha detto che l’affetto nei mie confronti era nato, per dirla tutta…
    comunque dormo da lei quella sera, la mattina vado a lavoro…il sabato e domenica ci sentiamo tranquillamente ma non ci vediamo…poi il lunedì al telefono cambia, più fredda e distaccata, tra l’altro per una cosa davvero futile…
    riattacco e le scrivo dicendo che non si può reagire così per una stupidata, anche se dovrei stare zitto visto che pure io sono orgoglioso e se qualcosa non va mi chiudo e faccio lo sfuggente… lascio passare un paio di giorni e la chiamo non trattando l’argomento ma parlando serenamente, lei sempre un pò distaccata, le chiedo di uscire dopo il suo corso di formazione ma declina…
    Passano altri 3 giorni e la richiamo di sera…era in pullman e stava tornando nel suo paese per una settimana (io sapevo doveva recarsi, ma ancora non il periodo)..
    rimango spiazzato e mi dico dispiaciuto ma le dico che le farà bene stare via una settimana senza pensieri del lavoro (gli era scaduto il contratto e non sapeva ancora nulla di certo sul rinnovo)…parliamo un pò e si dice comunque contenta di sentirmi e di avergli lasciato i suoi spazi per pensare a se stessa…
    5 giorni di silenzio radio e gli scrivo un sms…chiedendo di ricordarsi una bottiglia di vino, se riesce…lei risponde, ci scambiamo qualche sms….
    poi la ricontatto per messaggio il giorno del suo rientro in città…scrivendole, che mi dispiaceva che in due settimane non si era riuscito a parlare bene, che io c’ero se aveva bisogno di un aiuto, perchè, anche se non eravamo fidanzati, potevo essere un supporto e non un problema… ma che se un problema ero io mi facevo da parte…
    Mi risponde con un papiro che ora non ricordo molto bene, in sintesi mi scaricava… solite frasi ( le cose se nascono, avvengono spontanee, ho provato pure io smussare qualche lato di me, non voglio farti soffrire perchè ti rispetto, forse ora sono solo concentrata su di me, ecc)…chiaramente non ho risposto…per circa due settimane ho fatto silenzio radio per capire meglio la situazione e capirmi meglio pure io…. ho cominciato a guardare dei corsi da fare per l’anno nuovo, poi tra l’altro ho comprato casa e quindi mi terrà impegnato per un pò e finalmente andrò ad abitare solo…naturalmente non ci sto bene ma bisogna pur far qualcosa e sforzarsi di uscire e vedere gli amici e ,magari, con i corsi allargare la cerchia di conoscenze.
    Poi lunedì scorso la chiamo, avevo ragionato un pò a mente fredda sulla cosa e mi sembrava il momento…
    Mi risponde dopo 4 squilli ed era a lavoro (nel suo ramo gli hanno rifatto 3 mesi di contratto)…la sento sorridente e diversa rispetto l’ultima chiamata di quasi un mese fa… mi dico contento del suo lavoro, un minimo di stabilità e una preoccupazione in meno….mi dice che mi avrebbe voluto chiamare il giorno prima o, comunque, in questi giorni, sapeva che la mia squadra del cuore aveva vinto e che quindi stava risalendo la classifica (di calcio non si era mai interessata)…le racconto un pò come va e dei nuovi corsi, e la sento interessata…
    sentendola così le chiedo di uscire a bere qualcosa in modo da poter parlargli meglio di queste cose, e non ho mai parlato del passato e mi dice di sì…deve guardare come si mette coi turni e ci sentiamo…
    ora sono 5 giorni che non la sento, e non mi sembra il caso, tra l’altro credo sempre nella buona fede delle persone e non vedo perchè avrebbe dovuto mentirmi sul fatto di uscire, o che mi avrebbe chiamato…inoltre se io voglio tagliare i ponti non risponderei al telefono…
    Alla fine credo di essere lucido per poterla vedere ma mi accorgo che mi ero affezionato davvero, ma non avendo più saputo nulla ho paura che mi abbia detto un sì di circostanza…
    Non mi sono mai inzerbinato con lei, ho una dignità e non la opprimo…ma ci tengo…ma scriverle sempre io e richiamarla per l’uscita mi sembra troppo, ora…dovrebbe fare qualche passo anche lei verso di me, se pensa possa valerne la pena…
    scusami Art, non sono stato molto prolisso, ma scrivere mi ha aiutato a sfogarmi…
    devo aspettare un suo riavvicinamento nel caso, giusto?
    cosa pensi della situazione?

    • Ciao Matte

      Hai avuto la “fortuna” di ritrovarti in mano una dichiarazione di abbandono, non succede a tutti, molti vengono semplicemente scaricati senza spiegazioni… io normalmente tendo ad assecondare questo tipo di sfoghi e non è un caso che dopo essersi liberata lei ti appaia più carina e disponibile, come se si fosse liberata di un peso. Insomma Matte, a volte l’orgoglio bisogna metterlo di lato ma parliamo di quando siamo noi a fare stronzate, noi ad essercela cercata.. .purtroppo nella nostra strada a volte incappiamo in quelli confusi, le persone che non vogliono stare sole per mille motivi e a volte si accontentano di stare con qualcuno per un pò… non sto dicendo che è il tuo caso, ma ti invito a considerare anche questa possibilità. Non mi piace molto l’idea di esperimento sociale, perchè non hai ricambiato? Ha mai partecipato alla tua vita, è uscita coi tuoi amici? Non mi stupirebbe che sia una delle tante persone anaffettive (e ce ne sono sia tra gli uomini che tra le donne) che adorano avere il partner per portarlo in giro tra gli amici e non riescono a vivere davvero l’intimità.
      Insomma… per concludere… quello che ti dico potrebbe essere tutto frutto di un’impressione a caldo… a te però consiglio di andarci coi piedi di piombo, il primo passo l’hai già fatto, adesso come giustamente sostieni è lei a dover fare un passo verso di te… se non dovesse, meglio per te amico, meglio non stare dietro a gente che non riesce a viversi neppure la magia dei primi mesi.
      Un forte abbraccio e buona vita

  72. Ero approdato qui incuriosito dalle canzoni e dai tuoi scritti e sono capitato in questo articolo… Ecco, tutto questo discorso qui, può valere anche per una appassionata e breve frequentazione? Lei era in crisi con il ragazzo, approfondisce la conoscenza con me, si dichiara, ritorna indietro sui suoi passi, il ragazzo la molla e io continuo a sentirla, con lei che continua a rispondermi e a essere sempre più “rapita” da me. Purtroppo la sua partenza per un’altra città nel giro di pochi giorni impedisce di vederla di persona, ma la conoscenza si è ulteriormente approfondita, anche se al telefono. Era oltre il platonismo, c’era in fondo un velo di erotismo che era in attesa di essere concretizzato. Poi, penso complice la distanza, inizia a farsi più fredda, a dire che non siamo mai stati effettivamente assieme (cosa che ha sempre ribadito sin dall’inizio nonostante gli atteggiamenti contrari né io ho mai avanzato tale pretesa, solo fatta capire), che doveva stare sola dopo tre anni di storia anche se pensava all’ex, che non poteva reggere una storia a distanza e che, anzi, non aveva mai provato interesse nei miei confronti, ma solo affetto. Infine, mi dice che stavo iniziando a soffocarla e che avrebbe tagliato ogni ponte con me. Parole su parole dettate da una confusione di fondo e dal nervosismo, ho sbagliato nell’essere stato fin troppo presente e disponibile. Ora è circa un mese e più di silenzio radio, io non l’ho più cercata (per cosa poi? supplicarla e ottenere disprezzo?) dall’ultima burrascosa chiamata e soprattutto evito di seguirla sui social network. Aveva detto che comunque ci si sarebbe visti a Natale, ma non da soli… Insomma, potrebbe mai riaccendersi quell’attrazione che lei provava nei miei confronti? E’ stata lei a scegliermi, dopotutto. Non abbiamo condiviso anni o mesi come le storie che si possono leggere qui tra i commenti, ma abbiamo condiviso magie, sogni, poesie, emozioni, fatti molto privati delle nostre vite che forse non diremmo nemmeno a uno psicanalista. Un “poteva essere” che non è stato… Oppure, come le dissi a suo tempo: “siamo per ognuno di noi due la persona giusta, sì, ma nel momento sbagliato”.
    Grazie per la tua attenzione.

    (La foto come sfondo del blog dove l’hai scattata? Mi sembra un posto familiare!)

    • Ciao respiro del vento :) … rispondo intanto all’ultima domanda, la foto sullo sfondo viene da Finisterre, l’ultima tappa del mio Cammino di questa estate.
      Riguardo quello che mi scrivi credo che la risposta tu l’abbia già trovata: la persona giusta nel momento sbagliato… si, evitando di cadere nella trappola delle romanticherie sull’amore vero che vince su tutto etc etc, la risposta è che ci sono momenti in cui siamo predisposti ad una nuova relazione, altri in cui è meglio stare soli e lavorare su se stessi. Sicuramente la confusione di lei dovuta alla crisi col suo ex, che poi è tornato, non contribuisce ad avere le idee chiare… probabilmente è stata un’infatuazione generata anche dalla mancanza delle abitudini di coppia. Mi chiedi se potrebbe riaccendersi la passione… certo, sicuramente non ora, sicuramente non standole addosso, in questi casi farsi vedere distaccati e pronti a voltare pagina è l’atteggiamento più utile a far scattare nell’altro il desiderio.
      Spero di esserti stato utile
      un saluto e a presto

      • Finesterre, eh? Però mi ricorda un po’ un tramonto della mia terra. :D
        Sì, beh, nemmeno io credo in questa storia dell'”amore vero che vince tutto”… Per questa storia ho (abbiamo) sempre avuto il terrore di utilizzarla o di solo pensarla, così come per il termine “innamoramento” (perché lei, come diceva, era innamorata solo del suo ex). Ecco, con lei stessa ho avuto modo di ragionare su questi termini e espressioni come non mai in vita mia, cercare di trovare il loro reale significato al di là di ogni stereotipo ed etichetta. Stessa cosa per l’espressione “stare assieme”: è uno status che non si può verbalizzare nei primi tempi, no… Per lei “condividere le nostre vite” significa “stare assieme” e non le andava affatto bene perché non riusciva a vedersi insieme a me. Per me invece condividere significa “legame”, che è molto più forte e non può dichiarare. Chissà se riuscirà a capirlo, soprattutto dopo avermi accusato di aver ingrandito qualcosa che invece era minuscolo. Interrompere qualcosa in divenire è un po’ dilaniante, soprattutto quando sia lei che io sapevamo molto bene che i propri pezzi combaciano tra di loro.

        In ogni caso sperare è bene e le tue parole Art mi sono di grande conforto. Il problema è farsi vedere distaccati, cercando di dissimulare ogni minimo turbamento provocato dalla sua visione. Essere pronto a tutto, in un certo senso. Certo, sto cercando di andare avanti e guardarmi intorno come ho sempre fatto, non posso aspettarla perché non credo che ora lei mi starà aspettando Vorrei quindi, più che dimenticarla, “accantonarla”. Perché se mai ci si dovesse incontrare di nuovo per continuare assieme quel tipo di cammino interrotto, io non vorrei che fosse un incontro tra due persone che si sono aspettate, ma un incontro tra due persone che si sono ritrovate.
        Grazie mille Art…

        (La poesia, la musica, l’arte… ci salvano)

  73. Ciao art,
    Sn una ragazza di 28 anni da un mesetto circa mi sono allontanata dalla persona con cui ho condiviso gli ultimi 7 anni della mia vita.
    La nostra relazione è stata molto intensa poichè ci vedevamo 3-4 giorni a settimana e (fino a quando lui viveva dai suoi) dormivo da lui e condividevamo tutto; eravamo molto complici in tutto tanto che la gente mi diceva che eravamo un esempio di coppia, facevamo invidia :)
    Abbiamo vissuto insieme in quest’ultimo anno: io l ho raggiunto nella citta dove lavora e c siamo affittati un bilocale. Quest’anno di convivenza non è stato molto facile xke io sn stata molto stressata x motivi d lavoro (ne ho cambiati 4) e in più lui è stato saltuariamente fuori citta sempre x lavoro. Non sn riuscita a trovare nuove amiche che m permettevano di svagare quando ero sola o anche x avere del tempo solo x me anche se nn era assente x oavoro…Inoltre, durante quest anno d convivenza io ho iniziato dare piu peso ad alcune cose che lui faceva (e che ha sempre fatto) e, purtroppo x mio carattere, non le ho rese note immediatamente ma le ho incamerate fino ad esplodere.
    Purtroppo, un’altra cosa che ne ha risentito è stato il desiderio di stare insieme in intimità poichè io lo avvertivo come una cosa che si doveva fare x necessità e non xke lo desideravo.
    Visto che il nostro rapporto non era piu sereno e in armonia, sebbene c fosse ancora fiducia reciproca, ne abbiamo parlato, anzi, gli ho parlato di tutti i miei pensieri e sensazioni ma alla fine di tutto, ho deciso di allontanarmi da quella vita xke non avevo piu le forze x restare; mi stava stretta: avevo toccato il fondo con le mani e stavo male psicologicamente.
    È un mese inoltrato che lui nn mi scrive xke gli ho kiesto silenzio in quanto ho bisogno d capire. Le mie giornate sono intervallate dal desiderio di vederlo e abbracciarlo (penso anche a come potrebbe essere la nostra vita futura se solo nn stessi vivendo questo periodo difficile) e pensieri di ansia e paura nel dover ritornare a vivere con lui e poi riprendere d nuovo quei ritmi così circoscritti intorno a me, lui e niente più. Ho una sorta di blocco xke temo di poter ritrovarmi a vivere nel modo da cui sono voluta andare via.
    Mia sorella mi consiglia di non cercarlo piu e di rifarmi una nuova vita xke dice che se ho avuto questi momenti d cedimento è xke nn sn piu sicura d volerlo al mio fianco e aggiunge che il mio desiderio d cercarlo è solo xke ora sono di nuovo sola e la nuova vita mi fa paura. Io non lo condivido.
    Io non mi sento d mettere un muro e separarmi dal passato xke non ho ancora cercato di recuperare la storia dopo aver parlato dei problemi poichè (presa dal particolare periodo di sfinimento psicologico) mi sono subito allontanata da lui.
    Questa situazione è fastidiosissima e spero di uscirmene presto nel migliore dei modi e di tornare a sorridere, magari con lui.

    • CIao Gi… da quello che scrivi non capisco perchè tu voglia tornare con lui… hai detto che nell’intimità non vivevi più le stesse emozioni e che la vita insieme ti sta stretta. Probabilmente questo è un momento di confusione dovuto al fatto che ti mancano le abitudini che avevi con lui quindi… probabilmente tua sorella ha ragione. So che è difficile sentirsi di nuovo in balia di se stessi, senza una persone che pensa a te, che non ti fa sentire mai sola e sulla quale sai di poter contare a 360 gradi… però devi voler bene a quella persona, accettarla anche nelle cose che non ti piacciono, sentire che vuoi condividere la tua vita insieme a lui… se questo non c’è, manca l’ingrediente fondamentale, tornare insieme significa ricadere nella routine, accontentarsi di qualcosa che non fa per te… andrà bene i primi mesi ma tutto tornerà di nuovo come prima… lui soffrirà e probabilmente anche tu… prenditi ancora del tempo. Un abbraccio

  74. Salve, sono una ragazza di 23 anni. Sono stata insieme ad un ragazzo per quasi 2 anni. Stavamo benissimo insieme, in 2 anni abbiamo litigato pochissime volte perchè entrambi abbiamo sempre cercato una mediazione quando c’era un conflitto. A settembre io ero sempre molto nervosa per problemi con le mie conquiline e con l’università, anche lui a settembre aveva parecchi problemi con esami e tesi. Io spesso ho esagerato, non mi sopportava più. Col tempo ho capito molti errori. Ai primi di ottobre litighiamo in modo pazzesco, come mai era successo, io piango.. lui pure, lui impazzisce completamente. Dopo quale giorno abbiamo riparlato e lui decide di chiudere perchè non sta bene ed entrambi non stiamo bene. Per tutto ottobre gli scrivo solo qualche messaggio, soprattutto per dirgli che mi manca. Durante i primi giorni di novembre lo invito a prendere un aperitovo e lui accetta volentieri, è stata una serata molto carina, abbiamo riso un sacco, al momento di salutarci lui mi ha abbracciata, io gli avevo chiesto se aveva ripensato ma lui mi dice che sta bene così. Per quasi un mese non mi faccio sentire. A fine novembre mi scrive lui per dirmi che gli manco e che quando è giù di morale e mi pensa si rasserena. Mi ha inviata ad uscire nel giorno in cui avremmo festeggiato l’anniversario perchè ha detto “per me rimane un giorno importante”. La serata è stata bellissima, siamo andati fuori a cena e dopo abbiamo fatto l’amore con una passione travolgente. Il giorno dopo ci siamo sentiti e mi ha detto che era contento e che era stata una bella serata. Oggi gli ho riscritto per sapere come sta ma non ho avuto risposta. Non so che fare

    • Ciao Rosa.. in questi momenti di confusione dove l’altro non è in grado di darti risposte coerenti (anche perchè probabilmente neanche lui sa cosa vuole), la cosa migliore da poter fare è farsi forza ed aspettare senza essere pressanti nè chiedere a tutti i costi un confronto.. nelle relazioni sentirsi costretti a dover dimostrare, capire, parlare quando si è confusi e non si sa che strada si vuole prendere, è spesso fonte di insofferenza e non porta a niente… allontanati, fai perdere le tue tracce, si sfuggente e dagli l’impressione che non te ne frega più niente… se c’è vero amore vedrai che sarà lui a tornare, tra un mese o forse 2… un abbraccio e tieni duro… sopratutto, non cercare risposte e non sforzarti di capire cosa puoi fare

  75. Ciao art,permettimi una domanda molto delicata.. E se diciamo dopo un annetto che la ex ti lascia,vi è un diciamo riavvicinamento, che sia magari solo sessuale da parte sua,che fare? Può essere salutare ai fini di un ritorno?come affrontare tale situazione?! Grazie sei grande!

    • Ciao Ultimo Romantico
      grazie per i complimenti :))
      Secondo la mia esperienza è raro che la donna si riavvicini solo per motivazioni sessuali anche se, a questo mondo, tutto è possibile :) Io credo che in generale, anche nel caso dell’uomo, un riavvicinamento da parte di un ex con cui si è condiviso tanto abbia sempre una rilevanza diversa da quella della pura soddisfazione sessuale; bisogna solo capire se da parte nostra c’è il desiderio di rimettersi in gioco (con la possibilità di rientrare nel tunnel) o se ci basta goderci un pò di dolce passato senza nessuna aspettativa… a te la scelta… un abbraccio e buona vita

      • Che bello ricevere una risposta da te,mi hai aiutato immensamente col tuo decalogo e le risposte sempre disponibili per tutti,ti devo tanto! Comunque era solo per quello,o almeno ha fatto pensare questo,visto che a un mio tentennamento ad accettare un incontro per sesso si è scocciata è allontanata nuovamente..tristissima come cosa..che dici di fare? Un abbraccio

        • Ciao Ultimo Romantico.. difficile consigliarti ancora sull’argomento, la mancanza di aspettative dev’essere la regola in questi casi, se ci fa male un suo rifiuto, la cancellazione di un appuntamento tanto atteso e tanto altro, allora significa che non siamo pronti ad avere alcun tipo di rapporto col perduto amore… no contact ad oltranza :))) …

  76. Ciao Art. Innanzitutto complimenti. Ho trovato i tuoi articoli più interessanti di quelli pubblicati sui vari siti di psicologia. Sono più veri e si capisce che sono il frutto di esperienza vera, non di semplici studi. La mia storia in breve: dopo una relazione di 6 anni (di cui 5 di convivenza) nel giro di un mese il mio ragazzo mi ha tradita, lasciata ed è andato a vivere con un’altra. Il tutto in un periodo per me molto difficile (mancanza di lavoro e problemi di salute). Fino al mese prima cercavamo una casa e parlavamo di matrimonio. Ha fatto tutto senza un minimo di esitazione o ripensamenti, e ricontattandomi solo per cose pratiche (cose comprate insieme in questi anni). Lo amavo moltissimo e mi fidavo ciecamente di lui. La delusione e il dolore sono stati, e sono, laceranti. Ho attuato la tecnica del no contact troppo tardi, purtroppo, continuando ad umiliarmi nella speranza di capire. Nonostante quello che mi ha fatto mi ritrovo a volte a desiderare che torni da me. Secondo te cosa scatta nelle persone in questi casi? E’ solo orgoglio? Masochismo? Come è possibile continuare ad amare chi ti ha fatto così del male?

    • Ciao Penny… anzitutto grazie per i complimenti, sono molto graditi :))
      Riguardo il tuo dubbio posso proporti una rosa di risposte: il vero amore è duro da sconfiggere o forse hai paura di rimetterti in gioco ed iniziare tutto daccapo o ancora come dici è masochismo o magari ancora sei una che non si arrende… insomma, di risposte te ne puoi dare quante ne vuoi, puoi scegliere tu stessa il motivo per il quale senti ancora il desiderio di stare con lui ma la realtà è che alcune cose ce le abbiamo dentro, stanno ad un grado più profondo di coscienza, hanno a che vedere con la nostra parte primitiva che comanda su quella razionale… è un istinto atavico. Un filosofo del passato, Shopenhauer, diceva che è tutto uno scherzo della natura, ci fa innamorare così garantiamo la continuità della specie e soprattutto ci prendiamo cura dei cuccioli… basta guardare un documentario per capire che anche molti animali lo fanno, ci sono addirittura insetti che si scelgono un compagno per la vita… insomma, a certe cose non dobbiamo dare per forza una spiegazione, le dobbiamo accettare per come sono con la consapevolezza che poi andranno via, perchè la verità razionale è che lui non è la persona per te, ti ha fatto del male lasciandoti persino in un momento di bisogno… meglio perderlo che ritrovarlo no :)) la consapevolezza è quella parte di te che può aiutarti a sopprimere quell’istinto che rovina la vita a molte persone… lasciarsi andare è bellissimo e guai se non avessimo la parte animale che ci fa provare emozioni, però la ragione ci serve proprio a questo, a stare lontani dai guai… ascolta de Andrè e la canzone dell’amor perduto, la dice tutta sull’argomento. Ti abbraccio e buona vita

      • La conosco bene quella canzone. Mi ha sempre messo un po’ di tristezza ascoltarla. Forse mi illudo che un suo ritorno possa attenuare questo immenso dolore che sento nell’essere stata trattata così dalla persona che più amavo. Ma la verità è che certe ferite non si cancellano. Prima o poi smettono di far male, ma la cicatrice resta, e anche se dovesse tornare (ma sono certa che non lo farà mai) non potrei mai dimenticare quello che mi ha fatto, il tradimento, le bugie, l’infierire fino alla fine lasciandomi credere che mi amasse, fino all’indifferenza attuale. Fino a 3 mesi fa diceva di amarmi, ora mi ha cancellata come si fa con una vecchia lavagna, trattandomi come se fossi io una persona nociva. Speriamo che la consapevolezza arrivi presto e porti finalmente un po’ di serenità. Grazie mille per la risposta. Buona vita anche a te

  77. Ciao Art, ti racconto la mia storia.
    Sono stata 3 anni e mezzo con un ragazzo, che da circa un mese mi ha lasciata per vari problemi ed è tornato con la sua ex. Ci siamo amati tanto. Caratteri diversi, io forte costruttiva e con la voglia di fare, lui che invece va scosso parecchio. Alla sua età (ora 31) non sapeva ancora cosa fare nella vita. Ancora non riusciva ad avere un lavoro, iniziava le cose senza finirle, rinunciatari al massimo e privo di autostima. Io l’ho sempre aiutato. L’ho sempre fatto sentire forte e capace. Lui con me si caricava ma aveva sbalzi di umore. Poi per mancanza di lavoro ho fatto il passo di trasferirmi a milano con la speranza che lui mi seguisse perché nella nostra città cmq non aveva nulla da perdere e viveva solo come un ragazzino. Ed io volevo smuoverlo un pò. E venuto a trovarmi si è convinto di voler cambiare vita e provare anche lui. Sembrava motivato ma spaventato. Io però lo amavo da morire e gli ho dato il tempo di cui aveva bisogno ma cercando sempre di spronarlo ogni giorno. Ho fatto sempre tutto pensando in due, prendere casa per facilitare anche a lui magari le cose avendo già tutto pronto, e pensare ad un futuro insieme perche lui mi diceva che aveva intenzione che mi amava e voleva costruire con me…poi si è sentito sempre più pressato e non riusciva a starmi dietro. Diceva che mi stimava ma per lui ero troppo forte come personalità e che lui stava scoppiando perché forse dalla sua vita non voleva allontanarsi. Io dicevo che doveva crescere, che era arrivato il momento perché a 30 anni si è uomini in teoria. Cosi tra una litigata ed un’altra mi ha detto che sarebbe venuto a Milano perché valeva la pena provare ancora a mettere alla prova i sentimenti e vedere se era la distanza che ci faceva stare così. Era convinto. Poi qualche giorno prima si tira indietro mi dice che è scoppiato e che non verrà mai a milano che non vuole fare il passo che non è all’altezza… per me poteva andare bene a patto che si trovasse qualcosa da fare da qualche parte perché altrimenti sarebbe andato in depressione… e dice che con me non sta più bene che da questa estate dice che il sentimento era quasi sparito (anche se siamo stati insieme fino ai primi di novembre nonostante i problemi chr io voleo superare con lui insieme) e che ha rivisto la sua ex (peggio di lui caratterialmente, spaventata, timida e problematica) e che voleca riprovarci con lei….. Cmq lui dice di essersi sforzato con me a cambiare e migliorarsi ma stava scoppiando e non ci è riuscito. Dice che ckn me era schiaccisto. io sono delusa, perche diceva che stava male con sé stesso, eppure si è consolato subito con lei che a differenza mia non è impegnativa e non richiede sforzi. Ed è innamorsya di lui perche è rimasta sempre legata al suo ricordo come un’ ossessione e non si è mai rifatta una vita. Io che ho fatto tutto per lui e ci ho investito e creduto mi ritrovo sola a dove costruire tutto da zero e da sola in una città che non è la mia è con tanta paura e malinconia di lui. Mi sento quasi usata da lui come se avesse visto in me una luce, una salvezza, ma poi si è fosse reso conto che la sua vita in realtà è ben altro. E non è costruire per ora. Ma vivere così. Sono delusa del ritorno di questa ex che non lo ha mai lasciato in pace perché si è sempre fatta sentire per fare l’amica e prendere un caffè con lui ogni tanto. Non so cosa sia successo perché con tanta stima che aveva di me come persona, alla fine mi abbia lasciata andare invece di tenermi stretta a lui ed alla fine ha scelto di state accanto a lei, una persona fragile di cui lui ha sempre avuto questa considerazione…lui giura che mi ha amata tanto che l’anello e le intenzioni erano vere. Io capisco che un sentimento possa finire e lo accetto. Ma il ritorno di lei mi devasta mi sento trattata malissimo perché non mi ha detto subito che stava riprovando qualcosa per lei mentre noi eravamo in crisi. Mi manca nonostante a lui non freghi nulla di me e non mi ami più. Non ne esco fuori. A volte lo odio a volte lo amo nonostante tutto. Chissà se tornerà…. io lo sto lasciando completamente libero ho accettato la sua scelta e non lo assillo perché so che è tornato con lei e la porta è chiusa. Ma sto male. E non so cosa fare. Lo rivedrò sicuramente per svariati motivi di amicizie in comune. Non so come comportarmi. Sto cercando di vivere impegnare il tempo e fare amicizie in questa città in cui sono sola. Ma è faticoso. Cosa devo fare?

    • Ciao Tiffany, in realtà molte risposte sulla questione ce l’hai già. Il ritorno con la sua ex (peggio di lui) è segno del fatto che evidentemente il suo carattere insicuro ed arrendevole ha avuto la meglio… sai Tiffany, a volte crediamo di poter cambiare le persone solo con l’amore ma non è così, non lo è mai stato… forse in principio ci sembra che l’altro ci dia corda, probabilmente perchè all’inizio tutte le storie vengono vissute in simbiosi, poi però la vera natura delle persone viene fuori e quando vedi che l’altro vuole portarti nella sua strada e tu proprio non te la senti, allora ti distacchi naturalmente rifugiandoti magari in quello che più ti ricorda chi eri… è un processo naturale e comprensibile, il difetto è solo nostra che abbiamo preteso da quella persona più di quanto non fosse capace di dare. Tieni duro, la grande città è crudele ma è quello che volevi e credimi… nella vita bisogna anzitutto seguire la propria rotta, se siamo fortunati troviamo dei compagni che si accollano una strada comune, altre volte invece li smarriamo e siamo costretti a procedere da soli, fatto sta che sei hai una strada mia cara Tiffany, è bene che tu la segua.
      Ad ogni modo, non dare tutto per finito… le cose possono cambiare, lui può anche tornare sui suoi passi, la cosa importante è non perdere di vista ciò che sei e quello che vuoi per te stessa e per la persona che vuoi accanto. Un abbraccio e buona vita

      • Ti ringrazio di cuore Art. Queste parole sono arrivate al momento giusto, in cui forse stavo rischiando anche di mettere in dubbio me stessa e le mie scelte. Spero davvero di aver lasciato a questo ragazzo qualcosa di buono con la mia positività e che non sia stata solo una minaccia o un demone da eliminare… e che lo capirà un giorno. Grazie.

        • Io credo che lo sappia già, a volte le persone scelgono in maniera apparentemente irrazionale: chi mai può preferire l’autodegradazione anzichè la crescita, e per di più guidata? Eppure le priorità non sono uguali per tutti, e così i desideri più intimi e più profondi…
          Per il resto grazie a te per aver condiviso la tua esperienza, anche se non scrivono come te e me, ci sono molte persone che fanno tesoro di quello che lasciamo su queste pagine. Un caro saluto e a presto

  78. CiaoArt,

    Sono tornata con il mio ex recentemente dopo 5 anni. Lo avevo lasciato io e lui per questi 5 anni è stato con un’altra (ci è uscito subito per dimenticarmi e poi la cosa è diventata seria..o almeno cosi dice). Io non ho avuto nessuna storia seria in questo tempo. Appena ci siamo rivisti, è rinato qualcosa tra noi ..e lui ha mollato l’altra con il movente di non essere innamorato di lei. Mi ha detto che certe cose le ha sentite solo per me, che a lei non ha mai detto “ti amo” e che con me ha risentito quelle emozioni. Adesso mi faccio tanti problemi sul suo rapporto con lei perchè la sta proteggendo palesemente e ho l’impressione che tutto ruoti intorno a lei e non a me: non le ha parlato di me e non possiamo essere amici su fb o farci vedere in giro nel paese dove vive lei..Sono d’accordo che queste sono cazzate, fb non è cosi importante e possiamo uscire in altri posti..ma quello che mi preoccupa è cio che c’è dietro questo comportamento. Perchè la protegge cosi tanto? Sono io a farmi problemi inutili e il suo è un comportamento normale o mi sta nascondendo qualcosa? Dovrei fidarmi e avere pazienza o pretendere che glielo dica come dimostrazione nei miei confronti?
    E soprattutto è possibile che sia stato con lei per 5 lunghi anni senza esserne innamorato?

    Grazie mille per i tuoi consigli!

    G.

    • Ciao Gingi
      Purtroppo non ho le risposte giuste per te… si, è possibile che in qualche modo lui sia innamorato ancora di lei o forse si sente solo in colpa per averla lasciata. E’ chiaro che se ha lasciato la sua ex 1 settimana fa, può anche sentirsi in dovere di non farsi vedere subito con un’altra persona ma d’altra parte è un problema suo, se voleva proteggere la sua ex allora non si metteva con te subito e stava un pò da solo… cerca di capire come ti fa stare il suo atteggiamento e parlagli con franchezza, è tua la scelta di dargli o meno corda. Un saluto e buona vita.

  79. Ciao Art. In breve ti racconto la mia storia che ha del paranormale..ormai è da un mese e mezzo che la mia ragazza dopo 4 anni mi ha lasciato, dicendo che vuole pensare a se stessa,che mi sono adagiato, che non mi ama più.. Ti dico questo perché io lavoro con i suoi nel loro negozio nel quale viene pure lei..inizialmente veniva con la solita frequenza, da qualche tempo invece non si fa più vedere; quando è li noto momenti di tristezza alternati a momenti di apparentemente tranquillità, inoltre (dato che con i suoi i rapporti non sono cambiati) noto che a lei porta fastidio il modo in cui loro si pongono con me, dandomi sempre la solita importanza li dentro.anche suo padre ha notato ciò e le ha parlato,lei sostiene che non ha nulla e che è felice che io rimango a lavorare., pero quando è li e ci sono io si vede che ha voglia di scappare..io la amo e questa situazione mi sta facendo uscire pazzo.. Cosa ne pensi? Come dovrei comportarmi?

    • Ciao Karll
      Per il momento penso che la cosa migliore che tu possa fare è assecondare la sua decisione… fatti vedere sereno e allo stesso tempo prenditi anche tu del tempo senza dare giudizi e fare previsioni su alcunchè, se si tratta di un momento di confusione tornerà sui suoi passi… tienici aggiornati… un abbraccio

      • Grazie del supporto Art! La vedo dura che lei tornerà sui suoi passi..nonostante le apparenti incertezze che noto, va sempre dritta per la sua strada! Ma pazienza..prima me ne farò una ragione meglio sarà per tutti! Grazie ancora!

  80. Ciao Art. In breve ti racconto la mia storia che ha del paranormale..ormai è da un mese e mezzo che la mia ragazza dopo 4 anni mi ha lasciato, dicendo che vuole pensare a se stessa,che mi sono adagiato, che non mi ama più.. Ti dico questo perché io lavoro con i suoi nel loro negozio nel quale viene pure lei..inizialmente veniva con la solita frequenza, da qualche tempo invece non si fa più vedere; quando è li noto momenti di tristezza alternati a momenti di apparentemente tranquillità, inoltre (dato che con i suoi i rapporti non sono cambiati) noto che a lei porta fastidio il modo in cui loro si pongono con me, dandomi sempre la solita importanza li dentro.anche suo padre ha notato ciò e le ha parlato,lei sostiene che non ha nulla e che è felice che io rimango a lavorare., pero quando è li e ci sono io si vede che ha voglia di scappare..io la amo e questa situazione mi sta facendo uscire pazzo.. Cosa ne pensi? Come dovrei comportarmi?

  81. Ciao Art, ti racconto la mia storia! Ci siamo messi insieme 3 anni fa. Quando la conobbi, stava con un altro che diceva di non amare più, e dopo mesi di tentennamenti lo lasciò per me. Il primo anno fu caratterizzato da alti e bassi, ma ci amavamo alla follia. Già dopo pochi mesi cominciarono i miei dubbi, ma allora non mi domandavo se l’amassi o meno ( perchè ero perso di lei) ma più che altro se era la persona giusta per me. Qualche bugia e diverse incongruenze su delle cose che le chiedevo mi portavano sempre a dubitare di lei. L’unica certezza era l’amore che provavamo l’uno per l’altra, delle volte sembrava un amore morboso, ma solo alcune volte. Anche il secondo anno ci furono alti e bassi, ma ci amavamo ancora tanto. La discesa vera è iniziata l’anno scorso, dopo l’estate praticamente. Lei era rimasta delusa dal fatto che nel mese di Agosto non ero andato a stare per un po’ a casa sua e me lo rinfacciò per tanti mesi. Io, in realtà mi giustificavo col fatto di aver passato 3 giorni di vacanza con lei i primi di Agosto e comunque altri 3-4 giorni è stata lei a venire da me in quel mese; ma continuava a dirsi delusa del fatto che io nn andai da lei. E’ bene anche sottolineare che, studiando entrambi nello stesso Ateneo e abitando anche nello stesso Residence, Agosto è l’unico mese che trascorriamo con le nostre famiglie. Per il resto dell’anno eravamo insieme, quindi. Comunque da qui in poi è stata una continua salita. Sono caduto in un lungo periodo di apatìa, la causa principale era il fatto di essere indietro con lo studio. Da gennaio mi sono messo a preparare un esame molto duro. In quel periodo non pensavo ad altro, non mi interessava di nulla, nemmeno di lei. Preferivo guardare dei talk show politici da solo, piuttosto che averla vicino. Ogni scusa era buona per non stare con lei; era diventata un peso ormai. Non avevo nemmeno voglia di fare l’amore e trovavo sempre delle scuse per non farlo. Inoltre mi dava fastidio qualsiasi cosa lei facesse, anche il modo di apparecchiare la tavola. Quelle poche volte in cui eravamo insieme, era un continuo litigare. Scaricavo le mie frustrazioni su di lei. Lei per sei mesi ha cercato di farmi notare tutte queste cose giustamente, ma non mi importava niente. L’ha fatto in tutti i modi, ma io ero assente. Le sue continue ( e sacrosante) lamentele mi facevano infuriare e mi allontanavano sempre di più. Ero stato inghiottito dai problemi con lo studio e da quelli che avevo a casa, non avevo spazio per le sue lamentele. Così, a metà Giugno, ha deciso di lasciarmi! La prima settimana sono stato un po’ male, ma poi mi sentivo molto più leggero, molto più tranquillo. Ci siamo visti altre 2-3 volte fino alla fine di Luglio; l’ultima volta siamo stati anche insieme. Lei in realtà, fino ai primi giorni di Agosto ci sperava ancora, mi ha fatto capire che voleva spronarmi, che voleva ritrovare quella persona che nei primi 2 anni di storia l’ha resa molto felice. Io le dicevo che mi mancava, che l’amavo ancora. Tuttavia non trovavo la voglia di andare nella sua città a riprendermela! Le scrissi poi verso la metà di Agosto, le scrissi ancora che mi mancava. Lei mi fece capire che stava cercando di voltare pagina, che aveva capito che non la volevo più. Inoltre mi disse che stava iniziando a guardarsi intorno, che stava iniziando ad avere occhi per altre persone. Quella cosa mi fece arrabbiare e cominciai a rinfacciarle che io, nonostante mi sono comportato da egoista, non ho avuto occhi per altre ragazze. Da quel giorno non ci siamo più sentiti. Io, nonostante capii che c’era il rischio di perderla sul serio, rimanevo comunque tranquillo. Ero in un paese dove non c’era niente da fare, ma nonostante questo, ero comunque tranquillo. Infatti spesso domandavo a me stesso come mai non la pensassi più di tanto, come mai non mi veniva voglia di andare a prenderla. Dopo 3 settimane sono rientrato all’università e l’ho vista 2 volte. Ci siamo salutati da lontano, e ancora una volta mi sono sentito abbastanza tranquillo. La svolta c’è stata 10 giorni (19 Settembre) fa. Io stavo uscendo dal residence e lei rientrava; però stavolta non era da sola, bensì con un ragazzo che la stava abbracciando. In quel momento ho sentito una fitta al cuore, al punto che stavo uscendo per prendere una pizzetta e sono tornato a casa con un pacco di sigarette! Per 10-15 minuti non ho capito nulla. Dopo due giorni l’ho contattata dicendole che non mi aspettavo che mi sostituisse così velocemente. Lei mi ha risposto dicendo che quel ragazzo non è un sostituto e che dopo un anno in cui non l’ho calcolata ha deciso di avere più rispetto per se stessa. Mi disse anche che fu lei a chiedergli di uscire e che si frequentano da un mese! Mi ha detto che non tornerà più indietro, che la mia è solo una questione di orgoglio e di possesso. Io, da quel giorno, sono praticamente a pezzi. Piango in continuazione e penso a lei 24 ore su 24. Non riesco a fare nulla. Addirittura ieri sera ho dimenticato di non aver cenato, e da uno che ha un debole particolare per il cibo è veramente preoccupante. Quello che mi fa stare peggio è la consapevolezza che lei non tornerà mai più, perchè la conosco! Io comunque sto cercando di capire se il mio è davvero amore o se si tratta solo di possesso come sostiene lei. Solo che mi risulta difficile. Penso in continuazione ai nostri momenti più belli, a quanto sono stato stupido. Mi ostino a cercare di capire se l’amavo veramente ma non trovo una soluzione… So che facendo così peggioro le cose, ma continuo a cercare risposte. Non riesco a rimanere lucido. Mi sento terribilmente in colpa, infatti non sono arrabbiato per averla vista con un altro bensì per non averla ascoltata, per non averla amata come meritava. E lei ha fatto tanto per farmelo capire, ma io mi sono arreso alle mie insicurezze. Ho meritato tutto questo, è tutta colpa mia. Non mi perdonerò mai di averla persa. Le ho chiesto un incontro per parlare di persona stavolta, e fra qualche giorno dovremmo vederci. Ho anche scritto una lettera per lei. Mi sento vuoto in questo momento. Ho tirato fuori il peggio di me con l’unica persona che amo. Perchè per me lei è stata la prima e l’unica! Mi piacerebbe sentire cosa ne pensi. Saluti e grazie in anticipo. Questa è la prima parte, poi le ho chiesto un incontro e ci siamo visti per parlare sembre a fine Settembre!Praticamente ci siamo visti per parlare una sera. Lei mi ha detto di essere rimasta stupita dalle mie parole, nel senso che pensava che sarei andato la a rinfacciarle di essersi messa con un altro. Io in realtà avevo riflettuto e mi ero reso conto di non essere nella posizione di lamentarmi, anche perchè riguardando delle nostre vecchie conversazioni, mi sono reso conto di come la snobbavo, mentre lei implorava letteralmente la mia considerazione. Infatti le dissi che non mi riconoscevo nella persona dei mesi precedenti, che mi sentivo tremendamente in colpa per come l’avevo trattata ( non riuscendo a trattenere le lacrime). Scoppiò a piangere anche lei, dicendomi che all’epoca stava malissimo, che sentiva brutta perchè non facevo l’amore con lei da mesi, che si era messa a fare corsa proprio per questo! Io mi sentivo tremendamente in colpa e ci siamo abbracciati mentre piangevamo entrambi. Ti ripeto, non ho aperto bocca su quello, perchè non mi sentivo nella posizione di permettermelo. Ma lei mi spiazzò, aprii lei il discorso. Mi disse così ( dal nulla) :” Credo che la cosa non andrà, perchè mi capita di pensare ancora a te, mi sto forzando un po’ “! Io non dissi niente, le consegnai una lettera dove mi scusavo e le dicevo che non mi perdonerò mai per quello che ho fatto. Lei la mise nella borsa e fece una cosa strana: nel giro di 5 secondi riaprì la borsa un’altra volta per controllare se la lettera c’era ancora, come per paura di perderla! Le dissi anche che in un futuro lontano nemmeno lei, nonostante la sua testardaggine, poteva sapere cosa sarebbe successo e che mi aggrapperò a quella speranza; lei rispose tranquillamente che in effetti ci sono delle coppie che dopo tanto tempo ritornano insieme! Alla fine la accompagnai e mi abbracciò di nuovo forte e ancora piangendo mi disse che le mancavano lei mie sorelline, che dalle foto su facebook sono sempre più belle e che le mancava anche la gentilezza di mia madre. Quella sera, quando tornai a casa mi sono sentito molto tranquillo, mi sono rimesso a rifare vecchie cose come guardare gli highlights delle partite, in sostanza mi sono sentito bene, ma solo per quella sera. Una settima fa, le mando un messaggio dicendole se le andava un caffè, così tanto per parlare. Lei mi rispose che la cosa non aveva senso e che io in realtà non volevo parlare, ma vederla. Inoltre mi disse che non sarebbe stato corretto nei confronti della persona con cui si sta frequentando e che era questo il motivo principale. Io le risposi scusandomi, dicendole che avevo sbagliato a contattarla e che forse dovevo lasciare casa e non l’avrei vista mai più e non ero pronto a questo. Lei poi mi disse che sono stato scorretto a dirle che forse lasciavo la casa ( dell’università) e che è stato un colpo basso. Mi disse anche che se comunque avrei voluto parlare con lei per raccontarle i miei problemi sarebbe stata a disposizione anche se non saremo mai degli amici. Alla fine le dissi che non volevo parlare con lei dei miei problemi e che ero convinto che lei aveva preso una decisione con la testa e non col cuore, che preferiva andare avanti anche sentendosi vuota, perchè è una super testarda ( veramente). Lei mi rispose con un audio whatsapp( piangendo) dicendomi che fin quando non ero tornato a romperle le palle non si sentiva vuota, che stava tornando a essere felice e che dovevo lasciarla stare perchè le stavo rovinando anche questo! Poi le scrissi ancora che lei era una testarda e lei mi rispose di farmene una ragione perchè non tornerà mai indietro e che non mi amava più, io le risposi ridendo come per farle capire che la conosco e conosco anche il suo orgoglio. La conversazione finì la, ma nella notte mi scrisse così ” Mi prometti che se ci vediamo un’altra volta mi dici tutto e la chiudiamo una volta per tutte?”. Io le ho risposto di non poterlo fare ma se voleva venire ero a casa da solo e potevamo parlare. In più le dissi che lei non voleva chiudere ma aveva deciso di farlo lo stesso. Infine mi rispose che voleva chiudere e non complicare ancora di più le cose e che non dovevo scriverle più perchè non voleva perdere questo ragazzo. Io le ho detto che se non lo vuole perdere non capivo il motivo per cui 10 giorni prima, quando abbiamo parlato, dal nulla mi disse che si stava forzando un po’ e che pensava ancora a me. Mi rispose che voleva spiegarmi quella frase, nel senso che voleva dire che anche se si sta forzando un po’, sta bene con lui e che io non c’entro con questa cosa. Ma lei in realtà 10 giorni prima mi aveva detto anche che pensava ancora a me, insomma, sembra che si sia fregata da sola un po’. Ho chiuso io il discorso, chiedendole di non rispondermi più e scrivendole un papello, dove in sostanza le dicevo che la conosco bene e che so quello che pensa anche quando non lo dice. Inoltre le dissi che lei prima che tornassi a farmi sentire non si sentiva felice come sosteneva, bensì tranquilla che è una cosa diversa. Alla fine l’ho salutata dicendole che ero sicuro del fatto che ci saremmo pentiti amaramente per quello che non abbiamo fatto. Fine della storia. Da quell’ultimo messaggio sono passati 8 giorni e non credo che le scriverò più. In realtà vorrei capire se il mio è solo possesso perchè nell’ultimo anno non volevo fare l’amore con lei, la evitavo in tutti i modi. Non avevo nemmeno la voglia di baciarla. Scusami se mi sono dilungato troppo ma ho cercato di raccontare tutto per rendere chiara la situazione. Ammetto che nei miei momenti di lucidità mi rendo conto che continuando così peggioro solo le cose, ma il difficile è la pratica. Forse mi capisci: quando ti entra una cosa in testa e non riesci a levartela in nessun modo, è un casino. Purtroppo quello che non mi aiuta è il fatto di odiare la mia persona, perchè anche se le colpe sono quasi sempre di entrambi, devo essere oggettivo e ammettere che il grosso l’ho fatto io! Parliamoci chiaro: non si può trattare una donna in questo modo, se fossi stato il ragazzo di una mia sorella mi sarei preso a pugni. So che pensarci non aiuta, ma io questa persona nell’ultimo anno l’ho trattata di merda, era veramente disperata e innamorata, perchè non è detto che un’altra mi sarebbe venuta dietro per un anno. Un anno passato ad elemosinare la mia considerazione. Mi scriveva in chat ed io le dicevo di non rompere perchè è palloso scrivere alla tastiera; mi chiedeva di andare a dormire da lei e trovavo sempre delle scuse. ( cavolo stiamo a 50 metri di distanza, viviamo nello stesso residence!). Non ti nascondo che quando facevamo l’amore nell’ultimo anno, dovevo chiudere gli occhi e pensare ad altre persone per essere più disposto! E’ una cosa bruttissima, ma è così! Mi faceva le sorprese a casa perchè ci vedevamo pochissimo ed io mi facevo trovare sempre col broncio quando veniva. Mi ha visto litigare con gente, mi ha visto sparlare a cazzo da ubriaco, mi ha visto fare molte figure di merda! Ero il contrario di ciò che aveva conosciuto nel primo anno e mezzo di relazione ed io per questo mi faccio schifo non solo per la nostra storia, ma soprattutto per la persona che sono diventato, aldilà di lei! Ora dovrò convivere col fatto di averla a pochi metri di distanza, col fatto che almeno una volta a settimana la incontrerò, perchè qua il posto è piccolo e i locali in giro sono quelli. Io prima di tutto, devo migliorare per me stesso, ma voglio anche dimostrarle di essere un uomo migliore, quello che aveva conosciuto! Naturalmente questo non vuol dire che le starò dietro, che le scriverò o che le manderò dei messaggi indiretti! Comincerò a lavorare su di me e lo farò principalmente per me. Inoltre devo capire se la amo davvero, perchè semmai un giorno riuscissi a riconquistarla, devo farlo con la consapevolezza di volerla veramente, perchè non si merita di passare nuovamente quello che ha passato l’ultimo anno. Lei ora vede un altro si, ma resta una persona buona, che merita la felicità. Questo nn lo dico perchè adesso sto così male, ma lo faccio perchè l’ho conosciuta e ti assicuro che è una delle persone più generose che abbia mai conosciuto. Mai sentita parlare male di qualcuno, mai vista godere per i dispiaceri altrui, sempre diplomatica e pacifica con i suoi amici e tutte le persone che conosceva. Ho sbagliato e non posso tornare indietro, è inutile piangere sul latte versato. Devo cercare di cambiare ( ripeto, per me in primis) , consapevole degli errori che ho fatto con amici, conoscenti e anche con lei. Voglio sottolinearti che se parlo così bene di lei non è perchè sono rincoglionito dalla situazione, ma è la verità. Anzi, se avessi avuto dei validi motivi per odiarla, sarebbe stato molto meglio per me. Devo essere onesto su questo! Le ha provate tutte, ma veramente tutte. Alla fine ( verso fine Luglio) era ormai rassegnata, diceva di odiarmi e che le avevo rovinato la vita. Diceva che nessuno mai mi amerà come lei ( questo lo so che non è detto) e diceva che quando l’avrei vista con un altro mi sarei mangiato le mani e sarei schiattato! Io devo ammettere che nell’ultimo anno era come se cercassi la scusa per farmi lasciare, dato che da me l’iniziativa non sarebbe mai partita, mi sarei sentito troppo in colpa! Nei miei “film mentali” sul mio futuro non la mettevo mai e immaginavo di fare viaggi nel mondo senza di lei, con amici o da solo, e magari facendomi un sacco di ragazze! Per questo sono in confusione… Com’è possibile desiderare la “libertà” da un anno almeno, desiderare di cambiare vita, di liberarsi di lei e poi schiattare quando mi rendo conto di averla persa??? Non avrei dovuto sentirmi sollevato dopo averla vista con quello???. Magari queste risposte me le darà il tempo. Vorrei sapere cosa ne pensi, grazie.

    • Ciao Dominicus
      Può darsi che faccia parte solo della mia esperienza personale e quindi valido solo in alcuni casi ma è abitudine comune riconoscere il valore delle cose che abbiamo solo quando sono perdute; per un motivo o per l’altro tu, in quel momento, non eri in grado di dargli quello di cui lei aveva bisogno… forse eri insoddisfatto della tua vita e hai contagiato anche il tuo rapporto con quella disillusione che circonda noi uomini di città che ad un certo punto non sappiamo più dove sbattere la testa… ebbene, sappi una cosa, se c’è una cosa che le donne sanno fare bene è essere “pratiche”, credere nei propri obiettivi e sapere quello che vogliono (almeno, nella maggior parte dei casi)… quando incontrano un uomo che gli fa vacillare queste certezze, inizialmente fanno finta di niente sperando che passi, poi iniziano a lamentarsi, alla fine impazziscono e partono tutte quelle frasi: non troverai mai una che ti amerà come me (questa è una cazzata ma cmq ci crede davvero quindi amen), quando mi vedrai con un altro ti pentirai… poi questo succede davvero, le trovi con un altro, magari scopri che nel frattempo lei è rimasta in cinta… tutto in un nanosecondo… beh, c’è davvero di che sbattere la testa a muro per ore, è normale che ti senti colpevole di aver mandato tutto a quel paese ed è anche normale non capire quanto c’entri il semplice “possesso” (come lo chiama lei) e quanto il vero amore…beh, su quest’ultima domanda potremo discutere fino a domani: si, è possibile che ti faccia soffrire più il fatto di non sentirla una tua proprietà ma cosa importa? Si, è vero, se tornaste insieme presumibilmente si verificherebbero gli stessi problemi che avevate prima… le minestre riscaldate funzionano sempre male, il passato deve rimanere nel passato a meno di non riuscire ad essere talmente bravi da costruire una cosa totalmente nuova con la stessa persona dimenticando completamente quello che è stato (capita, ma di rado)… insomma Dominicus, i saggi dicevano “inutile piangere sul latte versato”… è vero, inutile darsi colpe, inutile chiedesi come sarebbe stato se, guarda solo il presente e chiediti se magari non è così che doveva andare e basta… spero di esserti stato utile
      un forte abbraccio e buona vita

      • Ti ringrazio davvero! Purtroppo sono consapevole del fatto di andare avanti, ma averla a due passi non mi aiuta. Ho dei piccoli momenti di lucidità ma poi riparto, impazzisco di nuovo! Una amica in comune è convinta che il mio non sia amore perchè, sostiene lei, anche se la penso in continuazione, non ho fatto gesti eclatanti, non le sto provando tutte! Forse ha ragione, forse no. Il problema è questo malessere, la situazione è insostenibile ed il fatto di averla a pochi metri è un grosso guaio. Mi ostino a cercare presso gli altri delle risposte che non troverò se non dentro me stesso! Ora sto pensando di parlarle di nuovo, di farlo in modo diverso, di dirle quanto la amo e quanto vorrei un’altra possibilità. Alla fine non l’ho fatto in modo diretto anche se lei l’ha capito. Dici che è meglio provarle tutte per non avere dei rimorsi? La consapevolezza di averci provato in tutti i modi potrebbe aiutarmi? O facendo così aumenterei il dolore???? Grazie ancora….

        • In realtà non stai cercando risposte ma semplicemente di tornare con lei… che importa sapere se è vero amore o solo possesso, che importa se in passato non hai lottato abbastanza e oggi non te la senti di farle la serenata sotto la finestra, ognuno ama come può e come sa, le sceneggiate le sanno fare tutti e non per questo sono una dimostrazione di amore vero… se pensi di non averle tentate tutte, provaci ancora, dille che l’ami e che vorresti tornare con lei, ma sii anche in grado di accettare la sua decisione e se non vorrà saprai di averci provato con tutte le tue forze e ricorda… il passato non conta in amore, ci sono persone che hanno perdonate cose ben più gravi quindi… se non gli va bene, sicuramente non è colpa tua ma ha semplicemente cambiato idea e su questo purtroppo mettiti in testa che non puoi farci nulla :)
          Da parte mia posso dirti che alcuni rimpianti mi sono rimasti ed ho imparato a conviverci, ma caro Dominicus fortunatamente andiamo avanti e anche con le cicatrici ce la caveremo comunque sempre alla grande
          Un abbraccio

  82. Il mio ragazzo mi ha lasciata dopo un anno di relazione e convivenza. Sono passate due settimane dall’ultima volta che mi ci siamo sentiti, e un mese e mezzo da quando mi ha mollata. Ha lasciato anche l’Europa per andare a fare uno stage in Asia per quattro mesi.
    Sono stata malissimo, ho perso 8 kg, lui mi ha più volte fatto capire che voleva i suoi spazi ora, trattandomi malissimo, umiliandomi verbalmente, facendomi sentire in colpa anche per la fine della relazione. Due giorni fa una vecchia fiamma mi invita per un week end nella sua città.. Presa da un momento di rabbia e voglia di sentirmi viva e libera nuovamente, ho accettato. Andare da lui in Inghiltera significherebbe dormirci per due notti in un hotel e probabilmente finirci a letto. Sono single di fatto, sono stata lasciata, lui non mi cerca da due settimane… Potrei sentirmi quanto meno non in colpa, eppure ora mi sento uno schifo … Vorrei disdire il viaggio, dall’altro organizzato e pagato, perché mi sentirei di tradire il mio ex. Lo amo ancora molto, il mio ex. Ma mi sento appesa a qualcosa che forse non tornerà mai più come una volta. Ma al contempo di domando, e se tornasse? E se mi chiamasse una settimana prima del ” week-end” in Inghilterra? E se tornasse comunque dopo ? Sporcherei tutto …. HELP!

    • Ciao Celeste
      Quello che mi viene più spontaneo dirti è… ma fregatene! Lui ti ha lasciato, in questo momento sta facendosi la sua vita e le sue esperienze, se hai bisogno di questa vacanza, se ti va di scambiare due parole con una vecchia fiamma e se ti va di andarci a letto… fallo, l’importante è che non sia una forzatura, qualcosa che fai per vendicarti… in questo momento devi pensare a te stessa, lui ha fatto la sua scelta e tu di sicuro non devi rendergli più conto di quello che fai… non puoi tradire chi ti ha lasciato, è un contro senso :)) un abbraccio e buona vita

  83. ciao Art, vi racconto la mia storia, cercando qualche consiglio che poi in fin dei conti non so nemmeno se seguirò. ma sono sicuro che mi aiuterà cosi come mi sta aiutando questo blog. amo la tua ironia anche io sono un tipo molto ironico. Dopo 5 anni e rotti di relazione la mia ragazza mi ha lasciato ha usato molte delle frasi che hai racchiuse in un’ altra pagina del bolg. mi ha praticamente fatto una combo. ” i miei sentimenti sono cambiati”- non siamo più felici come una volta- “ho bisogno di pace”. C’è da dire che nell’ultimo periodo le cose non erano proprio rose e fiori, ma nulla di irrisolvibile e nessun tradimento di mezzo, cosi in un’incontro dove mi chiedeva di “parlare”, dato i suoi modi scocciati e in particolare la frase “sono confusa” io sbotto e le dico (grande zappata sui piedi) se volesse una pausa, lei in un primo momento sembrava spiazzata poi dice di si. passata una settimana dove non ci siamo sentiti, ci rivediamo e mi molla. io rimango muto non avevo la forza di dirle nulla e nemmeno il coraggio di guardarla negli occhi … scoppi in lacrime e me ne vado. qualche giorno dopo le chiedo di vederci che avevo da dirle tutto quello che non ero riuscito a dire. lei rifiuta dice che io devo rispettare la sua decisione .. e spera che un giorno io possa perdonarla. questo è successo a fine settembre e ho smesso di sentirla e cercarla.. ieri però che era il mi compleanno i miei 25 anni non ho resistito e le ho scritto “come stai?” (seconda zappa sui piedi) per riscriverle qualche ora dopo di non rispondermi quando visualizzerà il messaggio.. che devo ancora accettare la cosa (probabilmente terza zappa sui piedi). Ora come mi devo comportare ? mi sento di non aver provato abbastanza e la amo da morire .. tutti i progetti futuri a puttane.. cosa devo fare ? andarci anche io? lol

    • ciao tonyplay… posso azzardare delle considerazioni: dopo 5 anni di relazione si può entrare un pò in confusione riguardo ciò che si vuole dalla vita, se la persona con cui stiamo è quella giusta etc etc… dalla fine di Settembre ad oggi è passato davvero poco tempo e se lei ha davvero bisogno di una pausa e di tempo per riflettere, beh, forzandole la mano non ottieni molto… prova a lasciarla nelle sue riflessioni per il tempo che le serve, non attirare la sua attenzione, riappropriati della tua vita o almeno fa finta che lei ti veda così, magari credendo che ti stai allontanando sarà costretta ad “accelerare” i tempi, potrebbe anche credere che tu ti stia vedendo con un’altra ma ricorda… non fare nulla perchè lo creda, niente foto su facebook o altro… potrebbero sembrare patetici tentativi di farla ingelosire… credimi, basta l’indifferenza per suscitare nell’altro quello che ci serve perchè torni in sè… poi potrebbe anche finir male, potrebbe non tornare più ma non è una tua preoccupazione, non sei tu che ha preso la decisione… staccati per un pò, se ne senti il bisogno fra qualche mese prova a sentirla, chiedile se ha riflettuto e preparati anche a subire il dolore di una risposta che non ti piace… in ogni caso e comunque vada credimi se ti dico che per te è solo un’opportunità… pensa a chi mette su famiglia e poi abbandona perchè non è innamorato dell’altro.. insomma, se tra voi non andrà avrai la possibilità di trovare un’altra persona, di tornare al nuovo, di esplorare le profondità di un altro essere umano con l’esperienza di una relazione che ti aiuta solo a scegliere meglio…
      comunque per il momento pazienta, è la cosa migliore che puoi fare
      un abbraccio

  84. Ciao Art, ho letto bene il tuo articolo e un po’ di post degli amici qui in basso…
    ma io credo di avere in questo momento il RECORD assoluto su questo portale: sto parlando di
    ricontatti con un perduto amore (veramente gnocca) di 25 anni fa.

    Premessa sul come ci siamo ritrovati. A fine mese ci sarà la prima reunion della compagnia che io e lei frequentavamo da ragazzi. Questo evento l’ho organizzato io SENZA secondi fini e, dissennatamente direte, senza pensare alle eventuali conseguenze che questa azione avrebbe portato nella mia vita. L’intenzione era solo quella di rivedere dei vecchissimi amici ma, come leggerete più avanti, le cose stanno prendendo una strana piega. E’ stato facile contattare i vecchi
    amici che ho su FB, molto più difficile è stato pizzicare il perduto amore (che FB non ce l’ha). Sono riuscito in modo rocambolesco a rintracciare il suo ultimo domicilio grazie a un mio amico e ho fatto l’unica cosa che potevo: le ho inviato una lettera con un testo dove non mi sbilanciavo ma di certo dimostravo di desiderare la sua partecipazione.

    Ora: ne converrete che è un’azione eclatante, di difficile attuazione, complicata, diretta e molto forte… e lei ovviamente lo sa.
    Lo sò, lo sò anch’io ART! Ho trasgredito alla “dichiarazione d’intenti” ma sai non ho pensato a lei come ad una riconquista ma come ad una persona che mi avrebbe fatto molto piacere rivedere per scoprire com’era diventata e cosa aveva combinato nella sua vita.

    In verità non ho mai più pensato a lei in questi anni, tranne forse qualche breve flash mentale com’è naturale che sia – un amore, anche se di soli 10 mesi ma belli, ti lascia sempre qualcosa dentro – non l’ho mai più vista, mai cercata, non feci scenate, non le chiesi mai “perché” e non le serbai rancore; accettai il fatto che, io 23 e lei 19, all’epoca avevamo tutta la vita davanti, e da li le nostre vite si separarono completamente.

    Torniamo all’oggi (inizio mese): come sua risposta non mi aspettavo niente di ché e ingenuamente non ho pensato che ricevere una lettera del tutto inaspettata da un tuo EX del secolo scorso con un invito a rivederlo presto potesse riaccendere in lei qualcosa (ed era pure una donna molto passionale). Bene: in effetti – e quasi me lo aspettavo – la sua risposta via whatsapp è stata “picche”, MA…… si certo “picche” alla festa, però SUA controproposta “fiori” ad un nostro incontro a due per un caffè in data da destinarsi.

    Faccio presente che il nostro primo scambio di messaggi è stato in lingua italiana, molto breve (4-5 scambi) e piuttosto formale da parte mia nella quale accetto il SUO invito e invece molto colorito da parte sua (faccine, risatine, parecchi punti esclamativi… passionale appunto). Dopo 4 giorni nuovo scambio di messaggi… questa volta mi sono lasciato andare, l’ho fatta ridere, siamo partiti in lingua italiana per finire nel nostro dialetto… mi ha fatto parecchi complimenti per il mio aspetto e mi ha mandato una sua foto recentissima.

    Hey ART! Saranno passati 25 anni ma questa è rimasta veramente gnocca!

    Poi ancora giusto un paio di messaggi ma niente di ché, a parte scoprire che sono benestante. Dovremmo vederci già questa settimana ma ho deciso di posticipare di un po’ e tra poco vi dirò il perché.

    Bene, siamo al tempo presente (metà mese). Come vedete, per disgrazia o per fortuna, non è successo ancora nulla; durante queste nostre interazioni eteree mi ha detto troppo poche cose di sé e mi sono quindi fatto alcune idee:
    a) era sposata ma si è separata; l’ho saputo da fonti esterne.
    b) non è libera; ma non lo ha detto. Nel primo messaggio ha solo scritto che non è in una situazione felice e che ne ha passate di brutte ma senza precisare nulla
    c) ha litigato con i familiari e penso da molto tempo anche; non me lo ha detto ma credo di averci preso in pieno
    d) è incastrata con qualcosa; non mi ha detto nulla ma deduco che conviva con un coglio-clone e non può fare cazzate altrimenti finisce in strada
    e) ha un figlio di 15 anni; me lo ha detto
    f) lavora nello stesso posto in fabbrica sin da quando eravamo insieme; me lo ha detto
    g) quando guardi in viso una persona con cui sei stato insieme, anche se è una foto, anche se sono passati 25 anni, riesci ancora a cogliere alcuni “segni” e il suo viso mi ha trasmesso tristezza, quindi forse hai ragione tu ART: sarebbe capace di tornare perché sembra che a lei è andato veramente tutto male.

    Morale della favola: tutte queste seghe mentali che mi sono fatto sembrano urlarmi a squarciagola: “STAI ALLA LARGA!!!”

    Forse ci ho preso fin da subito oppure non ho capito nulla di chi ho di fronte; forse lei è l’incarnazione fatta persona del simpatico primate e io sto diventando ai suoi occhi non solo un ramo ma l’intera foresta; forse è talmente incasinata che non sa nemmeno lei cosa fare o forse vuole solo bere un caffè con me per sdebitarsi del mio “disturbo” e basta.

    Cosa vuole? Io non lo sò. Certo che se ci vedessimo si potrebbe parlare con più calma, di molte più cose e per molto più tempo ma ho il timore che rivederla faccia riaffiorare in me sentimenti che ho sepolto, come tutti con fatica, da moltissimo tempo. D’altro canto però provo una fortissima attrazione verso questo appuntamento, verso quello che mi può dare (MAI avuto appuntamenti con una EX in vita mia) verso quello che è rimasto come “in sospeso”.

    Eh si, perché forse più di tutto è questo quello che mi attrae: ho ripensato alla nostra storia, ho capito con l’esperienza accumulata negli anni cosa è andato storto e mi ricordo benissimo che la nostra storia ad un tratto è improvvisamente finita. Partiti per 4 giorni in vacanza in montagna insieme e tornati separati. Non mi disse mai perché e io non glielo chiesi mai… rimase tutto come “in sospeso”.

    Allora ragazzi miei, io non so se una storia può rimanere in sospeso per 25 anni, sembra inverosimile, non so se esistono veramente quelle situazioni nella quale dici: “siamo stati BENE insieme ma forse era il momento sbagliato” o “eravamo troppo giovani per impegnarci a vita”… ragazzi, Art… voi ci credete? Ragazze, ditemi la vostra: perchè questa vuole rivedermi?

    Art, mi consigli un po’ di NO-CONTACT per attirare attrazione?

    Io in teoria dovrei vedermi con lei nei prossimi giorni, ma opterei per spostare un po’ la data. Anche lei me lo scrisse (“è tutto molto veloce” … attenzione: non ha scritto “TROPPO” ma “MOLTO”). Sicuramente ci deve pensare. Attendo qualche vostro consiglio: una occasione che si ripresenta dopo 25 anni non è uno scherzo ma non voglio farmi più fregare. Io con lei sò che ero stato bene… vorrei capire com’era stata lei con me… magari quel giorno me lo dice.

    Ciao

    • Ei maxim… che bella storia… rivedere una ex dopo 25 anni e meditare la possibilità di tornare con lei… da un punto di vista squisitamente romantico è bello che queste cose succedano, che un amore possa resistere così a lungo, che in realtà le storie non finiscano come cantava quel signore negli anni 90 però… lascia che ti dica una cosa… 25 anni sono tanti, dopo tutto questo tempo molti ridimensionano le proprie aspirazioni… mi dici che a lei è andata male, beh, inutile che te lo dica perchè da quello che scrivi è chiaro che hai dei dubbi importanti: tu sei benestante, lei è ad un passo dallo restare in mezzo alla strada… Cosa leggere nel suo desiderio di ritrovarti… forse nulla?! Può darsi che sia solo voglia di rivederti, di sfogarsi delle proprie vicissitudini negative con un vecchio amore… o forse come temi un opportunistico desiderio di sistemarsi approfittando di una fiamma che ritorna… in un senso o nell’altro mio caro Maxim quello che puoi fare è di stare a vedere che succede, viverti questo incontro e anche quelli che forse seguiranno con curiosità e non con la pretesa di rivivere il passato o correggere chissà quale sbaglio o mancata opportunità… sai, personalmente credo che il passato è lì, sepolto per sempre, quando cerchiamo di riesumarlo e magari la cosa ci riesce alla fine ti ritrovi con un mucchio di cenere in mano, perchè quella scelta (subita o presa) ci ha portato su altre strade ed indietro non si torna; quindi, se qualcosa tra voi nascerà, sarà qualcosa di nuovo. NO-CONTACT? Perchè?! Non siete ex freschi, non puoi fare strategia con una persona dalla quale ti sei separato 25 anni fa… al massimo ti direi FULL CONTACT per riscoprirla, vedere com’è cambiata, senza fretta, come se la stessi conoscendo ora…
      tienici aggiornati… un abbraccio e buona vita

      • Ciao Art, Lally, Ilham e a tutti quelli a cui interesserebbe sapere come è andato l’incontro con una EX di 25 anni fa. Mi sono preso 3 mesi di tempo prima di commentare visto che nel frattempo sono successe altre cose importanti.
        Beh gente, che dire… da un verso c’è una delusione che però sovente nasconde un’opportunità fantastica, che solo a chi guarda avanti può capitare.
        Una delusione perché l’errore che uno ingenuamente fa è di idealizzare gli EX e pensa che rimangano tali e quali nel tempo mentre, sembra scontato e banale dirlo, la gente cambia e parecchio…. e nonostante ciò molti insistono e ritentano con un ritorno.
        Hai detto bene Art: il passato è morto e sepolto e non ha nessun senso riesumarlo perché, almeno nel mio caso e anche in quello di molti altri miei amici/amiche con cui ho parlato in questi mesi, alla fine ti resterà solo un pugno di polvere in mano. Quello che è stato è stato e non ritornerà mai più come prima. Chi mi sono trovato di fronte in quel bar a bere un caffè non è la stessa persona che ricordavo ma non è nemmeno una persona nuova; non c’è la novità, il mistero, l’idillio, la magia create da una relazione nuova: c’è qualcosa che “stona”. Quindi il ritorno non fa per me.
        Dall’altro lato un’opportunità perché durante la festa di cui accennavo sul mio primo post (era la notte di Halloween 2015) oltre a ritrovare i miei vecchi amici, ho conosciuto per caso una persona completamente nuova. Una donna meravigliosa che ha letteralmente offuscato ogni possibile pensiero che io potessi avere nel frattempo maturato riguardo l’incontro con la mia EX. Da metà Novembre abbiamo una relazione e dopo 3 mesi posso dire che lei è fantastica e con lei assaporo la vera magia di una relazione nuova, sensazioni che sono certo nessuna mia EX sarebbe stata più in grado di trasmettermi.
        Pertanto, almeno per quel che mi riguarda, io consiglio a chi mi legge di lasciare il passato alle spalle e di guardare sempre avanti: posso personalmente assicurare che è proprio vero che non sai mai cosa il destino può riservarti nel futuro.

        • Maxim, grande messaggio di speranza e fiducia, grazie di esserti ricordato di scriverci. Spero che questo germoglio cresca, ma soprattutto che si formino radici solide in grado di resistere agli eventi. Certo, è ancora un germoglio, fresco, verdissimo, brillante, pieno di promesse, che bello…
          Io invece sono ‘uscita dal gioco’ definitivamente 2 mesi fa. Uno sforzo sovrumano, difficile da descrivere. Un senso di vuoto, impotenza, incredulità, abbandono, sfiducia: se non ti puoi fidare di un uomo che lascia la famiglia per te, se non devi dare peso a quelle promesse, convinzioni, progetti, insistenze, fatti, ecc., allora nulla ha più davvero peso. E invece, ingenuamente, ci avevo creduto. Cascata in pieno. E poi ancora, altri 15 mesi di tira e molla, mesi in cui tornava innamoratissimo, poi di nuovo si allontanava. Ora basta, basta. Mi ha ridotta a una dipendente, una drogata. Non ho mai voluto dipendere, amo la libertà in senso lato…e quindi, a maggior ragione, non voglio dipendere dalla persona meno affidabile al mondo. Ho lasciato aperta la porta per mesi, convinta che non potesse essere un abbaglio, convinta che a 43 anni queste cose non possano essere fatte con leggerezza, convinta che i nostri problemi fossero fisiologici del post separazione dai rispettivi coniugi. E invece no. Tutte balle. Era un abbaglio. Il suo.
          Bene, Maxim, quando starò un pochino meglio, andrò a una festa di halloween. Magari già il prossimo 31 ottobre. Buona vita

          • Ciao Lally, che piacere rileggerti. Sono contento tu ce l’abbia fatta… se può consolarti e consolare chi ci legge, forse impantanato in storie simili, la situazione che hai passato sembra essere piuttosto frequente oggigiorno. Ad esempio proprio alla mia attuale compagna (si lei di Halloween, che ha due anni meno di te) è successa una cosa simile alla tua… il triste ruolo della famosa “fidanzata” (per non essere scurrile) a chiamata… un calvario chiaro già dopo i primi mesi di relazione ma durato ben 3 anni nella quale si è annullata… la sua autostima svanita… e ti posso assicurare che è una donna veramente molto carina, solare e con grinta da vendere…. niente, tutto in fumo… tira e molla all’ennesima potenza…. e più il suo ex fuggiva e non si rendeva disponibile, più lei si “innamorava” (??) ed entrava in uno stato catatonico… uno stato che io definirei “malato”… praticamente in astinenza. Anche nel suo caso è stato lui a lasciarla… (ovvio direi: se non ami qualcuno ti è facile lasciarlo). Ha impiegato 9 mesi per riuscire letteralmente a rialzarsi… però, come te, ce l’ha fatta… e un giorno è uscita e senza minimamente aspettarselo ha conosciuto me. All’inizio era un po’ timorosa (ovviamente) ma ha voluto darsi un’altra occasione e – ti giuro – sebbene siano passati ormai 7 mesi non passa settimana che non ringrazi il cielo di averci riprovato.
            Quindi se posso fare un consiglio a tutti/e… NON DATEVI MAI PER VINTI… a qualsiasi età! Nessuno dice che sia facile lasciarsi un amore alle spalle… ma vale SEMPRE la pena guardare avanti. Come diceva Forrest Gump “la vita è come una scatola di cioccolatini: non sai mai quello che ti capita”… e dannazione è VERO! Credetemi.

    • Maxim ciao. Se ho ben capito, l’hai cercata tu per primo. Cosa ti ha spinto a farlo? Curiosità? Voglia di tornare idealmente a 23 anni? Dare risposte a domande rimaste in sospeso? Potrebbe anche darsi che lei sia stata spinta a rispondere al tuo richiamo per gli stessi motivi. Più o meno nobili, metti anche in conto la possibilità che i tuoi dubbi sul primate o sul benessere siano fondati. Io però sono un’incredibile romantica, tendente al “coglio” senza clone. E mi piace pensare che proprio perché sono passati 25 anni e mille vite in mezzo, si abbia voglia di rivedere un vecchio amore che ti ha lasciato un pezzo della sua vita dentro, un pezzo che ti sei portato dietro fino ad oggi e farà sempre parte di te. Sia che riscocchi la scintilla, sia che invece poi si capisca che alcuni momenti non torneranno più, almeno con lei. Vivi questo incontro senza troppe aspettative. Credo che aldilà della gnocchitudine vedrai, come hai già visto, tristezza, rughette e una donna che ha vissuto. Magari in cerca di un nuovo ramo, ma magari anche solo con la voglia di vederti e di fare due chiacchiere. Se non la incontri, non lo saprai mai. In fondo l’hai cercata tu…
      Grazie per la tua risposta franca e diretta. E’ ovvio che hai ragione.

      • Lally ciao, figurati. Ti ho visto ancora in difficoltà e secondo me mai come in questo momento hai bisogno di un’ultima forte spinta che ti tolga una volta per tutte dalle tue sabbie mobili. Hehehe… mi hai fatto ridere… donna “romantica tendente al coglio senza clone”. Prometto che tornerò e risponderò alla tue domande dopo averla incontrata: appuntamento già fissato per un pomeriggio di fine mese. State in campana gente. A presto.

        • Più che una spinta servirebbe un’esorcista per togliermelo dalla testa e anche dall’ufficio!
          In bocca al lupo per il tuo incontro. Mi sono ritrovata a pensare al mio primo vero fidanzato e a quale effetto farebbe rivederlo ora, dopo 20 anni. Ce lo racconterai.

  85. Bellissime discussioni e riflessioni. Fanno sentire un po’ meno soli in questo dolore che, mio malgrado, sto attraversando da quasi un anno. Mio malgrado perché, nonostante il treno in faccia, cerco con tutte le mie forze, anche fisiche, di uscirne. Perché lui mi ha tolto la voglia fare tutto, di badare a me stessa, di nutrirmi, di vivere la quotidianità, di pensare a fare quelle piccole cose che mi hanno sempre riempito la vita, di stare con le persone a cui voglio bene. Mi rendo conto che i miei giorni e il mio sonno sono nelle sue mani. La mia vita è nelle sue mani. E resto appesa ad un suo sguardo, in attesa che abbia l’illuminazione definitiva che lo riporti a me. Mi ha detto il classico ‘non ti amo più’ a Natale, dopo un anno di convivenza fatto di innamoramento folle (il mio, ahimè, era amore e non solo innamoramento), giorni a progettare un futuro, un figlio solo nostro, perché io non ne ho e lui ne ha tre. Mi vuole sposare, vuole comperare casa, mi fa conoscere le figlie, che ogni due settimane stanno con noi e facciamo anche una vacanza insieme (!). Notti di passione mai provata prima, allacciati anima e corpo. Io punto tutto su questa storia e perdo tutto: mio marito (che avevo lasciato per lui), la mia famiglia, la mia casa, le mie certezze, me stessa. Da Natale mille ripensamenti, ogni volta mi dice che non riesce a staccarsi e lascia la porta aperta. Ogni volta torna innamorato dicendomi che solo io gli faccio provare certe emozioni, per poi raffreddarsi e spaventarsi dalle mie aspettative (aspettative??? Dopo tutto questo, parliamo di aspettative?). E ogni volta io lo detesto sempre di più e mi riprometto di non cedere più quando torna puntualmente a cercarmi. Non è possibile farsi rovinare la vita in questo modo. Sono incavolata nera con lui e con me stessa perché non riesco ad uscire da questo girone infernale. Faccio tutto come da manuale: riempio il mio tempo di attività che non ho voglia di fare ma che una volta mi piacevano, nella speranza che magari a qualcosa serva. Faccio sport, viaggio, ora ho preso casa, lontano dalla sua zona, per carità, e mi dedico a questo progetto. Ma non basta, mi danno in continuazione, lui è il mio chiodo fisso. Purtroppo lavoriamo insieme. Ora mi sta vedendo più determinata che mai a rifarmi una vita e forse sta mollando un po’ la presa. Voglio dimostrare prima di tutto a me stessa che sono molto più forte, combattiva e un gamba di lui. Io so quello che voglio, ho le idee chiare. Arranco ma sono puntata. Lui no. Ora fase no contact (tranne al lavoro, ma parleremo solo di lavoro). Grazie a tutti voi.

    • Ciao Lally… difficile allontanarsi dalla persona che si ama quando la si vede tutti i giorni, ci vuole forza di volontà e determinazione qualità che dal piglio di quello che scrivi sicuramente non ti mancano. A volte sembra impossibile che la persona con cui c’era così tanto feeling improvvisamente non ti “senta” più, ti chiedi perchè, ti chiedi se abbia solamente mentito illudendoti ma la realtà è che siamo creature mutevoli e a volte ci allontaniamo dalle cose belle anche solo per noia o desiderio di cambiamento.
      E’ normale poi, staccandosi, di provare nostalgia, magari non si è trovato quello che si sperava di trovare ma ciò non toglie che sperimentare sulla pelle degli altri è un modo di fare meschino e crudele che non merita comprensione.
      Se posso darti un consiglia continua con la tua vita e riconsidera la tua relazione solo se lui sarà disposto a fare quel passo che non ha mai compiuto e cioè il matrimonio, a volte per spezzare i “cicli” dei lascia e piglia bisogna operare un cambiamento che stravolta lo status quo… tienici aggiornati… un abbraccio e buona vita

      • Caro Art, mi rendo conto che non sono stata chiara nel raccontare la successione degli eventi. Me ne scuso. E’ stato lui ha spingere in modo ossessivo, convinto e insistente su tutto. Per un anno e mezzo: prima la convivenza finalizzata ad un matrimonio appena possibile. Dopo poco tempo la conoscenza delle figlie, poi dei rispettivi genitori con tanto di visite nelle località di vacanza degli stessi. Ne frattempo l’urgenza di volere un figlio da me e di cercare una casa insieme. Ti domanderai come io, a 43 anni, non abbia avuto sospetti o per lo meno dubbi. Li avevo, ma avevo preso una decisione che aveva ribaltato la mia vita e volevo crederci. La sua e l’entusiasmo e mi trainavano irresistibilmente è più passavano i mesi e più credevo di essere stata graziata dal destino, baciata dal sole. Stava succedendo a me, avevo trovato e tutto aveva senso e una prospettiva futura. Non potevo non crederci. Non avevo scelta, ormai ero in ballo, ogni giorno un fuoco d’artificio, ogni notte un film. Perché non crederci? Stavo attendendo il fatidico momento in cui tutto questo si sarebbe dovuto trasformare in un rapporto più profondo, più stabile, più umano. Il momento stupendo in cui due persone che si sono scelte imparano davvero a convivere con i rispettivi limiti e difetti e ne fanno motivo di crescita ed evoluzione. Io ci stavo arrivando, lui è crollato. Corto circuito. Da una settimana all’altra, un giorno mi ripete che non vede l’o ra di potermi sposare, la settimana dopo crisi. Dopo un mese di crisi in cui non c’era verso che mi spiegasse cosa gli stesse accadendo, l’ho messo alle strette: ti voglio bene ma non ti amo più (frase abbastanza comune, leggo in questo blog). Era Natale, ho preso un trolley, ci ho messo dentro due cose r me ne sono andata da casa nostra incazzata spaventata confusa e disperata. Per strada, senza più nulla se non un gelo interiore. Sono stata da mia sorella qualche giorno è poi ho trovato una sistemazione provvisoria. A capodanno stavo facendo gli scatoloni a casa nostra mentre lui era via con le figlie… un inferno. Finalmente tra un mese mi trasferisco in un piccolo monolocale tutto mio. Purtroppo in tutti questi mesi è tornato suo suoi passi almeno una volta al mese. Tutte le volte con un entusiasmo e una credibilità che lasciavano ben sperare, anche se non mi ha più detto ti amo. Mai più. Mi diceva non riesco a resistere, a staccarmi, ti penso sempre, vorrei stare con te, quando non so dove sei impazzisco. Passione a mille, sempre. Tanto che mi sono chiesta e gli ho chiesto se è solo quella a tenerci uniti. Non è così. È lui che non sa cosa vuole, non io. Da qualche tempo gli ho detto di lasciarmi in pace. Non credo che lo farà a lungo. La palla è in mano mia, Art. Io mi sento più forte, sto percorrendo una strada molto difficile ma non posso buttare tutti i miei sforzi dietro a un suo svenevole quanto insensato richiamo. O torna e stavolta con intenzioni serie, ma dovrà convincermi per bene, perché le fette di salame davanti agli occhi non le ho più, oppure io vado verso il mio futuro con una nuova me stessa. Questa è la forza dellepa mia incazzatura e determinazione. In pratica purtroppo appena lo vedo mi si blocca lo stomaco, Art. E tutti i miei sforzi sono messi a dura prova. Resto puntata, te l’ho detto. Ma vacillo e penso sempre a lui a quanto vorrei essere tra le sue braccia. Ma perché? Perché? Come si fa a dominare il cuore?

        • Lally… anzitutto valuta la possibilità di non essere tu a controllare il gioco, la palla in realtà in mano tua, è lui l’indeciso, lui quello dei ripensamenti, tu puoi essere forte e resistergli ma alla fine sai di fare una forzatura a te stessa, lui fa quello che gli pare, se volesse rientrare nella tua vita gli basterebbe dire qualche bugia, illuderti che è rinsavito e sarebbe fatta: per fortuna non è quel tipo di persona.
          E’ difficile quando si è grandi stare ancora dietro a queste stronzate da adolescenti, lo so bene credimi, ci sono persone che crescono emotivamente e persone che rimangono eterni bambini insicuri e confusi; ecco, invece di domandarti chi tiene la palla, chiediti se vuoi accanto una persona insicura e confusa sentimentalmente, perchè credimi, in queste cose le persone non cambiano… un abbraccio e buona vita

          • Caro Art, giusto il tempo di una sua apparizione/sparizione, ed eccomi ancora qui. A meditare su quello che mi hai detto. Perché ci ho pensato, sai? Ci ho pensato mentre cedevo ancora una volta. Mi sono sentita fuori luogo, ho sentito di tradire me stessa, i miei sforzi per ricostruire il futuro. Torna con un’energia, una passione, uno sguardo che per me sono potentissimi. Una droga. O forse sono semplicemente, perdutamente innamorata. E non ho ancora accettato che tutto questo si sia trasformato in un delirio. Forse sono io immatura e insicura, a crederci e sognare ogni volta, e ogni volta tornare a stare da cani. E continuo ad arrabbiarmi con lui, ma soprattutto con me perché non riesco a vederlo finalmente per quello che è: un narciso egoriferito. La verità è una e non ci sono scuse e alibi, non ci sono storie… la verità è che quando si ama si vuole stare insieme. Se ci si ama non si vede l’ora di stare insieme, di condividere, di litigare e di fare pace. Non si vede l’ora di vederlo anche nei suoi momenti peggiori, anche quando i difetti emergono e non ti piacciono ma alla fine impari ad amare anche quelli, a riderne, a sopportarli. Hai voglia di ascoltare le sue menate, anche se hai avuto una giornata del cavolo, perché hai voglia di dare, di farlo sentire meglio, di coccolarlo. Di sentirti la sua casa, ovunque lui sia. O anche di lasciarlo in santa pace, senza che questo mini le certezze. Voglia di poterti appoggiare quando ne hai bisogno, di avere la libertà di sentirti giù o nervosa, senza paura che lui ti abbandoni. Stare con un uomo che non fa sentire di amarti è umiliante e toglie a volte la percezione di sé e amplifica solitudine. Basta. Ormai è passato un anno di tira e molla. L’amore è un’altra cosa i fatti lo dimostrano.

          • Ciao Lally, scusami se mi intrometto. Hai già la risposta giusta: “quando si ama si vuole stare insieme”… l’energia, la passione, lo sguardo non sono sufficienti. Mi spiace essere brutale ma sei tu la palla e lui ci gioca un po’, poi ti mette in un’angolo… e poi torna a giocare. Ascoltami… fatti forza, esci dal gioco e hai vinto. Ciao

          • Ciao lally… condivido il pensiero di Maxim, quando si ama si riescono in qualche modo ad accettare tutti i difetti dell’altro, anzi, spesso neanche si vedono; a volte poi abbiamo bisogno di “sentire” l’altro così come crediamo che lui senta noi, allora pensiamo che non ci ama abbastanza o che non ci ama affatto, in realtà stiamo nascondendo a noi stessi che semplicemente non è la persona che fa per noi…quando arrivi ad accettare questo semplice dato di fatto e capisci di non poterci fare nulla, la separazione (almeno razionale) e conseguente :) Un abbraccio

  86. Ciao Art,
    dopo un lungo navigare in cerca di siti per trovare spiegazioni ma sprattutto soluzioni per la mia sofferta storia d’amore sono capitata qui rimanendo affascinata
    dalla grande psicanalisi che attui nel trattare problematiche personali dolorose dove un consiglio errato potrebbe far cadere una persona in uno stato depressivo.
    Ora vorrei parlarti della mia storia che ho vissuto intensa e colma d’amore(da parte mia)
    Mi sono innamorata di un uomo impegnato premetto che non e’ sposato e non ha figli.
    E’ stato un amore grande e molto sofferto anche da parte sua perche’ l’intenzione di lasciare la convivente c’era e c’e’ sempre stata per questo ho accettato di continuare la relazione, io sono separata ,
    Molto coinvolti fino a quando non gli ho chiesto dei fatti reali che dessero credibilita’ alle sue parole perche’ lo voglio con me e non condiviso con un altra donna.

    L ho lasciato un mese fa amandolo alla follia ma quando il dolore supera la gioia non si vive piu, gli ho lasciato una porta aperta dicendogli che lo amo tanto e ci saro’ quando lui sara’ un uomo libero.
    Anche se sono stata io a decidere di allontanarmi soffro come se lo avesse fatto lui e’ come se avesse distrutto tutti i miei sogni e le speranze ma soprattutto mi sento delusa , mi e’ crollato il mondo addosso e faccio fatica a vivere ora faccio fatica a compire ogni azione e non riesco nemmeno a piangere.
    Lui al momento ha reagito arrampicandisi sui vetri accusandomi di fatti mai accaduti e poi la fatidica frase : SE MI AMI NON MI PUOI LASCIARE…
    scatenando in me mille sensi di colpa ma non sono tornata indietro.
    Lui dopo tre settimane mi ha inviato un messaggio nulla di che un semplice saluto al quale ho risposto in maniera moto tranquilla senza alcun riferimento a noi e da allora ogni giorno mi invia un sms e questo non fa altro che continuare a mettere il sale su una ferita aperta.
    Io lo amo tanto e non so come comportarmi per averlo con me ma..da uomo libero.
    Attendo una tua risposta sperando che tu legga al piu presto sto molto male.
    Un abbraccio Gio

    • ciao gio… scusami il ritardo nella risposta

      Anzitutto grazie per i tuoi complimenti, è bello sapere di essere utili a qualcuno con le proprie esperienze :)

      Riguardo quello che mi scrivi ahimè il mondo è pieno di persone impegnate (se non addirittura sposate) che cercano brividi ed emozioni a spese di altri; io se fossi in te scapperei a gambe levate senza pensarci troppo, legarsi purtroppo è qualcosa che non possiamo evitare anche se la persona oggetto del nostro amore è un bugiardo ed un doppiogiochista.

      So che stai male e che credi che questo dolore non passerà mai ma non è così, al contrario sarai ben contenta di aver avuto la possibilità di incontrare qualcun altro anzichè una persona che come l’ha fatto con la sua attuale compagna, avrebbe potuto tradire anche te un giorno… adesso puoi solo farti forza della tua decisione e sforzarti di accettare giorno per giorno che hai scelto la persona sbagliata di cui innamorarti e che passato qualche tempo tornerai felice come prima e pronta per un’altra tipologia di persona.
      Un forte abbraccio e buona vita

  87. Ciao Art, la mia storia forse è senza precedenti qui, perchè lei l’ho conosciuta proprio su questo forum. Una storia nata a Gennaio di quest’anno, oserei dire un colpo di fulmine per quanto mi riguarda, in quanto io venivo da un anno e mezzo di vero e proprio inferno per una precedente relazione durata sei anni (e lei lasciata da circa 6 mesi dopo una storia di 5 anni) e non avrei minimamente immaginato di innamorarmi ancora figuriamoci così inaspettatamente. Pochi incontri per via della distanza, ma in realtà, dalle varie affinità, i discorsi e tutto l’insieme, già da subito ho creduto che stessimo facendoci posto nelle nostre vite, che insieme saremmo stati tutta la forza che occorre. Ogni giorno è stato magico, ogni suo sorriso mi ha reso sereno, mi ha sciolto il ghiaccio dentro, ma soprattutto mi ha ridato speranza. Mi ha chiamato tutti i giorni aggiornandomi sempre di tutto, sembrava tutto bellissimo, infatti mi ha parlato fin dall’inizio di eventuali progetti di vita e mi ha fatto sempre sentire importante e speciale senza che io la “forzassi”. Poi ai primi di Giugno la sorpresa. Durante l’ultimo incontro mi dice che forse mi ha detto di essere innamorata senza averci pensato bene, che sta benissimo con me ma che non riesce ad andare oltre, forse per via di ferite e paure che ancora la perseguitano.
    Ora non so se sono stato il suo cogli-clone, e sinceramente non c’era nessun bisogno, dato che non sono un ragazzino e mi sono sempre comportato lealmente, poteva benissimo essere chiara da subito sul tipo di rapporto che voleva invece di mettere tanta carne al fuoco, fuoco di paglia per altro. Non si può immaginare come ci sono rimasto e come sto, pensavo fosse una manna dal cielo e invece era il colpo di grazia.. sono passati già due mesi, ma giuro che non è passato minuto senza pensare a lei, al suo sorriso, al suo profumo. Non pensavo si potesse spezzare un cuore già rotto….

    • Ciao Niko… scusa il ritardo col quale ti rispondo (ero sul cammino quando hai scritto).
      Purtroppo non è raro che si accendano spettacolari fuochi di paglia quando si è feriti o delusi… ebbene si, strano a dirsi, è come se una parte di noi volesse a tutti i costi guarire mentre in realtà un certo tipo di ferite hanno bisogno di tempo e di consapevolezza per sanarsi completamente.
      A volte l’altra persona ci appassiona e ci coinvolge al punto da dimenticare che il nostro cuore è ancora arido, ma non dura per sempre, per questo motivo sono convinto che prima di stare con altri bisogna recuperare con se stessi, imparare a stare bene da soli… ad ogni modo non è tutto perso, lasciala andare per il tempo che vuole (immagino che tu abbia fatto tutto il possibile), magari si accorgerà che sei importante e tornerà, e se non lo farò Niko sai già cosa fare, per fortuna siamo tutti ben svezzati da questo punto di vista :))
      Un abbraccione e buona vita

  88. Ciao Art. Tutto molto utile. La cogli-clone l’ho fatta io inconsapevolmente per 3 mesi. Mi lascia un giorno dicendomi che non ha sentimenti forti e la prendo tutto sommato bene, cioè rispetto la sua scelta e non lo cerco. Dopo 6 mesi torna e mi confessa che il vero motivo per cui mi aveva lasciata era che non aveva mentalmente elaborato la fine della relazione precedente. Mi dice che il mese prima di chiedermi di vedermi ha rivisto la ex e c’è stato un riavvicinamento (hanno scopato) che li ha aiuti a rendersi conto che era finita. E lui ora si sente pronto per dare a se stesso e a me la chance che ci meritiamo. Io ci ricado e va tutto bene per una settimana fino a che…domenica mattina colazione soleggiata al bar, ad un certo punto ha un attacco d’ansia… mi dice di aver avuto un flashback sulla sua ex, si sente soffocato dalla paura di fare la scelta sbagliata, si sente in colpa per lei. Gli chiedo se la ama e dice di non saperlo. Gli chiedo cosa prova per me e dice di essere felice con me, di provare sentimenti sempre più profondi ma di aver bisogno di ripulire il casino nella sua testa. E allora ho deciso di mollare la presa, ho rinunciato e non per orgoglio o per rabbia ma perchè ho capito che il modo egoista e infantile in cui porta avanti i legami nella sua vita non mi avrebbe mai reso felice, ex a parte una persona cosi’ incapace di elaborare il passato, il presente e il futuro avrebbe finito per contaminare la mia serenità. Essere nei panni di una ex o di un cogli-clone non cambia la sostanza, à solo una questione cronologica, per il resto una persona che si comporta cosi’ non è sentimentalmente matura e gliene frega poco di chiunque. Quello che conta davvero è non diventare pedina del gioco. NON IMPORTA CHE TU SIA EX O COGLI-CLONE, DAVANTI A UN CONFUSO SCAPPA!!!!

    • Ciao Ulrike… scusa il ritardo nella risposta sul tuo post che comunque non ha bisogno di alcun commento :) Purtroppo il problema di molte persone è che non riescono a stare solo, dopo una relazione importante è quasi obbligatorio prendersi del tempo senza entusiasmarsi per la prima persona nuova che si incontra… un abbraccio e buona vita

  89. Ciao Art. Innanzitutto complimenti per il blog, davvero fantastico. Ti racconto in breve la mia storia. Sono stato fidanzato con la mia ragazza per 9 anni. Ci siamo messi insieme nel 2006 in estate. Dopo quattro anni la crisi. Lei inizia a lamentarsi del fatto che si litiga spesso (vero, ma sempre per cavolate). Per il resto tutto bello, amore, passione, tutto. Come dicevo, a Pasqua del 2006 la crisi. Lei mi lascia per andare con uno conosciuto all’università. Avevamo 25 anni io e 26 lei, all’epoca nel 2010. Io come tutti o quasi dapprima mi incazzo e poi cerco di riprendermela in tutti i modi. Dopo un mese di zerbinismo e contatti insistenti da parte mia un suo gesto mi permette di trovare l’orgoglio di chiudere ogni contatto. Lei mi fa rispondere al telefono dal suo nuovo coglio-clone. Non ci ho visto più, decido di sparire per sempre. Poco più di un mese dopo muore sua nonna, io ovviamente avevo passato settimane di inferno con no contact etc. ma decido di andare per rispetto alla famiglia, che mi aveva dato davvero tanto in quei quattro anni. Li la rivedo, io dopo la funzione stavo andando via e lei mi chiama per salutarmi, solite frasi di circostanza, addirittura mi dice “speravo ti fossi trovato un’altra”, vabbe. DOpo qualche giorno mi manda una mail in cui si dice confusa, che non è più sicura di aver fatto la scelta giusta, vorrebbe vedermi per un caffe. Io dico NO perchè ero stato troppo male e di mettermi al suo servizio per districarle i dubbi non mi andava affatto. Lei sparisce di nuovo dicendomi che non ero cambiato e che le avevo tolto tutti i dubbi con la mia risposta (!). Passa un altro mese e mezzo e in totale dopo quattro mesi dalla rottura ecco che ritorna davvero. Mi cerca, mi chiede di uscire a mangiare qualcosa, stavolta accetto. Usciti a cena lei mi dice che ha mollato l’altro (so per certo che è cosi, non è stato lui a mollare lei infatti dopo l’ha continuata a cercare). Mi dice che ha sbagliato, che è pentita, che io l’avevo talmente allontanata da lei che lei è scappata con questo (definito “mio surrogato”) e che non lo rifarebbe più. Io all’inizio ero a meta strada tra il felice e lo stare male perchè bruciava talmente tanto che lei fosse scappata da me per un altro…. Comunque lei fa dei gesti che mi portano alla fine a tornare con lei, seppur all’inizio non ero tranquillo. Fatto sta che stiamo altri CINQUE anni insieme. Dunque in totale ben NOVE. A febbraio di quest’anno lei parte per un lavoro temporaneo e torna solo nei weekend. Tutto ok, un mese e mezzo fa la raggiungo io e ci facciamo un weekend insieme li, lei felicissima etc. Una settimana dopo torna lei, mi fa una sorpresa “hot”, sembra insomma tutto liscio come sempre. Poi, A fine giugno inizia la nuova crisi. Inizio a sentirla distaccata, fredda, proprio come quando mi ha mollato la prima volta. Io avverto la cosa e vado in paura, essendoci già passato. Stavolta il problema è che secondo lei arrivati a 30 anni non abbiamo la possibilità di dare una svolta alla nostra storia a causa di motivi economici (lei vorrebbe convivere o sposarsi). Il fatto che intorno a lei le amiche invece inizino a fare questi passi finisce di convincerla che io e lei insieme non stiamo andando da nessuna parte. A fine giugno finisce il lavoro e lei torna definitivmanete a casa e proprio quello stesso giorno mi lascia. Ovviamente io la prendo malissimo, per una settimana la cerco, provo a dirle di non buttare tanti anni nel cesso ma niente, lei gelida e distaccata, oltre che infastidita dalla mia presenza. Comunque dopo una settimana appunto in cui la sento tutti i giorni e ci vediamo tre volte, visti i suoi comportamenti che fanno male, decido e trovo il coraggio di non cercarla più Ormai sono due settimane di totale no contact e l’ho bloccata su Facebook per non vedere che fa dove va etc. C’è un altro? SEMBRA di no stavolta, so che da quando ha troncato per me esce con le amiche e i parenti, questo è certo. Io ovviamente sto da schifo, dopo avermi ripetuto piu volte in questi anni che MAI si sarebbe sognata di rifarmi una carognata del genere, rieccomi qui. Lasciato per la seconda volta. Quello che ti chiedo è cosa devo aspettarmi da lei, se potrebbe avere la faccia tosta d tornare una seconda volta o se devo rassegnarmi perchè, anche visto che ha 30 anni e non piu 25, è davvero decisa. Lei da quando è iniziato il no contact non mi ha mai cercato, sono due settimane e venti giorni dalla rottura. Ho sentito alcuni suoi parenti che mi hanno cercato e mi hanno detto che la vedono strana, schizzata, non tranquilla insomma. Però intanto lei vive, esce e si diverte e io mi ritrovo come cinque anni fa a stare male, da solo e a chiedermi ma chi me l’ha fatto fare di tornarci insieme…

    • Ciao Gino… naturalmente non conoscendo bene nè te nè lei posso solo azzardare delle considerazioni che spero ti torneranno utili.

      Fondamentalmente ci sono due strade che puoi percorrere, la prima è quella di andartela a riprendere e dare davvero una smossa al rapporto perchè si, è vero, ad un certo punto la donna avverte il bisogno di sentirsi parte di un progetto più grande: un matrimonio, una casa, un figlio… quello che è… noi maschietti siamo un pò diversi da questo punto di vista… la seconda strada è quella di metterci una pietra sopra perchè in fondo l’amore potrebbe anche essere qualcosa di diverso da un sentimento legato ad un sistema che obbedisce a regole sociali… e poi non è bello che lei scappi via così, bisogna provarci un pò prima di mandare tutto a quel paese, lottare, provare ad accettare la persona che si ama per quello che è… ma io e te sappiamo bene che trovare una persona così è quasi utopia quindi a volte bisogna scegliere semplicemente il male minore.

      La scelta a questo punto è interamente tua… cerca di capire quanto ci tieni a lei e prova a riprendertela se lo vuoi davvero. Se credi invece che il gioco non valga la candela, che hai bisogno di una donna di cui fidarti maggiormente (specie nelle difficoltà) allora no-contact e vai avanti, tanto lo sai che quando si chiude una porta se ne aprono altre 100

      Spero di esserti stato utile
      un abbraccio e a presto

  90. Ciao Art, 8 mesi fa mia moglie dopo 15 anni di convivenza e 8 di matrimonio e una figlia di 3 anni,mi lascia dicendo che non mi ama piu!Di certo ci sono stati molti poblemi all interno della coppia, familiari ,calo sessuale, incompatibilita’, lei non si sentiva capita e trascurata quando e’ arrivato nostra figlia!In quest’ ultimo mese credo che stia frequentando un altro, ma non abbiamo piu’ rapporti e non ci vediamo quasi piu’ tranne se si tratta della bimba!Io la amo ancora e non me ne sono ancora fatto una ragione!Mi chiedo a volte:Potrebbe avere dei ripensamenti??E soprattutto un rapporto intrapreso dopo 8 mesi(siamo per via legale), puo’ durare??Ho qualche possibilita’ per salvare il mio matrimonio a parte il no contact’??aspetto risposta
    Davide

    • Ciao Davide
      Mi spiace per quello che stai vivendo, posso solo immaginare quanto sia difficile. Quello che posso consigliarti è di restare quanto più lucido possibile, specie per tua figlia che sicuramente sarà la persona che più soffrirà di questa condizione. A questo aggiungo di fare le tue valutazioni su una compagna che dopo quasi 25 anni smette di amarti e guarda caso ha già un altro, se non il tempo che avete passato insieme, almeno per il rispetto di vostra figlia avrebbe dovuto sforzarsi di mantenere un maggiore controllo verso le proprie pulsioni… nonostante quello che sentiamo in giro, molte coppie soffrono i problemi che tu lamenti senza tuttavia lasciarsi, al contrario resistono e cercano di farsi tanti piccoli regali per tamponare i problemi di relazione… quello che voglio dirti è che è sicuramente facile mollare tutto, specie quando c’è un altro e si può passare agevolmente da un ramo all’altro, ma la colpa non è certo tua e dei vostri problemi ma del fatto che dall’altra parte c’è una buona dose di superficialità emotiva. Cosa fare? Quello che posso consigliarti è cercare di tenere duro, stare sereno, limitare i contatti a quelli utili per la gestione di tua figlia e vedere che succede… di sicuro è lei a dover fare il primo passo e se c’è una speranza di vederla rinsavire, beh… lasciale fare il suo percorso e se torna significa che è stato un colpo di testa.
      Spero d’esserti stato utile… un abbraccio e in gamba

  91. Ciao Art
    Ti aggiorno…ho un grande prblema…
    Non riesco a resistere ai suoi ritorni…ti confesso che ormai è solo desiderio sessuale visto che sentimento non ce n’è più: non riesco ad avere con lei quel tipo di rapporto che ho sempre desiderato (inutile che mi dilunghi nei dettagli…la verità è che con lei non sono felice)
    La sua eterna indecisione sul ns. rapporto sta destabilizzando anche me
    Hai qualche consiglio pragmatico da darmi per sottrarmi a questa “dipendenza” ?
    Grazie

    • Rgc… beh, le idee le hai abbastanza chiare, se ti va prenditi quello che lei può darti con la consapevolezza che potrebbe sparire da un momento e l’altro e che probabilmente non si trasformerà in quello che più desideri… l’importante è sapere come stanno le cose e non ingannarsi. So che può far male fare l’amore con una persona e poi, quand’è finito, sentire che tutto si ferma lì… è vero potresti rinunciare a lei sforzandoti e farti la tua vita ma evidentemente non ti va quindi goditela senza troppe seghe mentali e consapevole che finirà… un abbraccio e in gamba

  92. La mia storia è un po più complicata purtroppo, mi spiego. Mi ha lasciato da qualche giorno dopo un anno ma ci conosciamo da 3. Tre anni fa fu una storia estiva lei di Bologna io di Napoli. Lei insisteva per stare insieme ma io sapevo che non sarebbe stata una cosa giusta anche se ci amavamo e quindi ho lasciato perdere lasciandola nella delusione. Dopo 3 anni mi ricerca e io cedo, stiamo insieme in tutti i sensi tra treni e mesi lontani. Due settimane fa siamo stati insieme e due settimane dopo lei esce con un altro dicendomi che usciva con un amica ma io scopro tutto lei confessa e finisce lì. Frasi di conseguenza tipo sono una merda ho fatto una schifezza spero che troverai di meglio ecc ecc quando due settimane prima mi diceva ti amo mentre facevamo l’amore. Ti confesso che se dovesse tornare indietro io ci penserei ma sono sicuro che non lo farà. Abbiamo anche una grande differenza d’età io 30 lei 23. La mia domanda è questa. come si può dire Ti amo ad una persona con cui hai diviso un anno e uscire con un altro due settimane dopo senza nemmeno lasciarti prima? che confusione! secondo me c’è poco fare.

    • Riccardo… purtroppo non è bello essere vittima della superficialità nei sentimenti, a volte ci aspettiamo che le persone di cui ci innamoriamo siano come noi ma la realtà dei fatti è un’altra… l’amore a volte ci illude (celeberrimo il motto avere il prosciutto negli occhi) ed il risveglio è spesso brusco e traumatico… a me piace pensare che quando una persona si rivela per quello che è in realtà ci fa un favore… fai finta che non avrebbe trovato un altro, che sareste stati insieme altri 5 anni, che magari ci sarebbero stati dei figli e poi.. puff… come niente ti molla… credo sia meglio averlo scoperto adesso in modo da darti la possibilità di trovare un’altra che ti meriti di più… questa delusione comunque ti servirà come esperienza . Un abbraccio e in gamba

  93. Ciao a tutti
    In breve…storia tormentata di 5 mesi, tra alti e bassi…
    Mi lascia con un sms all’improvviso, scompare ma dopo 3 settimane mi ricontatta tramite whatsapp x dirmi che senza di me sta male, che le manco tanto, che vorrebbe riavermi al suo fianco, che dal giorno del famoso sms ha perso il sorriso…mi chiede se accetterei di rivederla ed io mi rendo disponibile…
    Ma dal giorno dopo scomparsa di nuovo, da 3 giorni…
    Secondo voi che significa ?

    • CIao… che dirti? E’ confusa… forse ha pensato di averti perso e ha cercato la conferma che non fosse così… 5 mesi sono ancora pochi per conoscere una persona… fossi in te cercherei di viverla nella maniera più tranquilla possibile ed attendere gli sviluppi, magari restando un pò sulle tue quando si farà sentire in modo che non pensi che puoi fare quel che vuole senza patire le conseguenze… tienici aggiornati… un abbraccio

          • ciao
            oggi ci ha ripensato e si è rifiutata di vedermi…tra l’altro mi ha insultato addossandomi tutte le colpe x il ns. rapporto “logoro”…
            non posso far altro che ringraziarla perchè mi ha aperto definitivamente gli occhi evitandomi di commettere l’ennesimo errore tornando di nuovo da lei…
            direi proprio GAME OVER…

  94. Ciao a tutti! io sono stato lasciato dopo 5 anni e mezzo nel dicembre del 2014. abbiamo fatto una pausa durata circa tutto dicembre. Mi sono sforzato nel non farmi sentire, per due settimane è sparita nel nulla.Verso la fine della pausa ho insistito che ci vedessimo (senno lei probabilmente l’avrebbe prolungata senza che ci sentissimo) ha sempre insistito che fosse colpa mia che per come ero fatto non si poteva andare avanti e non solo, ma che l’avevo trascurata! ho provato a farle capire che era un momento, che ero preso dal nuovo lavoro, che era solo un momento di crisi. era confusa ma decisa a non tornare indietro. Alchè le ho detto “va bene, ma non voglio sentirti più” nel mese di gennaio ho fatto un ottimo no contact dove lei mi cercava regolarmente e poi è ritornata, siamo stati insieme altre due settimane ma non funzionava più bene o meglio la vedevo molto distaccata e fredda non interessata a stare con me, io da parte mia ho vissuto questo con amarezza, ero molto teso, sono improvvisamente diventato geloso e possessivo, ero convinto( e lo sono tutt’ora ) che c’era qualcun’altro. Nel mese di novembre 2014 infatti ha iniziato un corso sportivo dove ha conosciuto un pò di ragazzi che ci provavano. Secondo me è caduta dagli allori e tutte queste attenzioni l’hanno turbata.Nel periodo della pausa in cui era sparita infatti mi ha confessato (dopo) che era uscita insieme al gruppo sportivo, che li sentiva privatamente e che ci provano, ma lei infastidita gli aveva fatto capire che non c’era nulla(mah…)
    Tutti (amici e familiari ) mi dicevano che non c’era nessuno, fatto sta che mi lascia di nuovo, dicendomi che per lei si era rotto qualcosa e non si poteva piu andare avanti. Da febbraio per me inizia il calvario. Ho insistito più volte con cadenza settimanale a contattarla per dirle che le cose potevano sistemarsi. Lei da parte sua mi ha sempre risposto, ha accettato sempre di vedermi, qualche volta mi ha scritto anche lei ma mi ha sempre fatto capire che da parte sua non si poteva più fare nulla. Guarda caso vengo a sapere che regolarmente continua a fare queste uscite e a vedersi con queste nuove persone.Addirittura mi disse che uno di questi ci aveva provato ma lei “non era ancora pronta”…
    Nel mese di aprile mi rendo conto che le mie insistenze la infastidivano, allora ho lasciato perdere e mi sono defilato.
    Ora sono all’estero ( ho intrapreso questo sogno che avevo sempre messo da parte per lei) lei, la mia partenza, l’ha presa abbastanza male ma ho deciso di non volerla vedere. Ora sono tre settimane che non ci sentiamo.
    leggendo quello che ho scritto mi sono reso conto che non ci sono proprio più speranze! :) oramai sono passati 3 mesi dalla fine…Probabilmente ho scritto per sfogarmi e avere qualche parere! ciaoo!

    • Ciao Marco
      Siamo tutti sulla stessa barca…
      Dobbiamo imparare, io per primo, a lasciar andare le persone…
      Per esperienza personale so bene che è molto più facile a dirsi che a farsi ma non abbiamo alternative…anche se ci hanno fatto del male dobbiamo accettare la loro decisione anche perchè avere affianco una persona che non ci ama più significa solo riempire un vuoto (la solitudine)
      Tutti noi speriamo in un ritorno…ma credo solo per orgoglio…per una rivincita personale…solo per la soddisfazione di sentir dire all’altra persona che si è sbagliata…ma penso che sia solo una “vittoria di Pirro”…una soddisfazione che dura molto poco…
      Citando una metafora, penso che quando un vaso si rompe si possono rimettere insieme i cocci ma si vedranno sempre le crepe…;)
      Anch’io non la sento e vedo da 3 settimane e ci sto male…mi guardo allo specchio e mi do del cretino !
      Se penso al male che mi ha fatto già prima di lasciarmi come posso ancora sperare in un suo ritorno ?!?
      Perchè il cervello ci fa questi brutti scherzi !?? Non capisco…
      A me francamente pesa molto di più la sommatoria di tutte le “Legnate sentimentali” che ho preso più che la storia recente…
      Cmq dobbiamo guardare avanti !!!

      • ciao Rgc! grazie per la rsposta!
        hai perfettamente ragione!
        sarebbe solo una soddisfazione temporanea un suo ritorno! il riempire un vuoto interiore e recupero di orgoglio ferito!
        dobbiamo tenere duro e andare avanti che tutto si sistemerà!

  95. Grazie Art per la risposta
    Sono stato “scaricato” (a mezzo sms…) da due settimane e sono molto combattuto se sperare o meno nel ritorno del “perduto amore”
    Da un lato l’orgoglio mi fa sperare di si per potermela “tirare” un po’ e farle pagare la sua scelta…dall’altro la razionalità spera di no perchè ricadrei nuovamente nella trappola nel “tira e molla” essendo certo che accetterei inizialmente di rivederla pur sapendo che la ns. storia non avrà mai un futuro…nata male e finita peggio…
    Nel frattempo chiedo a te ed a tutti gli amici del blog…
    Ok il “NO CONTACT” (a proposito ma come comportasi sui social ? cancellarla ?) ma se dovessi rivederla casualmente in giro come converrebbe comportarmi ? Salutarla si o no ? Ignorarla anche in quel caso ?
    Io vorrei uscirne da “signore” perchè non vorrei abbassarmi ai suoi livelli…

    • Ciao Rgc… scusa il ritardo nella risposta che a questo punto integra la precedente… il NO CONTACT è a mio parere una tecnica che accellera gli eventuali ripensamenti del perduto amore… se voi siete sempre lì a pendere dalle loro labbra loro possono prendersi il tempo che vogliono, al contrario se credono di avervi perso … si danno una mossa; tuttavia non bisogna esagerare e dosare al meglio l’indifferenza con qualche punta di interesse… rispondere ad un messaggio in maniera fredda di tanto in tanto non significa mancare nella tattica, al contrario… la cosa importante è che lei non vi percepisca come uno a cui si può fare di tutto tanto sta sempre lì a scodinzolare

    • Ciao Rgc… chi può saperlo: conosco una persona che si è vista ritornare la ex dopo ben 10 anni :=) …. dipende solo dalla personale sensibilità di ognuno e naturalmente anche dalle esperienze e dagli incontri che si fanno, ma questa è un’altra storia… ci si re-incontra per caso ed è un pò come reinnamorarsi… nel caso in cui si è stati lasciati da poco credo sia abbastanza normale aspettarsi un ritorno entro breve (che sia una speranza motivata o meno), questo è il motivo per cui non si può mai dire “è finita, non torneremo mai più insieme” il giorno dopo aver maturato la decisione: la nostalgia, il riabituarsi a non avere accanto quella persona, i ricordi, arriveranno presto a demolire le certezze anche di chi si sentiva più convinto… poi ognuno decide ciò che è meglio per sè… se i motivi alla base della decisione sono validi, se nel frattempo c’è anche un coglio-clone che ha preso il posto dell’abbandonato, beh… il perduto amore potrebbe anche non tornare più.
      Se hai bisogno di numeri si può parlare di 1-2 mesi… dopo a mio parere scattano meccanismi nella testa che rendono più difficile il ritorno. Spero di esserti stato utile
      Un saluto e in gamba

      • io vorrei raccontarvi la mia storia. ho 23 anni, mi sono fidanzata col mio ragazzo un anno e emzzo fa dopo la morte di mia madre. non nascondo di essere una persona problematica e che la nostra storia era a distanza.. lui non era molto maturo emotivamente, non ha mai capito che vuoto avessi dentro e quanto fosse per me difficile mettere in gioco i miei sentimenti e le mie emozioni. lui era molto insicuro me ne ha combinate di cotte e di crude ma lo amavo e perdonavo tutto però si era giocato la mia fiducia tante volte, tra piccole bugie e piccoli flirt virtuali con altre.
        mi ha lasciata in un periodo di grande stress, fine di materie, lavoro, tirocinio ( studio psicologia ) . da quando ci siamo lasciati io ho rivissuto in minima parte la separazione subita da mia madre ( morta improvvisamente ) . sono entrata in confusione e ho cominciato a dire cose che non pensavo come : non so se ti amo sono confusa, non mi manchi, non voglio tornare con te.. insomma ho alzato la muraglia per difendermi. poi a distanza di un mese e mezzo sono qui da lui .. e gli ho confessato tutti i miie sentimenti. lui non mi crede, dice che sono egoista a dirlo dopo cosi tanto tempo che ci avrei dovuto pensare prima e che lo sto facendo per lavata di faccia. lui si vuole rifare una vita e non mi vuole più perchè non si è sentito amato e apprezzato da me perchè nell ultimo periodo sotto stress ero distaccata.
        io ho detto che so essere paziente e che per una volta non voglio perdere ciò che amo senza lottare ( perchè per natura tendo a fuggire ) . io non so a chi rivolgermi,… tutti mi dicono fregatene, rifatt anche tu la tua vita.. ma vi dirò, si occasioni per rifarmi una vita ne ho e non è neanche un pensiero fisso lui.. è solo che quando lo vedo, quando lo sento mi sento viva come non mai e mi emoziono e secondo me vale la pena lottare i onore di ciò.

  96. Ciao a tutti….io sono un coglio-clone…. un coglio-clone maledettamente innamorato e scaricato dopo 2 mesi di una storia che sembrava bellissima, ma che al primo segnale del suo ex ha visto buttare nel cesso il suo io da parte di lei…e sto veramente una merda!

    • credevomale… ahimè succede quando si intreccia una relazione con una persona che ne ha appena troncata un’altra… probabilmente è un trucco della natura che nella sua perfezione ha studiato un sistema perfetto per far si che per l’animale uomo (e non solo) non fosse semplice dimenticare velocemente sennò addio alla prole, addio alla prosecuzione della specie e via discorrendo… le storie d’amore non finiscono facilmente, a volte non lo fanno mai e ci si rassegna a non avere più accanto quella persona… insomma se all’inizio può sembrare facile entrare nel cuore di qualcuno, alla lunga ci si rende conto che non è così, specie se quel cuore è già impegnato… se ti può confortare anche questo passerà. Un abbraccio e tieni duro

  97. nicola, vorrei se possibile una delucidazione/dritta sul mia situazione un po destabilizzante (almeno x me). circa 9 mesi fa decido di chiudere la mia storia di 5 anni…ho 33 anni e lui 47..x 5 anni mi ha praticamnte riempita di balle…e qualke tradimento (presunto)..lo lascio, dopo l’ennesima bugia, in modo poco ortodosso..via sms..lui nn batte ciglio..nn mi cerca…non kiede chiarimenti..non mi chiama..zero..sparito nel nulla..faccio le vacanze a sola..riprendo in mano la mia vita…amicizie ormai perse..etc etc…dopo mesi e precisamente a settembre lui, a gran sorpresa, si fa trovare a casa dei miei..confesso che la situazione mi ha destabilizzata parekkio (la prima cosa a cui ho pensato e’ stata: caxxo questo forse ha capito tutte le cavolate ke ha fatto…è pentito)…da quell’incontro ripristiniamo un contatto via whatsapp..di nuovo col buongiorno…la buonanotte…che fai? il lavorocome va?..senza mai parlare xo’ di cio’ ke era accaduto nei mesi pecedenti…sembrava che non ci fossimo mai lasciati…ma in tutto questo il nostro rapporto viveva solo su whatsapp..nessuna kiamata…e nessun incontro…passato un mese di virtuale…mi scoccio..mi animo di corggio e forza..e vado sotto casa sua x capire cosa volesseda me…x quale motivo era ritornato…nn capivo..non voleva incontrarmi..non volea chiamare…slo whatsapp…cm lui scende e mi dice…non ti amo più…non mi sei mancata…non mi fai più sesso..ti vedo come un’amica…ti vorrei nella mia vita!!! io basitaaaa…cmq gli kiedo di nn farsi mai più sentire e vedere..passato un mee mi manda il primo sms…come stai? ed io non rispondo…dopo 10gg mi arriva un altro sms…xke’ i snobbi? ed io non rispondo…poi gli auguri a natale..x il nuovo anno…non rispondo mai…improvvisamente mi kiam qualke giorno fa x farmi gli auguri x il mio complanno..ho cercato di essere cortese…e mi ha vvertita ke a breve verra’ a casa x salutare la mia famiglia etc etc…non so come comportarmi…mi fa sentire legata a lui con queste sue comparsate…da premettere non l’ho lasciato x un altro..ero solo esasperata..e mi sentivo sfruttata mentalmente e sentimentalmente…lui un po troppo anaffettivo…dopo quasi 9 mesi nn mi sn rifatta una vita..non ci penso proprio…ed ogni vlta ke mi scrive mi fa mettere in discussione la mia decisione..penso di essere stata drastica…e inizia a mancarmi…marooo ke tristezza…tengo bn a mente i motivi ke mi hanno fatto decidere ma a volte perdo il controllo…nn kiamo..nn gli scrivo..nessun contatto…non so che fare e cosa dirgli.uffff…che vuol da me??

  98. io ho una stporia complicata!riassumendo dopo due anni di vai e vieni lascio il mio compagno, il papà di mia figlia per lui…..ma la situazione era complicata quindi resto dove abito con la bambina e lui resta la a finire gli studi……..ora sono passati tre anni,è un anno che siamo immersi tra alti e bassi continui!!!!io scappo lui mi cerca,io sparisco lui anche ,poi mi chiama,poi io dopo lunghi silenzi e leggendo suoi email ribatto e infine torniamo sempre da capo,io scappo perchè non mi sento amata come prima,lo sento insicuro,indeciso in tutto……non ha altre,nn ne vuole e se ce l avesse me lo direbbe,quando vado la ci comportiamo come fidanzati e dolce,va tutto bene discutiamo come una coppia,ma io vivo di domande,per quanto tempo saro sola qui con mia figlia sena avere un progetto con lui!lui non sa cosa vuole,non sa nulla!io ora gli ho chiuso la porta in faccia,sto fuggendo,sto soffocando tutto e inizio ad odiarlo!gli ho detto che è meglio rimanere amici mi ha detto che posso pure smetterla e poi sono sparita e pure lui!è una tortura e io sono esausta!

    • ciao Cleo… provo a risponderti.
      Purtroppo i nostri tempi generano “pensieri deboli” e cioè incapacità o difficoltà da parte delle persone di prendere decisioni forti per paura di questo o di quello… adesso tutto questo è comprensibile ma c’è sempre un limite e credo che con tre anni di lascia e prendi con una bimba in mezzo sia già stato abbondantemente superato… credo che il fatto che abbia o meno un’altra non sia rilevante, in gioco c’è pur sempre la tua vita e non solo la sua (che può rovinare o vivere come meglio mi piace)… credo che restare amici non sia possibile, almeno per i primi anni, quindi la soluzione più sana che credo tu possa considerare è quella di allontanarti da lui… immagino che con una figlia in mezzo sia più dura ma devi in qualche modo farcela o almeno provarci… non immagino altro che possa esserti utile… un forte abbraccio e in gamba

  99. Ciao a tutti,
    anche io scrivo su questo blog per la prima volta …mio ragazzo mi ha lasciato da un giorno al atro ….una settimana prima mi ha detto che mi amava dalla prima volta che mi ha vista e invece dopo qualche giorno mi ha detto che non mi ama più che ama un altra …..,secondo voi e possibile che una persona smettila di amarti da un giorno al altro?C’e la possibilità che torni ?

  100. ciao, anche io sono appena stato lasciato dopo 6anni, tutto all’improvviso dopo un litigio per colpa di suo padre, una settimana di mutismo da parte mia x la delusione ha scaturito in lei dei pensieri sulla nostra storia, non posso credere ancora che basta così poco x capire che non mi ama piu! ora sto male! il mio errore è quello di continuare a cercarla… ma nulla da fare non mi vuole piu

    • Fabio, mi puoi spiegare questa settimana di mutismo di cui parli?
      Perché pure il mio ex lo faceva… Se dicevo qualcosa di sbagliato (e, andiamo!, capita a tutti) spariva per giorni e giorni. Non un mess, una chiamata,… niente. Avrei preferito litigare, essere mandata affanculo, ma niente. Frustrante.
      Ora, visto che non posso più chiederlo a lui, puoi spiegarmi cosa vi passa per la testa quando decidete di tenere il muso PER GIORNI?!?

      Scusa, eh… leggi il mio mess con affetto, anche perché siamo tutti sulla stessa barca.
      E un consiglio: basta cercarla, se lo stai ancora facendo… E’ controproducente.

  101. Cavolo come e’ vero che il dolore va’ a viene ho tanta voglia di dirle che mi manca ma è’ meglio di no
    Poi l’aggravante che noi lavoriamo insieme abbiamo una grande società
    Che tormento ma chissà se tornerà
    Cavolo non si possono buttare via 18 anni che ne dite??
    Un bacio a tutti Daniela Milano

    • Ti capisco perfettamente…
      Io dopo 15 anni sono stato lasciato 2 volte … e quest’ultima da poco …
      Ma inizio a riflettere se ne vale la pena veramente….
      Ora sto male ma chissà … solo il tempo ci potrà dire cosa accade.
      Un abbraccio

  102. Io sono talmente triste, delusa, arrabbiata,…. vorrei tanto scrivere a voi per avere un conforto ma non ci riesco…
    Penso che le delusioni d’Amore siano una cosa terribilmente difficile da superare..

    • Ciao Iris… si, le delusioni sono difficili da superare però, per fortuna, si superano… sta a noi far passare il tempo necessario nella maniera meno dolorosa possibile… l’estate è un’ottima stagione, basta non farsi troppe aspettative di stare subito bene e vivere ogni giorno come fosse l’ultimo :)

    • Cara iris
      solo chi sta nelle nostre medesime condizioni ci può capire….
      Anche io provo le tue stesse sensazioni….ancora oggi dopo più di un mese non riesco a fare dei passi avanti,specialmente vedendo che d’altra parte c’è una persona che sembra rinata…vederla o semplicemente sapere quello che fa mi distrugge,mi toglie il sonno(sono 3 notti che non dormo),eppure dobbiamo uscirne per forza da questo tunnel…Non vedo l’ora di riinnamorarmi di nuovo perchè credo che non ci sia sentimento più bello dell’amore anche se non ti nascondo che c’è tanta paura…
      Lo so ci hanno tolto il sorriso dalle labbra è vero ,ma solo con l’aiuto degli amici più stretti e dei nostri familiari possiamo superare l’ostacolo.
      Questo blog ci aiuterà a non sentirci soli.
      Buona giornata!!

  103. Ciao a tutti,
    anche io come tanti di voi sto passando le pene dell inferno per esser stato abbandonato dalla mia ormai ex.
    raccontare tutta la storia mi sembra difficile e non basteranno pagine di questo blog.Ma proverò a fare un breve riassunto cosi ne approfitto un po per sfogarmi.
    Tutto ebbe inizio 5 anni fa,io ero appena tornato da firenze dove lavoravo e avevo una relazione con un ragazza che per tanti motivi dopo anni e’ terminata anche li con molto dolore.
    Dopo un po di mesi incontro lei,e per me è subito amore(non credo sia stata il mio “transfert”),mi butto a capofitto,è bellissima,elegante,loquace,sa stare molto bene con i miei amici,si integra subito nel mio gruppo……
    Ma purtroppo l’ho conosciuta nel momento in cui lei era appena uscita da una storia che a differenza della mia non ha del tutto chiuso….e oggi credo di esser stato il coglio..clone della situazione.
    IO le dichiaro subito il mio amore ,lei,indecisione più totale,mi avvicina mi allontana “credo che sia più giusto continuare con lui”,salvo ripensamenti dopo poche ore,e poi continui paragoni con l ex .
    Tutto questo la mia mente non l’accetta ma il mio cuore mi fa andare avanti e per tanto tempo accetto certe situazioni incredibili.Si va avanti nella mia testa qualcosa sta cambiando il mio amore per lei forse inizia ad affievolirsi…..si entra in casa si uniscono le famiglie,si condividono bei momenti,tutti i suoi dubbi cominciano a svanire ,ma ora sono io che non ci credo più di tanto,mi manca la fiducia da parte sua ,quella persona che tanto amavo pian piano inizia a tirar fuori dei difetti,materialismo,superficialità,mancanza di rispetto.
    Ma nonostante tutto vado avanti,butto tutto dietro e sempre avanti tutta sempre verso nord.Ma ogni tanto perdevo la bussola deviavo e tutto questo creava tensione nella relazione.
    Nell’ultimo anno si presenta per me un’occasione di lavoro per me irrinunciabile il quale mi avrebbe tolto tutta la giornata per tutta la stagione estiva,lei forse tutto questo nel suo inconscio non lo accetta,mi fa sentire in colpa delle mie assenze,delle mie mancanze ecc ecc ecc….
    4 mesi fa in seguito a una litigata scappa via e niente più, si allontana per una decina di giorni ed io giù nel baratro….lei sembra rinata….gli sto un po dietro e torna, non so con quanta convinzione,le propongo di andare a vivere insieme e accetta al volo.Troviamo casa l’arrediamo e quando la casa è quasi pronta via di nuovo,si sente soffocare i miei paletti e compromessi non le piacciono.Alcune sue amicizie non mi piacciono e lei non vuole rinunciarci ,mi dice che sono vecchio e che vuole fare più vita mondana e che non vuole essere mia prigioniera. BOOOOOOMMMMMMMM
    Una bomba dalle mie orecchie dal rumore assordante,mi distrugge ,mi svuota l’anima mi fa cadere nella depressione più totale invece lei rinasce.
    Ora mi trovo qui, è passato un mese e non capisco qual’è il mio futuro.alterno momenti di rassegnazione e momenti di illusione. Fondamentalmente non so se è un amore che si può recuperare ,non so se lei ha trovato un altro non ci capisco più niente.l’unica cosa che mi da un po di sollievo e vedere che ci sono nel mondo persone che hanno passato i miei stessi momenti.leggere le storie degli altri mi allegerisce un po la mente.
    Non mi do una spiegazione a come noi esseri umani siamo cosi contorti….tutto ti sembra brutto di lei ma poi quando perdi quella persona crolli perdiamo obbiettivi stimoli .
    Eppure credo che amare sia un sentimento bellissimo,una sensazione rilassante e che non vedo l’ora di riprovare ,ma questa volta con tutte le attenzioni del caso,con molta calma e riflessione ,mai più giù a capofitto.VOGLIO CALORE ED IO TI DARò TUTTO IL MIO AMORE!!!!

    • Ciao ilfaro
      Amare è un sentimento bellissimo si, però crea anche un pò di dipendenza quindi quando è tua pensi di poterne fare a meno, di poterla lasciare perchè non ti piace il suo trucco o chissà cosa, poi la perdi ed è un inferno… già, è la solita vecchia storia, ed è anche il motivo per il quale chi lascia a volte ritorna… gli abbandonati hanno dalla loro una grande fortuna, quella di potersi servire del dolore dell’abbandono per riflettere bene, per capire se la persona era davvero quella giusta, per migliorarsi… insomma, quello che recitava Hopkins in Viaggio in Inghilterra (il dolore è lo scalpello che ci aiuta a raggiungere la perfezione) è più che vero e bisogna vederne il lato positivo. Se è passato un mese ancora non ho detta l’ultima parola, c’è anche l’estate in mezzo che si sa è focolare di nuovi incontri che però, spesso, sono fuochi di paglia… viviti questa estate al meglio, divertiti senza farti aspettative, come ho detto ad Iris come se ogni giorno fosse l’ultimo, magari a Settembre vi rincontrerete e sarà di nuovo tua, o magari sarai tu che la manderai a quel paese… cmq goditi la bella stagione e cerca di pensarci il meno possibile perchè vivere è già la cosa migliore che ci sia capitata :)

  104. ….e ora? lascialo andare per la sua strada, è difficile lo so ma è l’unica cosa da fare.
    Hai già provato ad accoglierlo ancora, e la situazione si è ripetuta.
    No Contact

    un forte abbraccio

  105. Sono stata lasciata con scuse banali. Lui asseriva che io lo tradissi. Falso come il diavolo! In preda alla disperazione scopro invece che lui aveva una relazione con una sua collega, brutta e vecchia. Soffro io. Lui nega e anzi, punta su di me, umiliandomi in quanto diceva di “aver visto il tradimento”. Ritorna, quando la cogli clone (attenzione, era sposata lei, lascia il marito per lui), parte con le sue sfigate amiche per un viaggio. Lui torna, io più sfigata che mai, o almeno, non avendo memoria di dignità e mor proprio, lo riaccolgo… dalla prima, divento la pseudo amante, finchè non gli dò l’out out! Peccato che lui, trovi altre scuse, e mi rilasci, per ritornare da lei … avessi letto prima .. domada da un milione di dollari: e ora?

    • E’ ora sai bene con chi hai avuto a che fare ….a me e’ successo di peggio …ho ignorato chiari segnali di ritorno facendo appassire quello che davvero c’era ….ho preferito soffrire piuttosto che cercarla ..la mia mente andava in loop mi sentivo male e non capivo….finche nn l’ho vista con un altro e’ tutto mi si e’ chiarito nella mente…. sn stato io ad ammazzare qst situazione e niente me la riportera’ indietro ..e’ ora mi ritrovo in un vicolo cieco con una parte di me congelata e’ diretta verso un oblio infinito

  106. buongiorno, io mi trovo ad essere il..clone, di una donna di cui sono innamoratao. Ci siamo conosciuti al ballo circa sei mesi fà,e Lei ha lasciato l’uomo con cui stava da tre anni per stare con me.
    Ad inizio maggio mi ha lasciato dicendomi che non provava più quello che provava prima e ha ricominciato a frequentare il suo ex.
    Per un 20 giorni non mi sono fatto vedere ,poi ci siamo rivisti in discoteca e la sera siamo andati a casa mia dove abbiamo fatto sesso con Lei molto passionale e la stessa cosa è successo il giorno dopo.
    Poichè Lei afferma di essere confusa e di non essere in grado di fare una scelta io Le ho proposto di prendersi un poco ditempo,frequentando entrambi.Cosi stà avvenendo,in realtà con me andiamo a ballare,facciam osesso e sicuramente passa più tempo con me che con Lui.
    Debbo dire che questa situazione non riesco più a sostenerla in quanto io La vorrei in maniera piena ed il consiglio che chiedo è: come fare perchè ciò avvenga?non ho la forza di sparire,ma forse sarebbe questa la ricetta?chiedo gentilmente un consiglio

    • ho l’impressione che le nostre vite si siano incrociate per un momento……
      chissa se sei chi penso..

    • ciao mi chiamo Emi soffro tanto ho avuto una relazione con un uomo sposato mi diceva di amarmi tanto al tal punto di volere una vita con me… e lasciare la sua famiglia… a gennaio ha lasciato la sua famiglia
      oggi posso dire che non lo capisco più! …è un continuo prendersi e lasciarsi per esempio: io lo mando affanculo e lui fa il pazzo x avermi poi quando io cedo lui si allontana di nuovo… non ne posso più aiutatemi voglio uscire da questa situazione!!… mi sembra di impazzire!!! lui e andato via di casa vive con la madre e ha 53 anni ed io ne ho 48 sono 9 mesi che mi dice di prendere casa.. ho di fare un mutuo
      ma non e vero lui sta facendo il carcerato da 9 mesi usciamo 1 tantum fare sesso neanche a parlarne!!… si e no 1 volta al mese credo che lui vuole tornare a casa…. dalla sua famiglia…penso che lui non mi abbia mai amata …… io voglio chiudere questa storia!!!!… AIUTATEMI…

  107. ciao a tutti. Vi ho letto e riletto, il che mi ha aiutato a superare determinati momenti. L’ex amante che ritorna dopo dieci anni (e dieci anni amanti) quindi sono passati 20 anni nell’insieme, e in questo periodo per vari motivi ci si vedeva comunque ma tranquilli senza nessun accenno al passato. Premetto che da due anni sono vedova e lui divorziato. Il suo uno strano ritorno, non ha saputo spiegarmi il perché di questo riavvicinamento. Per farla breve, ci siamo incontrati a casa sua, ma purtroppo sessualmente non ha funzionato. Per me il motivo forse che da molti anni non ho più avuto rapporti sessuali, lui si è giustificato con la stanchezza e stress. Vero che è in un periodo di cambiamento attività pertanto ci posso anche credere. La seconda volta è andata un pochino meglio, ma senza raggiungere il traguardo finale. E questo ci può anche stare. Ma in un mese nemmeno una telefonata da parte sua, da parte mia solo un messaggio erotico, tra l’altro rimasto senza risposta. Ci si vede su face book e si parla del più e del meno, anzi poco e niente e mai del nostro presunto rapporto. Sono perplessa e mi piacerebbe la tua opinione Art e come comportarmi e comunque da due giorni sono sparita dal web.Grazie per una tua eventuale risposta. Monia

  108. Eccomi ancora qui a raccotarvi come è finita dopo il suo ‘ritorno’. Ci siamo visti e sentiti quasi tutti i giorni per 2 mesi e mezzo, senza però definire mai bene cosa fossimo e come sarebbe stato il nostro futuro. volevo dargli tempo, perchè fosse sicuro. ieri mi sono stufata e gli ho detto chiaramente che o si impegnava veramente oppure ci saremmo separati.. questa volta per sempre però. non ha dovuto pensarci più di un minuto. meglio separarci. ha avuto anche il coraggio di dire che dopo la prima volta che ci eravamo visti gia sapeva che le cose non sarebbero andate, perchè non riusciva a superare il fatto che già in passato fosse finita. bello stronzo. l’unico sentimento che ho provato è stato di delusione, perchè non era più il ragazzo di cui ero innamorata un anno fa.
    non credete nei ritorni, i ricordi rendono le cose più belle di come sono in realtà. si va avanti.
    un abbraccio a tutti

  109. Io sono il signor Felix dagli Stati Uniti di recente sono di base nel Regno Unito, voglio testimoniare quello che il dottor Oriri fatto nella mia vita, mi innamoro di una ragazza che amo così tanto l’amo con tutto il cuore io sono pronto a fare qualsiasi cosa per lei , ma un giorno quando ero in ufficio il mio anello telefono come guardo il nome ho visto che è un mio amico poi mi ha detto quello che è mi ha detto che dovrebbe venire in un hotel vicino al suo negozio ora ho detto qual è il problema non disse nulla, ma appena arrivato in fretta ho lasciato l’ufficio quando sono arrivato mi ha chiesto di aspettare alcuni secondi e poi mi aspetta dopo qualche tempo ho visto il mio amante chiamata così venuta fuori l’hotel con un uomo poi per fortuna ho il mio amico crollare rapidamente fretta che io quest’ultimo ospedale ho scoperto che io sono in ospedale sono stato così deluso nella sua poi ho detto al mio amico che la ragazza è la mia vita è tutto quello che ho perché l’ha fatto a me ha detto che non dovrebbe fidarsi qualsiasi ragazza poi un giorno dopo abbiamo l’ospedale sono andato a casa sua ho incontrato la madre fuori di casa ho la salutò poi ho detto sono stati è mia moglie ha detto è dentro wen sono andato dentro l’ho vista, ma lei finta come se non l’ha fatto vedermi allora ho detto perché l’hai fatto a me, lei che cosa rispondere, poi ho detto che hai visto con un ragazzo che esce di camera di albergo poi ha detto, questo è il mio marito di essere ho detto, ma ho impegnarsi a voi che camminare dentro la sua stanza e uscire poi attraverso l’anello l’ho poi impegnarsi con lei ha detto che non si avvicineranno la sua vita di nuovo ero sorpresa wen ho sentito che esce dalla sua montare i rapidamente a casa poi mi chiama il mio amico quando ha è venuto gli ho detto tutto quello che ha detto quest’ultimo mi ha detto che se davvero il suo amore allora ho detto, con tutta la mia vita i love her a morire per lei lo farò per lei poi ha detto che mi porterà a un uomo potente che mi aiuterà a portare il suo allora ho detto che sono l’uomo ha detto che non si deve preoccupare che lui mi aiuterà, allora ha detto che dovrei venire a casa sua poi siamo andati a casa sua, e ‘andato on-line con un mago e gli disse tutto di me l’uomo ha detto che non si deve preoccupare che lui mi aiuterà fuori ma dovrei fornire il necessario poi mi ha detto di fornire i deve attendere per i prossimi due giorni poi mi è stato molto felice di sapere che i due giorni, ma sono niente accadere allora, il mio amico andare on-line di nuovo con lui e gli disse notando è stato don poi ha detto che i deve attendere per altri 3 giorni ancora ancora ancora accadere nulla quindi mi è stato frustrato una mattina, quando ero in ufficio un messaggio venuto alla mia casella di Gmail mi aprirlo era DR AGBALA i tristi ho fatto non senza questa persona dopo aver stretto dal lavoro, sono andato a casa mia un amico e gli ho detto sul messaggio poi ha detto noi lo prova poi aprire il messaggio e rispondere lui, ma non abbiamo visto la sua risposta poi quest’ultimo si apre il messaggio di nuovo poi vediamo la sua mail, quindi gli diciamo tutto quello che succede, anche il modo in cui va ad un altro incantesimo canotto di sterzo è ancora don poi disse: i non deve preoccuparsi che i sarà quello di sposare quella ragazza poi ero sorpresa, mi ha detto che deve fare la cosa necessaria quindi ho fatto tutto quello che mi chiede di fare, ma lui non mi ha detto quando si torna dopo 7 giorni wen ero in ufficio ho sentito bussare alla mia porta quindi chiedo alla persona di venire in wen alzo la sento apparire come un sogno vedo mia bella mi ritorna di nuovo quindi ero molto felice anche ho fatto un parte a lodare il suo ritorno di nuovo a me poi il mio amico ha detto che lui è davvero un grande uomo davvero allora rendiamo grazie a lui e ha detto che lei ha torna finalmente di nuovo a me poi mi è stato molto molto felice non ha fatto un meraviglioso cosa nella mia vita per estendere la ho davvero fatto un matrimonio con lei mi è stato molto felice se avete qualsiasi tipo di problema, non lo nascondo da questo corso uomo che è il tuo salvatore davvero bisogno di contattarlo uomo questo è il suo indirizzo e-mail : (dragbalaspiritualtemple@gmail.com) cercare ed e-mail lui ti aiuterà, grazie anche.

  110. Il mio nome è Johnson, lascio nel Regno Unito, la mia ragazza e io siamo stati insieme per oltre 6 anni, nelle ultime settimane ho avuto problemi con lei, io amo questa donna molto e vogliono sposarsi a lei, ma a volte ho fatto sentire un po ‘confuso su questo e si è chiesto se è stato vero per il rapporto … fino a quando ho trovato il re figlio, che mi ha detto che lei non era di essere vero con me .. ho trovato più tardi che lei è stata vedendo il suo ex fidanzato che è stato devastato e non sapevo cosa fare, anche se mi amava ancora e non poteva vedermi con nessun altro, non volevo perdere lei e figlio del re mi ha assicurato che mi potrebbe aiutare con questo problema, mi ha raccontato di un mago DR Agbala ho deciso di dare un trier così ho contattato dragbalaspiritualtemple@gmail.com ancora una volta per fargli capire che io volevo ottenere aiuto con questo. Con i poteri che hanno Vdo la mia ragazza e ho fatto lavorare un sacco di cose e lei è venuto verso di me e ora siamo di nuovo insieme e impegnati ho fatto a superare il fatto che lei ha tradito me, ma a volte abbiamo bisogno di di dimenticare il passato e andare avanti verso un futuro migliore e senza l’aiuto di figlio re ‘non credo che sarebbe mai lavorato out.he è davvero un angelo mandato da lassù!

  111. la mia testimonianza in merito a quello che il dottor agbala fatto nella mia vita
    il mio nome è Juliana dal Sud Africa mi sono sposata circa 5 anni fa e non ho potuto partorire in 3 anni, tutto il mio popolo marito continui a chiamarmi una strega dire che è a causa della strega mio popolo dare a me che non ha consentito me per dare uccello ad un bambino ho pianto tutte le quel passato tengo lacrime taglio ma mio marito era lì mi conforto fino a quando ho detto al mio amico quello che sto passando per lei ha detto che non deve piangere di nuovo che mi porterà a un mago che mi aiuterà in qualsiasi condizione, ma non ho andare a qualsiasi medico nativo prima ho risposta, ma lei ha detto che non si deve preoccupare che il medico nativo mi aiuterà poi tra l’altro smettere d