Poesie di Leonard Cohen

Leggi

WELCOME TO THESE LINES

There is a war on but I’ll try to make you comfortable
Don’t follow my conversation it’s just nervousness
Didn’t I make love to you when we were students of the East
Yes the house is different
I’ve removed whatever might give comfort to the enemy
We are alone until the times change
and those who have betrayed come back like pilgrims to this moment
when we did not yield and call this darkness poetry.

Da The Energy Of Slaves

BENVENUTA A QUESTI VERSI

C’è una guerra in corso ma cercherò di renderti la vita facile
Non seguire i miei discorsi nascono solo dal mio nervosismo
Non ti feci l’amore quand’eravamo studenti dell’Est?
Sì, questa è una casa diversa
Ho rimosso tutto quello che avrebbe potuto servire al nemico
Resteremo soli finché i tempi non cambieranno
e coloro che hanno tradito torneranno come pellegrini a questo momento
in cui noi non ci arrendiamo e chiameranno quest’oscurità “poesia”

Traduzione di peter patti

AS THE MIST LEAVES NO SCAR

As the mist leaves no scar On the dark green hill,
So my body leaves no scar On you, nor ever will.When wind and hawk encounter,
What remains to keep? So you and I encounter, Then turn, then fall to sleep.
As many nights endure Without a moon or star, So will we endure When one is gone and far.

Da: The Spice-Box Of Earth

COME LA NEBBIA NON LASCIA CICATRICI

Come la nebbia non lascia cicatrici sulla collina verdescura,
così non ne lascia il mio corpo su di te, né mai ne lascerà.
Quando il vento e il falco s’incontrano, che cosa rimane di duraturo? Allo stesso modo ci incontriamo, io e tu, per poi rigirarci e dormire.
Come tante notti resistono senza la luna o una stella, così anche noi resisteremo, quando l’uno l’altro avrà lasciato.

Traduzione di peter patti

POEM

I heard of a man who says words so beautifully that if he only speaks their name women give themselves to him.
If I am dumb beside your body while silence blossoms like tumours on our lips it is because I hear a man climb the stairs and clear his throat outside our door.

Da: Stranger Music

POESIA

Mi è giunta voce di un uomo che parla in modo così magnifico che se solo pronuncia il loro nome le donne gli si offrono.
Se sto muto di fronte al tuo corpo mentre il silenzio sboccia come tumori sulle nostre labbra è perché odo un uomo salire le scale e schiarirsi la gola fuori dalla nostra porta.

Traduzione di Alessandro Achilli (Stranger Music, di Leonard Cohen. © 1997, Baldini&Castoldi)

I WONDER HOW MANY PEOPLE IN THIS CITY

I wonder how many people in this city live in furnished rooms.
Late at night when I look out of the buildings I swear I see a face in every window looking back at me,
and when I turn away I wonder how many go back to their desks and write this down.

Da: The Spice-Box Of Earth

MI DOMANDO QUANTE PERSONE IN QUESTA CITTÀ

Mi domando quante persone in questa città vivono in stanze ammobiliate.
A tarda notte, quando osservo le case, dietro a ogni finestra posso quasi vedere una faccia che sta a guardarmi,
e quando giro le spalle mi domando quanti di loro tornano alla scrivania per scrivere queste stesse mie parole.

Traduzione di peter patti

TEACHERS

I met a woman long ago
Her hair the black that black can go
Are you a teacher of the heart
Soft she answered No

I met a girl across the sea
Her hair the gold that gold can be
Are you a teacher of the heart
Yes but not for thee

I met a man who lost his mind In some lost place
I had to find Follow me the wise man said
But he walked behind

I walked into a hospital
Where none was sick and none was well
When at night the nurses left I could not walk at all

Morning came
And then came noon
Dinner time a scalpel blade
Lay beside my spoon

Some girls wander by mistake
Into the mess that scalpels make
Are you the teachers of the heart
We teach old hearts to break

One morning I woke up alone
The hospital and the nurses gone
Have I carved enough, my Lord Child, you are a bone

I ate and ate and ate I did not miss a plate
How much do these suppers cost
We’ll take it out in hate

I spent my hatred every place
On every work on every face
Someone gave me wishes
And I wished for an embrace

Several girls embraced me, then I was embraced by men Is my passion perfect
No, do it once again

I was handsome, I was strong I knew the words of every song
Did my singing please you
No, the words you sang were wrong

Who is it whom I address
Who takes down what I confess
Are you the teachers of my heart
We teach old hearts to rest

Teachers are my lessons done I cannot do another one
They laughed and laughed and laughed and said
Well child, are your lessons done Are your lessons done

Dall’album Songs Of Leonard Cohen

MAESTRI

Incontrai una donna tempo fa

I suoi capelli erano neri più del nero
Sei una maestra dell’amore?
Dolcemente mi rispose di no

Incontrai una ragazza oltre il mare
I suoi capelli erano biondi più del biondo
Sei una maestra del cuore?
Sì, ma non per te

Incontrai un uomo che aveva smarrito la ragione
In un posto sperduto che io dovevo trovare
Seguimi, mi disse il saggio
Lui però camminava dietro

Entrai in un ospedale
Dove nessuno stava male e nessuno stava bene
E quando a notte le infermiere se ne andarono
Io non potei più muovermi

Giunse il mattino
E poi fu mezzogiorno
E a pranzo vidi uno scalpello
Vicino al mio cucchiaio

Alcune ragazze si smarriscono per sbaglio
Nel macello compiuto dai bisturi
Siete le maestre del cuore?
Noi insegniamo ai vecchi cuori come spezzarsi

Un giorno mi svegliai da solo
L’ospedale e le infermiere erano svaniti
Ho scavato abbastanza, Signore?
Bambino, tu sei uno scheletro

Mangiai e mangiai e mangiai
Non lasciai nessuna pietanza
Quanto costano questi pasti?
Accettiamo anche l’odio

Spesi ovunque il mio odio In ogni mestiere e su ogni faccia
Qualcuno mi regalò desideri
E io scelsi di desiderare carezze

Molte ragazze mi diedero carezze
E anche uomini
La mia passione ora è completa?
No, rifai tutto un’altra volta

Ero bello e forte
Conoscevo i testi di tutte le canzoni
Ti è piaciuto come ho cantato?
No, le parole erano sbagliate

Chi è colui a cui mi rivolgo?
Chi recepisce le mie confessioni?
Siete i maestri del cuore?
Noi insegnamo ai vecchi cuori a riposarsi

Maestri, sono finite le mie lezioni?
Non ce la farei a farne un’altra
Loro risero e risero e risero e mi dissero

Beh bambino, sono finite le tue lezioni
Sono finite le tue lezioni

Traduzione di peter patti

DO NOT FORGET

Do not forget old friends you knew long before I met you the times I know nothing about being someone who lives by himself and only visits you on a raid

Da: Selected Poems

NON DIMENTICARE

Non dimenticare i vecchi amici che conoscevi già prima che t’incontrassi a quei tempi io non ne sapevo nulla poiché ero uno che se ne stava per conto suo e ogni mia visita a te era una scorribanda

Traduzione di peter patti

THE GENIUS (“For you I will be a ghetto Jew ..”)

For you I will be a ghetto jew and dance and put white stockings on my twisted limbs and poison wells across the townFor you I will be an apostate jew and tell the Spanish priest of the blood vow in the Talmud and where the bones of the child are hid

For you I will be a banker jew and bring to ruin a proud old hunting king and end his line

For you I will be a Broadway jew and cry in theatres for my mother and sell bargain goods beneath the counter

For you I will be a doctor jew and search in all the garbage cans for foreskins to sew back again

For you I will be a Dachau jew and lie down in line with twisted limbs and bloated pain no mind can understand

Da: The Spice-Box Of Earth

IL GENIO (“Per te sarò un ebreo del ghetto ..”)

Per te sarò un ebreo del ghetto e danzerò mettendo calze bianche sui miei arti contorti e sorgenti di veleno in tutta la città

Per te sarò un ebreo apostata e parlerò al prete spagnolo del giuramento di sangue nel Talmud e gli dirò dove sono nascoste le ossa del bambino

Per te sarò un banchiere ebreo e manderò in rovina un vecchio e orgoglioso re cacciatore interrompendone la linea di successione

Per te sarò un ebreo di Broadway e nei teatri piangerò per mia madre vendendo sottobanco prodotti a prezzi stracciati

Per te sarò un medico ebreo e frugherò nell’immondizia in cerca di pezzi di latta per prepuzi ricuciti

Per te sarò un ebreo di Dachau che giace in una fila con arti contorti e un dolore gonfio che nessuna mente può afferrare

Traduzione di peter patti

OWNING EVERYTHING

You worry that I will leave you.
I will not leave you.
Only strangers travel.
Owning everything, I have nowhere to go.

POICHÉ POSSEGGO OGNI COSA

Hai paura che io ti lasci.
Non ti lascerò.
Soltanto gli stranieri partono.
Poiché posseggo ogni cosa, non ho nessun posto dove andare.

Traduzione di peter patti

WHAT I’M DOING HERE

I do not know if the world has lied I have lied I do not know if the world has conspired against love I have conspired against love
The atmosphere of torture is no comfort I have tortured
Even without the mushroom cloud still I would have hated
Listen I would have done the same things even if there were no death
I will not be held like a drunkard under the cold tap of facts I refuse the universal alibi

Like an empty telephone booth passed at night and remembered like mirrors in a movie palace lobby consulted only on the way out like a nymphomaniac who binds a thousand into strange brotherhood I wait for each one of you to confess

Da: Flowers For Hitler

COSA FACCIO QUA

Ignoro se il mondo abbia detto bugie
io ho detto bugie
Ignoro se il mondo abbia cospirato contro l’amore
io ho cospirato contro l’amore
L’atmosfera di tortura non è di consolazione io ho torturato
E anche senza il fungo atomico avrei odiato
Ascolta
Anche se non ci fosse la morte avrei fatto le stesse cose
Non mi terranno immobile, come un ubriaco, sotto l’acqua gelida dei fatti
Rifiuto l’alibi universale

Come il ricordo di una cabina telefonica vuota veduta passando di notte
o come specchi nell’atrio di un cinema consultati solamente nell’uscire
o come una ninfomane che unisce migliaia di persone in una strana fratellanza
io aspetto di confessare a ognuno di voi

Traduzione di peter patti

A KITE IS A VICTIM

A kite is a victim you’re sure of.
You love it because it pulls gentle enough to call you master, strong enough to call you fool; because it lives like a trained falcon in the high sweet air, and you can always haul it down to tame it in your drawer.

A kite is a fish you have already caught in a pool where no fish come, so you play him carefully and long, and hope he won’t give up, or the wind die down.

A kite is the last poem you’ve written, so you give it to the wind, but you don’t let it go until someone finds you something else to do.

A kite is a contract of glory hat must be made with the sun, so you make friends with the field the river and the wind, then you pray the whole cold night before, under the travelling cordless moon, to make you worthy and lyric and pure.

Da: The Spicebox Of Earth

UN AQUILONE E’ UNA VITTIMA

Un aquilone è una vittima affidabile.
Lo ami perché strattona in modo abbastanza dolce per farti capire che tu sei il padrone e abbastanza forte per farti capire che sei lo sciocco; perché vive nella dolce aria eterea come un falco addestrato e perché puoi sempre tirarlo giù e addomesticarlo dentro il tuo cassettone.

Un aquilone è un pesce che hai sempre preso in una piscina in cui i pesci non entrano, e così giochi con lui a lungo e con attenzione, sperando che non ceda o che i venti non muoiano.

Un aquilone è l’ultima poesia che hai scritto, e così lo affidi al vento, ma non lasciarlo fuggire a meno che qualcuno non trovi per te qualcos’altro da fare.

Un aquilone è un contratto di gloria stipulato con il sole, e così ti fai amici il campo, il fiume e il vento, e per ciò hai pregato tutta la notte precedente sotto una luna che vaga senza spago: per renderti meritevole e poetico e puro.

Traduzione di peter patti

HITLER

Now let him go to sleep with history, the real skeleton stinking gasoline, the Mutt-and-Jeff henchmen beside him: let them sleep among our precious poppies.

Cadres of SS waken in our minds where they began before we ransomed them to that actual empty realm we people with the shadows that disturb our inward peace.

For a while we resist the silver-black cars rolling in slow parade through the brain. We stuff the microphones with old chaotic flowers from a bed which rapidly exhausts itself.

Never mind. They turn up as poppies beside the tombs and libraries of the real world. The leader’s vast design, the tilt of his chin seem excessively familiar to minds at peace.

Da: Flowers For Hitler

HITLER

Ora mandiamolo a dormire con la storia, il suo scheletro autentico che puzza di benzina e accanto a lui gli adepti buffoni: facciamoli dormire tra le nostre preziose cianfrusaglie.

Le truppe SS ci fanno ripensare al luogo dove tutto è cominciato prima che li emarginassimo, in quel reame ora vuoto, noi popolo con le ombre che disturbano la nostra pace interiore.

Per un istante riusciamo a resistere alle vetture nere e argentee che ci sfilano nel cervello in una lenta parata. Riempiamo i microfoni con i vecchi fiori caotici di un letto che pian piano stanca se stesso.

Non importa. Loro si rivelano essere cianfrusaglie accanto alle tombe e alle biblioteche del mondo reale. Il vasto disegno del Führer e la curva del suo mento riescono troppo familiari a chi vive in tempo di pace.

Traduzione di peter patti

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

I miei vecchi diari personali

Prossimo articolo

20 Novembre 2010

Le ultime da Frammenti Notturni

Sogno

Leggero è il pensierodi tornare a volare,avere davanti agli occhile sole cime

Silenzio

Quadretti osceni sfilano davanti ai miei occhi ho dimenticato di fare qualcosa

soffoco

soffoco nel buio mastico sabbia rientro sul vuoto giro intorno al vuoto