Category archive

Arti dell’uomo - page 2

Posted on su Arti dell'uomo/Musica

Ground control to major Tom

Space Oddity è probabilmente uno dei brani più visionari e futuristici del duca bianco dove ogni nota della canzone originale è irripetibile ed unica, come buona parte della musica di quegli anni dove non avevano ancora i sequencer e lavoravano sugli edit tagliuzzando pezzi di nastro. Qualche tempo fa sono rimasto letteralmente incantato dall’interpretazione che… Continua a leggere

Posted on su Musica

Soy Peregrino

Quando le canzoni di Ultreia erano già state definite, cercavo un pezzo significativo del mio cammino che potessi reinterpretare nello stile consono ai Randone. Pensavo alle canzoni che suonavo col mio Ukulele: fra tutte il medley di Over the Rainbow con Wonderful World era quello che mi convinceva di più e con Maria ne avevamo… Continua a leggere

Posted on su Musica

Francesco Di Giacomo R.I.P.

L’ho conosciuto personalmente Francesco Di Giacomo, è stato più di 20 anni fa, a Ragusa Ibla, quando il Banco in concerto alla villa era un evento che per noi amanti del rock progressivo suonava come qualcosa di straordinario. A quei tempi andavo pazzo per il Giardino del Mago, un lungo brano del loro primo disco,… Continua a leggere

Posted on su Musica/News Randone

Ultreia – Video Promo

Ebbene, dopo una settimana di raffreddore e tosse, tradito dai virus più temibili che mai uomo possa incontrare (quelli che crescono e proliferano dentro i corpicini dei bambini), ho trovato un momento per una delle cose più importanti della settimana: presentare il nuovo album. Da una settimana circa si sono chiuse definitivamente le registrazioni e… Continua a leggere

Posted on su Musica

Hurt

Ci sono canzoni che diventano straordinarie grazie all’artista che le interpreta, ed è il caso di questo brano dei Nine Inch Nails reinterpretato da Johnny Cash nel periodo Rubin, un pezzo di cuore consegnato all’umanità. I hurt myself today, (Oggi mi sono ferito da solo,) to see if i still feel, (Per vedere se ero… Continua a leggere

Posted on su The wall: Analisi critica

The wall: Run like Hell

Pink, nel suo terribile alter-ego, vive l'ennesima allucinazione dove le vittime delle sue visioni non sono i suoi persecutori, come in Another brick in the wall pt 2 e One of my turns, al contrario, qui è lui stesso ad essere il carnefice mentre le vittime sono le minoranze razziali. Ancora una volta è interessante notare come Pink abbia trasformato se stesso in ciò che odiava di più, e cioè quella figura autoritaria rappresentata dal governo colpevole di avergli portato via il padre, dal maestro reo di volerlo privare della sua individualità ed infine dalla moglie responsabile del suo definitivo isolamento dal prossimo. Continua a leggere

Posted on su The wall: Analisi critica

The Wall: In the flesh pt. 2

"Pink isn't well, he stayed back at the hotel" (Pink non sta molto bene, è rimasto in albergo) recita un verso della strofa che la rock-star canta, nelle vesti di Bob Geldof. La dichiarazione del dittatore sottolinea la grave dissociazione mentale di cui Pink è vittima: il suo vecchio "involucro" ha ceduto il controllo alla personalità più aggressiva scaturita dai traumi infantili e, presumibilmente, dall'interruzione forzata del viaggio interiore intrapreso a partire da Hey You. Continua a leggere

Posted on su Cinema

Frankenweenie

Non posso dire di essere entrato al cinema colmo di aspettative; dopo Dark Shadows e Alice in Wonderland (per non parlare de La Fabbrica di Cioccolato) Tim Burton non è più stato quell’eroe che a 13 anni mi aveva affascinato con Beetlejuice e che ha continuato a farlo con Edward Scissorshand, Nightmare Before Christmas, e… Continua a leggere

Posted on su Cinema

Cloud Atlas

Su questo film se ne sono sentite davvero tante, e non ho timore nel mancare di rispetto a qualcuno se dico che, prima di giudicarlo col pollice verso, bisognerebbe avere l’umiltà di riconoscere che non è facile da comprendere e che bisogna metterci un po’ di testa. Probabilmente è un film che non passerà alla… Continua a leggere

Torna Su