Strananoia

su Il mondo di Art/Relazioni

STALLI SENTIMENTALI

Che gioco assurdo osceno e bieco
ove l’amor che il cuore domina
avido d’intima elettiva affinita’
E legislatori di questi cuori
non son dolci sentimenti
ma assurde ed ingiuste imposizioni
che natura per amore programmo’…

Ho avvertito nella vita di coppia un profondo sentimento di dissociazione della mia personalita’.
Senza che potessi far nulla, ho sentito presto il bisogno di non condividere con la mia amata il frutto dei miei sforzi.
L’ho accusata di essere una pessima donna di casa e cuoca (come ho potuto?!)
Non ho piu’ tollerato di rimanere solo, la sera, davanti alla TV.
Ho perso interesse a coprirla di doni e portarla in giro per la citta’ deserta.
Non le dedico piu’ poesie e canzoni d’amore.
Non stacco piu’ lo sguardo dal monitor quando rientra a casa.
Ho paura nel dirle che voglio fare l’amore con lei.
La minaccio continuamente di lasciarla pur con la stramaledetta paura di sentirne la mancanza.
Maledico la sua stanchezza cronica rinunciando a discuterne cause o rimedi.
Vorrei vivere da solo. Raggiungo la mia donna in camera da letto, dorme. La bacio sulle labbra destandola dal sonno e lei mi sussurra: ti voglio bene. Se ‘ cosi’, perche’ non mi stai accanto? Lei torna a dormire… Non avevo dubbi sul fatto che non avrei ottenuto altro, cosi’ ritorno in soggiorno a continuare la visione del noiosissimo film di seconda serata.
Questo mi grida la ragione: Lei non ti da’ affetto, non si prende cura di te, non si interessa ai tuoi desideri, pensa sempre a se’ stessa, ti fa sentire senza senso, inutile, ti fa perdere il desiderio di uscire con gli amici, di prendere una birra, ti ha reso poco spontaneo in tutto. Lasciala e torna a vivere da solo!
Ecco invece cio’ che mi suggerisce il cuore: Ne sei innamorato, puoi capirlo da come ti senti quando le stai vicino, quando pensi con terrore a come sarebbe senza di lei anche se a volte hai un gran voglia di scappare; quando ti basta la sua presenza per stare bene; perche’ c’e’ solo lei nei tuoi sogni. Comincia a fare progetti, esci da questo immobilismo consapevole. In questa sede il sentimento non e’ sul banco d’accusa, piuttosto la quotidianita’ imposta alla nostra storia. Sono stato convinto per anni che uomo e donna, quando innamorati, dovessero vivere l’uno nell’altro in totale simbiosi. Adesso devo dimenticare, il bambino e’ cresciuto e dovra’ fare a meno di una seconda mamma! Eppure non c’e’ modo, non c’e’ maniera di scacciare questa strananoia…

Liberato dal sogno infantile d’amore ideale
non resta che cruda realta’
puo’ senza il calore del cuore la sola ragione
portare passione in me
se solo questo odio, e’ cosi’ che adesso amo
generasse una tempesta di ricordi e di tristezza
che soffi via la nebbia che avvolge questa testa
trascinandomi in alto con se’
che’ tra le stelle non senta
il bisogno d’amore che ho…

strananoia di una storia… d’incomprensione

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

2 Commenti

    • Grazie Arianna… le tue parole mi hanno portato ad uno scritto seppellito tra le miriadi di parole di questo blog ed anche nella mia memoria, è facile tornare sui soliti errori quando si dimentica.
      Un caro saluto e buona vita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.